Olimpiadi 2020: i successi di oggi, 4 agosto

Condividi

La nostra Italia alle Olimpiadi sta continuando a spaccare e a vincere medaglie, e oggi non hanno fatto eccezioni. Diciamo che, senza fare troppi spoiler, oggi possiamo vantarci persino di un record mondiale. Le Olimpiadi sono quasi concluse, ormai manca meno di una settimana e noi cominciano già a sentire la nostalgia del nostro appuntamento quotidiano, dei nostri atleti e delle tante emozioni che ci stanno regalando. Ma, intanto, godiamocele. Alla fine dovremo aspettare solo tre anni.

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono ufficialmente iniziate. La cerimonia è iniziata alle 13 circa del 23 luglio e, per la prima volta, ci siamo trovati davanti a uno stadio vuoto, senza pubblico, senza nessuno a gioire o a urlare. Gli spalti del National Stadium erano vuoti a causa delle direttive anti-Covid19, non c’era pubblico e gli atleti erano distanziati per evitare ulteriori contagi, infatti sono diversi gli sportivi che hanno dovuto rinunciare alle Olimpiadi a causa di questo virus che, ancora una volta, ci privano di qualcosa e, in questo caso, di un sogno.

Perché le Olimpiadi sono un sogno. Per noi sono solo delle competizioni in cui seguiamo i nostri atleti preferiti, in cui possiamo sostenere il nostro paese che si sta ancora riprendendo dalla pandemia che ci ha bloccati per più di un anno. Ma per gli atleti sono un sogno, l’obiettivo di una vita per cui si ha lavorato per anni interi tutti i giorni e, per questo motivo, vogliamo inaugurare un buona fortuna a tutti. Sono però anche una festa, sono una ricorrenza gioiosa, per questo vedere lo stato vuoto ci ricorda solamente il periodo che stiamo passando.

Noi di Cup of Green Tea ci occuperemo di alcuni sport, ma intanto vi ricordiamo che qui (inserire collegamento ad articolo con tutti gli atleti) trovate tutti gli atleti italiani in gara. Nel prossimo paragrafo invece troverete tutte le gare di cui ci siamo già occupati (aggiorneremo volta per volta, per cui stay tuned):

Vi ricordo anche che qui trovate alcuni consigli per capire come seguire le Olimpiadi di quest’anno.

Olimpiadi 2020: i successi della dodicesima giornata

Come sicuramente sapete, ci sono tantissime discipline, quindi non riusciremo a coprire interamente tutti gli sport, tuttavia vi lasciamo i risultati di tutti e qualche dettaglio in più su altri, giusto per tenervi aggiornati sul fronte Olimpiadi, in modo che, se vi trovate al bar a bere un caffè con gli amici, saprete di cosa parlare.

Ciclismo su pista, inseguimento a squadre maschile – finale

olimpiadi-2020-dodicesima-giornata
Fonte: Fanpage

L’Italia riscrive ancora una volta la storia, questa volta nella categoria di ciclismo su pista alla finale di inseguimento a squadre maschile. Medaglia d’oro, record del mondo e vittoria contro i campioni in carica.

L’impresa sensazionale è stata compiuta da Filippo Ganna, Jonathan Milan, Francesco Lamon e Simone Consonni. I nostri azzurri sono arrivati a disputare la finale contro la Danimarca, arrivando ad aggiudicarsi la medaglia d’oro con un tempo di 3:42.032 contro 3:42.198.

Ma il record mondiale al velodromo di Izu era già stato segnato ieri, durante la semifinale contro la Nuova Zelanda. Oggi gli azzurri Ganna, Milan, Lamon e Consonni superano se stessi con quel 3:42.032, nuovo record del mondo!

Medaglia d’argento per la Danimarca e bronzo per l’Australia.

Qui trovate il video del record mondiale!

Canoa velocità femminile e maschile – qualificazioni

olimpiadi-2020-dodicesima-giornata
Fonte: OA Sport

Giornata impegnativa anche per la categoria di canoa velocità femminile e maschile di diverse specialità.

