Tag: manifestazioni

20 anni fa veniva ucciso Carlo Giuliani
Curiosità, Opinioni attuali

20 anni fa veniva ucciso Carlo Giuliani

Era il 20 luglio 2001 quando Carlo Giuliani, 23enne, veniva ucciso da un carabiniere. Oggi quando vediamo le manifestazioni di Black Lives Matter o quelle in cui si manifesta semplicemente contro l'abuso della polizia, pensiamo che siano tutti degli avvenimenti lontani da noi. Anche se l'America non è certamente uno stato arretrato, è pur sempre dall'altra parte del mondo. La stessa cosa non si può dire dell'Inghilterra, dove un poliziotto ha rapito, stuprato e ucciso una ragazza, ma non è comunque in Italia. Tuttavia, vent'anni fa, Carlo Giuliani veniva ucciso proprio da un carabiniere. Vent'anni, e la nostra società non si è evoluta poi così tanto. Sono fin troppo recenti gli abusi di potere dai poliziotti del carcere di Santa Maria Capua Vetere, testimonianza di come non tutti gli a...
Cosa sta succedendo a Myanmar?
News dal mondo

Cosa sta succedendo a Myanmar?

Ne sentiamo parlare troppo poco. Noi stessi, che cerchiamo di tenerci aggiornati su ciò che succede nel mondo, ne siamo venuti a conoscenza da troppo poco, e questo perché non tutte le grandi testate ne stanno dando così importanza e, soprattutto, i TG nazionali non ne parlano. Ma la situazione in Myanmar è davvero seria e tragica, e bisogna puntare i riflettori e cercare di far sapere a tutti quello che sta succedendo in Birmania. Sì, abbiamo diversi problemi al momento in Europa o negli USA, l'omofobia, il razzismo, una possibile superdestra, il sessismo, ma nulla è tanto serio quanto quelli in Myanmar, in passato conosciuto come Birmania (fino all'ultimo colpo di Stato nel 1989), una nazione del sudest asiatico in cui si trovano tantissimi gruppi etnici. La situazione è critica da ...
Erdogan contro le proteste universitarie
News dal mondo

Erdogan contro le proteste universitarie

Il presidente turco Tayyip Erdogan, noto omofobo, si è espresso contro quello che sta avvenendo nel suo stato, ovvero contro tutte le manifestazioni degli studenti e degli insegnanti dell'Università di Bogazici (Istanbul) che stanno lottando da un mese, soprattutto da quando Erdogan ha reso rettore un uomo scelto da lui e quindi con le sue stesse idee. Ha definitivo le proteste antigovernative e persino simili a quelle del 2013, definendo chiunque stia manifestando un terrorista. Le manifestazioni contro Erdogan Insegnanti e studenti hanno deciso di scendere in piazza nonostante tutto, nonostante il pericolo, nonostante il divieto, nonostante Erdogan, perché quest'ultimo ha scelto di rendere rettore Melih Bulu, un accademico ed ex candidato politico. Il motivo è che ritengono che la ...
Jake Angeli: davvero vogliamo vantare le sue origini italiane?
Opinioni attuali, Curiosità

Jake Angeli: davvero vogliamo vantare le sue origini italiane?

Nelle ultime ore abbiamo sentito parlare forse troppo dello sciamano, del tizio con una pelliccia addosso, delle corna e la faccia dipinta con i colori del vessillo USA. Appena lo abbiamo visto, ci è scappata una risata. Alcuni hanno pensato «certo che gli americani sono proprio strani», altri «e poi dicono che i Pride sembrano un circo», ma non appena è uscita la notizia delle origini italiane di Jake Angeli, questo il suo nome, il sorriso ci è scomparso dal volto. Tuttavia, in quest'articolo, non voglio parlare delle sue origini italiane. O meglio, sì, parleremo di Jake Angeli, chi è, cosa fa nella vita, cosa lo ha portato a essere uno dei terroristi più in vista durante quest'attacco al senato degli USA, ma voglio anche portarvi a ragionare su come lui, che probabilmente neanche è ma...
Proteste in Polonia: «questa è guerra»
News dal mondo

Proteste in Polonia: «questa è guerra»

Da quando il Presidente Andrzej Duda ha deciso che le donne non avevano il diritto di abortire poiché è anticostituzionale e non protegge tutti gli individui, la Polonia è in una continua rivoluzione, con manifestazioni e proteste che, sui medie polacchi, hanno preso il nome di «la guerra delle donne e degli LGBT», poiché a essere discriminati continuamente dal PiS, dal governo e da tutti i nazionalisti polacchi, sono donne e LGBT. Facciamo un breve in previous episodes: negli scorsi mesi c'erano già state delle manifestazioni in Polonia, riguardanti entrambe le minoranze sopracitate. Il Presidente Duda è apertamente convinto che lgbt sia un'ideologia, ha firmato una Carta della Famiglia eterosessuale dove vieta di fare propaganda lgbt nelle scuole e dove, ovviamente, vieta qualsiasi diri...
L’Italia in rivolta: le manifestazioni giuste ma nel modo sbagliato
News dal mondo

L’Italia in rivolta: le manifestazioni giuste ma nel modo sbagliato

L'ultimo DPCM ha creato non poco malcontento fra i cittadini e soprattutto fra chi ha dei negozietti, ristoranti o bar familiari. Così, il popolo italiano è sceso fra le piazze a manifestare, da Napoli a Roma a Torino, da nord a sud, peccato che ci siano i ragazzini incapaci di fare delle manifestazioni pacifiche che vadano a saccheggiare negozi o a incendiare qualsiasi cosa gli capiti davanti. Il nuovo DPCM, molto severo a causa dell'aumento dei contagi, viene definito da molti peggio del lockdown stesso, questo perché costringe le ristorazioni (pub, bar, ristoranti) a chiudere alle 18, potendo continuare a restare aperti solo con il servizio d'asporto, ma anche le palestre, le piscine, tutti i luoghi di sport sono costretti a chiudere le proprie porte. E questo, a molti cittadini, non v...