Sport

Qualche novità sui nostri sport preferiti.

F1: Nikita Mazepin licenziato, chi lo sostituirà? E dove si correrà l’ex GP di Russia?
Sport, Ucraina News

F1: Nikita Mazepin licenziato, chi lo sostituirà? E dove si correrà l’ex GP di Russia?

La notizia che ha scosso il mondo della F1 é giunta ieri, quando la scuderia Haas ha annunciato il licenziamento immediato di Nikita Mazepin, in seguito agli eventi della guerra iniziata da Vladimir Putin in Ucraina: il maggiore sponsor della scuderia "Uralkali" é stato rimosso dalla livrea della monoposto apparsa nei test pre-stagionali a Barcellona, testimoniando il termine del contratto. Questo, però, ha determinato anche la fine di un sogno per il pilota russo: il padre Dmitry Mazepin è il proprietario della azienda mineraria russa in questione, il quale si è dimostrato essere anche in buoni rapporti con lo stesso Putin. La fine della partnership con Uralkali non ha garantito più alcuna ragione sufficiente a mantenere il sedile di Mazepin in F1. Nikita Mazepin non correrà nella ...
F1, GP di Russia 2022: non si correrà più in Russia e i piloti russi in Inghilterra
Sport, Ucraina News

F1, GP di Russia 2022: non si correrà più in Russia e i piloti russi in Inghilterra

La notizia che ha determinato la rottura degli equilibri e della pace, vacillante da anni ormai, ha investito il mondo con un clima di incertezza. In seguito all'invasione militare nella regione di Kiev (qui trovate tutti gli aggiornamenti riguardanti la guerra in Ucraina) che hanno cominciato a portare alla morte a all'arresto di civili innocenti, la Formula 1 si sta confrontando con la possibilità di annullare il GP di Russia 2022. Pare addirittura di cattivo gusto discutere di queste inevitabili conseguenze. I primi ad esporsi sono stati proprio i piloti, alcuni fermamente contrari all'idea di correre in un Paese colpevole di aver violato il diritto internazionale, di aver originato un potenziale bagno di sangue - la diplomazia sembra un'opzione ormai superata (il G7 si é già a...
Kamila Valieva: potrà gareggiare ma non ci sarà una premiazione
Sport

Kamila Valieva: potrà gareggiare ma non ci sarà una premiazione

È arrivata la decisione ufficiale sulle sorti di Kamila Valieva, quindicenne positiva al test antidoping e promessa del pattinaggio sul ghiaccio. Ovviamente nessuno ha incolpato la giovanissima atleta con il sogno delle Olimpiadi, bensì la sua allenatrice, la famosissima Eteri Tutberidze, conosciuta soprattutto perché moltissime sue allieve, campionesse mondiali, hanno abbandonato lo sport a soli 17 anni. Si era molto discusso sul caso di Kamila proprio perché, da questa decisione, sarebbe dipeso anche l'oro della Russia nella gara a squadre. Kamila Valieva «Le responsabilità mi pesavano, ma ne sono uscita vincitrice. Lo sento, questo peso, è la mia prima stagione tra le senior e credo di poter affrontare questa pressione, che a volte mi spinge avanti e mi aiuta», diceva Kamila Vali...
Kamila Valiela: domani la decisione definitiva
Sport

Kamila Valiela: domani la decisione definitiva

La storia di Kamila Valieva ci ha colpito tutti: una giovanissima atleta con il sogno delle Olimpiadi, la promessa del pattinaggio sul ghiaccio la cui carriera è stata messa a rischio dalla sua stessa allenatrice, la famosissima Eteri Tutberidze, conosciuta soprattutto perché moltissime sue allieve, campionesse mondiali, hanno abbandonato lo sport a soli 17 anni. A solo 15 anni, però, Kamila rischia di dover dire addio al sogno olimpico, e domani sarà presa la decisione definitiva. «Le responsabilità mi pesavano, ma ne sono uscita vincitrice. Lo sento, questo peso, è la mia prima stagione tra le senior e credo di poter affrontare questa pressione, che a volte mi spinge avanti e mi aiuta», diceva Kamila Valieva, 15 anni, promettente pattinatrice che ha spinto la squadra russa alla m...
Kamila Valieva: quando una 15enne è positiva al test anti-doping, la colpa non è sua
Sport

