Tag: aborto

Il governatore del West Virginia ha firmato un disegno di legge contro l’aborto
News dal mondo

Il governatore del West Virginia ha firmato un disegno di legge contro l’aborto

Ci risiamo: un altro governatore degli USA ha firmato una legge contro l'aborto (adesso consentito solo in determinate situazioni mediche o in caso di stupro o incesto). È il caso di Jim Justice, governatore del West Virginia, che ha approvato la House Bill 302 martedì in una sessione speciale, rendendo il West Virginia il secondo stato ad approvare un disegno di legge restrittivo sull'aborto dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti ha ribaltato Roe v. Wade. Il divieto entra in vigore immediatamente, con sanzioni penali previste in 90 giorni. Proprio qualche settimana fa abbiamo parlato del duro discorso di una dodicenne davanti al legislatore del West Virginia. Addison è una delle circa 90 persone che hanno parlato in una conferenza pubblica, condividendo le proprie storie sull...
Il diritto a non abortire non può esistere, perché nessuna donna è costretta ad abortire
Opinioni attuali

Il diritto a non abortire non può esistere, perché nessuna donna è costretta ad abortire

Giorgia Meloni, in un comizio a Genova, ha parlato dell'aborto e di come Fratelli d'Italia (che ha candidato dei politici antiabortisti) non stia cercando di affossare la legge 194. Ovviamente, considerando gli ideali della destra e anche i diversi post che scrivono sui social individui come Simone Pillon (che fa comunque parte di un partito alleato di FDI), non viene difficile comprendere perché in molti ritengano che Giorgia Meloni una volta al potere possa abolire l'aborto, tuttavia sembra che queste non siano le sue intenzioni. Anzi, vuole dare persino più diritti a chi non vuole abortire perché, si sa, in Italia sei obbligata ad abortire. Ah, non è così? Uno dei tanti post di Simone Pillon Giorgia Meloni non è alleata delle donne, a prescindere che sia pro o contro l'aborto. La...
L’Ungheria ascolterà il “battito del feto” prima di abortire
News dal mondo

L’Ungheria ascolterà il “battito del feto” prima di abortire

Ah, l'Ungheria. Non basta essere omofobi e considerare le persone LGBT alla pari dei pedofili, ma adesso anche maschilisti: Viktor Orbán ha deciso che se una donna decide di abortire, quindi decide di prendere una decisione sul suo corpo e sulla sua vita, dei medici dovranno sentire prima il battito del cuore del feto. Insomma, qualcosa che ci ricorda molto la heartbeat act, che è stata già criticata da molti medici. Ricordiamo, ancora una volta, che Viktor Orbán è stretto alleato sia di Matteo Salvini che di Giorgia Meloni. Proprio Salvini qualche settimana fa ha lodato la «legge più avanzata per la famiglia» che si trova in Ungheria. Perché? Perché «la donna dopo il terzo figlio è un soggetto fiscale molto ridotto, dal quarto figlio non lo è più, congedi parentali estesi anche ai...
Una bambina di 11 anni è incinta, e la famiglia si rifiuta di farla abortire
News dal mondo

Una bambina di 11 anni è incinta, e la famiglia si rifiuta di farla abortire

Una bambina di 11 anni che già in precedenza ha partorito dopo aver subito uno stupro ad appena 10 anni, è nuovamente incinta di un secondo bambino. Lo confermano le autorità brasiliane, dove è successa questa tragedia. La gravidanza è stata scoperta venerdì scorso, quando la bambina è stata esaminata durante il soggiorno presso un rifugio a Teresina, Piaui, Brasile nord-orientale. I servizi per l'infanzia hanno immediatamente riferito i risultati al Dipartimento di polizia per la protezione dei bambini e degli adolescenti (DPCA), che indagheranno sullo stupro e sulla gravidanza. La madre di lei si rifiuta di farla abortire. DPCA L'aborto per le bambine è un argomento molto discusso nell'ultimo periodo. Ad esempio, Philip Gunn, membro della camera del Mississippi, ha affermato di ri...
Texas: armi ai giovani maggiorenni e legge sull’aborto sempre più restrittiva
News dal mondo

Texas: armi ai giovani maggiorenni e legge sull’aborto sempre più restrittiva

La vita è importante per il Texas. Ma solo se quella vita appartiene a feti ancora non nati. Perché evidentemente delle vite delle 21 vittime, di cui 19 bambini e due insegnanti morte in una sparatoria scolastica per mano di un ragazzino, valgono meno di un feto, meno della vita di una donna, di una bambina, che è stata stuprata E la testimonianza è come il giudice abbia respinto il divieto di possesso di armi per i giovani fra i 18 e i 20 anni, ma come, sempre in Texas, chi ricorre all'aborto rischia persino l'ergastolo. La situazione in Texas era piuttosto critica già lo scorso, quando ancora la Roe vs. Wade non era stata ribaltata. Ricorderete, infatti, l'Heartbeat Act, che vieta l’aborto dopo che è stata rilevata la prima attività cardiaca embrionale, quindi dopo circa sei sett...
Florida: aborto negato a una 16enne, “troppo piccola per prendere questa decisione”
News dal mondo

