Tag: aborto

Valeria Marini e l’utero delle altre donne
Opinioni attuali

Valeria Marini e l’utero delle altre donne

Ci sarebbero tantissime cose di cui parlare in questo periodo, e mi piange il cuore non poterlo fare a causa della sessione invernale e soprattutto di dover parlare solo di alcune di loro. L'argomento scelto per oggi è Valeria Marini che ha abortito a 15 anni, ma che ritiene di essere contro l'aborto. Insomma, lei può abortire, ma le altre donne non possono. Non stupisce, tuttavia, considerando l'ultima uscita avuta nel periodo elettorale a difesa di Giorgia Meloni. Ed è così che la donna idolatrata dalla comunità LGBT, sostiene un'omofoba, e una donna apprezzata da altre donne decide per loro. Ci sconvolge come diverse persone “cancellino” il personaggio ancora una volta dicendo che “è caduto un mito“, come se politicamente abbia davvero fatto qualcosa. Ma davvero si era arrivati ...
Il Presidente Meloni ha avvertito gli uomini del partito che lei non vuole toccare il diritto all’aborto?
Opinioni attuali

Il Presidente Meloni ha avvertito gli uomini del partito che lei non vuole toccare il diritto all’aborto?

Il Presidente Meloni ha avvertito gli uomini del partito che lei non vuole toccare il diritto all'aborto? Domanda lecita, considerati i precedenti, e non parliamo solo del disegno di legge antiabortista del senatore Roberto Menia, di Fratelli d'Italia. Dal primo giorno di legislatura persone come Maurizio Gasparri e Massimiliano Romeo stanno facendo di tutto per togliere il diritto di aborto alle donne, non toccando direttamente la 194, ma facendolo indirettamente. E il Presidente che ha detto (ma ha detto tante cose mentre era in opposizione) di non voler andare contro l'aborto, ha qualcosa da dire? Non so di cosa ci stupiamo, personalmente, e mi preoccupa il fatto che solo adesso se ne stia parlando quando le proposte anti-abortiste ci sono state dalla prima settimana di legislat...
La Francia verso l’inserimento del diritto all’aborto nella Costituzione
News dal mondo

La Francia verso l’inserimento del diritto all’aborto nella Costituzione

L'Assemblea nazionale francese ha votato per l'inclusione del diritto all'aborto nella Costituzione. La Sinistra e la maggioranza avevano concordato lo scorso giovedì una formulazione comune per inserire tale diritto nella Costituzione, all'articolo 66: «La legge garantisce l'effettività e la parità di accesso al diritto all'interruzione volontaria di gravidanza». Quindi, mentre in Italia si cercano dei modi per dare dei diritti al feto ancor prima della nascita, togliendoli di fatti a una donna già in vita, in Francia si fanno dei passi avanti sul fronte dei diritti della donna. Prima di parlare della Francia, ricordiamo quello che succede nella nostra Italia: Fratelli d'Italia in Liguria, in un Paese con fin troppi medici obiettori, ha fatto una proposta regionale, la 71, in cui si c...
Polonia: il Parlamento dovrà esamire le leggi sull’aborto dopo che la vita del feto è stata messa prima di quella delle donne
News dal mondo

Polonia: il Parlamento dovrà esamire le leggi sull’aborto dopo che la vita del feto è stata messa prima di quella delle donne

I legislatori dell'UE terranno presto una discussione pubblica per presentare ai legislatori un elenco delle donne che sono morte in Polonia a causa delle terribili e inumane leggi sull'aborto che hanno creato un divieto de facto. D'altronde, in più occasioni ne abbiamo parlato: la storia più terrificante è quella di Izabela, una donna di 30 anni, polacca e incinta, morta a causa di un’infezione dovuta a delle complicazioni sorte nella 22esima settimana di gravidanza e a cui è stato vietato l'aborto. Se le fosse stato concesso, oggi sarebbe ancora viva. Oggi sarebbe stata ancora accanto a suo figlio, già in vita, e alla sua famiglia. EPA-EFE/LESZEK SZYMANSKI Ma facciamo un passo indietro, vi va? L’anno scorso la Polonia ha preso la decisione di rendere ancora più restrittiva la già ...
Finlandia: il Parlamento abolisce la necessità di vedere due medici prima dell’aborto
News dal mondo

Finlandia: il Parlamento abolisce la necessità di vedere due medici prima dell’aborto

Mentre in Italia ci troviamo con un governo che cerca di attaccare l'aborto senza esplicitamente toccare la 194 e un primo partito che vuole «sportelli pro vita in ogni ospedale della regione in cui si eseguono interruzioni di gravidanza», in Finlandia si fanno dei passi avanti con una riforma legislativa che faciliterà il processo di aborto nel paese, che attualmente ha la legge sull'aborto più severa della regione nordica. Insomma, un piccolo passo avanti che potrebbe portare a qualcosa di più grande. Senza ripetere la situazione in tutto il mondo, vi ricordiamo che ad oggi in Italia i medici obiettori sono fin troppi, per cui sebbene l’aborto sia legalmente possibile, trovare un medico che sia disposto a farti abortire è davvero complesso. E in più abbiamo diversi personaggi ch...
“Non toccheremo l’aborto”: ma Maurizio Gasparri presenta una proposta di legge antiabortista
News dal mondo

