Simone Pillon e le “radici cristiane” della Lega

Condividi

È uno strazio dover ripetere ogni tot mesi a dei leghisti che si professano cristiani, in questo caso Simone Pillon, che di cristiano non hanno proprio nulla e che, in secondo luogo, esistono l’art.7 e l’art.8 della Costituzione Italiana, un documento più importante della Bibbia se ritieni di essere un politico. Bisognerebbe aprire quella, non un libro religioso, quando si decide sul futuro di un popolo. Tuttavia, ancora una volta, ci tocca ripeterlo.

simone-pillon-radici-cristiane
Il post di Simone Pillon

Io ho sostenuto un esame di letteratura cristiana antica e uno di storia del cristianesimo antico, e sono persino stati esami interessanti in quanto ti aiutano a studiare in maniera oggettiva una religione nel 2022 viene utilizzata da politici di destra per giustificare l’essere omofobi, transfobici e razzisti. Uno di questi è Simone Pillon, che di cristiano non ha proprio nulla e che forse la Bibbia, con i dieci comandamenti, non li ha neanche mai letti. Perché il problema della religione cristiana non è quello che è scritto nella Bibbia (non tutto, almeno), bensì la chiesa.

In più, ci aggiungiamo anche che queste radici cristiane non possono continuare a influenzare il presente, poiché parliamo di cose accadute più di duemila anni fa, dove le donne non avevano diritti, erano ridotte a “mamme”, gli omosessuali venivano uccisi ed erano costretti a vivere nascosti, c’era la schiavitù, la pena di morte e tutto lo schifo che fortunatamente oggi abbiamo debellato. È questo quello a cui Simone Pillon, con la Lega, ci vuole riportare? Chiedo. In più, visto che sembrano tanto affezionati alla Bibbia, citiamo il Vangelo secondo Matteo (pensa te che coincidenza):

«Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi’. Allora i giusti risponderanno: ‘Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato, o nudo e ti abbiamo vestito? E quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti?’.

Rispondendo, il re dirà loro: ‘In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me’. Poi dirà a quelli posti alla sua sinistra: ‘Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. Perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare; ho avuto sete e non mi avete dato da bere; ero forestiero e non mi avete ospitato, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato’.

Anch’essi allora risponderanno: ‘Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato o assetato o forestiero o nudo o malato o in carcere e non ti abbiamo assistito?’. Ma egli risponderà: ‘In verità vi dico: ogni volta che non avete fatto queste cose a uno dei miei fratelli più piccoli, non l’avete fatto a me’. E se ne andranno, questi al supplizio eterno, e i giusti alla vita eterna”».

(Mt 25, 31-46)

Simone Pillon e il post sulle “radici cristiane”

«RISCOPRIAMO LE RADICI CRISTIANE DELLA NOSTRA AMATA ITALIA!», scrive Simone Pillon. Che poi le radici italiane siano in primis pagane e quelle cristiane siano in realtà israeliane, è un’altra storia, ma lasciamogli credere che non esistessero religioni in Italia prima del cristianesimo. «Credo negli italiani e nel loro buonsenso: il 25 settembre saremo in tantissimi a votare Lega per difendere le nostre radici e le nostre tradizioni», ma quali radici e tradizioni, esattamente?

simone-pillon-radici-cristiane

Forse intende quando Bossi attaccò il «Papa polacco che ha investito nello Ior e nei Marcinkus» o a tutte le accuse ai «vescovoni» e alla chiesa «romanocentrica»? O ancora alle ampolle d’acqua del dio Po o le nozze con i riti celtici, e quindi pagani? Sono queste le radici e le tradizioni cristiane a cui Simone Pillon fa riferimento? Poco importa la rotta cambiata dopo le polemiche del 2009, le radici della Lega restano quelle, ma forse Simone Pillon le ha dimenticate. Se invece fa riferimento alle radici e tradizioni degli italiani, forse dobbiamo ricordargli i due articoli della Costituzione italiana:

  • ART.7: Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani. I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi. Le modificazioni dei Patti accettate dalle due parti, non richiedono procedimento di revisione costituzionale.
  • ART.8: Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge. Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l’ordinamento giuridico italiano. I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze.

Insomma, in un solo post in cui parla di radici cristiane, Simone Pillon ha negato che Roma sia nata prima del cristianesimo, cosa che ovviamente è falsa in quanto fondata il 21 aprile 753 a.C. con la religione pagana, che il cristianesimo sia nato in Italia, quando invece è nato in Israele, e persino le vere radici del partito di cui fa parte, sicuramente non cristiane. Infine, è andato contro la Costituzione italiana. E voi davvero volete dare voti a lui e al suo partito?

simone-pillon-radici-cristiane

Le risposte online

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.