Tag: ucraina

Kalush Orchestra vende il trofeo dell’Eurovision per finanziare l’esercito ucraino
Vip news, Ucraina News

Kalush Orchestra vende il trofeo dell’Eurovision per finanziare l’esercito ucraino

I Kalush Orchestra sono i vincitori dell'edizione italiana dell'Eurovision, per cui hanno vinto il tanto desiderato trofeo (un microfono in cristallo) che hanno deciso di vendere all'asta in modo da finanziare con il ricavato (esattamente 838mila euro) dei droni per l'esercito ucraino. In un certo senso, quindi, tutto il popolo europeo che ha deciso di votare Stefania durante la finale, ha dato una mano all'Ucraina che da più di tre mesi sta difendendo il proprio territorio dalla Russia, piangendo amici e familiari ma non smettendo mai di resistere. Dopo aver vinto, i Kalush Orchestra dissero che era «difficile dire cosa succederà ora, è la prima volta che vinciamo l’Eurovision. Abbiamo un permesso temporaneo per essere a Torino: domani dobbiamo essere di ritorno e come ogni ucrain...
Salvini in missione a Mosca
News dal mondo

Salvini in missione a Mosca

Sembra proprio che ormai sia ufficiale: delle fonti della Lega hanno fatto sapere che Matteo Salvini ha organizzato una vera e propria missione in Russi, «nell'ambito dei contatti avviati al fine di far ripartire i negoziati per porre fine al conflitto in Ucraina». Chissà che accoglienza riceverà in Russia, considerando i sondaggi dimostrano come ancora si debba riprendere da quella in Polonia. Tuttavia, viene anche lecito domandarsi: in qualità di chi Salvini sta andando in Russia? La notizia di un ipotetico viaggio di Salvini verso la capitale russa è di qualche settimana fa, ma lui ha subito smentito l'articolo che era stato condiviso da La Repubblica secondo cui delle fonti diplomatiche avrebbero riferito di un ipotetico viaggio in Russia del leader della Lega. Salvini, però, ...
Duda, presidente polacco, è in Ucraina: parlerà al Parlamento
Flash News, Ucraina News

Duda, presidente polacco, è in Ucraina: parlerà al Parlamento

Il presidente polacco Andrzej Duda si trova al momento in Ucraina e oggi terrà un discorso alla Verkhovna Rada di Kiev come primo capo di uno Stato estero dallo scoppio della guerra. Lo fa sapere il profilo ufficiale della Cancelleria del Presidente della Polonia. Potrebbe interessarvi: Russia, la Duma di Stato ha minacciato la Polonia: “primo posto nella coda per la denazificazione”
Bucha: il video del NYTimes con alcuni ucraini prima di essere giustiziati
Flash News, Ucraina News

Bucha: il video del NYTimes con alcuni ucraini prima di essere giustiziati

Un'inchiesta del New York Times ha fatto emergere delle immagini raccapriccianti e tristi, situate a Bucha, una cittadina che ormai tutti conosciamo a causa delle brutalità perpetrate dai russi nei confronti degli ucraini. Nel filmato condiviso dalla testata americana si vedono nove civili ucraini in fila, costretti a marciare in fila con un fucile puntate contro. Alcuni di loro sono curvi e si aggrappano alla cintura della persona davanti a loro. Altri hanno invece le mani sulla propria testa. Il filmato è di una telecamera di sicurezza e risale al 4 marzo scorso, quindi quando ancora la guerra era ai suoi albori. Il video si interrompe, ma quello che è successo dopo è stato registrato da un testimone in una casa lì vicino. Il New York Times ha detto che i reporter hanno inte...
Salvini: “Basta inviare armi in Ucraina”. Eppure è il primo a dire “la difesa è sempre legittima”
Opinioni attuali

Salvini: “Basta inviare armi in Ucraina”. Eppure è il primo a dire “la difesa è sempre legittima”

No, Matteo Salvini proprio non ce la fa. A essere coerente, si intende. Dopo il Salvini comunista, latinista, razzista, food blogger, speaker, amante delle armi, delle sagre, putiniano, trumpiano, abbiamo sbloccato il pacifista. Diciamo che fa un po' ridere come situazione, poiché solo qualche mese fa difendeva il suo assessore che aveva ucciso (con un colpo d'arma da fuoco!) un uomo, urlano alla legittima difesa. Però se uno dei paesi più potenti al mondo entra in uno stato, comincia a uccidere i civili, noi non dobbiamo cercare di aiutarlo perché le armi non sono la scelta giusta. Facciamo una premessa: ognuno la può pensare come preferisce. È legittimo pensare di dover inviare armi all'Ucraina per aiutare delle persone che si trovano in pericolo, che ogni giorno stanno morendo. ...
Fish & Chips: a rischio la specialità britannica
Economia e finanza

