Tag: lega

DDL Zan, Letta: «La battaglia continua, per noi è una missione»
News dal mondo

DDL Zan, Letta: «La battaglia continua, per noi è una missione»

Non si parla più così tanto del DDL Zan dopo che è stato affossato in Senato, se non da parte di chi l'ha affossato spargendo tantissime fake news a riguardo. Uno di questi è Matteo Salvini, che proprio qualche giorno fa ha paragonato la GPA (che con il DDL Zan non c'entra nulla) al nazismo, dicendo anche che si sarebbe sempre opposto a questa pratica. Ma a parlarne è anche Enrico Letta, segretario del PD e uno dei firmatari del DDL Zan che ha provato a lottare per la sua approvazione, che ha affermato di non arrendersi e di continuare a lottare per farlo approvare definitivamente. Ma sarà davvero così? Fonte: web Facciamo un breve recap: 154 voti favorevoli alla tagliola sul DDL Zan. 131 i contrari. 2 gli astenuti. Il voto è ovviamente stato segreto ma sappiamo chi è che lo ha affo...
Bolsonaro contestato, ma ovviamente Matteo Salvini lo difende
Vip news, Opinioni attuali

Bolsonaro contestato, ma ovviamente Matteo Salvini lo difende

È bigotto, è omofobo, è transfobico, è sul podio della BBC per le persone che hanno affermato più fake news durante il periodo Covid-19, di chi stiamo parlando? No, non di Matteo Salvini, bensì di uno dei suoi idoli, Jair Bolsonaro, presidente brasiliano che è stato accusato da una commissione del suo stesso Senato di «crimini contro l'umanità». Ma come ogni persona disgustosa che non rispetta i diritti umani, Matteo Salvini lo loda e ha addirittura parlato a nome di tutti gli italiani chiedendogli scusa. Personalmente, Matteo Salvini non parla a nome mio. Fonte: Twitter Jair Bolsonaro ha partecipato al G20 di Roma, così prima di tornare in Brasile ha deciso di fare un breve viaggio in Italia, tra il Veneto e la Toscana. In Veneto, in particolare, ha avuto l'onore di incontrare il l...
Ordinanza antiprostituzione a Terni: via le minigonne o abiti “indecorosi o indecenti”
News dal mondo

Ordinanza antiprostituzione a Terni: via le minigonne o abiti “indecorosi o indecenti”

Succede nel XXI secolo, nel 2021, un epoca in cui ci piace affermare che non ci siano differenze fra uomini e donne e in cui tutti abbiamo gli stessi diritti. Eppure a Terni, il sindaco (poteva essere di qualsiasi partito, e invece è proprio leghista) Leonardo Latini, ha deciso di firmare un'ordinanza antiprostituzione, non vietando la prostituzione, bensì vietando abiti indecorosi, indecenti e che mostrano troppa nudità (e non solo!). Insomma, ci piace tanto criticare l'Afghanistan con i burqa et similia pensando di essere superiori, eppure poi cadiamo in quella stessa mentalità. Chissà cos'è passato nella mente nel sindaco leghista quando ha firmato l'ordinanza antiprostituzione. Lo immagino a scervellarsi a pensare «come posso costringere i miei cittadini uomini a non pagare del...
Fedez, la Rai non continua con la denuncia di diffamazione dopo il Concertone del Primo Maggio
Vip news

Fedez, la Rai non continua con la denuncia di diffamazione dopo il Concertone del Primo Maggio

Ricordiamo tutti cosa è successo il Primo Maggio 2021, quando Fedez ha deciso di salire sull'iconico palco del Concertone e fare un discorso che non solo denunciava tantissimi leader della Lega che hanno scritto frasi omofobiche continuando a marciare nel partito come nulla fosse, ma anche la Rai che, prima di salire sul palco, aveva tentato di convincerlo a non pronunciare quelle parole perché non c'era diritto di contraddittorio (poi la stessa Rai ha fatto fare un discorso a Pio e Amedeo su come la Rai non censura mentre Fedez non era presente, ma questa è un'altra storia). L'avventura dell'influencer e rapper poi non finì lì, perché la Rai decise di negare tutto ciò che Fedez aveva detto sul palco sul loro conto e quindi lui che ha fatto? Ha pubblicato la registrazione della chiamat...
Berlusconi: «Morisi aveva solo il difetto di essere gay», «Salvini o Meloni premier? Non scherziamo»
News dal mondo

Berlusconi: «Morisi aveva solo il difetto di essere gay», «Salvini o Meloni premier? Non scherziamo»

C'è agitazione nel centrodestra italiano. Tra Meloni che fa tardi alla conferenza di Bernardo e Salvini che decide di andarsene, Berlusconi che non ritiene i due adatti a divenire Premier (poi ha smentito, ma il direttore de La Stampa con cui ha avuto la chiacchierata si è già detto disposto a dimostrare tutto), solo l'abbraccio fra il leader della Lega e quella di Fratelli d'Italia fa tornare la serenità. «Non stiamo insieme per interesse, non come la sinistra che occupa le poltrone solo per evitare che il centrodestra vada al governo», ha detto Giorgia Meloni. Il presidente Berlusconi ha passato un brutto periodo in ospedale, ma adesso sembra essere tornato nel pieno delle sue energie. Tra l'altro proprio qualche giorno fa ha festeggiato il suo 85esimo compleanno, e in quest'occ...
Mimmo Lucano: quando accogliere ti costa
News dal mondo

