Tag: matteo salvini

Caro Salvini, l’appello si fa da decenni in ordine alfabetico per cognome
Opinioni attuali

Caro Salvini, l’appello si fa da decenni in ordine alfabetico per cognome

Ma qualcuno di voi ha mai seriamente fatto l'appello in ordine alfabetico, per nome? Se sì, com'è possibile considerando che ci sono bambini che hanno lo stesso nome? Alle elementari eravamo tre Giulia, immaginate fare l'appello per nome e non per cognome. Sembra però che Salvini questo lo abbia dimenticato, e il fatto che nessuno dei suoi gli abbia fatto notare la figuraccia e che i presenti abbiano persino applaudito alle sue delirante dichiarazioni, ci fa rendere conto come la situazione sia grave. Pendono dalle sue labbra a prescindere da quel che dice, o semplicemente sono più ignoranti di lui? Ricorda un po' la storia di genitore 1 e genitore 2, ennesimo fail della destra. In quell'occasione Salvini e la destra hanno accusato la sinistra di aver eliminato le parole mamma e pa...
Salvini: “Basta inviare armi in Ucraina”. Eppure è il primo a dire “la difesa è sempre legittima”
Opinioni attuali

Salvini: “Basta inviare armi in Ucraina”. Eppure è il primo a dire “la difesa è sempre legittima”

No, Matteo Salvini proprio non ce la fa. A essere coerente, si intende. Dopo il Salvini comunista, latinista, razzista, food blogger, speaker, amante delle armi, delle sagre, putiniano, trumpiano, abbiamo sbloccato il pacifista. Diciamo che fa un po' ridere come situazione, poiché solo qualche mese fa difendeva il suo assessore che aveva ucciso (con un colpo d'arma da fuoco!) un uomo, urlano alla legittima difesa. Però se uno dei paesi più potenti al mondo entra in uno stato, comincia a uccidere i civili, noi non dobbiamo cercare di aiutarlo perché le armi non sono la scelta giusta. Facciamo una premessa: ognuno la può pensare come preferisce. È legittimo pensare di dover inviare armi all'Ucraina per aiutare delle persone che si trovano in pericolo, che ogni giorno stanno morendo. ...
Michele Merlo: il padre escluso dalle liste per le critiche alla sanità regionale
Vip news

Michele Merlo: il padre escluso dalle liste per le critiche alla sanità regionale

Michele Merlo era un ex concorrente di Amici, di cui si è parlato tanto a causa della morte improvvisa per cui, tuttavia, si sarebbe potuto far qualcosa se solo i medici avessero prestato attenzione ai dolori e ai sintomi del giovanissimo ragazzo. Il padre, come ogni genitore che perde un figlio a causa di un errore umano, ha amaramente criticato la sanità veneta che non è stata capace di fare il proprio mestiere. Adesso, a causa di quelle critiche, non potrà candidarsi con la Lega. Perché sono tutti bravi a fare le condoglianze e a presentarsi ai funerali, ma non ad ascoltare il dolore di un padre. Michele Merlo Michele Merlo ha partecipato alle 16esima edizione di Amici ed è stato eliminato in semifinale, conosciuto non solo per il suo talento ma anche per essere «contestatore». S...
Convention Meloni: perché Salvini non era presente
Flash News

Convention Meloni: perché Salvini non era presente

«Non farò polemica con il centrodestra: quello piace alla sinistra e non faccio favori alla sinistra. Poi la questione è semplice: noi siamo qui, dall'altro lato c'è la sinistra. E voi dove volete stare? Se volete stare a destra serve chiarezza orgoglio, senza porte girevoli. Si vince e si perde assieme senza allearsi ai nostri avversari», ha detto Giorgia Meloni alla Conferenza del suo partito, dicendosi pronta al governo: con il centrodestra o sola. E qui sorge spontanea una domanda: dov'è Matteo Salvini? «Qualcuno del suo partito ha detto in qualche intervista che non ero gradito e sarei stato come un imbucato alle feste», ha detto Matteo Salvini, ospite di Giletti a 'Non è l’Arena' su La7, spiegando quindi la sua assenza alla convention tanto importante di Giorgia Meloni. «Se d...
“Bella Ciao” assegnata come compito: ed è subito polemica della Lega
News dal mondo

“Bella Ciao” assegnata come compito: ed è subito polemica della Lega

Come poteva la Lega rinunciare a una polemica così succulenta? Si dice che tu non possa neanche pensare a Bella Ciao senza che un leghista si indigni come se un politico continuasse a mettere in mezzo la droga per parlare di un uomo che è stato ucciso dai carabinieri, solo che in quest'ultimo caso, è il leghista ad avere queste idee malsane. Tuttavia, in questa situazione, abbiamo superato davvero il ridicolo. Dicono di lottare contro il pensiero unico, contro il politicamente corretto, ma appena un insegnante insegna la storia tramite la musica, dimostrano la solita incoerenza. Partiamo da un presupposto: Bella Ciao è sì un canto popolare simbolo della resistenza italiana (sebbene solo dopo vent'anni dalla fine della guerra, come fa sapere la stessa Associazione Nazionale Partigiani I...
Matteo Salvini querela Selvaggia Lucarelli: quando “il reato di opinione” va a suo favore
Vip news