Kamila Valieva: quando una 15enne è positiva al test anti-doping, la colpa non è sua

La storia di Kamila Valieva ci lascia con il fiato sospeso, ma non perché "torna il doping ai giochi", bensì perché torna con un'atleta di soli 15 anni e, casualmente, è un'atleta allenata da Eteri Tutberidze, che non è proprio popolare per i suoi metodi ortodossi. Basta aprire Twitter e digitare il suo nome per rendersi conto di come chiunque conosca quest'allenatrice, non incolpi Kamila per il doping, bensì l'adulta della questione che spinge le proprie atlete fino allo sfinimento. Nel 2014, la russa informava con orgoglio la stampa che Yulia Lipnitskaya, 15enne, a volte si nutriva solo di "nutrienti in polvere", allenandosi ore e ore ogni giorno. Kamila Valieva «Le responsabilità mi pesavano, ma ne sono uscita vincitrice. Lo sento, questo peso, è la mia prima stagione tra le seni...
“Max F1”, la droga ispirata a Verstappen è stata sequestrata per la prima volta in Italia
Sport, Vip news

“Max F1”, la droga ispirata a Verstappen è stata sequestrata per la prima volta in Italia

Mancano poco più di 40 giorni all'inizio del Campionato Mondiale di Formula 1 2022 che si aprirà al Sakhir Circuit con il Gran Premio del Bahrain, ma gli appassionati iniziano già a farsi riconoscere: infatti, è stato sequestrato per la prima volta in Italia lo stupefacente che porta il nominativo di "Max F1". La droga sarebbe inevitabilmente riconducibile alla figura di Max Verstappen, campione del mondo in carica dopo la vittoria ancora tanto discussa al Yas Marina Circuit, al GP di Abu Dhabi 2021. "Max F1", la droga ispirata a Verstappen è stata sequestrata per la prima volta in Italia Fonte: FormulaPassion Max Verstappen si è potuto distinguere anche per il suo cosiddetto "Orange Army", ovvero la parte di tifosi della F1 - per lo più olandesi - che sostengono la sua carr...
Lewis Hamilton e l’ombra del razzismo in F1
Sport, Opinioni attuali

Lewis Hamilton e l’ombra del razzismo in F1

Mancano 50 giorni all'accendersi delle prime luci della stagione 2022, mentre il ritorno di Lewis Hamilton non risulta ancora confermato, ma ancora più sicuro che mai. Il sette volte campione del mondo è stato però avvistato a Los Angeles, intento a godersi questi ultimi giorni di vacanza con un sorriso rilassato stampato sul volto. Fonte: FormulaPassion Ma sono proprio gli avvenimenti della stagione ormai conclusa a riportare l'attenzione su un tema ancora più delicato: in molti sono arrivati a sostenere che gli eventi che hanno caratterizzato il finale del GP di Abu Dhabi 2021 non fossero semplicemente dovuti all'incapacità del direttore di gara Michael Masi. La FIA è stata accusata di aver applicato discriminazioni razziali nei confronti di Hamilton, pur di favorire la vittoria ...
Fedez vs Marcell Jacobs: che è successo?
Sport, Vip news

Fedez vs Marcell Jacobs: che è successo?

Tra Fedez e Marcell Jacobs sembrava esserci una buona sintonia, soprattutto considerando che il rapper, quando il velocista è divenuto l'uomo più veloce al mondo alle scorse Olimpiadi, aveva postato su Instagram un post con scritto: «Fiero di lavorare al tuo fianco, orgoglio italiano». Ovviamente per "lavorare al tuo fianco" non si intendeva che Jacobs fosse un rapper o che Fedez ha iniziato ad allenarsi per le Olimpiadi, bensì che l'atleta fa, o meglio faceva, parte della Doom, l'azienda che opera nel campo della cura dell'immagine di artisti e personaggi famosi, di proprietà di Fedez. Della Doom si è parlato abbastanza negli ultimi giorni, a causa di una truffa di ben centomila euro ai danni di Fedez e della sua famiglia. Al centro della storia ci sarebbe un ex dipendente della D...
F1, Lewis Hamilton continua a far discutere la FIA: gli ultimi aggiornamenti
Sport