“Non toccheremo l’aborto”: ma Maurizio Gasparri presenta una proposta di legge antiabortista

Davanti alle varie critiche che ricevette, Giorgia Meloni disse di non voler né modificare né abolire la legge 194 sull'aborto, bensì di voler «applicare meglio la prima parte della Legge 194 che prevede tutto il tema della prevenzione, cioè vorrei aggiungere un diritto al diritto ad abortire che non viene toccato», ma la realtà sembra essere un'altra, considerata la proposta di Maurizio Gasparri che mira non a modificare la legge 194, bensì a riconoscere la capacità giuridica del concepito, e quindi, in altre parole, ad abolire l'aborto. Mentre tutto il mondo comincia a dimostrare di odiare le donne riducendole semplicemente a madri, in Italia la situazione anche prima di oggi non era migliore. Vi ricordiamo infatti i troppi medici obiettori, così tanti che, sebbene l’a...
Fratelli d’Italia e l’astensione in Liguria: «sportelli pro vita in ogni ospedale della regione in cui si eseguono interruzioni di gravidanza»
News dal mondo

Fratelli d’Italia e l’astensione in Liguria: «sportelli pro vita in ogni ospedale della regione in cui si eseguono interruzioni di gravidanza»

Ci ha detto di non preoccuparci, che non ha intenzione di toccare la legge 194 né di vietare in qualsivoglia modo il diritto delle donne ad abortire, eppure... Quello che è successo in Liguria proprio pochi giorni dopo le elezioni ci fa comprendere che tra il dire di Giorgia Meloni e il fare del suo partito c'è di mezzo il mare. Nella regione, infatti, Fratelli d'Italia ha proposto una legge in cui si propongono degli sportelli "pro vita" gestiti da associazioni di volontariato in ogni struttura ospedaliera della Liguria, in cui sia praticata l’interruzione volontaria di gravidanza. Proprio ieri abbiamo celebrato la Giornata internazionale dell’aborto sicuro, e abbiamo ricordato come in diverse parti del mondo quest'anno, l'aborto sia sotto attacco. Negli USA è stata ribaltata la Roe ...
Giornata internazionale dell’aborto sicuro: quest’anno più che mai
Opinioni attuali

Giornata internazionale dell’aborto sicuro: quest’anno più che mai

Si è sempre discusso di aborto, ma quest'anno più che mai. Negli USA è stata ribaltata la Roe vs Wade, in Polonia una donna è morta perché non le è stato concesso di abortire, in Ungheria le donne che vogliono abortire saranno costrette ad ascoltare il battito del feto, e in Italia abbiamo Giorgia Meloni come premier, donna che dice di non essere contro l'aborto e di non voler toccare la legge 194, ma che ha fra i suoi nel partito molti antiabortisti. Per questo, oggi più che mai, la giornata internazionale dell'aborto sicuro è importante. «La Costituzione non fa alcun riferimento all’aborto e nessun diritto del genere è implicitamente protetto da alcuna disposizione costituzionale, inclusa quella su cui ora si basano principalmente i difensori di Roe e Casey: la Due Process Clause del...
Il governatore del West Virginia ha firmato un disegno di legge contro l’aborto
News dal mondo

Il governatore del West Virginia ha firmato un disegno di legge contro l’aborto

Ci risiamo: un altro governatore degli USA ha firmato una legge contro l'aborto (adesso consentito solo in determinate situazioni mediche o in caso di stupro o incesto). È il caso di Jim Justice, governatore del West Virginia, che ha approvato la House Bill 302 martedì in una sessione speciale, rendendo il West Virginia il secondo stato ad approvare un disegno di legge restrittivo sull'aborto dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti ha ribaltato Roe v. Wade. Il divieto entra in vigore immediatamente, con sanzioni penali previste in 90 giorni. Proprio qualche settimana fa abbiamo parlato del duro discorso di una dodicenne davanti al legislatore del West Virginia. Addison è una delle circa 90 persone che hanno parlato in una conferenza pubblica, condividendo le proprie storie sull...
Il diritto a non abortire non può esistere, perché nessuna donna è costretta ad abortire
Opinioni attuali

Il diritto a non abortire non può esistere, perché nessuna donna è costretta ad abortire

Giorgia Meloni, in un comizio a Genova, ha parlato dell'aborto e di come Fratelli d'Italia (che ha candidato dei politici antiabortisti) non stia cercando di affossare la legge 194. Ovviamente, considerando gli ideali della destra e anche i diversi post che scrivono sui social individui come Simone Pillon (che fa comunque parte di un partito alleato di FDI), non viene difficile comprendere perché in molti ritengano che Giorgia Meloni una volta al potere possa abolire l'aborto, tuttavia sembra che queste non siano le sue intenzioni. Anzi, vuole dare persino più diritti a chi non vuole abortire perché, si sa, in Italia sei obbligata ad abortire. Ah, non è così? Uno dei tanti post di Simone Pillon Giorgia Meloni non è alleata delle donne, a prescindere che sia pro o contro l'aborto. La...