Olimpiadi 2020: i successi di oggi, 31 luglio

Condividi

Anche oggi l’Italia fa parlare di sé e in modo positivo. I nostri azzurri stanno davvero dando il massimo di sé nelle Olimpiadi 2020 e, sebbene ci sia tanto da ridere sul fatto che siano soprattutto negli sport di sollevamento e di canottaggio che stanno ottenendo risultati, in tutte le discipline stanno lasciando il segno. Ieri è finalmente iniziata anche l’atletica e noi l’abbiamo seguita con voi con tanto piacere, mentre continuano le disciplina di nuoto, pallavolo e tanto altro ancora, dove l’Italia Team ha anche raggiunto ottime medaglie.

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono ufficialmente iniziate. La cerimonia è iniziata alle 13 circa del 23 luglio e, per la prima volta, ci siamo trovati davanti a uno stadio vuoto, senza pubblico, senza nessuno a gioire o a urlare. Gli spalti del National Stadium erano vuoti a causa delle direttive anti-Covid19, non c’era pubblico e gli atleti erano distanziati per evitare ulteriori contagi, infatti sono diversi gli sportivi che hanno dovuto rinunciare alle Olimpiadi a causa di questo virus che, ancora una volta, ci privano di qualcosa e, in questo caso, di un sogno.

Perché le Olimpiadi sono un sogno. Per noi sono solo delle competizioni in cui seguiamo i nostri atleti preferiti, in cui possiamo sostenere il nostro paese che si sta ancora riprendendo dalla pandemia che ci ha bloccati per più di un anno. Ma per gli atleti sono un sogno, l’obiettivo di una vita per cui si ha lavorato per anni interi tutti i giorni e, per questo motivo, vogliamo inaugurare un buona fortuna a tutti. Sono però anche una festa, sono una ricorrenza gioiosa, per questo vedere lo stato vuoto ci ricorda solamente il periodo che stiamo passando.

Noi di Cup of Green Tea ci occuperemo di alcuni sport, ma intanto vi ricordiamo che qui (inserire collegamento ad articolo con tutti gli atleti) trovate tutti gli atleti italiani in gara. Nel prossimo paragrafo invece troverete tutte le gare di cui ci siamo già occupati (aggiorneremo volta per volta, per cui stay tuned):

Vi ricordo anche che qui trovate alcuni consigli per capire come seguire le Olimpiadi di quest’anno.

Olimpiadi 2020: i successi dell’ottava giornata

Come sicuramente sapete, ci sono tantissime discipline, quindi non riusciremo a coprire interamente tutti gli sport, tuttavia vi lasciamo i risultati di tutti e qualche dettaglio in più su altri, giusto per tenervi aggiornati sul fronte Olimpiadi, in modo che, se vi trovate al bar a bere un caffè con gli amici, saprete di cosa parlare.

Tiro con l’arco individuale maschile – finale

olimpiadi-nespoli
Mauro Nespoli alle Olimpiadi di quest’anno
Fonte: La Repubblica

È argento la medaglia conquistata da Mauro Nespoli nella categoria di tiro con l’arco individuale maschile! Dopo il successo di Lucilla Boari arriva anche Mauro Nespoli ad allungare il medagliere italiano a queste Olimpiadi di Tokyo 2020. Si tratta del suo terzo podio olimpico dopo l’oro di Londra 2012 e l’argento di Pechino 2008.

Per Nespoli alle 02:30 di notte per il fuso orario italiano sono iniziati gli ottavi di finale dove si è scontrato con D’Almeida (Brasile). Il primo set viene conquistato dall’arciere azzurro con un 29-28, che arriva ad un 4-0 aggiudicandosi anche il secondo set con un 28-26.

La vittoria arriva 6-0 per Nespoli con un fantastico 29-25: accede ai quarti assieme a Unruh (Germania).

Il primo set contro Unruh (Germania) si conclude in parità, 28-28. Il secondo si apre con un terribile 7 per Nespoli e si conclude a 3-1 per Unruh (Germania). Il terzo set dimostra la vera stoffa dell’azzurro, 10 di apertura seguito da un altro 10 e un 9: vittoria di Nespoli, 3-3.