Mimmo Lucano: quando accogliere ti costa

Siamo rimasti tutti sconvolti dalla sentenza per Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace divenuto popolare in tutto il mondo nel 2016, quando aveva creato un «modello di accoglienza» che mirava all'amore, alla gentilezza, all'anti razzismo. Questo modello, però, in un paese in cui il primo partito è retto da un politico che decide che le persone drogate da perdonare sono solo quelle che sono nel suo partito (altrimenti sono criminali, a maggior ragione se nere), oggi gli è costato 13 anni e 2 mesi di reclusione. Mimmo Lucano Mimmo Lucano è una splendida persona che aveva come unico obiettivo quello di aiutare, di lasciare il segno in una società che purtroppo non era e non è tutt'oggi ancora pronta a quel tipo d'amore. A quell'amore che va oltre il colore della pelle, oltre lo status soci...
Salvini pretende le scuse per il suo “amico” Morisi, ma lui non ha mai chiesto scusa a Ilaria Cucchi o alle persone straniere
News dal mondo

Salvini pretende le scuse per il suo “amico” Morisi, ma lui non ha mai chiesto scusa a Ilaria Cucchi o alle persone straniere

Matteo Salvini continua a difendere anche l'indifendibile. Luca Morisi, per lui, continua a essere innocente e non ha commesso alcun reato. Quindi le forze dell'ordine che l'hanno indagato perché dei ragazzi lo hanno accusato di aver dato loro della droga e che hanno trovato in casa sua altra di quella droga, si son sbagliati? Ma Matteo Salvini non era sempre dalla parte delle forze dell'ordine? Solo quando non ci sono di mezzo i suoi «amici», evidentemente. Così come pretende le scuse nei confronti di Luca Morisi ma lui non si è mai scusato con Ilaria Cucchi, o con Ilaria Boldrini, o con tutto il meridione. Luca Morisi, il padre della "Bestia" di Matteo Salvini, colui che è riuscito a portarlo a divenire Ministro dell'Interno, è indagata per detenzione e cessione di stupefacenti. La ...
Luca Morisi, il padre della “Bestia” di Salvini, indagato per cessione di droga
News dal mondo

Luca Morisi, il padre della “Bestia” di Salvini, indagato per cessione di droga

Fa ridere ma fa anche pensare come l'ex guru social (aveva lasciato la Bestia proprio qualche giorno fa) di Matteo Salvini, che ha sempre lottato contro la droga spesso dando la colpa dello spaccio alle persone migranti o non italiane, che ha umiliato più volte Stefano Cucchi, ucciso per le botte ricevute dalle forze dell'ordine dando però la colpa alla droga che «fa male sempre», che è andato a citofonare chiedendo "scusi lei spaccia?", Luca Morisi, sia indagato per detenzione e cessione di stupefacenti. Adesso forse il suo abbandono all'incarico nel partito a cui tanto era dedito non ci sembra così tanto strano. Ha detto di essersi dimesso per «motivi familiari», ma in Parlamento le voci sono diverse. «Ringrazio tutti per l’interesse e l’amicizia: sto bene, non c’è alcun problema pol...
Quando il centrodestra candida una rinviata a giudizio per stalking e omofobia…
News dal mondo

Quando il centrodestra candida una rinviata a giudizio per stalking e omofobia…

Quando si dice che al peggio non c'è limite, evidentemente alcuni partiti la prendono come una sfida. Marco Tonti, capolista di Rimini Coraggiosa e presidente di Arcigay Rimini, ha denunciato un elemento presente nella lista di chi sostiene il candidato sindaco Enzo Ceccarelli, candidato dal centrodestra e sostenuto da diversi partiti tra cui Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Udc, Noi con l’Italia e Rinascimento di Sgarbi. Questo elemento, anni fa, sarebbe stato rinviato a giudizio per stalking e omofobia, con video di prova che testimoniano quel che faceva subire alla sua vittima. Enzo Ceccarelli è (ovviamente) sostenuto da Matteo Salvini Più dicono di non essere omofobi, più affermano che il DDL Zan non serva perché in Italia non c'è un problema di omofobia, più si lamentano...
Rosa Maria Dell’Aria: professoressa sospesa per i decreti sicurezza di Salvini, ha ottenuto giustizia
News dal mondo

Rosa Maria Dell’Aria: professoressa sospesa per i decreti sicurezza di Salvini, ha ottenuto giustizia

Rosa Maria Dell’Aria, professoressa di Palermo sospesa perché ha permesso ai suoi studenti di accostare le leggi razziali con i decreti Sicurezza dell'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini, ha ottenuto giustizia dopo due anni. La storia è infatti iniziata nel 2019, a maggio, nell'istituto industriale Vittorio Emanuele III di Palermo. Inizialmente la sospensione era di due settimane ed era stata presa dall'ufficio scolastico provinciale, dimezzando anche lo stipendio della docente. Solo oggi, dopo due anni, un giudice ha riconosciuto la libertà dell'insegnante. La professoressa Rosa Maria Dell'Aria Ai tempi, la professoressa Rosa Maria Dell'Aria, che nel 2020 sarebbe andata in pensione, affermò di considerare quella sospensione «la più grande amarezza e la più grande ferita della m...