Tag: salvini

Salvini a Mosca: “ci sto lavorando riservatamente”
News dal mondo, Ucraina News

Salvini a Mosca: “ci sto lavorando riservatamente”

Negli ultimi giorni si è tornati a parlare di Matteo Salvini in relazione con la Russia. No, per fortuna non si è permesso di sostenere nuovamente Putin, tuttavia ha rimpianto Donald Trump. Ma questa è un'altra storia. Riguardo Mosca, ha smentito la notizia condivisa da La Repubblica secondo cui delle fonti diplomatiche avrebbero riferito di un ipotetico viaggio in Russia del leader della Lega. Salvini, però, fa anche sapere di starci lavorando «riservatamente». Per quanto cerchi di risalire nella vetta dei partiti, Matteo Salvini insieme alla Lega non sta passando un bel periodo. Di certo non ha aiutato la guerra in Ucraina, scatenata da Putin, che il leader del Carroccio ha sempre sostenuto con molta foga, della serie che aveva persino una maglia con la faccia del leader russo so...
Salvini scandaloso su Cucchi: niente scuse, e speriamo che gli italiani ne tengano conto
Opinioni attuali

Salvini scandaloso su Cucchi: niente scuse, e speriamo che gli italiani ne tengano conto

Ne terrò conto. Le droghe fanno male. Questo è quello che Matteo Salvini, con una faccia da chi continua a scendere e scendere nei sondaggi e non fa neanche niente per provare a rialzarsi. Un'espressione di una persona a cui non importa nulla, perché dopo aver raschiato il fondo lui rimane coerente (solo in questo, però): e continua a raschiare ancora e ancora. Pensavamo che dopo la figuraccia fatta in Polonia, per quest'anno fosse abbastanza. E invece, piuttosto che chiedere scusa per le sue parole e azioni, lui, davanti alle cause e condanne per la morte di Stefano Cucchi, continua con: io sono contro la droga. La storia del giovane uomo che è stato ucciso di botte dai carabinieri dovrebbero conoscerla ormai tutti. Ma forse non tutti sanno cosa anche la sorella ha dovuto passare ...
Ungheria: riconfermato Viktor Orbán ma non passa il referendum omotransfobico
News dal mondo

Ungheria: riconfermato Viktor Orbán ma non passa il referendum omotransfobico

In molti oggi festeggiano per la vittoria di Viktor Orbán che ottiene il suo 4° mandato consecutivo da premier in Ungheria, il 5° se teniamo in considerazione la presidenza 1998/2002. Festeggiano, nonostante Orbán sia un grande amico di Vladimir Putin e nonostante si siano schierati contro la guerra. Fa ridere, ma fa anche pensare molto. In ogni caso, se si festeggia l'omofobo Orbán, dall'altra parte a festeggiare è l'opposizione, in quanto l'omotransfobico referendum indetto dal Presidente convinto che la popolazione sia omofoba quanto lui, non è passato. Forse un po' siamo delusi da questa schiacciante vittoria, perché in fin dei conti speravamo che la sua vicinanza a colui che sta uccidendo tantissime persone, oltre anche al pensiero omotransfobico, avesse fatto svegliare l'Ungh...
La caduta della Lega dopo la figuraccia di Salvini in Polonia
News dal mondo

La caduta della Lega dopo la figuraccia di Salvini in Polonia

Dopo la figuraccia di Salvini in Polonia, la Lega non ne ha ovviamente tratto benefici. Mentre c'è chi continua a difenderlo a spada tratta rimanendo stranamente coerente con se stesso, forse perché prova più affetto che stima nei confronti del leader leghista, in molti hanno ormai cambiato idea e hanno deciso di cambiare capitano, e chi è il politico più simile a Matteo Salvini senza distaccarsi dalle idee politiche leghiste? Ovviamente Giorgia Meloni con Fratelli d'Italia, che ha ufficialmente spiccato il volo. Salvini in Polonia Abbiamo già parlato della figura di Salvini in Polonia, umiliato dal sindaco polacco che non ha proprio voluto incontrare l'italiano vista la stima e l'amicizia con Vladimir Putin, che poi gli ha portato altri problemi anche in Italia, quando i brand che ...
La contestazione di Salvini non finisce in Polonia: i marchi sulla sua giacca si dissociano da lui e chiedono spiegazioni
Vip news, Ucraina News

La contestazione di Salvini non finisce in Polonia: i marchi sulla sua giacca si dissociano da lui e chiedono spiegazioni

Abbiamo già ampiamente parlato della figuraccia del leader della Lega Matteo Salvini, quando è stato umiliato a Przemysl, dal sindaco polacco che si è rifiutato di riceverlo in quanto le sue neanche troppo vecchie dichiarazioni su Putin sono state una mancanza di rispetto nei confronti di tutte le persone che il dittatore russo sta facendo soffrire, e sta uccidendo. E il sindaco Bakun, non l'ha dimenticato come tanti italiani. Tuttavia, dopo questa strigliata, anche i marchi sponsor presenti sulla giacca dell'associazione benefica Cancro Primo Aiuto onlus hanno deciso di prendere le distanze, soprattutto perché non sono sponsor di Salvini, bensì dell'onlus. Facciamo un nelle puntate precedenti: Salvini è andato in Polonia per dare una mano al confine, tuttavia il sindaco, dopo aver...
Matteo Salvini contestato persino in Polonia: i polacchi non dimenticano la maglia e l’amicizia con Putin
Opinioni attuali, Ucraina News

