Russia: l’invasione in Ucraina, quasi una settimana dopo [8 marzo 2022]

Condividi

Pensavamo che sarebbe finita in pochi giorni, pensavamo che non sarebbe durata più di una settimana. Abbiamo sottovalutato tutte le minacce che ci sono state prima che la Russia attaccasse l’Ucraina, e oggi ci ritroviamo al tredicesimo giorno di guerra, con troppi molti, troppi feriti e tantissime persone che hanno perso tutto: qualcuno la casa, qualcuno la famiglia, qualcuno i propri affetti, qualcuno semplicemente quella che chiamava normalità. Tutte persone che aspettano che i potenti trovino degli accordi per far smettere la guerra, per far sì che non ci siano più vittime di guerra.

ucraina-russia-13esimo-giorno-LIVE
Persone in Kazakhistan che sostengono l’Ucraina

Per i giorni precedenti:

  1. Russia: è scoppiata la guerra contro l’Ucraina [aggiornamenti del 24 febbraio 2022]
  2. Russia: la guerra contro l’Ucraina [25 febbraio 2022]
  3. Russia: continua la guerra contro l’Ucraina [26 febbraio 2022]
  4. Russia: il quarto giorno di guerra contro l’Ucraina [27 febbraio 2022]
  5. Russia: siamo al quinto giorno di resistenza dell’Ucraina [28 febbraio 2022]
  6. Russia: sesto giorno di bombardamenti contro l’Ucraina [1 marzo 2022]
  7. Russia vs Ucraina: sette giorni dopo, la guerra non ha ancora fine [2 marzo 2022]
  8. Russia: la guerra continua dopo una settimana [3 marzo 2022]
  9. Russia: le ultime novità della guerra contro l’Ucraina [4 marzo 2022]
  10. Russia: 9 giorni dopo l’inizio della guerra in Ucraina [5 marzo 2022]
  11. Russia: siamo all’undicesimo giorno di guerra in Ucraina [6 marzo 2022]
  12. Russia: diretta della guerra in Ucraina dopo 12 giorni [7 marzo 2022]

Facciamo giusto una brevissima digressione sui giorni precedenti alla guerra. Cos’è successo nei giorni scorsi? Il primo a parlare di terza guerra mondiale per riferirsi al conflitto fra la Russia e l’Ucraina è stato proprio il Presidente Biden, ed è sempre stato lui, insieme agli Stati Uniti, a provare a prevedere quando ci sarà un attacco. Quando, perché per gli americani è stato sicuro sin dal principio che ci sarebbe stato. «La Russia sta cercando un pretesto per invadere l’Ucraina», aveva detto Jake Sullivan. Inizialmente si pensava che sarebbe stato mercoledì 16 febbraio, ma invece è iniziato giovedì 24 febbraio. Putin l’ha chiamata operazione per proteggere il Donbass. Insomma, ecco il casus belliUna guerra iniziata per proteggere.

Più di una settimana fa, poi, Vladimir Putin ha deciso di riconoscere l’indipendenza delle repubbliche separatiste ucraine di Donetsk e Lugansk, firmando al Cremlino, in diretta televisiva, il riconoscimento con i leader delle due repubbliche del Donbass. Ha affermato il presidente russo: «L’Ucraina è serva dei padroni occidentali, se avrà armi di distruzione di massa il mondo cambierà drammaticamente. Kiev deve fermare immediatamente le operazioni militari». Questa decisione è stata presa «dopo una richiesta del capo della Repubblica popolare di Donetsk al ministero della Difesa della Federazione Russa, per garantire l’attuazione delle funzioni a sostegno della pace sul territorio prima della conclusione dell’accordo di amicizia, cooperazione e mutuo soccorso» con Mosca.

Ieri ci siamo lasciati con la notizia del cessate il fuoco in Ucraina, detto dai russi per permettere, ancora una volta, di far evacuare i civili dalle città bombardate. Scrivo ancora una volta, perché è il terzo giorno che si prova a far evacuare, ma la Russia continua a non rispettare ciò che dice e a bombardare le città, quindi i civili devono mettersi al riparo. Questa volta, magari, sarà diverso, e le persone potranno riuscire ad abbandonare la città che tanto amano, la città dove sono cresciuti, che li ha accolti, dove volevano crescere i propri figli.

