Olimpiadi 2020: i successi di oggi, 26 luglio

Condividi

Ci siamo! Un’altra giornata di Olimpiadi si è conclusa e l’Italia può vantare altre medaglie, continuando a restare nella TOP10 per successi raggiunti. Ieri abbiamo concluso la giornata con tre bronzi e la ginnastica artistica che riesce ad arrivare in finale, con Vanessa Ferrare sul gradino più alto, persino prima di Simone Biles. Per la scherma non è andata benissimo, ma cercheremo di riscattarci oggi. In più, oggi conosceremo anche Asia Lanzi, 19enne bolognese alle sue prime Olimpiadi nella disciplina dello skateboard.

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono ufficialmente iniziate. La cerimonia è iniziata alle 13 circa del 23 luglio e, per la prima volta, ci siamo trovati davanti a uno stadio vuoto, senza pubblico, senza nessuno a gioire o a urlare. Gli spalti del National Stadium erano vuoti a causa delle direttive anti-Covid19, non c’era pubblico e gli atleti erano distanziati per evitare ulteriori contagi, infatti sono diversi gli sportivi che hanno dovuto rinunciare alle Olimpiadi a causa di questo virus che, ancora una volta, ci privano di qualcosa e, in questo caso, di un sogno.

olimpiadi-terza-giornata
Fonte: Twitter

Perché le Olimpiadi sono un sogno. Per noi sono solo delle competizioni in cui seguiamo i nostri atleti preferiti, in cui possiamo sostenere il nostro paese che si sta ancora riprendendo dalla pandemia che ci ha bloccati per più di un anno. Ma per gli atleti sono un sogno, l’obiettivo di una vita per cui si ha lavorato per anni interi tutti i giorni e, per questo motivo, vogliamo inaugurare un buona fortuna a tutti. Sono però anche una festa, sono una ricorrenza gioiosa, per questo vedere lo stato vuoto ci ricorda solamente il periodo che stiamo passando.

Noi di Cup of Green Tea ci occuperemo di alcuni sport, ma intanto vi ricordiamo che qui trovate tutti gli atleti italiani in gara. Nel prossimo paragrafo invece troverete tutte le gare di cui ci siamo già occupati (aggiorneremo volta per volta, per cui stay tuned):

Vi ricordo anche che qui trovate alcuni consigli per capire come seguire le Olimpiadi di quest’anno. gratis e a pagamento.

Olimpiadi 2020: i risultati della terza giornata

Come sicuramente sapete, ci sono tantissime discipline, quindi non riusciremo a coprire interamente tutti gli sport, tuttavia vi lasciamo i risultati di tutti e qualche dettaglio in più su altri, giusto per tenervi aggiornati sul fronte Olimpiadi, in modo che, se vi trovate al bar a bere un caffè con gli amici, saprete di cosa parlare.

Skateboarding

Asia Lanzi ha 19 anni ed è la rappresentante italiana nella disciplina dello skateboarding. Questo è il suo primo esordio alle Olimpiadi, ma lo è anche per questa disciplina, proprio come con il surf. Come per altre discipline, per qualificarsi alla finalissima bisogna riuscire a rientrare nelle prime otto fra tutte le quattro batterie e, la nostra Asia, nella sua batteria è riuscita ad arrivare terza, ma, purtroppo, non riesce a qualificarsi. Ha comunque fatto un ottimo lavoro e bisogna anche ricordare che è l’unica rappresentante donna per lo skateboarding dell’Italia.

olimpiadi-terza-giornata

Scherma

Nel primo giorno siamo riusciti a ottenere ottimi risultati con la scherma, ma già ieri abbiamo affrontato degli avversari temibili che ci hanno dato non poche difficoltà. Oggi nel fioretto maschile gareggiano Daniele Garazzo, campione olimpico di Rio, Alessio Foconi e Andrea Cassarà, anche lui plurimedagliato olimpico. Per cui le aspettative sono molto alte e speriamo possano darci qualche soddisfazione.

Per il fioretto femminile abbiamo invece dello outsider: Rossella Gregorio, Martina Criscio e Irene Vecchi. Le prime due infatti vengono subito eliminate, mentre Vecchi riesce a battere la francese Lembach 15-11, ma poi viene eliminata dalla russa Velikaya 15-12. I ragazzi, invece, al momento avanzano. Garozzo sconfigge l’egiziano Hassan 15-6.