Anche il quarto set viene conquistato da Nespoli, un 5-3 che gli permette di accedere alla semifinale!

Il suo sfidante è Tang (Taipei). Nespoli si aggiudica il primo set con un 29-27, 10 finale per l’azzurro. Il secondo viene vinto da Tang (Taipei) con un 30 perfetto, ma il terzo set riporta alla ribalta Nespoli, 4-2.

Nespoli si aggiudica la finale! Vittoria all’ultimo set, 6-2.

La finale di queste Olimpiadi 2020 si disputa tra Nespoli e Gazoz (Turchia). Il primo set viene vinto da Nespoli, 10-10-9. Parità al secondo, 28-28 che conduce ad un 3-1. Purtroppo il terzo set viene conquistato da Gazoz (Turchia) con 27-26, 3-3. Altra parità nel quarto set, 29-29. Il set decisivo si pare con un bruttissimo 8 per Nespoli, 9 per Gazoz (Turchia). 6-4 per Gazoz (Turchia) che conquista la medaglia d’oro.

Una giornata lunghissima, ma ho tirato come so fare” racconta “di scontro in scontro ho ritrovato me stesso. Medaglia vinta, non è un oro perso, ma un argento vinto. Contento per come ho saputo gestire le emozioni e ripaga per tutti i sacrifici fatti in 24 anni. È la mia terza medaglia olimpica, il prossimo step è Parigi 2024, e poi in Australia non ci sono mai stato, e il 2032 è dietro l’angolo…

La medaglia di Lucilla è stata importante, ero sugli spalti e la guardavo tirare, e oggi lei era qua. Uno dei miei obiettivi era centrare la telecamera al centro del bersaglio e ci sono riuscito, spero che il video giri molto sui social ora. Ho la passione della cucina, la mia ricetta migliore è il riso con bonarda e salsiccia dell’Oltrepò Pavese”.

Un grande applauso per Mauro Nespoli, vincitore della medaglia d’argento dopo una sfida all’ultima freccia!

Sollevamento pesi maschile 81 kg – finale

Nino Pizzolato conquista la medaglia di bronzo alla finale della categoria di sollevamento pesi maschili 81 kg, sollevando un totale di 365 kg! Medaglia d’oro per il favorito Lyu (Cina) con un carico di 374 kg tra strappo e lancio, e argento per Bonnat Michel (Repubblica Dominicana) con 367 kg complessivi.

Per Pizzolato si è trattato di 65 kg nello strappo, record italiano, e di 200 kg nello slancio provando anche a sollevare prima 203 kg e poi 210 kg, senza riuscirci in entrambi i casi.

Il bronzo di Pizzolato si unisce all’argento di Bordignon nel sollevamento pesi femminile 62 kg, ottenuto con un carico complessivo di 232 kg il 27 luglio!

Un sentito applauso ai nostri azzurri che hanno ottenuto un grandissimo risultato in questa disciplina nelle Olimpiadi di quest’anno!

Pugilato femminile pesi piuma – finale

olimpiadi-2020-ottava-giornata
La nostra azzurra commossa alla fine del match alle Olimpiadi
Fonte: Il Messaggero

La prima nella storia nella categoria di pugilato femminile a vincere una medaglia è Irma Testa nel torneo pesi piuma! Bronzo per l’azzurra a Tokyo 2020, la 600ª per l’Italia alle Olimpiadi. Con i suoi 57 kg Testa riesce a guadagnarsi il podio, sconfitta alla semifinale dalla campionessa mondiale Nesthy Petecio (Filippine).

Si era aggiudicata il primo round, ma il risultato finale sul ring è stato di 4-1 per Petecio (Filippine) che disputerà la finale il 3 agosto. Con lei ci sarà anche Sena Irie (Giaappone) a contendersi la medaglia d’oro.