Matteo Salvini querela Selvaggia Lucarelli: quando “il reato di opinione” va a suo favore

Ricordate le discussioni in Senato sul DDL Zan? Quante ne abbiamo sentite da parte di Matteo Salvini e dalla gran parte della destra. Genitore 1, Genitore 2, i genitori decidono come educare i propri figli, fuori i bambini dalla politica, ma soprattutto si è parlato di libertà, libertà di avere una propria opinione ed esprimerla senza rischiare di essere denunciato. Era un diritto sacro, questo, per Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Simone Pillon, per tutti quei politicanti che il DDL Zan neanche l'hanno provato a leggere, ma dopotutto dovevano proteggere i propri elettori, capiamoli. E allora come mai il leader della Lega ha denunciato Selvaggia Lucarelli per una sua opinione? Che poi, siamo sinceri: Matteo Salvini che parlava di libertà di opinione quando ha bloccato non si sa quante p...
Berlusconi al Quirinale: come passare dal simbolo di lotta alla mafia, a un finanziatore di Cosa Nostra
Opinioni attuali

Berlusconi al Quirinale: come passare dal simbolo di lotta alla mafia, a un finanziatore di Cosa Nostra

Quando ieri mi sono svegliata e ho letto: «Centrodestra candida Berlusconi come Presidente della Repubblica», la prima cosa che ho pensato è stata che non poteva essere vero. Poi, però, ho ricordato il livello di politici di cui l'Italia sta godendo in questi anni, e mi sono resa conto che in realtà non sono minimamente stupita. La seconda cosa che ho invece pensato, è che se Berlusconi vuole, ci riesce, considerando tutto il potere che possiede, non prendiamoci in giro. Il terzo pensiero, invece, è stato un'oscillare fra non tornare mai più in Italia e tornarci solo per manifestare. Ah, Italia Italia. I Pinguini Tattici Nucleari cantano «Italia Italia che sei meno scontata di una condanna di Berlusconi, e che i tuoi figli sono così viziati che non sognano altro di levarsi dai coglioni...
Matteo Salvini paragona l’utero in affitto al nazismo ma non dice una parola su quello che sta succedendo in Polonia
Opinioni attuali

Matteo Salvini paragona l’utero in affitto al nazismo ma non dice una parola su quello che sta succedendo in Polonia

Matteo Salvini non ha detto una singola parola su quello che sta accadendo sotto i nostri occhi in Polonia, dove donne verranno incarcerate solo per aver preso una scelta sul proprio corpo, o anche senza poterla prendere. Non ha mandato solidarietà, non è andato contro, non è minimamente intervenuto su quello che stanno facendo i suoi alleati con cui voleva formare un Rinascimento europeo, ma ha avuto il coraggio di paragonare l'utero in affitto al nazismo. Peccato che uno fosse un totalitarismo che ha causato migliaia di vittime, e l'altro no. Cosa sta succedendo in Polonia? Apriamo una piccola parentesi giusto per chi non fosse informato. Sarà istituita la figura del superprocuratore che Marta Lempart, cofondatrice delle "Sciopero delle donne" ha descritto affermando che con questa f...
Bolsonaro contestato, ma ovviamente Matteo Salvini lo difende
Vip news, Opinioni attuali

Bolsonaro contestato, ma ovviamente Matteo Salvini lo difende

È bigotto, è omofobo, è transfobico, è sul podio della BBC per le persone che hanno affermato più fake news durante il periodo Covid-19, di chi stiamo parlando? No, non di Matteo Salvini, bensì di uno dei suoi idoli, Jair Bolsonaro, presidente brasiliano che è stato accusato da una commissione del suo stesso Senato di «crimini contro l'umanità». Ma come ogni persona disgustosa che non rispetta i diritti umani, Matteo Salvini lo loda e ha addirittura parlato a nome di tutti gli italiani chiedendogli scusa. Personalmente, Matteo Salvini non parla a nome mio. Fonte: Twitter Jair Bolsonaro ha partecipato al G20 di Roma, così prima di tornare in Brasile ha deciso di fare un breve viaggio in Italia, tra il Veneto e la Toscana. In Veneto, in particolare, ha avuto l'onore di incontrare il l...
Forza Nuova: oscurato il sito web, ma la destra non vota per la mozione
News dal mondo

Forza Nuova: oscurato il sito web, ma la destra non vota per la mozione

Giorni bui e tristi per l'Italia che si è dopo anni resa conto di come Forza Nuova sia un partito fascista. Insomma, in fin dei conti non vanno in giro a fare il saluto romano o indossando maglie con messaggi come "Boia chi Molla". Ah no? Lo fanno? Beh, almeno adesso se ne sono accorti e cercano di migliorare la tragica situazione. Il sito del partito è stato finalmente oscurato, tuttavia le mozioni in parlamento per sciogliere Forza Nuova sono, ancora una vostra, nelle mani della destra. Avete presente quando cominciavano a iniziare le voci sul DDL Zan, in cui si spiegava che la violenza contro le persone discriminate o picchiate per il proprio orientamento sessuale sarebbe stata un'aggravante? E ricordate che Matteo Salvini cominciava a parlare di "eterofobia" o ancora di "discrimina...