Tag: social

Mastodon: il software su cui stanno emigrando gli utenti Twitter dopo l’acquisto di Musk
Nerd stuff

Mastodon: il software su cui stanno emigrando gli utenti Twitter dopo l’acquisto di Musk

Partiamo da un presupposto: Mastodon non è un social, è un software, dove poi si trovano diverse istanze che possono essere considerate come dei social network. Nelle ultime ore ho provato quella abbastanza popolare in Italia e in cui si sono trasferiti diversi utenti del Twitter dopo l'acquisto di Elon Musk del social (io mi ci sono trasferita solo per curiosità, sapete che amo provare nuovi social), ovvero mastodon.uno. In questo articolo, quindi, cercherò di spiegarvi cos'è questo pseudo-social e vedremo anche come funziona! Potrebbe interessarvi: Waveful: come funziona e cosa pensiamo del nuovo social italianoMeWe: conoscete questo social?Kialo, il social network per chi li odiaClubhouse: come funziona il cosiddetto social del momento? Le opinioni di chi lo usa In molti ...
Elon Musk: Twitter potrebbe accettare la sua offerta
Economia e finanza

Elon Musk: Twitter potrebbe accettare la sua offerta

Continua l'avventura di Elon Musk che cerca di convincere l'agenzia di Twitter a vendergli la piattaforma. Secondo Bloomberg, infatti, il social sarebbe nella fase finale delle trattative che vedono in gioco $43 miliardi da parte di Musk per poter ufficialmente acquistare il social che lui utilizza parecchio (ricordate che ha addirittura fatto scegliere ai suoi follower se vendere o no le azioni di Tesla?). Tuttavia, Twitter è ancora indecisa sul da farsi. Ma perché Elon Musk dovrebbe volere Twitter? «Questo non è un modo per fare soldi. Il mio forte senso intuitivo è che avere una piattaforma pubblica che è massimamente affidabile e ampiamente inclusiva è estremamente importante. Lo faccio per il futuro della civiltà, non mi interessa l’aspetto economico», ha detto. Vi ricordiamo,...
#83 – Riviviamo i classici della nostra adolescenza: Tumblr
Riviviamo l'adolescenza

#83 – Riviviamo i classici della nostra adolescenza: Tumblr

Continuiamo Riviviamo i classici della nostra adolescenza con le tematiche iniziate all'inizio del mese. Abbiamo già rivisto i social dove socializzavamo e dove abbiamo conosciuto diverse persone, tuttavia oggi vedremo i social dove entravamo per cercare delle immagini e anche per sfogarci: WeHeartIt, Pinterest, Tumblr e BlogSpot. In comune hanno il fatto che tutti potevano essere utilizzati un po’ come blog, qualcuno come blog per scrivere, altri semplicemente per condividere delle immagini in linea con il nostro mood. E voi quale utilizzavate? WeHeartIt era per le romantiche, per chi sognava una relazione sentimentale perfetta come quelle che leggevamo nelle fan fiction su EFP; Pinterest era invece per chi era fissata con qualcosa, che fosse una band, che fosse la stanz...
Twitter: arriva ufficialmente la funzione “modifica tweet”
Nerd stuff

Twitter: arriva ufficialmente la funzione “modifica tweet”

Da anni, forse da sempre, da ancor prima che esistesse la stessa funzione fosse disponibile su Facebook o Instagram, gli utenti chiedono ai CEO di Twitter di poter modificare i tweet. In diverse occasioni è molto fastidioso postare qualcosa in fretta, senza rileggere, ricevere dei like e poi... accorgersi di aver fatto un errore di distrazione. Sarebbe bello modificare. Allo stesso tempo, però, qualcuno potrebbe anche approfittare per cambiare completamente il significato di qualcosa che ha ricevuto diversi retweet. Quindi, in che modo Twitter farà sì che questo non accada? Facciamo una piccola premessa. Sapevate che Elon Musk ha acquistato il 9,2% delle azioni (che equivalgono a 73.486.938) della società? È subito quindi divenuto il maggior azionista del social che lui utilizza pi...
Truth: il social di Donald Trump è un flop
Nerd stuff

Truth: il social di Donald Trump è un flop

Truth, il social di Donald Trump, è ufficialmente un flop. Lanciato il 21 febbraio 2022, ha perso il 93% dei nuovi utenti. Sin dal principio, in realtà, gli utenti sono stati davvero pochi rispetto alle aspettative. L'ex presidente aveva diversi followers su Twitter, così come lo è l'esercito che farebbe di tutto per lui, tuttavia i dati del Daily Beast ha comunicato che le installazioni dall’App Store di Apple sono crollate da 800 mila a 60 mila circa. Facciamo un salto nel passato. Siamo al periodo in cui Donald Trump fu bannato da tutti o quasi i social network. «Gli sconvolgenti eventi delle ultime 24 ore dimostrano chiaramente che il presidente Donald Trump intende utilizzare il tempo rimanente in carica per minare la transizione pacifica e legittima del potere al suo successore ...
#81 – Riviviamo i classici della nostra adolescenza: WeHeartIt
Riviviamo l'adolescenza