Continua ad avanzare l’oro di Rio, battendo anche il giapponese Matsuyama 15-14, mentre Alessio Foconi viene eliminato agli ottavi di finale dal cinese Ka Long Cheung, con uno schiacciante 15-3. Anche Cassarà non riesce ad andare avanti a causa dell’egiziano Hamza, contro cui perde 15-13. Garozzo invece riesce ad arrivare in semifinale. Alle 11.50 si batterà contro il giapponese Shikine.

Il nostro azzurro riesce ad arrivare alla finale di fioretto delle Olimpiadi 2020, battendo il giapponese 15-9. La finale per l’oro tocca contro l’atleta cinese Ka Long Cheung. Durante la gara il nostro azzurro chiede l’intervento del medico a causa di un problema muscolare alla coscia destra e, probabilmente anche a causa di questo dolore, non riesce ad arrivare al gradino più alto del podio, venendo battuto 15-11. L’argento è comunque un ottimo risultato, e per l’Italia siamo a quota 9 medaglie!

olimpiadi-terza-giornata
Fonte: Italia Team

Nuoto

Oggi si gareggia ancora per il nuoto in queste Olimpiadi 2020. Ai 100 rana dobbiamo tifare per la nostra Martina Carraro, bronzo mondiale, che arriva in finale con il settimo tempo, 1’06”50, con un personale di 1’05”85. Intanto c’è anche Margherita Panziera che purtroppo finisce fuori dalla finale, classificandosi all’11esimo posto con 59”75. Adesso ci aspettano, per quanto riguarda le donne, Federica Pellegrini, Sara Franceschini e Ilaria Cusinato.

Il mito di Federica Pellegrini ha gareggiato nella 200 stile libero, causando non poche polemiche ma, alla bellezza di 32 anni, dopo aver partecipato a tantissime Olimpiadi e dopo aver vinto e stracciato record su record, prendersi gioco della più grande nuotatrice italiana fa veramente pena. Riesce comunque a qualificarsi per la semifinale, arrivando quindicesima su sedici con un tempo di 1’57″33. L’atleta ha detto di aver fatto «molta più fatica di quella che facevo. Domattina bisogna cambiare registro». Le qualificate per la semifinale sono: Ledecky, Oleksiak, Wilson, Titmus, McIntosh, Young, Seemanova, Haughey, Gose, Bonnet, Andersson, Svhmitt, Bruhn, Fairweather, Pellegrini, Salamatina.

Tocca poi a Cusinato e Franceschini. La prima, nei 200 misti, riesce a raggiungere la semifinale con un ottimo tempo: 2’11″41. Tocca poi a Franceschini, che fa giusto qualche centesimo in più dell’altra azzurra 2’11″47. Entrambe quindi gareggeranno in semifinale, dove siamo sicuri che daranno il meglio di sé. Queste le semifinaliste: Douglass, Hosszu, Wood, Walsh, Ugolkova, Pickrem, Gorbenko, Yu, Wilson, Ohashi, Duhamel, Teramura, Cusinato, Franceschi, Kim, Horshka. Forza ragazze!

Oggi arriva la prima medaglia italiana di questa edizione di Olimpiadi per quanto riguarda il nuoto, a portarla a casa è Nicolò Martinenghi che con 58″33 sale al terzo gradino del podio al Tokyo Aquatics Centre, arrivando dietro solamente al campione olimpico. il britannico Sir Adam Peaty, che chiude in 57″37 e all’olandese Arno Kamminga

Per la prima volta nella storia delle Olimpiadi l’ltalia sale al secondo gradino del podio per quanto riguarda la staffetta 4×100 stile libero, i fautori di questa impresa sono: Alessandro Miressi, Thomas Ceccon, Lorenzo Zazzeri e Manuel Frigo. Con il tempo di 3’10″11 arrivano secondi solo agli Stati uniti che segnano un 3’08″97, terzo posto invece per l’Australia che chiude in 3’10″22.

olimpiadi-terza-giornata
Fonte: Italia Team

Surf

Si conclude purtroppo l’avventura italiana per quanto riguarda il surf, prima volta alle olimpiadi, Leonardo Fioravanti purtroppo con il 8.86 non riesce a battere il 10.77 del peruviano Lucca Mesinas e quindi esce agli ottavi.

Pallavolo

Arriva la prima sconfitta nel torneo olimpico per la nazionale maschile di pallavolo, battuta 3-0 dalla Polonia, squadra due volte campione del mondo. L’Italia ha dovuto fare a meno del palleggiatore titolare Simone Giannelli, tenuto a riposo precauzionale per via di un dolore muscolare.