Manfredi Rizza si è qualificato per la semifinale di K1 200m maschile che verrà disputata domani insieme alla finale dalle 02:37 di notte per il fuso orario italiano.

Purtroppo la stessa sorte non tocca a Francesca Genzo nel K1 500m femminile.

Ma anche Samuele Burgo e Luca Beccaro accedono alla semifinale del K2 1000m maschile che si terra domani a partire dalle 03:26 di notte per il fuso orario italiano.

Nuoto

Riprendiamo subito con le gare di nuoto, o meglio con il nuoto di fondo. Per l’Italia abbiamo la mitica Rachele Bruni, vincitrice dell’argento a Rio 2016, che gareggerà nella 10 km in acque libere all’Odaiba Marine Park. Non parte molto bene. Al primo intermedio, 0,9 km, è al quattordicesimo posto con 8 secondi e mezzo dalla tedesca Beck e, poi, la distanza aumenta ancora. Bruni è diciannovesima con 14″3 dietro dalla precedente.

Tuttavia, al quarto intertempo, 3 km, la nostra azzurra decide di diminuire la distanza: 12″8 secondi la distanziano dalla statunitense Twichell. È al quindicesimo posto. A metà gara, quindi ai 5 km, riesce a salire in nona posizione con 12″ che la distanziano dall’ottava, tuttavia poi perde nuovamente terreno e finisce nuovamente in quattordicesima posizione con un distacco di 14″9 secondi.

Purtroppo l’argento olimpico conclude così: quattordicesima e con una grande distanza. A vincere è la brasiliana Cunha, seguita dall’olandese Rouwendaal e dall’australiana Lee. Un gran peccato per la nostra azzurra che ha comunque fatto del suo meglio. Domani, nella stessa disciplina, ci sarà Gregorio Paltrinieri.

Va molto bene invece per quanto riguardo il sincro in duo. Linda Cerruti e Costanza Ferro chiudono al 6° posto la finale della routine libera con le azzurre che hanno riproponendo l’esercizio “Rinascita”. Confermato quindi il piazzamento di Rio 2016, con la coppia italiana al 6° posto

Atletica

Oggi abbiamo pochi atleti in gara nel programma atletico delle Olimpiadi. Gareggeranno Paolo Dal Molin nella seconda semifinale dei 110 ostacoli e Gaia Sabbatini nei 1500 metri piani. Tifiamo comunque per i nostri superstiti, sperando che riescano a dare del loro meglio, a prescindere dai risultati finali.

Gareggia nella tarda mattinata, ovvero alle 4 circa italiane, Paolo Dal Molin, che si prepara per la seconda semifinale dei 110 ostacoli. Per riuscire a qualificarsi per la finale bisognerà arrivare nei primi due posti in batteria oppure essere fra i primi due tempi migliori fra tutte e tre le semifinali. Tuttavia, non riesce: con 13″40, arriva quarto in batteria e non riesce quindi a raggiungere la finale.

Intanto vi segnaliamo anche che sono state annunciate le staffette dei 4×100, che si disputerà domani alle 11.30 italiane. L’ordine di partenza degli atleti italiani è la seguente: Lorenzo Patta, Marcell Jacobs, Eseosa Desalu e Filippo Tortu; per quanto riguarda invece la staffetta 4×100 femminile, saranno in gara a rappresentare l’Italia: Irene Siragusa, Gloria Hooper, Anna Bongiorni e Vittoria Fontana. Forza ragazzi e ragazze, date il meglio di voi!