Fish & Chips: a rischio la specialità britannica

Gli inglesi possono letteralmente vantarsi del thè e del fish and chips, ma adesso persino questa deliziosa specialità è a rischio a causa della guerra in Ucraina. In realtà, questo non dovrebbe stupirci più di tanto, in quanto per friggere serve l'olio di girasole e per il fish serve il pesce bianco russo, ma anche il fertilizzante che gli agricoltori britannici usato per i raccolti di patate, proviene dalla Russia, e chiaramente negli ultimi mesi il prezzo è triplicato. Vogliamo anche aggiungere il prezzo della farina utilizzata per la pastella per friggere? Insomma, il fish and chips è ufficialmente a rischio. Foto di Daria Shevtsova da Pexels Già in un'altra occasione abbiamo sottolineato come il prezzo dell'olio di semi di girasole sia aumentato. Chiunque entri in un centro com...
Kalush Orchestra: dopo la vittoria, si torna a combattere
Flash News

Kalush Orchestra: dopo la vittoria, si torna a combattere

L'Ucraina è la vincitrice dell'edizione italiana dell'Eurovision, ma dopo che la Kalush Orchestra ha regalato tante emozioni, adesso torna a combattere: «Difficile dire cosa succederà ora, è la prima volta che vinciamo l'Eurovision. Abbiamo un permesso temporaneo per essere a Torino: domani dobbiamo essere di ritorno e come ogni ucraino siamo pronti a combattere, come possiamo e fino a quando possiamo». Non ci sono festeggiamenti per loro, nessuna grande accoglienza. Adesso, come ogni uomo ucraino, tornerà a impugnare le armi. «Ogni successo in questo momento è pieno di significato per l'Ucraina. La nostra cultura è stata attaccata e siamo qui anche per dimostrare che invece è viva e ha il suo marchio distintivo», ha detto la Kalush Orchestra. Tra l'altro, lanciando quell'appello u...
Russia, la Duma di Stato ha minacciato la Polonia: “primo posto nella coda per la denazificazione”
News dal mondo

Russia, la Duma di Stato ha minacciato la Polonia: “primo posto nella coda per la denazificazione”

Se la prima volta che la Russia ha minacciato la Polonia lo ha fatto in modo molto velato (ma neanche poi così tanto), questa volta il deputato della Duma di Stato non si è fatto troppi problemi a dire che, dopo l'Ucraina, «la Polonia incoraggia a metterla al primo posto nella coda per la denazificazione». Lo ha scritto Morozov sul suo canale Telegram e la notizia è stata condivisa dall'agenzia russa RIA Novosti. Russian President Vladimir Putin, right, listens to Prime Minister Dmitry Medvedev during the State Council meeting on the agricultural policy at the Kremlin in Moscow, Russia, Thursday, Dec. 26, 2019. (Yekaterina Shtukina, Sputnik, Government Pool Photo via AP) La prima minaccia fu fatta dall’ex Presidente ed ex Premier Dmitry Medvedev, che firmò un articolo in lingua russ...
Ucraina, Mosca: Zelensky vuole parlare con Putin ma no a ultimatum
Flash News, Ucraina News

Ucraina, Mosca: Zelensky vuole parlare con Putin ma no a ultimatum

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha parlato in un'intervista a Porta Porta di come si senta pronto per parlare con il leader russo Vladimir Putin, tuttavia senza alcun ultimatum e ribadendo di non dover cercare una via d'uscita per la Russia. Ha anche speso parole in favore del premier italiano Mario Draghi, per aver adottato le sanzioni europee contro i russi. La Russia, intanto, tramite il vice presidente del Consiglio di sicurezza Dmitry Medvedev, ha detto che «riempire l'Ucraina di armi dei Paesi Nato, addestrare le sue truppe all'uso di equipaggiamenti occidentali, schierare mercenari e tenere esercitazioni ai confini aumenta la probabilità di un conflitto aperto e diretto tra Russia e Nato», aggiungendo che «un simile conflitto ha sempre il rischio di trasformarsi in...
Mogli dei soldati Azov dal Papa: “momento storico”
Flash News, Ucraina News

Mogli dei soldati Azov dal Papa: “momento storico”

Katarina e Yulia sono le mogli di due soldati del battaglione Azov a Mariupol, e hanno avuto l'occasione di incontrare il Papa, descrivendo l'incontro come un «momento storico. Speriamo tutti insieme che questo possa aiutare a salvare i nostri mariti, i soldati che sono nella Azovstal a Mariupol. Noi speriamo che questo incontro ci dia una chance per salvare le loro vite». Papa Francesco, dalla sua, ha detto che «pregherà per noi e che farà il possibile. Gli abbiamo chiesto di venire in Ucraina e di parlare con Putin perché se ne vada», ma riguardo ciò «non ha risposto. Ha detto che pregherà per noi». Katarina aggiunge che spera che «tutti possano sopravvivere e noi faremo ogni cosa possibile per salvare le loro vite». Kateryna Prokopenko (2ndR), wife of the commander of the Azo...