Nel primo set le due squadre hanno dimostrato di essere alla pari, con belle giocate e una buona pallavolo, i polacchi hanno condotto bene l’andamento del parziale, ma gli azzurri sono sempre rimasti vicini, senza purtroppo avere lo sprint decisivo per mettere a segno qualche punto e ribaltare la situazione. Alla fine dunque gli uomini di Heynen sono riusciti a spuntarla sul 25-20 vincendo il primo set.

Più equilibrato il secondo set con gli azzurri che hanno giocato sicuramente meglio anche se con qualche sbavatura in ricezione, che ha dato il la agli avversari per passare nuovamente in vantaggio, nonostante tutto gli azzurri hanno dovuto cedere il set per 26-24 ai vantaggi. 

Nel terzo set Italia in difficoltà in ricezione e al servizio, nessun ostacolo per i polacchi che hanno subito accumulato un +5 di vantaggio. Gli azzurri provano a recuperare ma senza successo, poiché i polacchi gestiscono il parziale nel modo corretto e chiudono il set e il match 25-20.

Il prossimo turno mercoledì 28 luglio alle 12.40 in cui gli azzurri di Blengini affronteranno i padroni di casa del Giappone.

olimpiadi-terza-giornata

Basket 3×3

Nulla da fare anche per le ragazze di Capobianco, che nella penultima giornata della fase a gironi di queste Olimpiadi subiscono la sconfitta di un soffio con il Giappone e con gli USA. Gli Stati Uniti si rivelano più forti e al termine dei 10 minuti effettivi e portano a casa una vittoria simbolo della qualificazione diretta alla semifinale del torneo alle Olimpiadi 2020 Tokyo, con l’Italia che perde a testa alta, rimanendo sempre incollate alle avversarie.

Con questa partita ci ritroviamo al sesto posto: a questo punto confidiamo nelle russe che giocano tra poco contro la Francia, anche se sarà ancora più decisiva la giornata di domani: il calendario non ci sorride, giocheremo contro il Comitato Olimpico Russo, ma possiamo sperare di essere classificate dalla terza alla sesta posizione, così da avere l’occasione di tornare subito in campo per disputare un playoff varrà la semifinale. Forza ragazze!

Tiro a volo

Skeet femminile e maschile – qualificazioni

In data odierna, dalle 02:00 di notte per il fuso orario italiano, si sono disputate le qualificazioni per la categoria di tiro a volo di skeet femminile. Nella prima parte di qualificazioni Diana Bacosi si era piazzata alla prima posizione con 75/75 piattelli, mentre Chiara Cainero aveva raggiunto più faticosamente la ventiquattresima posizione con 67/75.

La seconda giornata di qualificazioni per la Cainero ha inizio con 3/3, ma i successivi tiri non gli permettono di raggiungere la finale olimpica. L’azzurra deve rinunciare al sogno della medaglia conquistata alle Olimpiadi di Pechino 2008.

Cainero riesce a recuperare un 24/25 estremamente pulito nella quarta serie, ottenendo una parziale ventunesima posizione, mentre esordisce Bacosi con un impeccabile 3/3.

Bacosi si avvicina sempre di più alla finale con un immacolato 11/11, ma nella quarta serie commette il suo primo errore.

Nel quarto round si conferma in prima posizione con un 24/25, stesso punteggio ottenuto dall’avversaria Wei (Cina), anche lei vittima di un errore nei primi round.

Il quinto round per Cainero si apre con 3/3 portandola in una provvisoria ventesima posizione, ma sono due gli errori che segnano un finale di gara da 112/125 piattelli.

Bacosi risplende, commette il secondo errore della sua gara e ottiene 115/117, conquistando con grande maestria la finale!

Viene anche effettuato uno shoot-off tra Imprasertsuk (Thailanda), Messerschmidt (Germania) e Vinogradova (ROC). Insieme a loro la finale si svolgera con Bacosi, Wei (Cina) e English (Stati Uniti). Cainero conquista la ventunesima posizione, ottimo lavoro per entrambe le azzurre.

La seconda parte delle qualificazioni per gli uomini ha avuto inizio alle 03:00 di notte per il fuso orario italiano. Gabriele Rossetti si era classificato in sedicesima posizione con 72/75, mentre Tammaro Cassandro in terza posizione con il suo 74/75.

Cassandro apre con un 6/6 puntando alla finale, ottenendo 11/11 nel quarto round. Infallibile, non commette errori e conquista un 25/25: solo un unico sbaglio rovina la performance di Cassandro, 99/100.

Anche Rossetti inizia a sparare, ottenendo un 3/3 e scalando verso la quindicesima posizione grazie agli errori dei suoi avversari. Purtroppo commette un errore che condiziona inesorabilmente la possibilità di raggiungere la finale olimpica.