Matteo Salvini contestato persino in Polonia: i polacchi non dimenticano la maglia e l’amicizia con Putin

Se in Italia in molti hanno la memoria corta e si sono completamente dimenticati dell'amicizia di Salvini con Putin (o, almeno, dell'ammirazione dell'ex ministro nei confronti del presidente russo), in Polonia non gli è andata troppo bene. Oltre alla bruttissima figura e all'umiliazione che ha subito per mano del sindaco, non ha neanche avuto il coraggio di dire di essere contro Putin. In ogni caso, questa è l'ennesima testimonianza di come ormai Matteo Salvini sia politicamente finito, lo si può notare semplicemente vedendo come la Lega sia passata, in pochissimo tempo, dal primo al terzo partito italiano, in continua discesa. Non poteva di certo aspettarsi degli applausi dai polacchi, Matteo Salvini. La Polonia la dittatura russa l'ha vissuta e neanche troppo tempo fa, molti dei ...
Russia: siamo al quinto giorno di resistenza dell’Ucraina [28 febbraio 2022]
Ucraina News, News dal mondo

Russia: siamo al quinto giorno di resistenza dell’Ucraina [28 febbraio 2022]

Siamo arrivati al quinto giorno di resistenza, al quinto giorno di guerra fra la Russia e l'Ucraina, che non dimostra proprio di voler cedere e continua a combattere con onore. Nella giornata di ieri il presidente Zelensky ha anche chiesto alle persone in tutta Europa, e non solo, di unirsi alla battaglia come volontari, per proteggere il suo Paese, e alla fine sono riusciti a mettere su due legioni straniere. Oggi ci sarà anche un dialogo fra una delegazione russa e ucraina ai confini della Bielorussia. Per i giorni precedenti: Russia: è scoppiata la guerra contro l’Ucraina [aggiornamenti del 24 febbraio 2022]Russia: la guerra contro l’Ucraina [25 febbraio 2022]Russia: continua la guerra contro l’Ucraina [26 febbraio 2022]Russia: il quarto giorno di guerra contro l’Ucraina [27 feb...
Lega, Salvini: GPA punita con reclusione da tre a cinque anni, anche se fatta all’estero
News dal mondo

Lega, Salvini: GPA punita con reclusione da tre a cinque anni, anche se fatta all’estero

Matteo Salvini comincia a perdere consensi, i suoi stessi alleati cominciano a capire che allontanarsi da lui è scelta più giusta, e quindi lui deve trovare un modo per continuare a far parlar di sé e soprattutto per far sì che i suoi elettori, quelli rimasti, continuino ad aver fiducia in lui. Cos'ha pensato, per cui? Di attaccare la gestazione per altri, anche detta GPA o utero in affitto, che in realtà in Italia è già illegale. Tuttavia, ha deciso di proporre di punire i cittadini italiani che vanno all'estero per attuare la gpa con una reclusione da tre a cinque anni, perché in Italia, in questo momento, non ci sono altri problemi. Fonte: Frontiera Rieti Il centrodestra, è evidente, non è più unito. Lo si vede anche dai post dei due principali leader, Salvini e Meloni. Intervist...
Matteo Salvini querela Selvaggia Lucarelli: quando “il reato di opinione” va a suo favore
Vip news

Matteo Salvini querela Selvaggia Lucarelli: quando “il reato di opinione” va a suo favore

Ricordate le discussioni in Senato sul DDL Zan? Quante ne abbiamo sentite da parte di Matteo Salvini e dalla gran parte della destra. Genitore 1, Genitore 2, i genitori decidono come educare i propri figli, fuori i bambini dalla politica, ma soprattutto si è parlato di libertà, libertà di avere una propria opinione ed esprimerla senza rischiare di essere denunciato. Era un diritto sacro, questo, per Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Simone Pillon, per tutti quei politicanti che il DDL Zan neanche l'hanno provato a leggere, ma dopotutto dovevano proteggere i propri elettori, capiamoli. E allora come mai il leader della Lega ha denunciato Selvaggia Lucarelli per una sua opinione? Che poi, siamo sinceri: Matteo Salvini che parlava di libertà di opinione quando ha bloccato non si sa quante p...
Elezione Presidente della Repubblica: oggi la prima votazione [DIRETTA]
News dal mondo

Elezione Presidente della Repubblica: oggi la prima votazione [DIRETTA]

È arrivato il giorno tanto atteso. Oggi ci sarà la prima votazione per l'elezione del Presidente della Repubblica. Le urne apriranno alle 15.45 e noi seguiremo tutte le news insieme a voi in quest'articolo, in particolare perché al momento ancora non c'è un nome che ha messo d'accordo le varie forze politiche di maggioranza. Proprio questa mattina Letta e Salvini parleranno per scegliere un ipotetico nome, e anche gli altri partiti cercheranno di accordarsi. Quello che è certo, però, è che non avremo un Berlusconi presidente e non per "gentilezza" ma perché sarebbe stato scandaloso. In primis: come si elegge un Presidente della Repubblica? Dobbiamo votare noi? No, noi cittadini comuni non dobbiamo fare assolutamente niente se non affidarci al Parlamento. Saranno infatti i 630 deputati ...