13esimo giorno di guerra in Ucraina: LIVE

L’Ucraina ha ucciso il maggiore generale russo Vitaly Gerasimov vicino a Kharkiv, fa sapere la direzione capo dell’intelligence del ministero della Difesa ucraino. Gerasimov era un alto funzionario militare che ha partecipato alla seconda guerra cecena e ha ricevuto una medaglia per “aver conquistato la Crimea”. Intanto anche dalla Bielorussia delle persone vanno ad aiutare l’Ucraina, combattendo quindi contro gli alleati del proprio Paese. I russi, invece, stanno reclutando dei mercenari stranieri, principalmente siriani.

Il comando dell’aviazione ucraina ha annunciato che durante i 12 giorni di guerra i piloti e cannonieri antiaerei ucraini hanno abbattuto 52 caccia nemici e 69 elicotteri. Il Consiglio della Banca Mondiale ha deciso di sostenere l’Ucraina con 723 milioni di dollari. Putin, intanto, ha detto che la Russia non sta mandando i soldati di leva in Ucraina, ma solo dei «professionisti» che soddisfano «obiettivi prefissati». Tuttavia tra i soldati russi catturati, ci sono anche 18enni e 20enni.

Alla Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti è stata presentata una proposta di legge bipartitica che vieterebbe l’importazione di petrolio grezzo russo. Il disegno di legge mirerebbe alle importazioni statunitensi di petrolio greggio, carbone, gas naturale liquefatto e prodotti petroliferi russi. Il Wall Street Journal scrive che le compagnie energetiche russe Gazprom e Rosneft sta affrontando il rimborso del debito estero. Gazprom ha rimborsato gli investitori stranieri con un’obbligazione da 1,3 miliardi di dollari il 7 marzo, mentre Rosneft deve ancora effettuare un pagamento su un’obbligazione da 2 miliardi di dollari, che doveva essere emessa il 6 marzo.

La Casa Bianca ha affermato che il mancato rispetto delle sanzioni anti-russe da parte della Cina potrebbe portare a misure di ritorsione da parte degli Stati Uniti. Anche il Giappone ha introdotto un divieto di esportazione di attrezzature per la raffinazione del petrolio in Russia. Intanto, riguardo il cessate il fuoco di oggi, l’inviato di Mosca alle Nazioni Unite Vasily Nebenzya ha detto che la Russia terrà un cessate il fuoco e aprirà corridoi umanitari oggi alle 10:00 (ore di Mosca), per far evacuare le città di Kiev, Chernihiv, Sumy e Mariupol.

ucraina-russia-13esimo-giorno-LIVE
Conseguenze dei bombardamenti a Kharkiv

Intanto, però, durante la notte gli aerei russi hanno colpito Sumy, come riferisce il capo dell’amministrazione statale regionale, Dmytro Zhyvitsky. Ci sarebbero morti e feriti, tra cui anche bambini. A San Pietroburgo, invece, un giovane uomo e una giovane donna sono stati condannati a 15 giorni di carcere per aver scritto: «No alla guerra. I buoni vinceranno». La Russia, tra l’altro, ha ufficialmente superato l’Iran e la Corea del Nord come nazione più sanzionata 10 giorni dopo l’invasione dell’Ucraina.

ucraina-russia-13esimo-giorno-LIVE

Lo Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine ha riferito che il nemico si è raggruppato per organizzare un assalto a Kiev. Hanno in programma di inviare le unità più pronte al combattimento dell’esercito russo, così come il gruppo Wagner e Kadyrovites nella capitale. L’ex presidente deposto Yanukovych si è rivolto a Zelensky: «Personalmente, devi fermare lo spargimento di sangue ad ogni costo e raggiungere un accordo di pace», disse quello che stava vendendo l’Ucraina alla Russia e che è scappato mentre i suoi cittadini morivano uccisi dalla stessa polizia.

