Katarzyna Zillmann: la medaglia d’argento polacca che dedica la vittoria alla compagna

Condividi

Abbiamo parlato e siamo stati tanto fieri di Damiano e Thomas dei Maneskin quando, in un concerto in Polonia, si sono scambiati un bacio sulle labbra lanciando un messaggio di positività per la comunità LGBT polacca, per cui adesso dobbiamo parlare di Katarzyna Zillmann, l’atleta olimpica polacca che, insieme alle colleghe del 4 di coppia canottaggio, ha vinto la medaglia d’argento nella disciplina e che poi ha dedicato la vittoria alla sua compagna, facendo triggerare così tanto il Presidente Duda che ha dovuto aspettare un intero giorno per congratularsi con le atlete.

Katarzyna-Zillmann-lgbt
Il team polacco che ha preso la medaglia d’argento
Fonte: Twitter

Più volte ci è capitato di parlare della tragica situazione della comunità LGBT in Polonia, un paese meraviglioso ma con un governo che accetta solo la famiglia eterosessuale e che è convinto che la comunità sia un’ideologia, che crea e firma una Carta della Famiglia in cui però si accetta solo quella eterosessuale o che rispetta più Dio che delle persone che vivono in quel momento, in carne ed ossa. Un paese splendido che però ancora ha delle LGBT Free zone e che se ne frega di questo, tanto che è persino dovuta intervenire l’Unione Europea.

Katarzyna-Zillmann-lgbt
Fonte: Instagram di Katarzyna Zillmann

Non è solo questo il problema in Polonia, ovviamente. La comunità LGBT è presa di mira più di altre ma c’è anche da ricordare che se sei una donna e vuoi abortire sei costretta a rischiare la vita con delle procedure illegali oppure devi andare all’estero (e, occhio, perché poi quando torni a casa rischi di esser processata per aver abortito), oppure che anche se sei un giornalista e non ti schieri dalla parte del governo di Duda rischi di dover abbandonare i tuoi sogni e le tue speranze, perché o sei con Duda o cercheranno di far fuori la tua trasmissione.

Insomma, sebbene la Polonia sia un paese splendido, di problemi ne ha tanti, ma quando vediamo un’atleta olimpica che vince un argento e ha il coraggio (perché, parlando di Polonia, si tratta proprio di coraggio) di dedicare la vittoria alla sua compagna che sicuramente sarà fiera di lei e non solo per il coming out in diretta nazionale ma anche perché ha usato le Olimpiadi per farlo. Perché non è stato solo un coming out, è stato un «noi, le persone LGBT polacche, esistiamo, smettetela di toglierci ogni diritto», e per questo Katarzyna Zillmann ha fatto una vera e propria ribellione d’amore.

Katarzyna Zillmann e la dedica alla compagna

Katarzyna-Zillmann-lgbt
Fonte: Twitter

Katarzyna Zillmann ha deciso di farlo in diretta televisiva, sulla TV nazionale, sulla stessa TV che Andrzej Duda insieme al PiS stanno cercando di censurare per far sì che i polacchi vedano solo programmi e trasmissioni pro al suo governo. Lo ha fatto in diretta e ha poi posato con addosso una maglia con scritto “sport contro l’omofobia”. Katarzyna Zillmann non ha solo lanciato una frecciatina alla Polonia e al governo, ma ha deciso di buttare direttamente l’arco in faccia e noi l’amiamo per questo.

L’atleta olimpica e vincitrice olimpionica era stata già molto aperta riguardo al suo orientamento sessuale, tanto che, dopo aver fatto l’intervista post-gara, quella in cui ha dedicato la vittoria alla compagna, ha poi detto a Sportowe Fakty che «la conversazione con voi dopo la gara alla medaglia non sono state rivoluzionarie per me», facendo riferimento a come tutti sul web l’abbiano considerata tale. «Ne ho già parlato in altre interviste, ma per qualche ragione non è stato pubblicato», e forse lo sappiamo anche il perché, cara Katarzyna Zillmann.

Adesso però che finalmente ha potuto fare coming out in pubblico e le sue parole sono state pubblicate e ascoltate, ha deciso di voler utilizzare la medaglia olimpica per poter sostenere la sua comunità: «So che in questo modo aiuterò gli altri. Mi è bastato presentarmi con una maglietta con la scritta “Sport against homophobia” e ho ricevuto alcuni messaggi da giovani ragazze che praticano il canottaggio», racconta.

«Una di loro si è aperta con me, mi ha descritto la sua situazione familiare difficile, e ha confessato che l’ho aiutata molto con il mio atteggiamento. Un tale messaggio è sufficiente per dimenticare completamente migliaia di commenti di odio e volti disgustati», ha concluso l’atleta polacca. Intanto, il messaggio di congratulazioni da parte di Andrzej Duda, il Presidente della Polonia, è arrivato, in ritardo, ma è arrivato.

«Incrocio le dita per il successo di TUTTI i nostri atleti olimpici e sono sempre in spirito con loro, che vincano una medaglia o meno. Rispetto TUTTI quelli che si allenano duramente per rappresentare la Polonia con dignità. È con grande gioia che ho accettato la medaglia d’argento delle nostre vogatrici. Congratulazioni e grazie! Ben fatto!», ha scritto, facendo palesemente riferimento a Katarzyna Zillmann e al suo orientamento sessuale, sottolineando che lui rispetta «TUTTI», scritto proprio in grassetto. Ma ne siamo sicuri?

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Olimpiadi 2020: i successi di oggi, 31 luglio
Next post BACA: i bikers contro gli abusi sui bambini