Tag: femminismo

Doppio cognome: oggi la sentenza sulla Gazzetta Ufficiale
News dal mondo

Doppio cognome: oggi la sentenza sulla Gazzetta Ufficiale

Ormai è ufficiale: oggi la sentenza sul doppio cognome sarà ufficialmente pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, per cui da questo momento «figlio assume il cognome di entrambi i genitori nell’ordine dai medesimi concordato, salvo che essi decidano, di comune accordo, di attribuire soltanto il cognome di uno dei due». Un piccolo passo avanti, un semplice riconoscimento, ma che dà più importanza alla figura della madre in una relazione. Fonte: Avvenire Ad aprile scorso la Corte Costituzionale aveva pronunciato la decisione che stabilisce che i genitori possono scegliere «di comune accordo, di attribuire soltanto il cognome di uno dei due», altrimenti la regola automatica sarà quella di far assumere al figlio il casato «di entrambi i genitori nell’ordine dai medesimi concordato». Poi, ...
Manifestazione Pro Vita a Roma: contro il diritto di scegliere
News dal mondo

Manifestazione Pro Vita a Roma: contro il diritto di scegliere

Sei contro l'aborto? Allora non abortire. Sembra così semplice, vero?Evidentemente no, visto che dobbiamo subirci, nel 2022, le manifestazioni Pro Vita. Alla fine, ognuno la pensa come vuole, ma scusate se non riesco proprio a stare in silenzio davanti al bigottismo. Nessuno obbliga nessuno ad abortire, ma troppi cercano di obbligare qualcuno a non abortire. La differenza sembra evidente. E come si fa a stare in silenzio su un tema del genere, quando in Polonia le donne ucraine stuprate dai russi cercano di abortire ma le viene negato questo diritto? Foto di The Democrats su Twitter La vita è una cosa meravigliosa. E su questo siam tutti d'accordo. Ma perché la vita di un feto dev'essere più importante di quella di una donna? Va bene, ricordiamola. Ricordiamola la storia di Izabela,...
Abortire in Europa è davvero così semplice?
Opinioni attuali

Abortire in Europa è davvero così semplice?

Stiamo vivendo un'epoca in cui ci sembra di tornare indietro. Il diritto della donna di scegliere sul proprio corpo è in pericolo. Lo è negli Stati Uniti, come lo è in Europa, e prendiamo solo questi continenti come esempi per il semplice fatto che si tende a pensare che si viva meglio. Ma si può davvero vivere meglio se la vita di un feto viene messa davanti a quello di una donna? Lo ripetere per sempre: rendere illegale l'aborto non significa vietare alle persone di abortire, ma solo non concedere alle donne il diritto di abortire in sicurezza. Fonte foto: Twitter Abbiamo parlato e parleremo ancora della situazione in Polonia, dato che è forse il paese dell'Unione Europea dove è più complesso abortire a causa di un governo ultra cattolico che preferisce far morire le donne (vedi:...
Afghanistan: i talebani hanno imposto il burqa in pubblico alle donne
News dal mondo

Afghanistan: i talebani hanno imposto il burqa in pubblico alle donne

Ricordate i talebani? Ricordate quando quest'estate tutte le attenzioni dei media per circa due settimane sono stati puntati verso l'Afghanistan? E soprattutto vi ricordate la denuncia da parte della comunità LGBT e delle attiviste donne sul posto? Ebbene, la situazione non è minimamente migliorata. Vi abbiamo raccontato con gioia della squadra di calcio femminile che è tornata a giocare per la prima volta dopo l'avvento dei talebani, ma adesso dobbiamo anche raccontarvi di come stanno vivendo le persone che non sono riuscite o che hanno deciso di non scappare, in particolare le donne. Come aiutare le persone in Afghanistan: GoFundMe e donazioniIl leader dei talebani afferma che rispetteranno i diritti delle donne, ma tra il dire e il fare c’è di mezzo il mareIl problema delle donne in...
Elisabetta Franchi: la donna che fa guerra alle donne “non -anta”
Opinioni attuali

Elisabetta Franchi: la donna che fa guerra alle donne “non -anta”

Il 2022 non smette di donarci delle chicche di cui faremmo benissimo a meno: dopo Alessandro Borghese che incita i giovani a lavorare gratis, adesso Elisabetta Franchi, imprenditrice e stilista bolognese, ha detto senza alcuna vergogna di non accettare di lavorare con donne giovani, non ancora "negli -anta", perché «non ti puoi permettere di non vederla arrivare per due anni» a causa della maternità, sottolineando poi come sia anche nel DNA delle donne fare figli. Quindi le donne giovani che vogliono avere dei figli, cosa devono fare? Farsi ingravidare finché non raggiungono "gli -anta"? È sconvolgente ascoltare un discorso del genere nel 2022, se aggiungiamo che a pronunciarlo è stata anche una donna che ha ammesso di preferire un uomo (mi chiedo se comunque anche gli uomini giova...
Il problema del femminicidio nel 2022
Opinioni attuali