F1, Lewis Hamilton continua a far discutere la FIA: gli ultimi aggiornamenti

Il sette volte campione del mondo Lewis Hamilton ha mantenuto un silenzio assordante dopo le scelte operate da Michael Masi, troppo a lungo ormai. Infatti, la FIA ha risposto con una "strategia" volta a scongiurare le (forse) remote possibilità di un ritiro. Dopo gli eventi che hanno segnato la vittoria di Max Verstappen al GP di Abu Dhabi 2021, la quale gli ha permesso di conquistare il suo primo Mondiale Piloti - questa stagione potremo vederlo correre con il numero 1, riservato al campione del mondo - Hamilton in seguito alle dovute congratulazioni si è lasciato momentaneamente alle spalle la sua immagine pubblica. Gli ultimi aggiornamenti erano giunti proprio dal fratello Nicolas, che rassicurava i suoi fans con commenti simili a: "sta bene, è okay". Ma comunque, Lewis è stato...
F1, nuove regole dalla FIA e Gasly-Mercedes: cosa aspettarsi dalle prossime stagioni
Sport

F1, nuove regole dalla FIA e Gasly-Mercedes: cosa aspettarsi dalle prossime stagioni

La necessità di una revisione dettagliata del regolamento proposto dalla FIA è stata resa più che palese in seguito agli eventi che hanno caratterizzato il GP di Abu Dhabi 2021, così come parecchi altri avvenimenti della stagione appena trascorsa. L'ormai ex presidente Jean Todt aveva ben chiarito questo punto, il quale è stato ripreso con entusiasmo dal suo successore Mohammed Bin Sulayem, eletto lo scorso 17 dicembre. Fonte: Rossomotori Infatti, "Sono stato eletto solo due settimane fa e sto ancora studiando quello che è successo. La F1 è uno sport dinamico e noi dobbiamo esserlo altrettanto, attivi più che reattivi. Le regole devono essere adattate. Quello dei regolamenti non è il libro di Dio, può essere migliorato". E così è stato. Ma questo in quanto la FIA avev...
F1, le ultime notizie su Lewis Hamilton dal fratello Nicolas: “Sta bene”, ma chi ne sta pagando le conseguenze?
Sport

F1, le ultime notizie su Lewis Hamilton dal fratello Nicolas: “Sta bene”, ma chi ne sta pagando le conseguenze?

La stagione ormai conclusa sembra in realtà aver portato con sé ancora parecchie questioni irrisolte: Lewis Hamilton, in seguito alla vittoria di Max Verstappen al GP di Abu Dhabi, ha perso il suo ottavo titolo mondiale. Una vittoria ancora molto dibattuta, in quanto molti appassionati hanno ritenuto scorretto l'operato della FIA nella scelta delle regolamentazioni applicate. Dopo le congratulazioni al nuovo campione del mondo e la cerimonia di premiazione, Lewis ha deciso di prendersi del tempo per elaborare la sconfitta: è scomparso dai social media e non si è presentato al Gala indetto dalla FIA per l'assegnazione dei premi, a cui era richiesta anche la presenza del pilota. Le ultime notizie su Lewis Hamilton dal fratello Nicolas Sono in molti a domandarsi che fine abbia fat...
F1, Max Verstappen avrebbe “rubato” il titolo mondiale a Lewis Hamilton: la FIA viene accusata di razzismo
Sport

F1, Max Verstappen avrebbe “rubato” il titolo mondiale a Lewis Hamilton: la FIA viene accusata di razzismo

Il sette volte campione del mondo Lewis Hamilton ha conquistato il secondo gradino più alto del podio al GP di Abu Dhabi, ma questo non è stato abbastanza per permettergli di vincere il suo ottavo titolo mondiale: Max Verstappen è stato proclamato campione del mondo dopo che la sua Red Bull ha tagliato per prima il traguardo all'ultimo giro al Yas Marina Circuit. Se vi siete persi il Gran Premio di Abu Dhabi, potete cliccare qui per leggere la diretta completa! Per molti, però, si è rivelata essere una gara dalla dubbia correttezza, portando ad affossare sempre di più il nome della Formula 1, e questo in seguito ad altri incresciosi episodi riconducibili alla stagione appena conclusa (ma non solo), le cui responsabilità ricadono esclusivamente sulla FIA, in particolare sul diretto...
DIRETTA, GP di Abu Dhabi 2021: Max Verstappen campione del mondo!
Sport

DIRETTA, GP di Abu Dhabi 2021: Max Verstappen campione del mondo!

