Tag: lgbt

Giustizia per Fouad: ragazza si suicida per transfobia
News dal mondo

Giustizia per Fouad: ragazza si suicida per transfobia

Qualche giorno fa, in Francia, una ragazza transgender si è suicidata dopo essere stata vittima di episodi di transfobia persino da professori e dalla dirigente scolastica. Aveva 17 anni ed era una studentessa, il suo nome era Fouad e aveva origini nordafricane e, per questo motivo, subiva discriminazioni non solo per transfobia ma anche per razzismo, finché non è arrivata al limite e ha deciso di mettere fin alla sua vita. La sua amica, Anouk, la ricorda come una ragazza piena di vita, con tanti progetti per il futuro, con la speranza di riuscire a lavorare nel settore umanitario. Le piace la moda, il make up, la filosofia e la letteratura inglese. Si è uccisa mercoledì, e qualche giorno prima era stata rimandata a casa dopo aver indossato una gonna a scuola. Era divenuto virale il suo...
Elliot Page sarà ancora Vanya in The Umbrella Academy?
Nerd stuff, Vip news

Elliot Page sarà ancora Vanya in The Umbrella Academy?

Elliot Page ha fatto coming out da ormai una settimana e noi, come tutti i suoi fan, lo abbiamo accettato senza pensarci due volte, apprezzandolo e sostenendolo, difendendolo da tutti quei media o quegli utenti che si ostinano a usare il suo deadname. Da quando però ha rivelato di essere transgender, molti fan di The Umbrella Academy si sono chiesti se il suo ruolo nella serie tanto amato potrebbe avere delle conseguenze. Il personaggio di Elliot in The Umbrella Academy è Vanya, il membro numero Sette della pseudo scuola dei supereroi di cui fanno parte altre sei persone. Ovviamente, non faremo alcun tipo di spoiler in questo articolo, per cui leggete tranquillamente. Vanya, nella serie, è una donna, per questo motivo i fan si chiedono se anche il personaggio sarà transgender come Ellio...
John Barrowman tornerà nei panni del Capitano Jack Harkness nello speciale di Natale
Nerd stuff, Vip news

John Barrowman tornerà nei panni del Capitano Jack Harkness nello speciale di Natale

Non solo è uno dei personaggi più amati dalla comunità LGBT, ma anche uno dei preferiti in tutta la serie di Doctor Who (che, insomma, è bella lunga!), Jack Harkness, interpretato da John Barrowman, tornerà in occasione dello speciale natalizio di quest'anno, Revolution of the Daleks (La rivoluzione dei Dalek). Ad annunciarlo, è stato lo stesso attore, nella serie già da diverse stagioni. Il capitano Jack Harkness è l'alias di un Agente del Tempo e anche truffatore del 51esimo secolo, che poi è divenuto un alleato, un amico e anche un compagno del Dottore. Ma il personaggio di John Barrowman ha un'importanza particolare sul set di Doctor Who, non solo per il personaggio in sé che è uno dei migliori (anche se, ammettiamolo, sono pochi i personaggi che non meritano di essere definiti tali...
Qual è la differenza tra pansessualità e bisessualità
Opinioni attuali

Qual è la differenza tra pansessualità e bisessualità

Oggi non è raro sentir parlare di bisessualità e pansessualità, poiché c'è molta più consapevolezza fra i giovani e molti hanno il coraggio e anche l'opportunità di non restare nascosti, facendo coming out con amici e parenti. Tuttavia, per chi non è nella lgbt community o per chi non è proprio pratico di sessualità, si è chiesto quale sia la differenza fra bisessualità e pansessualità, che possono, apparentemente, sembrare la stessa cosa ma che, in realtà, non lo sono. Per cui, dopo aver visto perché è importante inserire i pronomi nella bio e anche perché non costa nulla dire persone con le mestruazioni, impariamo anche qual è la differenza fra i gusti di una persona bisessuale e di una pansessuale, in modo da, quando qualcuno ci dice di essere di una di...
Proteste in Polonia: «questa è guerra»
News dal mondo

Proteste in Polonia: «questa è guerra»

Da quando il Presidente Andrzej Duda ha deciso che le donne non avevano il diritto di abortire poiché è anticostituzionale e non protegge tutti gli individui, la Polonia è in una continua rivoluzione, con manifestazioni e proteste che, sui medie polacchi, hanno preso il nome di «la guerra delle donne e degli LGBT», poiché a essere discriminati continuamente dal PiS, dal governo e da tutti i nazionalisti polacchi, sono donne e LGBT. Facciamo un breve in previous episodes: negli scorsi mesi c'erano già state delle manifestazioni in Polonia, riguardanti entrambe le minoranze sopracitate. Il Presidente Duda è apertamente convinto che lgbt sia un'ideologia, ha firmato una Carta della Famiglia eterosessuale dove vieta di fare propaganda lgbt nelle scuole e dove, ovviamente, vieta qualsiasi diri...
The Prom: in arrivo il nuovo film di Ryan Murphy
Nerd stuff

