Sport

Qualche novità sui nostri sport preferiti.

Qatar 2022: Josh Cavallo sogna i mondiali, ma è preoccupato per la sua vita
Sport

Qatar 2022: Josh Cavallo sogna i mondiali, ma è preoccupato per la sua vita

Josh Cavallo è divenuto popolare per essere entrato nella storia come primo calciatore in attività a fare coming out come omossesuale. Da quel momento è diventato uno pseudo attivista e cerca di sensibilizzare non solo i colleghi e i tifosi riguardo la comunità LGBT nel mondo del calcio, ma anche denunciando alcune situazioni, in particolare quella che si vive in Qatar, dove «le manifestazioni pubbliche di affetto tra gay sono disapprovate e questo vale per tutti», fece sapere Asser Al-Khater, presidente del comitato organizzatore dei Mondiali in Qatar. Josh Cavallo Josh Cavallo, lo scorso anno, ha detto di essere «orgoglioso di annunciare pubblicamente che sono gay», ha raccontato di aver «combattuto la mia sessualità per oltre sei anni ormai, ma ora sono felice di potermene finalm...
Tom Daley contro la decisione della FINA sulle donne trans
Sport

Tom Daley contro la decisione della FINA sulle donne trans

Tom Daley è uno dei tuffatori più famosi in tutto il mondo: talentuoso, bello, appassionato e anche icona LGBT. Non poteva, quindi, non esporsi riguardo la decisione della FINA riguardo le atlete transgender che sono state bandite dalle competizioni sportive. Il voto ha ottenuto il 71,5 per cento dei favorevoli e ha avuto luogo dopo che il Congresso ha ascoltato il rapporto redatto da una ‘commissione’ composta da tre gruppi di specialisti: atleti, un gruppo medico e scientifico, uno legale e anche uno per i diritti umani. «Le donne trans che gareggiano negli sport femminili non minacciano lo sport femminile nel suo insieme. Le donne trans sono una piccolissima minoranza di tutti gli atleti. Le regole NCAA riguardanti le donne trans che gareggiano negli sport femminili esistono da ...
Palestine Youth Club: il basket per l’inclusione
Sport

Palestine Youth Club: il basket per l’inclusione

Il Palestine Youth Club è una squadra di basket femminile e palestinese del campo profughi di Shatila, ma anche della stessa Palestina. Oggi dieci giocatrici sono volate a Madrid, in Spagna, grazie al progetto Basket Beats Borders, che consiste nella creazione di una squadra di basket di sole donne nel campo di Shatila. Lo scopo dell'iniziativa è quello di far conoscere alle ragazze il mondo fuori dal Campo Profughi, e, dopo essere andate in Libano e in Italia, adesso sono state in Spagna. Fonte foto: Fundacion Estudiantes su Twitter Durante un'intervista con Large Movements, Daniele Bonifazi ha spiegato che Basket Beats Borders, grazie al supporto di diverse ONG e del Servizio Civile, porta le ragazze della Palestine Youth Club in Italia per giocare con delle squadre popolari di Ro...
F1: Jüri Vips sospeso con effetto immediato dalla Red Bull per la N-word
Flash News, Sport

F1: Jüri Vips sospeso con effetto immediato dalla Red Bull per la N-word

La notizia irrompe funesta nel futuro della giovane promessa del Red Bull Junior Team: Jüri Vips, pilota estone attualmente attivo in Formula 2, é stato sospeso con effetto immediato da tutte le sue mansioni per aver pronunciato una frase razzista in trasmissione live. Fonte: Instagram @ juri_vips Jüri Vips viene sospeso per la N-word Jüri si stava dimostrando dopo le sue ultime prestazioni un valido talento per il futuro del motorsport, ma le notizie delle ultime ore sembrano star minando questo grande sogno. Fonte: Instagram @ juri_vips Durante una trasmissione live di una partita di videogames assieme al pilota Liam Lawson, Jüri irrompe pronunciando la N-word, scatenando anche le risate dei giocatori collegati. Avrebbe anche sostenuto di non voler indossare un cappellino...
Nuoto: la FINA bandisce le atlete trans dalle competizioni femminili
Sport

Nuoto: la FINA bandisce le atlete trans dalle competizioni femminili

Mentre stiamo festeggiando i nostri atleti che ci hanno reso orgogliosi nelle competizioni mondiali di nuoto a Budapest, la FINA ha votato due giorni fa per una nuova politica sull'inclusione di genere, nel corso del Congresso Generale Straordinario FINA 2022, e i risultati sono abbastanza deludenti per le persone trans. Nel mezzo di una discussione mondiale sulle donne trans negli sport femminili, questa è una batosta per tutte le persone che lottano per far comprendere l'importanza dell'inclusione. Potrebbe interessarvi: Lia Thomas: “le donne trans non sono una minaccia per lo sport femminile” La situazione delle donne trans che decidono di gareggiare negli sport del sesso in cui si riconoscono, non è così semplice. Tuttavia, non è una scelta che si può fare per ideologia. Sono le...
F1: Carlos Sainz odiato dagli stessi Tifosi della Ferrari?
Sport, Opinioni attuali

F1: Carlos Sainz odiato dagli stessi Tifosi della Ferrari?