«Questa guerra non finirà così. Scatenerà la terza guerra mondiale», ha detto Zelensky durante un’intervista con l’ABC. Si è espresso anche sulla possibilità di riconoscere la Crimea e le repubbliche del Donbass: «possiamo discuterne e trovare un compromesso su come vivranno i cittadini». Valdis Dombrovskis, commissario europeo per il commercio: «se non sosteniamo l’Ucraina, tutto questo non finirà sul territorio ucraino». Il governo russo ha imposto il divieto di esportazione di dispositivi medici stranieri dal Paese. Si tratta di dispositivi medici che sono stati consegnati dagli stati che hanno aderito alle sanzioni e che ora si trovano nei magazzini degli importatori o sono sottoposti a procedure doganali.

Intanto finalmente le evacuazioni vanno a buon fine. «Alle 9:30 (le  8:30 in Italia) oltre 150 persone erano state evacuate», ha detto il governatore della regione della capitale, Oleksiy Kuleba. Zelensky: «La NATO non è pronta ad accettare l’Ucraina. L’alleanza ha paura del confronto con la Russia». 21 civili, inclusi 2 bambini, sono morti durante l’attacco a Sumy. Le forze russe hanno bombardato un quartiere residenziale nelle prime ore dell’8 marzo.

Zelensky: «Mentre i russi sono responsabili delle uccisioni, la responsabilità è condivisa da coloro che per 13 giorni nei loro uffici occidentali non hanno potuto approvare una decisione ovviamente necessaria, che non ha salvato le nostre città da queste bombe e missili, anche se possono». «Il Comitato Internazionale della Croce Rossa ci vieta di usare il loro emblema sui veicoli delle missioni umanitarie. È molto rivelatore. Alcune persone influenti preferirebbero “cancellare” l’Ucraina». «Se il mondo si fa da parte, si perderà per sempre. Perché ci sono dei valori incondizionati. Innanzitutto il diritto alla vita. Questo è ciò per cui stiamo combattendo qui, in Ucraina. Questo è ciò che il mondo deve proteggere».

Il secondo corridoi umanitario è stato aperto nella sezione Mariupol-Zaporizhia. Tuttavia il ministero della Difesa ha riferito che gli occupanti stanno attaccando proprio il corridoi umanitario vicino a Mariupol. Il ministro degli esteri Kuleba ha scritto su Twitter che «la Russia tiene in ostaggio 300mila civili a Mariupol, impedisce l’evacuazione umanitaria nonostante gli accordi con la mediazione del CICR. Un bambino è morto ieri per disidratazione (!) ! I crimini di guerra fanno parte della strategia deliberata della Russia. Esorto tutti gli stati a chiedere pubblicamente: RUSSIA, LASCIATE ANDARE LE PERSONE!».

Zelensky, invece: «Sumy è stato colpito da bombe aeree. Un bambino è stato ucciso a Mariupol . L’Ucraina combatte da 13 giorni. La Russia non ha perso tanti aeromobili negli ultimi 30 anni come ha fatto in 13 giorni in Ucraina. I paesi occidentali già per il 13° giorno non sono stati in grado di prendere una decisione per imporre una no-fly zone sull’Ucraina. Anche se possono farlo. Ma non possono nemmeno aiutare a rimuovere il blocco intorno alle città».

Ieri 4631 russi sono stati arrestati in 64 città diverse per essersi opposti alla guerra di Putin. L’organizzazione benefica russa OVD calcola che ora sono stati arrestati 13.028 russi. Il procuratore generale tedesco Peter Frank ha aperto un’indagine sull’uso da parte della Russia di munizioni a grappolo, bombardamenti su edifici residenziali, gasdotti e siti di smaltimento dei rifiuti nucleari, ha riferito lo Spiegel. Stoltenberg, invece: «La NATO deve garantire che il conflitto in Ucraina non vada oltre i confini di questo paese. La situazione in Ucraina potrebbe andare fuori controllo».

Come vi avevamo detto ieri, Matteo Salvini è arrivato in Polonia, tuttavia non ha ricevuto una bell’accoglienza. Il sindaco del paese di Przemysl, vicino al confine con l’Ucraina, si è presentato con la maglietta di Putin che l’ex ministro italiano indossava fieramente e, quando gli è stato detto di avere adesso la possibilità di distaccarsi dal presidente russo, lui semplicemente si è allontanato, senza dire nulla. Per saperne di più: Matteo Salvini contestato persino in Polonia: i polacchi non dimenticano la maglia e l’amicizia con Putin

Di Maio: «È necessario istituire un tavolo parallelo per la tregua umanitaria, coinvolgendo gli attori internazionali a partire dalle Nazioni Unite. Mettere in salvo queste persone innocenti è la nostra priorità e dobbiamo riuscirci nel più breve tempo possibile». «In Ucraina le bombe dell’esercito russo continuano a esplodere e piombano anche sui corridoi umanitari, che il governo russo continua a non rispettare. Altri civili, altri bambini continuano a rimanere vittima del conflitto. Tutto questo va fermato».