The Prom: in arrivo il nuovo film di Ryan Murphy

L'11 dicembre arriverà su Netflix l'ennesimo capolavoro di Ryan Murphy, papà di American Horror Story, Glee e del più recente Ratched e che è pronto a far sognare i fan con un nuovo film, The Prom, con un cast stellare. In realtà non sarà un'idea di Murphy, ma è un adattamento del pluripremiato musical di Broadway di Chad Beguelin, Bob Martin e Matthew Sklar. Cast di The Prom La prima cosa che salta all'occhio del film è sicuramente il cast, con nomi di attori stra-premiati ma anche esordienti che non vedono l'ora di far vedere al pubblico il proprio talento. I protagonisti del film sono niente di meno del premio Oscar per tre volte Meryl Streep e il vincitore del Tony Award James Corden, che in The Prom saranno rispettivamente Dee Dee Allen e Barry Glickman, due star di Hollywood in d...
4 atteggiamenti omofobi ormai normalizzati
Opinioni attuali

4 atteggiamenti omofobi ormai normalizzati

Siamo nel 2020 e i tempi sono decisamente cambiati. Il politically correct a volte va troppo oltre ma spesso è necessario, soprattutto nei casi in cui gli atteggiamenti omofobi sono persino normalizzati e non ci si rende conto di quanto possano essere offensivi nei confronti delle persone omosessuali. A volte non ce ne rendiamo conto perché è talmente normalizzato e intrinseco nella nostra società che potete anche essere quelle persone che lottano per i diritti, che litigano online per difendere un ragazzino dagli insulti del web, che vanno ai pride per manifestare per i diritti umani, ma se fate queste quattro cose non siete poi così diversi dalle persone che attaccate. Ovviamente, essendo normalizzato, l'errore non è neanche tanto vostro che, tuttavia, potreste fermarvi a pensare due m...
Sri Lanka: tortura anale per gli omosessuali
News dal mondo

Sri Lanka: tortura anale per gli omosessuali

Mentre il Papa si ritiene favorevole ai matrimoni e alle famiglie colorate e in Italia si discute su un proposta di Legge per proteggere la comunità LGBT, nello Sri Lanka gli omosessuali non se la passano così bene, poiché i poliziotti torturano in malo modo le persone accusate di aver fatto l'amore con una persona del proprio stesso genere. Questo avviene perché lo Sri Lanka, che si trova in Sud Asia, è uno di quei Paesi dove essere omosessuale (solo uomini) è illegale e viene punito con un'incarcerazione che può durare fino a 10 anni secondo l'articolo 365 del codice penale. Nonostante ciò, però, all'inizio del 2018 Nerin Pulle, vice-procuratore generale dello Sri Lanka aveva affermato che «Il governo è impegnato a riformare il codice penale per garantire che tutti i reati che vi sono ...
Coming Out Day: i 5 coming out più iconici nelle serie tv
Nerd stuff

Coming Out Day: i 5 coming out più iconici nelle serie tv

L'11 ottobre è il Coming Out Day e, infatti, su Twitter #nationalcomingoutday è in tendenza da stamattina. Molti ragazzi e ragazze stanno trovando il coraggio di fare coming out con i propri followers, altri invece raccontano di come lo hanno fatto, che sia oggi o che sia in un altro importante giorno della propria vita, con i propri amici e familiari. Noi, invece, da bravi nerd, vogliamo ricordarvi quali sono stati alcuni dei coming out migliori che abbiamo avuto l'onore di guardare nelle serie tv. Da Glee a Skins, che fossero uomini o donne, ci hanno tutti fatto illuminare gli occhi commovendoci, fieri di loro e di come sono, finalmente, riusciti ad accettare se stessi quando nessuno riusciva a farlo. Con la speranza, anche, di far trovare a tutti quelli che ne hanno bisogno la forza...
Il regalo delle Pussy Riot per i 68 anni di Putin
News dal mondo, Vip news

Il regalo delle Pussy Riot per i 68 anni di Putin

Le Pussy Riot sono ormai l'incubo di Putin dal 2011. In 9 anni, con i loro vestiti eccentrici e colorati, hanno davvero provato a rivoluzionare la Russia con i loro messaggi femministi e lgbt-friendly. Dalla preghiera punk ai baci ai poliziotti di pattuglia, le ragazze non hanno paura di nulla, neanche di tutto ciò che la Russia nega. Dalla libertà di espressione a quella sessuale, dai diritti delle donne a quelli della comunità LGBT, dalla distruzione del patriarcato a quella della supremazia maschilista, tutti valori per cui e contro cui le Pussy Riot lottano, accettando anche le conseguenze (molte di loro sono state arrestate più volte). Tuttavia, loro hanno imparato dalle proprie antenate: per ottenere qualcosa bisogna far rumore. Il loro ultimo attacco è avvenuto proprio qualche gio...