Si prepara alla partenza anche Gaia Sabbatini, la seconda e ultima atleta italiana in gara oggi per la disciplina dell’atletica. Dovrà correre contro McGee (USA), Hull (Aus), Tanak (Jpn), Kipyegon (Ken), Gebreezibeher (Eth), Maki (Cze), Galant (Pol), Chebet (Ken), Snowden (Gbr), Debues-Stafford (Can), Purrier St. Pierre (USA), Granz (Ger). Purtroppo neanche lei riesce a qualificarsi per la finale, sebbene abbia fatto il personale 4’02″25. A vincere è la kenyana Kipyegon in 3’56″80, seconda l’etiope Gebrezibeeher in 3’57″54, terza la canadese Debues-Stafford in 3’58″28.

olimpiadi-2020-dodicesima-giornata
Fonte: Twitter

Pallanuoto

Proprio oggi arriva anche la prima sconfitta in tutto il torneo per il Settebello di pallanuoto italiana, e la sconfitta è fatale: i quarti di finale si chiudono sul 10-6 per la Serbia; l’Italia è dunque fuori dal podio dopo l’argento di Londra 2012 e il bronzo di Rio 2016.

Contro una squadra esperta composta per lo più dai protagonisti di Rio 2016, la nazionale più vincente degli ultimi anni, gli azzurri reggono solo fino al 2-2: tra il primo e il secondo tempo un break di 5-0 scava il solco decisivo.

La Serbia vince 10-6 ed elimina l’Italia, che non potrà nemmeno in questo caso puntare alle medaglie. Grazie lo stesso ragazzi!

olimpiadi-2020-dodicesima-giornata
La nazionale di pallanuoto – Fonte Twitter

Pallavolo

Dopo gli uomini della pallavolo italiana, anche le ragazze terminano la loro avventura senza poter puntare alle medaglie: dura sconfitta contro la Serbia per 3-0.

Mazzanti sceglie Malinov in regia, Danesi e Fahr centrali, Bosetti e Pietrini schiacciatrici, De Gennaro ed Egonu come opposto. Partita di altissimo livello tra le due giocatrici europee più forti del mondo, Egonu e Boskovic, in una partita lottata punto a punto, almeno nel primo set, che termina tuttavia 25-21 per la nazionale serba.

La ripresa è subito 8-2 Serbia. Entrano Orro per Malinov e Sylla per Pietrini, ma la situazione rimane alquanto invariata nonostante un piccolo sussulto per la nostra Italia. Il rientro di Pietrini non inverte la rotta, tanti errori in attacco che pesano e portano la Serbia sul 2-0.

Il terzo set sembra iniziare bene per le italiane, iniziamo a capire le rotazioni e i meccanismi della Serbia, ma le campionesse del mondo piazzano un parziale di 6 punti consecutivi e tornano sopra per 15-13 per poi allungare definitivamente verso le semifinali.

Complessivamente la squadra di Mazzanti non riesce a trovare il ritmo partita. Così il CT: “Dolore grande, ma adesso ripartiamo in fretta. Togliamoci il gesso e ripartiamo, tra venti giorni c’è l’Europeo e dobbiamo capire su quali aspetti mettere l’accento.”

Un grosso abbraccio e forza ragazze, gli europei ci aspettano!

olimpiadi-2020-dodicesima-giornata
La nazionale femminile di pallavolo – Fonte Twitter

Beach volley

Purtroppo, oggi salutano la medaglia anche Daniele Lupo e Paolo Nicolai. I due atleti italiani vincitori dell’argento alle Olimpiadi di Rio 2016 gareggiavano per ottenere l’accesso alle semifinali. Il duello contro i due qatarioti Cherif/Ahmed, numeri uno del ranking mondiale, termina con la sconfitta degli azzurri per 2-0.

Dopo un ottimo inizio gli azzurri hanno concesso molti punti nella parte centrale del set, visibile la difficoltà nel prevedere le traiettorie e il gioco della coppia qatariota, che allunga in maniera decisiva vincendo il primo set.

Il secondo set è stato molto combattuto, senza esclusione di colpi, Lupo e Nicolai hanno dato il loro massimo ma alla fine è la coppia Cherif-Ahmed a prevalere. Un immenso grazie anche al nostro duo preferito!

olimpiadi-2020-dodicesima-giornata
La coppia Lupo & Nicolai – Fonte Twitter

Autori

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Federica Pellegrini eletta membro del Cio
Next post F1: terzo motore per la Ferrari di Leclerc