L'attesa é giunta al termine: il GP di Abu Dhabi 2021 chiude una delle più emozionanti stagioni che si ricercava da tempo ormai. L'indiscusso dominio Mercedes ha iniziato a vacillare, portando i due contendenti per il titolo mondiale a doversi confrontare con nessun punto di vantaggio. Fonte: Instagram @ f1 Si decide proprio al Yas Marina Circuit il vincitore tra il già sette volte campione del mondo Lewis Hamilton e Max Verstappen. Ma qui si porgono anche gli ultimi saluti a Kimi Räikkönen, che disputerà la sua ultima gara per la Formula 1, si lasciano i più sinceri auguri ad Antonio Giovinazzi, che dalla prossima stagione correrà in Formula E per il team Dragon Racing, e si ringrazia Valtteri Bottas alla fine del suo lungo percorso in casa Mercedes. https://www.instagram.c...
Qatar: i gay sono i benvenuti, ma vietati i baci in pubblico
Sport

Qatar: i gay sono i benvenuti, ma vietati i baci in pubblico

Lascia molto pensare il comitato organizzatore dei Mondiali in Qatar, che davanti alle critiche arrivate anche da Joshua Cavallo, calciatore a livello professionale che di recente ha fatto coming out come omosessuale e che ha anche espresso i propri dubbi per i mondiali in uno stato in cui l'omosessualità è illegale, ha voluto rispondere dicendo che «le manifestazioni pubbliche di affetto tra gay sono disapprovate e questo vale per tutti», ma comunque i giocatori gay non sono in pericolo. Josh CavalloFonte: Twitter Joshua Cavallo, due mesi fa, ha detto di essere «orgoglioso di annunciare pubblicamente che sono gay», ha raccontato di aver «combattuto la mia sessualità per oltre sei anni ormai, ma ora sono felice di potermene finalmente liberare. Tutto quello che voglio fare è giocare...
F1, Valtteri Bottas e la salute mentale nello sport: “Non importava se l’aereo si fosse schiantato, in tal caso sarei semplicemente morto”
Sport

F1, Valtteri Bottas e la salute mentale nello sport: “Non importava se l’aereo si fosse schiantato, in tal caso sarei semplicemente morto”

Non è la prima volta che ci si interroga su quanto soffra realmente la salute mentale di un atleta, sottoposta a ritmi e aspettative più alte di quanto può essere tollerabile per un semplice essere umano. Ne abbiamo parlato assieme già parecchie volte, oggi però il protagonista è diverso: Valtteri Bottas, pilota di Formula 1, al volante della Mercedes dal 2017. L'importanza della salute mentale nello sport Non è la prima volta che discutiamo di quanto si possa arrivare a destabilizzare la salute fisica, ma anche (e soprattutto) mentale di un atleta: ne abbiamo parlato dopo il ritiro di Simone Biles, ginnasta vincitrice di cinque titoli mondiali, dai Giochi olimpici di Tokyo 2020 ("Mi sento come se dovessi sostenere il peso del mondo sulle mie spalle" e "Devo fare ciò che è meglio p...
Greta Baccaglia: identificato il molestatore
Sport

Greta Baccaglia: identificato il molestatore

Identificato il molestatore di Greta Beccaglia, la giornalista molestata mentre faceva una diretta alla fine di una partita di calcio in Toscana. Un uomo le si è avvicinato e le ha toccato il sedere, mentre altri le hanno detto altre cose e, come raccontato da lei stessa, un altro le ha toccato le parti intime. Greta stava solo lavorando, stava seguendo il suo sogno, e non è possibile, non è accettabile, che accada una cosa del genere. Soprattutto mentre in campo tutti i giocatori avevano disegnato una striscia rossa per la giornata contro la violenza sulle donne. «Quando sono uscita hanno iniziato a urlarmi cose non carine mentre io ero a lavoro, mentre ero in diretta e uno si è anche permesso di tirarmi uno schiaffo sul culo. Questa è una cosa inaccettabile, soprattutto nel 2021,...
Giornalista molestata in diretta: il caso di Greta Beccaglia
Sport

