Tag: omofobia

Patriarca Kirill non fa un passo indietro: continua a sostenere la guerra in Ucraina
News dal mondo, Ucraina News

Patriarca Kirill non fa un passo indietro: continua a sostenere la guerra in Ucraina

Vi abbiamo parlato qualche giorno fa delle agghiaccianti parole del patriarca Kirill, amico di Putin, che ha sostenuto come la guerra in Ucraina sia giusta in quanto l'Occidente si è macchiato di rifiutare i «cosiddetti valori che oggi vengono offerti da chi rivendica il potere mondiale». In particolare, critica «il mondo del consumo eccessivo, il mondo della ‘libertà’ visibile» e soprattutto i gay Pride. Dopo essere stato giudicato e criticato in tutto il mondo, però, non fa un passo indietro: continua con la sua teoria e, anzi, sostiene sempre di più l'invasione dell'Ucraina. E, quindi, le morti. Patriarca Kirill con Putin Da uno come il patriarca Kirill, che sostiene Putin, che non ha promesso che i matrimoni LGBT non sarebbero mai divenuti realtà finché lui sarebbe stato preside...
Il patriarca Kirill giustifica la guerra in Ucraina: «è una guerra contro i modelli delle parate gay»
News dal mondo, Ucraina News

Il patriarca Kirill giustifica la guerra in Ucraina: «è una guerra contro i modelli delle parate gay»

Ci ha sconvolto leggere la predica del patriarca ortodosso di Mosca Kirill. Un uomo che dovrebbe essere di chiesa, un uomo che dovrebbe lottare per la pace in tutto il mondo, ma che invece è arrivato a giudicare giusta e, anzi, sostenere, la guerra e tutte le azioni di Putin. Azioni che implicano delle scelte come quella di uccidere tantissime persone, tra cui anche dei bambini e tantissime persone innocenti. Tuttavia, il patriarca ha avuto il coraggio di sostenerle in quando con la guerra si uccidono e puniscono gli omosessuali. Voglio che facciamo un passo indietro. Il patriarca Kirill ha parlato come se l'Ucraina fosse il posto più gay-friendly del mondo, quando in realtà non è proprio così. Abbiamo già visto due diverse storie. Da una parte quella della comunità LGBT che è sces...
DDL Zan: il 27 aprile scadono i 6 mesi e si tornerà a discutere
News dal mondo

DDL Zan: il 27 aprile scadono i 6 mesi e si tornerà a discutere

Era il 27 ottobre quando il DDL Zan è stato affossato in Senato sotto gli applausi e le urla rumorose di politici che hanno scambiato il Senato per uno stadio e che hanno avuto il coraggio di applaudire all'affossamento dei diritti di persone che, semplicemente, amano una persona dello stesso sesso. Era il 27 ottobre quando Simone Pillon ha pubblicato su Facebook una foto in cui sorride scrivendo "ciao ciao Zan", come se avesse fatto un dispetto ad Alessandro Zan e alla sinistra e non ai bambini, ai ragazzi, agli studenti, agli adulti, a qualsiasi persona che quel decreto di legge avrebbe protetto. Facciamo un breve recap: 154 voti favorevoli alla tagliola sul DDL Zan. 131 i contrari. 2 gli astenuti. Il voto è ovviamente stato segreto ma sappiamo chi è che lo ha affossato, perché s...
L’Italia che non va avanti: dal DDL Zan alla Cannabis Legale
Opinioni attuali

L’Italia che non va avanti: dal DDL Zan alla Cannabis Legale

Ne avremmo potuti fare di passi avanti nell'ultimo anno. Avremmo potuto approvare il DDL Zan, proteggendo le persone LGBT a discapito di... nessuno se non degli omofobi. Avremmo potuto approvare un referendum sull'eutanasia, in modo da far decidere alle persone sulla propria vita. Avremmo potuto approvare il referendum sulla cannabis, andando contro alle mafie, solo contro alle mafie. Ma abbiamo scelto sempre di non essere un paese civile. E questi sono solo alcuni esempi. Ricordiamo anche i troppi femminicidi, il victim blaming, le gonne corte, i ginecologi obiettori, il razzismo, tutto giustificato dalla religione. Oggi, dopo l'ennesimo fallimento della civiltà, dopo gli ennesimi applausi dagli stessi politici che dicono di voler fare del bene per i bambini non rendendosi conto c...
“Don’t Say Gay”: Florida vuole approvare una legge anti-LGBT, ma Biden si oppone
News dal mondo

“Don’t Say Gay”: Florida vuole approvare una legge anti-LGBT, ma Biden si oppone

Non è la prima volta che parliamo della Florida e dell'omofobia latente che corre in questo Stato, tuttavia questa volta sembra che sia stato superato ogni limite: il senatore di stato repubblicano Dennis Baxley e il rappresentante di Stato Joe Harding hanno proposto un disegno di legge che gli attivisti hanno ribattezzato con "Don't Say Gay", ma il nome ufficiale è SB 1834, approvato l'8 febbraio dal Senato dello Stato con sei voti su nove. Fonte: Tampa Bay Times Facciamo un passo indietro. Cos'è successo lo scorso anno? Principalmente una legge che ha avuto a che fare con le atlete transgender, un argomento che troppe volte è sulle bocche di persone che vivono di stereotipi e che quindi tendono a generalizzare e omologare tutte le atlete transgender, incluse le bambine o le ragazz...
Polonia: la Camera ha votato a favore di una legge anti-LGBT nelle scuole
News dal mondo