L’emozione di Testa una volta scesa dal ring traspare dalle sue parole: “Questa medaglia ha un grande significato, è importante, ci sono anni di lavoro e sacrifici alle spalle. Negli ultimi anni ho cercato di non sbagliare nulla, di non lasciare nulla al caso, e penso di averlo fatto. Non è bastato, magari serve qualche anno non lo so. Penso di avere fatto tutto quasi perfetto. Parigi? Mancano ancora tanti anni, adesso voglio gioire di questa medaglia, tornando a casa penseremo al futuro. Dedica? A tutti quelli che mi sono stato vicini, al mio maestro che sa davvero cosa abbiamo passato”.

Un forte applauso per la 23enne azzurra bronzo olimpico!

Tiro a volo, fossa squadre miste – qualificazioni

olimpiadi-2020-ottava-giornata
Jessica Rossi all’ottava giornata di Olimpiadi
Fonte: La Gazzetta dello Sport

In data odierna si è tenuta dalle 02:00 di notte per il fuso orario italiano l’ottava giornata di gare della categoria di tiro a volo di questi Giochi olimpici. Altro nuovo debutto a Tokyo 2020 con il Trap Mixed Team. L’Italia nella fossa olimpica è stata rappresentata dagli ex coniugi Jessica Rossi e Mauro De Filippis, “Separati nella vita, tiriamo insieme senza litigare”.

Prima cinquina pulita per Ferrari e De Filippis, ma anche l’Italia manca un piattello: soltanto l’Australia conduce senza errori. Altro piattello mancato, questa volta da Rossi. L’Australia procede immacolata dopo 40 piattelli, mentre gli azzurri raggiungo il 28/30.

L’Australia è seguita soltanto dalla Cina e dalla Russia, un solo piattello mancato. La prima serie si conclude con un 50/50 pulito per l’Australia e un 48/50 per l’Italia. Con la seconda serie di coppie in gara la classifica provvisoria vede in prima posizione Australia e San Marino con 50/50, altra coppia australiana, Cina, Spagna e ROC inseguono con 49/50, Italia, Slovacchia e Giappone con 48/50.

Altro errore di Rossi, 9/10. Anche l’Australia commette il primo errore, ma la situazione diventa drastica solo per gli azzurri. Inspiegabile la prestazione di Rossi: altri quattro errori e si scende a 93/100 per l’Italia. Conduce ancora l’Australia con 98/100. Parità a 96/100 per le due coppie della Slovacchia, Cina e ROC.

San Marino accompagna l’Australia al termine della seconda serie delle coppie rimaste. L’Italia scende in tredicesima posizione su un totale di sedici squadre miste.

Otto errori di Rossi, prosegue con una cinquina pulita e ottimo lavoro di De Filippis, 74/75 per l’azzurro: si conclude la terza serie con 141/150 per l’Italia che chiude in dodicesima posizione.

La finale ha segnato la vittoria della medaglia d’oro per la Spagna, argento per San Marino e bronzo per gli Stati Uniti.

Tiro a segno, carabina 50m 3 posizioni femminile – qualificazioni

In data odierna dalle 05:00 di mattina per il fuso orario italiano si sono disputate le qualifiche per la categoria di tiro a segno di carabina 50m 3 posizioni femminile. Sofia Ceccarello è stata l’unica italiana in gara.

I tre tiri della prima serie in ginocchio permettono a Ceccarello di ottenere 28 punti, ma 10 punti più tardi si ritrova in ultima posizione. La prima serie si conclude 96 punti su 10 colpi, ventiquattresima posizione.

Recupera nella seconda serie con un ottimo 98, 194 totali ed è quasi top 20 per Ceccarello. A metà della terza serie Ceccarello scende alla ventinovesima posizione con 231 punti. Dopo i 289 punti totali si piazza alla trentesima posizione.

La prima serie in ginocchio per l’azzurra termina con 384 punti in trentunesima posizione.

L’ultima serie da terra per Ceccarello riesce a ribaltare la situazione: due 100 e un 98 che le consegnano la ventiquattresima posizione con 682 punti.

Terza e ultima posizione per Ceccarello che si piazza momentaneamente alla ventesima posizione. Conquista 981 punti, ma la concorrenza non è da sottovalutare: Ceccarello ottiene 259 punti, ma anche se dovesse raggiungere 1167 punti totali non arriverebbe a qualificarsi per la finale.

