Tag: omofobia

Giornata contro l’omobitransfobia: 10 libri da leggere
Curiosità

Giornata contro l’omobitransfobia: 10 libri da leggere

Parliamo di film, parliamo di serie tv, ma adesso è tempo di parlare di libri. Oggi vedremo 10 libri da leggere, o iniziare a leggere, per la giornata mondiale contro l'omofobia, la bifobia, la transfobia, l'afobia, insomma contro qualsiasi tipo di discriminazioni. Perché questa non è una giornata per parlare dell'ideologia gender (la che?), né per convertire i bambini (è davvero possibile?), ma serve per insegnare loro il rispetto per le altre persone. Che siano etero, LGBT, cisgender o transgender. Potrebbe interessarvi: Giornata mondiale contro l’omofobia: ne abbiamo ancora bisogno Vedere un film o una serie tv è sicuramente più semplice, in particolare per una sola giornata, ma come ti fa sognare un libro, non riesce nient'altro. Il libro ti prende magari qualche ora in più, ma ...
L’inutile polemica sulla circolare per parlare di un articolo della Costituzione: educare al rispetto non è un’ideologia
Opinioni attuali

L’inutile polemica sulla circolare per parlare di un articolo della Costituzione: educare al rispetto non è un’ideologia

Non siamo troppo sorpresi dalla polemica sulla circolare che invita le scuole a parlare di rispetto ed educazione, ma soprattutto della nostra Costituzione. Non siamo sorpresi, perché le stesse destre hanno dimostrato in più occasione di non aver alcun rispetto ed educazione nei confronti di una fetta di popolazione. Tuttavia, leggere dei commenti in cui si ritiene addirittura che parlare di educazione e rispetto in una scuola serva a compromettere gli adolescenti, è davvero inaccettabile. Ne abbiamo lette davvero di tutte. «Non mandiamo i bambini a scuola», «I genitori comunque continueranno a fare la loro parte da casa...li abbiamo per molto più tempo e non è che i ragazzi di oggi si bevano proprio tutto», «Non mi immischio io nella sessualità dei miei figli, ci mancherebbe che ...
DDL Zan torna in Senato con lo stesso testo dello scorso anno
News dal mondo

DDL Zan torna in Senato con lo stesso testo dello scorso anno

Ce lo avevano promesso, e lo hanno fatto: il DDL Zan torna in Senato con lo stesso testo che è stato bocciato nel 2021, ma magari in questi mesi la destra si è resa conto che effettivamente un aggravante per gli attacchi omobitransfobici serve. Soprattutto potrebbe esser stato un esempio il caso di Jean Pierre Moreno avvenuto a Roma il 26 febbraio 2021, ma a cui il giudice nelle ultime settimane non ha concesso l'aggravante omofoba. E se ci fosse stato il DDL Zan? Facciamo un breve recap: 154 voti favorevoli alla tagliola sul DDL Zan. 131 i contrari. 2 gli astenuti. Il voto è ovviamente stato segreto ma sappiamo chi è che lo ha affossato, perché sono coloro che hanno festeggiato e urlato come se fossero a uno stadio, perché sono le stesse persone che scrivono i post omofobici, che ...
Royal British Legion si scusa per la discriminazione verso i veterani LGBT
News dal mondo

Royal British Legion si scusa per la discriminazione verso i veterani LGBT

Proprio qualche giorno fa abbiamo parlato di Sofia Goggia e di come ritenesse che gli uomini omosessuali non fossero coraggiosi, ma la campionessa italiana non è stata di certo la prima, né purtroppo l'ultima, a discriminare delle persone omosessuali. Ad esempio c'è la Royal British Legion, un'organizzazione, pensate un po', di beneficienza, che da sempre manca di rispetto ai veterani LGBT. E per avere le loro scuse, ci sono voluti davvero anni! Dominic Lipinski L'Inghilterra fa un passo avanti verso la comunità LGBT. Mentre Boris Johnson sta dimostrando di essere una persona transfobica convinta che le persone trans abbiano qualcosa da curare, la Royal British Legion ha finalmente deciso di vivere nel 2022. Ma tornando un attimo alle terapie di conversione, l'Inghilterra di Johnson...
John Carlo, USA: “I gay sono anticostituzionali perché non possono riprodursi”
News dal mondo

John Carlo, USA: “I gay sono anticostituzionali perché non possono riprodursi”

Quando pensiamo che viviamo nel 2022 e che ancora oggi dobbiamo ascoltare persone che usano la religione e la Costituzione per essere omofobi, viene lecito domandarsi: perché? Oggi vi parliamo della storia di John Carlo, un candidato per il consiglio scolastico nella contea di Clark, Nevada, che mentre esponeva la sua candidatura stringeva fra le mani il libro King & King, dicendo anche che gli omosessuali sono contro la Costituzione in quanto non possono procreare. Il resto è storia. John Carlo nel video diventato virale Ci ha messo poco a divenire virale il video di John Carlo mentre esprime un concetto che in Italia chiamerebbero "politicamente scorretto" affermando che "ha detto solo la sua opinione" (un po' come ha fatto Sofia Goggia), tuttavia le opinioni non sono positive...
Patriarca Kirill non fa un passo indietro: continua a sostenere la guerra in Ucraina
News dal mondo, Ucraina News