Polonia: la Camera ha votato a favore di una legge anti-LGBT nelle scuole

Va sempre peggio in Polonia. Non possiamo neanche dire "ogni volta che si fa un passo avanti, se ne fanno due indietro", perché nel paese di Duda, il paese più omofobo di tutta l'Europa, non si fa neanche quel piccolo passo avanti, ma solo tanti, troppi passi indietro. Questa volta non parliamo della situazione di libertà delle donne, bensì di quella delle persone LGBT. Proprio qualche giorno fa, il Sejm, la camera bassa del Parlamento polacco, ha approvato un progetto di riforma della legge sull'istruzione. Vediamo cosa comporta. Prima, però, facciamo un breve riassunto sulla situazione delle persone LGBT in Polonia. I problemi con le persone LGBT iniziano con l'introduzione della Carta della Famiglia polacca che però prendeva in considerazione solo la famiglia eterosessuale. Si sono ...
Harry Styles al Coachella ed è subito polemica
Vip news

Harry Styles al Coachella ed è subito polemica

Harry Styles è l'artista del momento ormai da anni. C'è chi lo segue dai tempi dei One Direction e chi invece lo ha scoperto più di recente, ma ad apprezzarlo sono in tantissime persone. Molti lo considerano anche un paladino della comunità LGBT, altri ancora ritengono che cavalchi l'onda del momento, e ancora altri pensano semplicemente che siano i fan a osannarlo troppo per cose che non fa. Tuttavia, sembra quasi che la sua era stia per finire perché, forse per la prima volta, molti fan si stanno ribellando contro di lui per due motivi, vediamo quali. Cercando su Twitter il nome "Harry Styles", ci rendiamo conto che le fan sono arrabbiate. Il motivo principale è la partecipazione del cantante al Coachella 2022, dove si sono esibiti nel corso degli anni e continueranno a esibirsi ...
USA: legge sulla sodomia utilizzata per perseguitare le persone LGBT
News dal mondo

USA: legge sulla sodomia utilizzata per perseguitare le persone LGBT

Si pensa, in genere, che in paesi sviluppati come l'Europa o gli Stati Uniti d'America, non ci siano problemi legati all'omofobia (ancora si paragona l'omosessualità alla sodomia) e al razzismo (le persone nere vengono costantemente discriminate), eppure nel 2020 ci siamo trovati a dover assistere a tantissime manifestazioni negli USA da parte di Black Lives Matter in seguito all'ennesimo omicidio di un uomo nero, la Polonia solo qualche mese fa ha istituito il super procuratore per separare le famiglie arcobaleno e per convincere le coppie a non separarsi e sempre negli USA nel 2022 ancora viene utilizzata la sodomia per perseguitare le persone LGBT. Fonte: Lambda Legal Facciamo una premessa. Per sodomia si intende principalmente i rapporti sessuali fra persone dello stesso sesso, ...
Tutte le volte in cui il Parlamento è andato contro la comunità LGBT nel 2021
News dal mondo, Curiosità

Tutte le volte in cui il Parlamento è andato contro la comunità LGBT nel 2021

Ormai è questione di giorni e diremo addio anche al 2021, per cui cominciamo a tirare le somme di quest'anno che all'Italia ha donato tantissime vittorie, ma non a livello civile e umanitario. Abbiamo perso Gino Strada, e abbiamo affossato il DDL Zan nel mezzo di adulti vaccinati e molti padri di famiglia che sembra che per i propri figli non desiderino il rispetto, ma semplicemente l'omofobia. In ogni caso, nel 2022 ci riproveremo ancora e chissà se questa volta il decreto che vuole proteggere ed educare non riuscirà a divenire realtà. In questo articolo, comunque, troveremo principalmente le scandalose dichiarazioni che sono state pronunciate da alcuni parlamentari durante la discussione in aula proprio per il DDL Zan, perché ne abbiamo sentite davvero di tutte i colori, ma soprattut...
12enne suicida a causa del bullismo omofobico
News dal mondo

12enne suicida a causa del bullismo omofobico

Aveva 12 anni Eli Fritchley, un bambino di 12 anni della contea di Bedford, nel Tennessee. Aveva 12 anni, perché si è suicidato il 28 novembre dopo essere stato vittima dell'ignoranza umana dei suoi compagni di scuola. Un'ignoranza che prende il nome di bullismo omofobico. Eli, infatti, amava il colore rose, si dipingeva le unghie ed era un grande fan di SpongeBob, infatti indossava la felpa quasi tutti i giorni. I suoi compagni, per questo, gli ripetevano più volte che sarebbe andato all'inferno a causa della sua omosessualità. Eli Fritchley è morto perché dei genitori non sono stati capaci di educare dei figli, e degli insegnanti non hanno saputo gestire al meglio la situazione. È facile dare la colpa ai bambini, ma i bambini, soprattutto a quell'età, sono ciò che li circonda. Se...