Ceccarello ottiene 1163 punti, non abbastanza per la finale: conclude in ventunesima posizione.

Si qualifica per la finale Zykova (ROC) con 1182, nuovo record olimpico.

A vincere la medaglia d’oro è Christen (Svizzera), seguono Zykova (ROC) con l’argento e Karimova (ROC) con il bronzo.

Nuoto

Continuano le gare di nuoto, con l’ultima gara di Federica Pellegrini in queste Olimpiadi che fa parlare di sé insieme agli altri staffettisti. Oggi infatti si è disputata la 4×100 misti uomini-donne, con Thomas Ceccon, Nicolò Martinenghi, Elena Di Liddo e Federica Pellegrini, che per pochissimo non finiva sul podio con 3’39″28, ma purtroppo l’Australia ci ha preceduti sul tempo per qualche centesimo, prende il bronzo con 3’38″95. Sono stati comunque bravissimi i nostri azzurri, ma vi segnaliamo anche che la Gran Bretagna ha preso l’oro con il record mondiale: 3’37”68, per cui un applauso anche al loro team!

Tutti i riflettori, comunque, sono su Simona Quadarella, che potrà di nuovo farsi valere ma sugli 800 stile libero, sebbene ci siano tantissime atlete bravissime che già hanno battuto l’azzurra sui 1500, per cui la gara sarà dura. Le sue avversarie sono Melverton (Aus), Kirpichnikova (Rus), Ledecky (Usa), Grimes (Usa), Kohler (Ger), Titmus (Aus), Wang (Chn).

Nelle prime quattro vasche la nostra atleta tocca quinta, con la Ledecky al primo posto, ma già ai 500 supera e si piazza in terza posizione, dietro l’australiana Titmus, lasciando sempre più dietro la Grimes. Alla fine degli 800 metri la nostra mitica azzurra tocca al terzo posto ottenendo un meritatissimo bronzo con un tempo di 8’18″35. Bravissima Simona!

olimpiadi-2020-ottava-giornata
Simona Quadarella alla fine di queste Olimpiadi
Fonte: Italia Team

Pallanuoto

Il Settebello di Sandro Campagna non perde un colpo. Nella quarta giornata giornata del Gruppo A di queste Olimpiadi, gli azzurri della pallanuoto maschile si impongono nettamente sui padroni di casa del Giappone per 16-8 e si confermano primi in classifica con 3 successi consecutivi e un pareggio con la Grecia.

A segno quasi tutti i giocatori italiani, da Figlioli (3), Bodegas (3), Figari (2), Aicardi (2), con il prezioso contributo anche di Luongo, Di Fulvio, Velotto, Renzuto, Echineque, Dolce.

Nell’ultimo turno del girone eliminatorio il Settebello giocherà contro l’Ungheria, la squadra favorita per la conquista della medaglia. Rimanete sintonizzati per il match di lunedì 2 agosto alle ore 3 italiane, oppure restate aggiornati con noi qui sul nostro blog!

Atletica

Le Olimpiadi di atletica continuano: secondo giorno di gare. Oggi si inizia con le batterie dei 400 ostacoli, in cui gareggeranno le azzurre Yadisleidis Pedroso, Linda Olivieri ed Eleonora Marchiando, che cercheranno di qualificarsi per la semifinale. Nel salto con l’asta invece avremo Claudio Michel Stecchi, mentre nei 100 ostacoli Luminosa Bogliolo proverà a battere il record italiano in modo definitivo, insieme a Elisa Maria Di Lazzaro. Nei 100 metri ci sono invece Filippo Torfu e Marcell Jacobs, che debutteranno ufficialmente ai Giochi Olimpici.

Anche nel getto del peso ci sarà un’azzurra, la nostra Daisy Osakue, che invece aspira a migliorare il suo personale, e quale gara migliore delle Olimpiadi per farlo? Durante la sera invece assisteremo a ben tre finali: lancio del disco maschile, 4×400 mista e 100 metri femminile, e a noi interessa proprio quest’ultima in cui gareggerà la mitica Anna Bongiorni che ieri si è qualificata terza in batteria accedendo direttamente alle finali.