Giornalista molestata in diretta: il caso di Greta Beccaglia

Siamo rammaricati nello scrivere questa notizia, soprattutto considerando che è solo tre giorni dopo la giornata contro la violenza sulle donne. Greta Beccaglia, giornalista sportiva, è stata molestata in diretta televisiva, mentre lavorava. Un uomo si è arrogato il diritto di toccare il sedere alla giornalista, e poco dopo, durante altre interviste, un altro uomo continuava a farle "complimenti". Greta stava solo lavorando, stava seguendo il suo sogno, e non è possibile, non è accettabile, che accada una cosa del genere. Il conduttore Un'altra cosa non accettabile è il collega che le dice di non prendersela e che anche così si cresce. No, non si cresce anche così. Non si cresce in alcun modo così. Una molestia, una violenza, un palpeggiamento, non ti fanno crescere, tantomeno se a...
F1, i what if di queste stagioni: da Hamilton alla Ferrari a Magnussen alla Williams e Gasly alla Red Bull
Sport

F1, i what if di queste stagioni: da Hamilton alla Ferrari a Magnussen alla Williams e Gasly alla Red Bull

Vi siete mai chiesti che cosa sarebbe successo se la Williams avesse scaricato Russell? Se Hamilton avesse firmato con la Ferrari? E se Gasly fosse rimasto alla Red Bull? "Pura idiozia", Magnussen alla Williams con Latifi George Russell ha dimostrato straordinarie capacità che gli sono valse il secondo sedile alla Mercedes, in sostituzione di Valtteri Bottas, futuro pilota di Alfa Romeo. Ma se Russell fosse stato scaricato dalla Williams, sua attuale scuderia? Le rivelazioni che hanno fatto sgranare gli occhi a tutti gli appassionati di F1 arrivano da Kevin Magnussen, ex pilota della Haas, attivo con quest'ultima dal 2017 al 2020. Proprio in previsione del 2021, la Williams aveva iniziato a puntare le sue mire su Magnussen, rimasto invece senza sedile dopo l'acquisizione di Mick ...
Alfa Romeo firma con Zhou e abbandona Giovinazzi: la F1 saluta l’unico pilota italiano rimasto in gara
Sport

Alfa Romeo firma con Zhou e abbandona Giovinazzi: la F1 saluta l’unico pilota italiano rimasto in gara

Non serviva nemmeno emettere una notizia ufficiale. Ma comunque, Alfa Romeo ha rilasciato questa mattina il comunicato che tutti gli appassionati di Formula 1 avevano già saputo cogliere in queste ultime gare. Antonio Giovinazzi era l'unico pilota a non aver ancora ottenuto una risposta definitiva riguardo al rinnovo del suo contratto: sarà infatti Zhou Guanyu ad affiancare Valtteri Bottas nella prossima stagione. Dopo l'annuncio del ritiro di Kimi Raikkonen, Alfa Romeo si è ritrovata al centro dell'attenzione in ottica mercato piloti. Erano in molti a premere per la riconferma di Giovinazzi dopo aver disputato già tre stagioni con la scuderia, ma quest'ultima ha puntato le sue mire altrove. La coppia Bottas-Zhou conclude la griglia dei venti piloti che correranno nel 2022, con...
F1, Carlando: i momenti che ci hanno fatto sorridere di più! FOTO e VIDEO
Sport

F1, Carlando: i momenti che ci hanno fatto sorridere di più! FOTO e VIDEO

Giusto per acquietare la tensione che si è creata attorno al futuro vincitore del Mondiale Piloti, titolo conteso da Max Verstappen e il già sette volte campione del mondo Lewis Hamilton, abbiamo deciso di focalizzare la nostra attenzione su due piloti che in questa stagione, tra alti e bassi, sono riusciti a regalarci altrettante emozioni. Se dico "Carlando", chi vi salta in mente? Fonte: Instagram @ mclaren Lando Norris e Carlos Sainz hanno per molti hanno rappresentato l'ennesima conferma che serviva per dimostrare la possibilità di instaurare un forte legame di amicizia, anche tra compagni di scuderia, perché è ormai noto agli appassionati di F1 che il proprio compagno sia anche il primo rivale da dover superare. Con loro, invece, nessun attrito alla Hamilton-Rosberg o alla...