Ma il sogno delle Olimpiadi non si infrange per l’azzurro esordiente: al suo debutto Cassandro con un 24/25 conquista la finale!

Rossetti termina con onore, reduce dalla medaglia d’oro olimpica della precedente edizione, ma non riesce ad accedere allo shoot-off per un singolo punto di distanza.

La finale di skeet maschile sarà combattuta da Cassandro e Delaunay (Francia), giocandosi le posizioni in uno shoot-off, e da Hensen (Danimarca), Pacheco Espinosa (Perù), Achilleos (Cipro), Tomecek (Repubblica Ceca), Alrashidi (Kuwait) e Hancock (Stati Uniti).

Skeet femminile e maschile – finali

La finale della categoria di tiro a volo di skeet femminile ha inizio alle 07:50 di mattina per il fuso orario italiano: Diana Bacosi compete con la dorsale numero 2.

Ottima partenza per tutte le tiratrici, con un unico errore per Vinogradova (ROC). Si arriva ad un 10/10 per Bacosi e ad un 9/10 per Wei (Cina). Soltanto English (Stati Uniti) riesce a raggiungere 10/10 piattelli come l’azzurra, ma è proprio Bacosi a commettere il primo errore: 13/14 per Bacosi e 14/14 per English (Stati Uniti). Anche per English (Stati Uniti) il primo errore arriva, 15/16.

In seguito alla prima serie di 20 piattelli troviamo Bacosi e English (Stati Uniti) con 19/20, Imprasertsuk (Thailandia) con 18/20, Wei (Cina), Messerschmidt (Germania) e Vinogradova (ROC) con 17/20.

Invece, dopo 30 piattelli rimangano solo Bacosi con 29/30, English (Stati Uniti) con 28/30, Wei (Cina) e Imprasertsuk (Thailandia) con 27/30.

L’errore di Bacosi con un 34/36 segna la rimonta di English (Stati Uniti) che pareggia con l’azzurra.

Dopo 40 piattelli troviamo Bacosi e English (Stati Uniti) con 38/40, Wei (Cina) e Imprasertsuk (Thailandia) con 36/40.

Altro errore per l’azzurra che ottiene un 41/44, ma a distanza di 10 piattelli dalla fine rimangono Bacosi e English (Stati Uniti) in parità con 47/50. Purtroppo Bacosi commette altri due errori e conquista la medaglia d’argento con un 55/60. Meritato l’oro di English (Stati Uniti) per un solo punto di distanza dall’azzurra.

Un grande e sentito applauso per il traguardo ottenuto da Diana Bacosi dopo le Olimpiadi di Rio 2016 e per Chiara Cainero!

olimpiadi-bacosi-argento
Fonte: Sassuolo 2000

La finale della categoria di tiro a volo di skeet maschile delle Olimpiadi 2020 ha inizio alle 09:00 di mattina per il fuso orario italiano: Tammaro Cassandro compete anche lui con la dorsale numero 2.

Purtroppo Cassandro inizia la prima serie con un 3/4 e un 8/10 finale. Kallioinen (Finlandia), Hancock (Stati Uniti), Alrashidi (Kuwait) ottengono 10/10, Hansen (Danimarca) 9/10 e Delaunay (Francia) pareggia con l’azzurro.

Dopo la prima serie di 20 piattelli troviamo Kallioinen (Finlandia), Hancock (Stati Uniti), Alrashidi (Kuwait) con 20/20, Hansen (Danimarca) con 19/20 e Delaunay (Francia) con 16/20: gli errori di Cassandro sono fatali perché è proprio l’azzurro ad essere il primo eliminato con 16/20.

Hancock (Stati Uniti) con 59/60 vince la medaglia d’oro e segna il record olimpico di finale, seguono Hansen (Danimarca) con 55/60 che gli permette di conquistare la medaglia d’argento e Alrashidi (Kuwait) con 46/50, vincitore della medaglia di bronzo.

Un bell’applauso anche per Tammaro Cassandro e Gabriele Rossetti, ottime gare purtroppo rovinate da errori fatali.

Grazie per aver seguito con noi questa terza giornata di Olimpiadi, appuntamento a domani, sempre alle 18, per la quarta giornata di Olimpiadi! E buona fortuna agli azzurri e alle azzurre che gareggeranno nella giornata di domani!

Autori

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Sardegna in fiamme: cosa sta succedendo? Come possiamo aiutare?
Next post Disney introduce primo personaggio ufficialmente no-binary?