I russi hanno distrutto l’ospedale centrale di Izyum, nell’oblast di Kharkiv. Il vice sindaco Volodymyr Matsokin ha affermato che i pazienti dovevano uscire dalle rovine. Le truppe russe e ucraine stanno combattendo per Izyum, una roccaforte strategica sulla strada per il Donbass. Joe Biden parlerà a breve per annunciare le nuove sanzioni, non è escluso che possa annunciare l’embargo del gas dalla Russia. L’Unione Europea ha annunciato che ridurrà la dipendenza del gas russo di 2/3 entro la fine del 2022.

Il vice capo della commissione europea ha detto: «gli europei possono abbassare la temperatura nei loro appartamenti per rendere l’UE più resiliente dal punto di vista energetico di fronte alla Russia». Intanto, nella regione di Chernihiv, 6 civili sono stati fatti saltare in aria da una mina antiuomo, ha affermato il difensore civico dell’Ucraina Lyudmila Denisova. Le mine antiuomo sono vietate dalla Convenzione di Ottawa del 1997. La loro collocazione è un crimine contro l’umanità e una violazione delle 4 Convenzioni di Ginevra del 1949.

Come previsto, Biden ha annunciato il divieto degli Stati Uniti alle importazioni russe di petrolio e gas. Ha detto anche che alcuni paesi europei potrebbero non essere in grado di aderire al divieto a causa della carenza di forniture energetiche. Anche il Regno Unito eliminerà gradualmente le importazioni di petrolio dalla Russia entro la fine del 2022. Il periodo di transizione darà al mercato abbastanza tempo per trovare alternative per le importazioni russe.

In più, l’Irish Time ha detto che l’Onu ha negato di vietare l’uso della parola “guerra” sull’aggressione russa contro l’Ucraina. Inizialmente aveva detto ai suoi dipendenti di usare la parola “conflitto“. Intanto il capo della diplomazia europea Borrel ha detto che l’Europa non intende vietare le importazioni di energia russa. Zelensky: «Non ci arrenderemo e non perderemo». Ha anche parlato in live alla Camera dei Comuni del Regno Unito, dove ha chiesto un aumento delle sanzioni occidentali. Ha anche chiesto ai legislatori di garantire che «i cieli ucraini siano al sicuro».

Il ministero degli esteri polacco ha detto che la Polonia è pronta a schierare tutti i suoi jet MIG-29 alla base aerea tedesca Rammstein per metterli a disposizione degli Stati Uniti. Il Ministero della Difesa ha dichiarato che dalle 10:00 (ora di Mosca, 8:00 italiane) del 9 marzo dichiarerà un regime di silenzio e fornirà corridoi umanitari da Kiev, Chernihiv, Sumy, Kharkiv e Mariupol. Putin ha firmato un decreto che limita l’esportazione e l’importazione di materie prime in alcuni paesi. L’elenco dei paesi sarà pubblicato entro 48 ore.

A Kharkiv ci sono nuovi bombardamenti. Il presidente Biden accusa il presidente russo per la crescita del prezzo del petrolio, che continuerà anche a salire. Il ministro della Salute Viktor Lyashko afferma che l’esercito russo ha danneggiato edifici e attrezzature mediche per un totale di 61 ospedali. Mentre Rolex e Starbucks prendono le distanze dalla Russia, Pepsi non lascerà il paese, ma prenderà in considerazione altre opzioni. Gli Stati Uniti prevedono di schierare sistemi missilistici antiaerei Patriot in #Polonia, secondo il Sottosegretario allo stato USA.

Zelensky: «Il mondo non crede nel futuro della Russia, non ne parla. Parlano di noi, ci stanno aiutando, sono pronti a sostenere la nostra ripresa dopo la guerra. Perché per una nazione, che si difende così eroicamente, ci sarà sicuramente un futuro».

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.