TikTok banna più di 7 milioni di profili di under13

Condividi

Dopo le varie tragedie in cui si è nominato TikTok poiché accusato di essere la causa scatenante della morte di alcuni bambini che sul social neanche si sarebbero dovuti potuti iscrivere, la piattaforma continua a lottare per evitare che gli under13, ovvero i bambini a cui ancora non è stato insegnato cosa è pericoloso e cosa no, riescano comunque a iscriversi sul social che, però, va di moda soprattutto fra i bambini di quell’età.

tiktok-7-milioni-di-13enni
Fonte: pixabay

Il Garante della privacy in persona ha lottato per far sì che TikTok introducesse delle nuove regole e dei nuovi controlli riguardanti l’età e soprattutto «ha disposto nei confronti di Tik Tok il blocco immediato dell’uso dei dati degli utenti per i quali non sia stata accertata con sicurezza l’età anagrafica». Dopo poco tempo, infatti, chi ha frequentato il social negli ultimi mesi si è reso conto della presenza di un messaggio che ti chiedeva di confermare la tua età, in più è anche possibile per gli altri utenti segnalare se qualche tiktoker è minore di 13 anni.

Ma non solo, era stata creata una vera e propria petizione per bloccare TikTok firmata da Articolo26, Provita&Famiglia, Family Day, Osservatorio di bioetica di Siena. Diritto di Apprendere, con Suor Anna Monia Alfieri. Osservatorio Parlamentare “Vera Lex” e Nonni 2.0. che spiegano come la piattaforma abbia «perso il controllo sui propri utenti e sui propri contenuti. Gli utenti più giovani vengono invitati a partecipare a sfide come “masticare capsule di detersivo”, raggiungere uno stato di allucinazione “ingerendo massicce dosi di antistaminico”, oppure sfide “spaccatesta”, fino ad arrivare a prove in cui si sfidano gli utenti a perdere i sensi provocandosi un soffocamento».

tiktok-7-milioni-di-13enni
Fonte: pixabay

La triste realtà è che nessuno obbliga i bambini a iscriversi a TikTok, come nessuno obbliga i genitori a lasciare i propri figli davanti ai social network o semplicemente davanti a uno smartphone senza alcuna supervisione e senza spiegare loro cosa è pericoloso e cosa no, per cui non tutte le colpe delle disgrazie che accadono riguardano TikTok, ma sicuramente la piattaforma potrebbe provare a prevenire queste disattenzioni. Quando noi eravamo più piccoli i nostri genitori ci dicevano di non parlare con sconosciuti, ci dicevano che internet è un posto pericoloso: cos’è cambiato oggi?

L’annuncio di TikTok: più di 7 milioni di profili di minori di 13 anni rimossi

ByteDance, tramite l’ultimo report dedicato alla trasparenza, ha fatto sapere i numeri della azione di moderazione nei primi tre mesi del 2021: in 90 giorni TikTok ha eliminato il profilo di più di 7 milioni di utenti, probabilmente tutti bambini sotto i 13 anni. In più, sono stati rimossi anche più di 60 milioni di contenuti. Questo è stato reso possibile anche grazie a una machine learning che ha il compito di identificare gli utenti che soddisfano i requisiti di età, ovviamente anche insieme a dei moderatori.

tiktok-7-milioni-di-13enni
Fonte: pixabay

In ogni caso, negli USA gli under13 possono ancora iscriversi su TikTok poiché è stata lanciata una versione più semplice dell’applicazione e pensata proprio per i bambini, in cui i criteri di moderazione sono più forti e i contenuti sono filtrati più severamente in modo da accorgersi se sono pericolosi o sgradevoli (ad esempio, qualche settimana fa girava un video gore che avrebbe ferito persino una persona adulta). In questo modo i bambini non devono mentire sull’età e possono continuare a usare il social.

In Italia, invece, a causa dell’intervento del Garante della privacy, i bambini sono esclusi da qualsiasi attività che coinvolge TikTok. Dobbiamo sperare che molto presto i genitori riprendano a preoccuparsi di quello che i propri figli fanno su internet e gli insegnino cosa è giusto e cosa è sbagliato, cosa è pericoloso e cosa no, ma anche che TikTok riesca a rendere impossibile il download e l’iscrizione all’app per chiunque sia minore di 13 anni.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post La chiesa Metodista approva i matrimoni LGBT
Next post Matteo Salvini è sempre dalla parte delle forze dell’ordine: anche quando picchiano una persona in sedia a rotelle (e non solo)