#81 – Riviviamo i classici della nostra adolescenza: WeHeartIt

Iniziamo aprile con nuove tematiche per Riviviamo i classici della nostra adolescenza. Abbiamo già rivisto i social dove socializzavamo e dove abbiamo conosciuto diverse persone, tuttavia oggi vedremo i social dove entravamo per cercare delle immagini e anche per sfogarci: WeHeartIt, Pinterest, Tumblr e BlogSpot. In comune hanno il fatto che tutti potevano essere utilizzati un po' come blog, qualcuno come blog per scrivere, altri semplicemente per condividere delle immagini in linea con il nostro mood. E voi quale utilizzavate? WeHeartIt era per le romantiche, per chi sognava una relazione sentimentale perfetta come quelle che leggevamo nelle fan fiction su EFP; Pinterest era invece per chi era fissata con qualcosa, che fosse una band, che fosse la stanza perfetta o anche dei color...
Truth: il social di Donald Trump accoglie i primi 500 tester
Nerd stuff

Truth: il social di Donald Trump accoglie i primi 500 tester

Noi qualche giorno fa vi abbiamo parlato di Waveful, il social italiano che sta rubando membri a Instagram, Facebook e TikTok grazie alla facilità di finire in tendenza e di farsi notare. Tuttavia, nel mercato dei social sta per entrare un nuovo colosso: parliamo di Truth, il social di cui un anno fa aveva parlato Donald Trump, un social libero che non l'avrebbe censurato poiché nelle sue mani. I primi 500 tester stanno provando proprio in questo momento la piattaforma che potrebbe, chissà, sostituire quelle che conosciamo. Facciamo un salto nel passato. Siamo al periodo in cui Donald Trump fu bannato da tutti o quasi i social network. «Gli sconvolgenti eventi delle ultime 24 ore dimostrano chiaramente che il presidente Donald Trump intende utilizzare il tempo rimanente in carica per m...
Fondazione Carolina in collaborazione con TikTok per un percorso di sicurezza digitale
Curiosità

Fondazione Carolina in collaborazione con TikTok per un percorso di sicurezza digitale

Più volte TikTok è stato al centro della polemica a causa di alcuni ragazzini troppo influenzabili che, purtroppo, in preda ad alcuni trend, si sono tolti la vita. Sin dal principio però abbiamo detto che la colpa non può essere del social, in quanto è anche vietato ai minori di 13 anni. Per questo motivo, TikTok insieme a Fondazione Carolina, lanciano "Genitori in Blue Jeans", una "guida galattica per l'educazione digitale" per supportare gli educatori e le famiglie italiane in modo da aiutarli ad aiutare i propri figli che navigano online. Fondazione Carolina prende il nome di una ragazzina che, nel 2013, si è suicidata a causa del cyberbullismo e che è, ufficialmente, la prima vittima riconosciuta di cyberbullismo. «Due anni di impegno civile, testimonianza, appelli che avevano vis...
Waveful: come funziona e cosa pensiamo del nuovo social italiano
Nerd stuff

Waveful: come funziona e cosa pensiamo del nuovo social italiano

Poco a poco fra gli amanti dei social comincia a farsi spazio Waveful, e anche noi di Cup of Green Tea abbiamo deciso di provarlo. La prima impressione è totalmente positiva, tanto che abbiamo deciso anche di creare un profilo del blog stesso, per cui se avete già creato un profilo, unitevi alla nostra community (https://waveful.app/accounts/blogcupofgreentea)! Se invece siete qui solo per curiosità, vediamo insieme la nostra esperienza con questo nuovo social al 100% italiano! Partiamo dal principio, ovvero da come i creatori, Dennis e Steven Motta (due italiani!), lo descrivono sul PlayStore: «Waveful è un meraviglioso social network con tutto quello che ti serve. Qui su Waveful i creatori condividono ciò che creano, e tu avrai un bellissimo posto dove i contenuti originali sono crea...
Montemagno, le frasi sessiste e le scuse: quando la toppa è peggio del buco
Vip news, Opinioni attuali

Montemagno, le frasi sessiste e le scuse: quando la toppa è peggio del buco

Marco Montemagno è un esperto di comunicazione che utilizza i social per spiegare il market, tuttavia questa volta ha fatto una "gaffe", chiamiamola così, pazzesca, macchiandosi di quello che chiameremo mansplaining allo stato puro. Persino le "scuse" sono state peggio di quel che ha detto. L'influencer sui suoi profili social conta milioni di followers tra Instagram, TikTok, Twitter e Facebook. Insomma, per essere un espero di comunicazione popolare in tutta Italia e a cui si affidano tantissime persone, il suo errore è stato abbastanza grave. «Le parole di Marco Montemagno sono gravi e imperdonabili, prima di definirsi un esperto di comunicazione, faccia un passo indietro. Un esperto di comunicazione dovrebbe assolutamente sapere che la libertà di espressione non prevede l'uso di par...