Carlos Sainz Jr. è un pilota automobilistico attivo in Formula 1 dal 2015, esordisce alla Toro Rosso, approdando successivamente alla Renault nel 2017 e poi alla McLaren nel 2019. Il grande sogno del Cavallino rampante arriva per lui nel 2019, dopo che la Ferrari decide di annunciare la fine del contratto con il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel. Carlos è anche il figlio del due volte campione del mondo di Rally Carlos Sainz Sr., ruolo che ha alzato non di poco le aspettative una volta giunto nella massima categoria, ancora di più in seguito alla firma con la scuderia della rossa. Fonte: Instagram @ carlossainz55 Questi spunti, però, sembrano aver elargito il diritto ad alcuni (non tutti, ma già troppi) Tifosi di poter insultare, screditare e minacciare il suo l...
Federica Pellegrini: “Lo sport si occupi di atleti trans”
Sport

Federica Pellegrini: “Lo sport si occupi di atleti trans”

È la regina del nuoto. Non c'è uno sportivo in Italia che non conosca Federica Pellegrini e oggi, in un'intervista con La Stampa, ha parlato del suo matrimonio con Matteo Giunta, ma anche della presenza delle atlete trans nelle competizioni sportive, una tematica tanto delicata e che è stata al centro delle discussioni negli ultimi mesi, in particolare in America, dove in alcuni stati si fa di tutto per discriminare le ragazze trans. Per Federica Pellegrini è un «tema superdelicato». Potrebbe interessarvi: Lia Thomas: “le donne trans non sono una minaccia per lo sport femminile” In Italia non se ne parla troppo, magari ci sono dei commenti di qualche politico e spesso anche sgradevoli, gli attivisti che cercano di evidenziare il problema della discriminazione verso le persone tr...
F1, Oscar Piastri in Williams dopo il GP del Canada? Che fine farà Nicholas Latifi?
Flash News, Sport

F1, Oscar Piastri in Williams dopo il GP del Canada? Che fine farà Nicholas Latifi?

La carriera di Nicholas Latifi in Formula 1 sembra ormai agli sgoccioli: il pilota che prenderà (forse) il suo posto sarà proprio Oscar Piastri, campione in carica della Formula 2 e attualmente pilota di riserva dell'Alpine nella categoria regina. Oscar Piastri in Williams dopo il GP del Canada? Fonte: Instagram @ williamsracing Per Latifi il suo Gran Premio di casa potrebbe rivelarsi veramente amaro, considerate le ultime voci rilasciate da Ziggo Sport e RacingNews365. Infatti, pare che la Williams abbia intenzione di sostituire il pilota con Piastri già in vista del Gran Premio di Gran Bretagna. Saranno davvero solo voci? La notizia è però accompagnata da un possibile rinnovo da parte del due volte campione del mondo Fernando Alonso con l'Alpine, opportunità che lascerebbe ...
Donne trans negli sport femminili: la Louisiana le bandisce
Sport

Donne trans negli sport femminili: la Louisiana le bandisce

Il Fairness in Women's Sports Act, che vieta alle donne transgender di partecipare agli sport femminili, diventerà ufficialmente legge in Louisiana. Il governatore John Bel Edwards non ha intrapreso alcuna azione sul disegno di legge a guida repubblicana entro la fine della sessione legislativa, consentendo quindi al disegno di legge di diventare legge. In America come in tutto il mondo, negli ultimi mesi, la partecipazione delle donne trans agli sport femminili è stato uno degli argomenti, insieme all'aborto, di cui più si è discusso. Potrebbe interessarvi: Lia Thomas: “le donne trans non sono una minaccia per lo sport femminile” Lia Thomas La situazione delle donne trans che decidono di gareggiare negli sport del sesso in cui si riconoscono, non è così semplice. Tuttavia, non è...
“Il calcio è per tutti”: il messaggio del coming di due arbitri scozzesi
Sport

“Il calcio è per tutti”: il messaggio del coming di due arbitri scozzesi

Negli ultimi mesi la comunità LGBT ha cominciato a farsi sentire nell'ambito del calcio. Ha iniziato Joshua Cavallo, primo calciatore in attività a fare coming out e hanno continuato anche altri giocatori come Jake Daniels, schierandosi anche contro il Qatar, dove l'omosessualità è illegale. La solidarietà e il coraggio, adesso, arriva anche da due arbitri scozzesi, che hanno deciso di fare coming out e che hanno ricevuto un grande supporto dalla comunità calcistica. Ovviamente, vedremo come sarà la situazione quando dovranno arbitrare, perché sappiamo la mentalità di molti tifosi. Lloyd Wilson Facciamo un passo indietro. Il tema dell’omosessualità nel calcio è stato affrontato per la prima volta dal giocatore Joshua Cavallo, che ha annunciato di essere «orgoglioso di annunciare pub...