Florida: aborto negato a una 16enne, “troppo piccola per prendere questa decisione”

Lunedì una corte d'appello della Florida ha impedito a un'adolescente di 16 anni di ricorrere all'aborto, dicendo che non è "sufficientemente matura" per scegliere di porre fine alla sua gravidanza. Ma evidentemente è abbastanza matura per poter sopportare un parto e crescere un'altra vita umana, che dipenderà completamente da lei. La situazione negli Stati Uniti è tragica e non sembra voler cambiare, non va incontro alle donne, alle ragazzine e, abbiamo visto, neanche incontro alle bambine vittime di stupro. «La Costituzione non fa alcun riferimento all’aborto e nessun diritto del genere è implicitamente protetto da alcuna disposizione costituzionale, inclusa quella su cui ora si basano principalmente i difensori di Roe e Casey: la Due Process Clause del quattordicesimo emendament...
Aborto: il duro discorso di una dodicenne davanti al legislatore del West Virginia
News dal mondo

Aborto: il duro discorso di una dodicenne davanti al legislatore del West Virginia

Una dodicenne ha tenuto un discorso alla Camera dei delegati del West Virginia per opporsi alla legislazione che vieta l'aborto nello Stato. Nelle ultime settimane sono state tantissime le testimonianze da parte di donne e ragazzine che si sono, improvvisamente, viste private del diritto di scegliere sul proprio corpo. Addirittura, in alcuni casi abbiamo visto una bambina venir privata dell'aborto e manipolata per poter mantenere la gravidanza, conseguenza di uno stupro. Questo non può essere un paese civile. «La Costituzione non fa alcun riferimento all’aborto e nessun diritto del genere è implicitamente protetto da alcuna disposizione costituzionale, inclusa quella su cui ora si basano principalmente i difensori di Roe e Casey: la Due Process Clause del quattordicesimo emendament...
Quando l’aborto viene negato alle bambine vittime di stupro: caso del Brasile
News dal mondo

Quando l’aborto viene negato alle bambine vittime di stupro: caso del Brasile

Nelle ultime settimane abbiamo più volte parlato del delicatissimo tema dell'aborto. In particolare, però, ci siamo anche soffermati sui casi in cui l'aborto è stato negato a delle vittime di stupro, a delle bambine vittime di stupro. Eclatante la storia della bambina di dieci, il cui stupratore è stato arrestato proprio la settimana scorsa. In Brasile, però, la situazione non è tanto diversa dagli Usa, infatti l'aborto è consentito solo in caso di stupro o se la vita della donna è in pericolo. E il bigottismo ancora una volta è prevalso. La dottoressa Caitlin Bernard, un ostetrico-ginecologo di Indianapolis, ha ricevuto una telefonata qualche settimana fa, tre giorni dopo la sentenza della Corte, da un medico in Ohio che aveva una bambina di 10 anni nel suo studio che era incinta ...
USA, aborto: sempre più uomini cercano la vasectomia
News dal mondo

USA, aborto: sempre più uomini cercano la vasectomia

In seguito alla scelta della Corte Suprema statunitense di rendere incostituzionale il diritto all'aborto, molti uomini stanno reagendo al problema decidendo di fare una vasectomia, che tra l'altro, sebbene sia molto complesso e spesso è sconsigliato, può anche essere reversibile. In ogni caso, molti sondaggi e report degli Stati Uniti hanno fatto sapere che in sempre più cliniche aumentano le telefonate per prenotare una visita da quando l'aborto è stato reso incostituzionale e illegale per diversi stati. «La Costituzione non fa alcun riferimento all’aborto e nessun diritto del genere è implicitamente protetto da alcuna disposizione costituzionale, inclusa quella su cui ora si basano principalmente i difensori di Roe e Casey: la Due Process Clause del quattordicesimo emendamento»....
Aborto USA: la violenza verso gli operatori in aumento
News dal mondo

Aborto USA: la violenza verso gli operatori in aumento

Di recente la National Abortion Federation (NAF) ha pubblicato un interessante quanto tragico rapporto sulla violenza nei confronti di persone che lavorano nelle cliniche pro-aborto, che documenta un aumento significativo della violenza e delle minacce di violenza contro i fornitori di aborti nel periodo precedente la decisione della Corte Suprema così come anche le sfide affrontate dai fornitori durante la pandemia. E considerando come sta andando la situazione, si ritiene che la violenza continuerà ad aumentare. «La Costituzione non fa alcun riferimento all’aborto e nessun diritto del genere è implicitamente protetto da alcuna disposizione costituzionale, inclusa quella su cui ora si basano principalmente i difensori di Roe e Casey: la Due Process Clause del quatto...