Si inizia l’ottava giornata di Olimpiadi d’atletica con i 400 metri ostacoli, dove troviamo nella prima batteria l’azzurra Yadisleidis Pedroso che dovrà gareggiare con dei grandi talenti e che riesce ad arrivare in batteria quinta, rallentando proprio nel rettilineo finale. Il tempo di chiusura è 55.57 e, al momento, è il primo punteggio ai ripescaggi, per cui potrebbe non essere finita. Nella seconda batteria gareggia invece Linda Oliveri che, con una grandissima rimonta, chiude la gara con 55.54 al quarto posto, qualificandosi automaticamente alla finale. Nella terza batteria invece abbiamo Eleonora Marchiando, che arriva sesta in batteria e che probabilmente non riuscirà a qualificarsi.

Dopo la fine di tutte le batterie dei 400 ostacoli, confermiamo che in finale va di diritto Linda Olivieri e poi riesce anche ripescata la Pedroso, con il diciannovesimo tempo. In finale nelle Olimpiadi di atletica, disciplina 400 ostacoli, avremo quindi due azzurre! Forza ragazze!

Riguardo il salto con l’asta, dove gareggia Claudio Stecchi, per qualificarsi bisognerà riuscire a saltare fino a 5.80, per cui sarà molto difficile. Ha infatti subito delle difficoltà il nostro azzurro, anche con 5.30, non riuscendo a prendere spinta per il salto. Il secondo tentativo era quasi andato, tuttavia ha sfiorato l’asticella che è caduta e che quindi ha invalidato il salto. Purtroppo anche il terzo va male e quindi l’italiano è fuori. Sarò per la prossima volta, speriamo senza Covid e con più preparazione.

Eccoci anche con i 100 metri ostacoli femminili, con la nostra Luminosa Bogliolo nella seconda batteria. La prima partenza viene annullata a causa di una falsa partenza, ma nessuno è squalificato. Si parte al secondo tentativo e con un ottimo 12.93 la nostra Luminosa va dritta in finale, guadagnando il terzo posto in batteria. Nella quarta batteria troviamo Elisa Maria Di Lazzaro, che cercherà di qualificarsi. Riesce a chiudere la gara in 13.08, al quinto posto in batteria e, purtroppo, dopo la fine di tutte le batterie veniamo a sapere che il suo tempo non è abbastanza per qualificarsi.

Passiamo adesso al lancio del disco di queste Olimpiadi. Per accedere direttamente alla finale bisognerà fare un lancio di 64.00. Daisy Osauke fa parte del secondo gruppo, per cui c’è ancora da attendere, ma intanto, nel primo gruppo, nessuna ha raggiunto i 64 metri per la qualificazione diretta alla finale. Al suo primo lancio, Daisy Osakue fa solo 52.26, ed è l’ultima del suo gruppo, ma non è finita. E infatti, già al secondo lancio, la nostra splendida italiana eguaglia il record italiano di 63.66, facendo anche il suo personale! Grandissima Daisy che riesce a qualificarsi alla finale delle Olimpiadi di lancio del disco.

Si conclude qui la prima parte della giornata dedicata alle Olimpiadi dell’atletica. Nella serata ci saranno le qualificazioni di salto in lungo maschile (Filippo Randazzo), le semifinali dei 100 metri femminili (Anna Bongiorni), le prime batterie dei 100 metri maschile (Filippo Torfu e Marcell Jacobs), la finale del lancio del disco maschile, le semifinali degli 800 metri femminili (Elena Bellò) e le due finali di 4×400 mista e 100 metri femminili. Insomma, tantissime gare da guardare e tanti azzurri per cui fare il tifo!