Il problema del femminicidio nel 2022

Ne abbiamo parlato più volte, forse ogni volta che una donna è stata uccisa da un uomo di cui si fidava, ogni volta che un femminicidio è stato commesso, ma considerando che negli ultimi giorni, a distanza di poche ore, sono state uccise tre donne, evidentemente serve parlarne ancora di più. Il problema del femminicidio in Italia è un problema serio e non possiamo sopportare persone che, quando se ne parla, si permettono di dire «sì ma anche gli uomini sono vittime» e soprattutto non possiamo leggere i giornali che parlano della vita dell'assassino. Durante gli ultimi due anni i casi di femminicidio sono aumentati fin troppo, e sapete quali sono state le reazioni di alcuni cittadini (uomini e donne) italiani? «È normale che i femminicidi aumentino, siamo stati chiusi in casa per du...
Le donne che hanno corso in Formula 1: da Lella Lombardi e Susie Wolff alla W Series
Sport

Le donne che hanno corso in Formula 1: da Lella Lombardi e Susie Wolff alla W Series

La Formula 1 sembra un mondo a porte chiuse per le donne che potrebbero avere la stoffa per competere nella categoria regina, ma già in cinque hanno compiuto il salto di qualità negli anni passati. Oggi, però, i tempi sono cambiati: le donne nel motorsport non mancano all'appello, ma nessuna di loro corre nelle massime categorie. Sarà per colpa di problemi fisici o di una discriminazione di genere? Le donne che hanno corso in Formula 1 Maria Teresa De Filippis La prima a qualificarsi ad un Gran Premio di F1 è stata Maria Teresa De Filippis, sotto la nostra bandiera italiana. Maria Teresa era l’ultima di cinque figli, ma i suoi fratelli non credevano che potesse raggiungere tali risultati, e questo la spronò ancora di più. Il padre, invece, era un grande appassionato di autom...
Cognome materno: prima assegnazione in Italia
Flash News

Cognome materno: prima assegnazione in Italia

C'è stata la prima decisione di un Tribunale italiano riguardo l'assegnazione del cognome materno a un figlio minorenne: ed è positiva! Il Tribunale di Pesaro, con provvedimento emesso ieri 28 aprile e depositato oggi, ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati Andrea Nobili e Bernardo Becci dello studio NBBZ di Ancona, per la madre di un minorenne che chiedeva il riconoscimento anche del cognome materno al figlio, nonostante l'opposizione del padre. Solo qualche giorno fa la Corte Costituzionale aveva pronunciato la decisione che stabilisce che i genitori possono scegliere «di comune accordo, di attribuire soltanto il cognome di uno dei due», altrimenti la regola automatica sarà quella di far assumere al figlio il casato «di entrambi i genitori nell’ordine dai medesimi concordato...
Essere una calciatrice in Italia sarà ufficialmente una professione
Sport

Essere una calciatrice in Italia sarà ufficialmente una professione

Meravigliosa notizia per le sportive e per il femminismo: essere una giocatrice di serie A nel calcio femminile sarà ufficialmente considerato come essere un'atleta professionista, e quindi potrà essere considerata a norma di legge una vera e propria professione, come già avviene nello sport maschile. Proprio mentre in molte cercano di far comprendere che il fatto che un figlio possa avere anche il cognome della madre non è una cosa negativa, abbiamo da festeggiare anche un'altra sconfitta del patriarcato: essere calciatrice è ufficialmente un lavoro. Nel 2022 ci sono ancora delle persone che sono convinte che ci siano sport da donna e sport da uomini (o, in generale, cose da uomini o cose da donne). Calcio, basket, rugby, sono degli sport da uomini. Ginnastica artistica, ritmica, ...
L’assurda lotta della destra contro la gestazione per altri
Opinioni attuali

L’assurda lotta della destra contro la gestazione per altri

Continua l’assurda lotta della destra italiana, e in particolare di Giorgia Meloni, contro la gestazione per altri, anche conosciuto come utero in affitto. Per chi ha seguito le varie sedute del DDL Zan, sa che tutta la destra è molto contraria a questo fenomeno: e questo lo saprà in quanto lo citavano quasi in ogni intervento sebbene, in primis, non fosse minimamente menzionato nel decreto di legge contro le discriminazioni abiliste e omotransfobiche, e, in secundis, esista già una legge che la rende illegale. Quindi qual è il problema? Sono diverse le opinioni riguardo la maternità surrogata, ma penso che sia idea comune che, nel caso una donna decida di prestare il proprio utero, debba farlo per piacere, per aiutare magari degli amici o persino dei famig...