Patriarca Kirill non fa un passo indietro: continua a sostenere la guerra in Ucraina

Vi abbiamo parlato qualche giorno fa delle agghiaccianti parole del patriarca Kirill, amico di Putin, che ha sostenuto come la guerra in Ucraina sia giusta in quanto l'Occidente si è macchiato di rifiutare i «cosiddetti valori che oggi vengono offerti da chi rivendica il potere mondiale». In particolare, critica «il mondo del consumo eccessivo, il mondo della ‘libertà’ visibile» e soprattutto i gay Pride. Dopo essere stato giudicato e criticato in tutto il mondo, però, non fa un passo indietro: continua con la sua teoria e, anzi, sostiene sempre di più l'invasione dell'Ucraina. E, quindi, le morti. Patriarca Kirill con Putin Da uno come il patriarca Kirill, che sostiene Putin, che non ha promesso che i matrimoni LGBT non sarebbero mai divenuti realtà finché lui sarebbe stato preside...
Il patriarca Kirill giustifica la guerra in Ucraina: «è una guerra contro i modelli delle parate gay»
News dal mondo, Ucraina News

Il patriarca Kirill giustifica la guerra in Ucraina: «è una guerra contro i modelli delle parate gay»

Ci ha sconvolto leggere la predica del patriarca ortodosso di Mosca Kirill. Un uomo che dovrebbe essere di chiesa, un uomo che dovrebbe lottare per la pace in tutto il mondo, ma che invece è arrivato a giudicare giusta e, anzi, sostenere, la guerra e tutte le azioni di Putin. Azioni che implicano delle scelte come quella di uccidere tantissime persone, tra cui anche dei bambini e tantissime persone innocenti. Tuttavia, il patriarca ha avuto il coraggio di sostenerle in quando con la guerra si uccidono e puniscono gli omosessuali. Voglio che facciamo un passo indietro. Il patriarca Kirill ha parlato come se l'Ucraina fosse il posto più gay-friendly del mondo, quando in realtà non è proprio così. Abbiamo già visto due diverse storie. Da una parte quella della comunità LGBT che è sces...
DDL Zan: il 27 aprile scadono i 6 mesi e si tornerà a discutere
News dal mondo

DDL Zan: il 27 aprile scadono i 6 mesi e si tornerà a discutere

Era il 27 ottobre quando il DDL Zan è stato affossato in Senato sotto gli applausi e le urla rumorose di politici che hanno scambiato il Senato per uno stadio e che hanno avuto il coraggio di applaudire all'affossamento dei diritti di persone che, semplicemente, amano una persona dello stesso sesso. Era il 27 ottobre quando Simone Pillon ha pubblicato su Facebook una foto in cui sorride scrivendo "ciao ciao Zan", come se avesse fatto un dispetto ad Alessandro Zan e alla sinistra e non ai bambini, ai ragazzi, agli studenti, agli adulti, a qualsiasi persona che quel decreto di legge avrebbe protetto. Facciamo un breve recap: 154 voti favorevoli alla tagliola sul DDL Zan. 131 i contrari. 2 gli astenuti. Il voto è ovviamente stato segreto ma sappiamo chi è che lo ha affossato, perché s...
L’Italia che non va avanti: dal DDL Zan alla Cannabis Legale
Opinioni attuali

L’Italia che non va avanti: dal DDL Zan alla Cannabis Legale

Ne avremmo potuti fare di passi avanti nell'ultimo anno. Avremmo potuto approvare il DDL Zan, proteggendo le persone LGBT a discapito di... nessuno se non degli omofobi. Avremmo potuto approvare un referendum sull'eutanasia, in modo da far decidere alle persone sulla propria vita. Avremmo potuto approvare il referendum sulla cannabis, andando contro alle mafie, solo contro alle mafie. Ma abbiamo scelto sempre di non essere un paese civile. E questi sono solo alcuni esempi. Ricordiamo anche i troppi femminicidi, il victim blaming, le gonne corte, i ginecologi obiettori, il razzismo, tutto giustificato dalla religione. Oggi, dopo l'ennesimo fallimento della civiltà, dopo gli ennesimi applausi dagli stessi politici che dicono di voler fare del bene per i bambini non rendendosi conto c...
“Don’t Say Gay”: Florida vuole approvare una legge anti-LGBT, ma Biden si oppone
News dal mondo

“Don’t Say Gay”: Florida vuole approvare una legge anti-LGBT, ma Biden si oppone

Non è la prima volta che parliamo della Florida e dell'omofobia latente che corre in questo Stato, tuttavia questa volta sembra che sia stato superato ogni limite: il senatore di stato repubblicano Dennis Baxley e il rappresentante di Stato Joe Harding hanno proposto un disegno di legge che gli attivisti hanno ribattezzato con "Don't Say Gay", ma il nome ufficiale è SB 1834, approvato l'8 febbraio dal Senato dello Stato con sei voti su nove. Fonte: Tampa Bay Times Facciamo un passo indietro. Cos'è successo lo scorso anno? Principalmente una legge che ha avuto a che fare con le atlete transgender, un argomento che troppe volte è sulle bocche di persone che vivono di stereotipi e che quindi tendono a generalizzare e omologare tutte le atlete transgender, incluse le bambine o le ragazz...