Iniziamo anche con i 100 metri maschili, dove abbiamo Marcell Jacobs e Filippo Tortu. Il primo si trova nella terza batteria e incredibilmente si porta a casa un record italiano, concludendo la gara in 9.94 secondi, un ottimo debutto per questo giovane atleta che sicuramente ci darà tante soddisfazioni! Nella quinta batteria c’è Filippo Tortu, che si trova ad affrontare due false partenze che portano alla squalifica del nigeriano Oduduru. Alla fine della gara Tortu conclude in 10.01 (suo personale stagionale) ed è il secondo, al momento, dei ripescati. Alla fine delle batterie, entrambi gli azzurri riescono a qualificarsi per la semifinale!

olimpiadi-2020-ottava-giornata
Marcell Jacobs, record italiano alle Olimpiadi 2020

Riguardo il salto il lungo, per saltare direttamente in finale gli atleti dovranno riuscire a raggiungere 8.15 metri, oppure dovranno essere fra i migliori dodici. Il nostro azzurro è nel gruppo A di queste Olimpiadi per questa disciplina. Il primo salto tocca proprio a lui, che riesce a fare ufficialmente il record stagionale con 8.10 e che, sebbene non abbia raggiunto gli 8.15, vola sicuramente in finale. Nel suo gruppo arriva terzo, dopo il giapponese Hashioka e lo statunitense Harrison.

Anna Bongiorni è stata fantastica ieri nei 100 metri femminili, ma oggi proverà a fare meglio del suo personale, 11.27. La nostra azzurra è nella terza batteria e conclude la gara in 11.38, non migliorando il personale ma migliorando il tempo che aveva fatto nelle batterie, tuttavia non è abbastanza per arrivare alla fine della sua disciplina, ma potrà comunque provarci alle prossime Olimpiadi. Brava comunque Anna! Intanto Elaine Thompson-Herah si porta a casa l’oro e il record olimpico!

Passiamo adesso agli 800 metri femminili, con Elena Bellò che conclude la gara in 2’02”35, al sesto posto, non riuscendo a raggiungere la finale. Sempre un’ottima gara, ci proveremo anche con te alle prossime Olimpiadi! Si chiude qui l’appuntamento con l’atletica nell’ottavo giorno di Olimpiadi, appuntamento a domani!

Basket

Ennesimo successo per la nostra nazionale, che conquista ufficialmente un posto ai quarti di finale battendo la Nigeria per 80-71.

La vittoria più importante raccolta dalla pallacanestro italiana negli ultimi 17 anni arriva dopo una gara altalenante, partendo da uno svantaggio di +15 già nel primo quarto.

A fare la differenza è stata la grinta, il cuore, le gambe, e soprattutto la testa di un gruppo in grado di stravolgere completamente il risultato.

Decisivo Nicolò Melli, miglior realizzatore in campo con 15 punti, incisivi anche i 14 punti di Nico Mannion, 13 di Polonara e 12 di Fontecchio.

Magnifica prestazione degli azzurri che permette nonostante un Metu da 22 punti (con 6/7 dall’arco) e i 20 di Nwora, migliori in campo per la Nigeria, che chiude al quarto e ultimo posto nel girone.

L’Italia chiude al secondo posto nel girone B, alle spalle dell’Australia. Domani i sorteggi per scoprire la prossima avversaria dei ragazzi di coach Meo Sacchetti. Forza ragazzi avanti così!

La nazionale italiana di basket- fonte: Twitter

Pallavolo

Giornata difficile invece per le ragazze di coach Davide Mazzanti, sconfitte per 3-0 dalla Cina.

Si sapeva che la Cina sarebbe stata un valido avversario per le nostre azzurre, ma non a tal punto da non farci realizzare la nostra solita pallavolo, spezzata dalle giocate delle cinesi.

Poco importa poiché la Cina era reduce da tre sconfitte consecutive e non era una reale minaccia per la nostra qualificazione, in cui ci giocheremo il primo o secondo posto contro gli USA nella notte di lunedì 2 agosto alle ore 2.00.

Ricordiamo che la prima classificata del girone incontrerá la quarta del girone avversario, la quarta incontra la prima dell’altro girone mentre ci sarà un sorteggio per seconde e terze, l’Italia dunque rischierà di incontrare la Serbia.

La nazionale femminile di pallavolo – Fonte: Twitter

A domani con la prossima giornata di Olimpiadi, restate sintonizzati qui con noi di Cup of green tea!

Autori

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Renzi contro il reddito di cittadinanza: è polemica sul web
Next post Katarzyna Zillmann: la medaglia d’argento polacca che dedica la vittoria alla compagna