Tag: calcio

Storia del giornalismo sportivo italiano: dal fascismo alle grandi penne della F1
Sport, Curiosità

Storia del giornalismo sportivo italiano: dal fascismo alle grandi penne della F1

Oggi parliamo di giornalismo sportivo. Lungi da me è l’intenzione di sfruttare con così tanta indecenza il programma d’esame di storia contemporanea. Ma no, in verità è proprio quello che andrò a fare. Se i primi fogli sportivi iniziarono ad avere un discreto successo già negli anni ’80 dell’Ottocento, bisogna aspettare il Novecento per riscontrare da parte dei lettori uno spiccato interesse per il mondo dello sport. Non solo, lo sport divenne un veicolo di propaganda facilmente sfruttabile nelle mani di Mussolini, in quanto capace di trasmettere e fomentare il desiderio di vittoria, il gusto per l’azione, e persino il sentimento di antisemitismo che sposava perfettamente le leggi razziali del 1938. Poi, i primi grandi nomi che hanno scritto – meglio, di cui è stato scritto – la st...
Lo scandaloso ma non sorprendete post del consigliere leghista Marco Fiori
Opinioni attuali

Lo scandaloso ma non sorprendete post del consigliere leghista Marco Fiori

L'ipocrisia fa parte della Lega, con un segretario come Matteo Salvini che fa finta di non ricordare le parole pronunciate mesi prima, un partito del genere non può sicuramente avere dei membri migliori. L'ultima arriva da Marco Fiori, consigliere leghista di Santarcangelo, che definisce "scimmie urlatrici" i tifosi del Marocco che, com'è giusto che sia, festeggiavano la vittoria della loro Nazionale ai Mondiali in Qatar. Tuttavia, se a festeggiare urlando in un video poi condiviso su Twitter è Matteo Salvini, va tutto bene. Ma se lo fanno persone non italiane, o meglio... non bianche, il leghista di turno smette di funzionare. Torniamo un po' indietro, vi va? Pensiamo a quando l'Italia ha vinto gli Europei di calcio, lo scorso anno. Anzi, pensiamo ai festeggiamenti (degli italiani...
Stephanie Frappart, Neuza Back e Karen Diaz: la prima terna arbitrale tutta al femminile ai Mondiali
Sport

Stephanie Frappart, Neuza Back e Karen Diaz: la prima terna arbitrale tutta al femminile ai Mondiali

È davvero assurdo che nel 2022 dobbiamo scrivere dello stupore di vedere una terna arbitrale completamente al femminile al campionato calcistico più importante di sempre, ovvero la Coppa del Mondo, detta più comunemente Mondiali. Parliamo di Stephanie Frappart, Neuza Back e Karen Diaz. La prima trentottenne francese che è stata anche la prima donna arbitro in Francia, e anche la prima in Europa, le seconde, sue assistenti, sono messicane. Tuttavia, che abbiamo dovuto aspettare il 2022 per vedere le donne arrivare ad arbitrare dei campionati sempre dominati da uomini, è davvero scandaloso. Parlare in positivo dei Mondiali in Qatar è davvero impossibile. L’ultima è stata che l’omosessualità è un “danno mentale“, e a dirlo è stato l’ambasciatore dei Mondiali di Calcio 2022 in Qatar, Khali...
Mondiali di Qatar: “l’omosessualità è un danno mentale”
Sport

Mondiali di Qatar: “l’omosessualità è un danno mentale”

Siamo stupiti? Minimamente. Da mesi ormai si parla del problema dell'omofobia in Qatar e molti hanno persino cercato, invano, di boicottare. Proprio qualche giorno fa vi abbiamo parlato del ragazzo che è stato espatriato in quanto omosessuale. Se ciò non bastasse, nelle ultime ore Khalid Salman, ex calciatore, oggi ambasciatore dei Mondiali di Calcio 2022 in Qatar durante un’intervista alla tv tedesca Zdf, ha dichiarato che «l'omosessualità è un danno mentale». Forse l'ex calciatore dovrebbe aggiornarsi, in quanto, nel 2022, il problema mentale è l'omofobia. La situazione non è così semplice, come abbiamo già visto in diverse occasioni. SVT Sport, insieme a NKR e DR, hanno condiviso un report in cui hanno affermato di aver contattato i 69 hotel consigliati dal sito FIFA per p...
Collin Martin sogna i Mondiali ma il Qatar non è sicuro per le persone LGBT
Sport

Collin Martin sogna i Mondiali ma il Qatar non è sicuro per le persone LGBT

Non solo Josh Cavallo. Anche Collin Martin, che ha fatto coming out nel 2018, sogna il Mondiale di calcio ma teme per la sua vita e per la sua sicurezza a causa dell'omofobia a Qatar. «Il Qatar e i Paesi limitrofi sono molto conservatori e chiediamo ai tifosi rispetto. Siamo sicuri che lo faranno, così come noi rispettiamo le diverse culture, speriamo che lo sia anche la nostra», disse Asser Al-Khater, presidente del comitato organizzatore dei Mondiali in Qatar. Ma questo non rassicura i giocatori e chi sogna il Mondiale. Instagram @cm7md La situazione non è così semplice, come abbiamo già visto in diverse occasioni. SVT Sport, insieme a NKR e DR, hanno condiviso un report in cui hanno affermato di aver contattato i 69 hotel consigliati dal sito FIFA per pernottare in Qatar durante ...
Qatar 2022: Josh Cavallo sogna i mondiali, ma è preoccupato per la sua vita
Sport

Qatar 2022: Josh Cavallo sogna i mondiali, ma è preoccupato per la sua vita

Josh Cavallo è divenuto popolare per essere entrato nella storia come primo calciatore in attività a fare coming out come omossesuale. Da quel momento è diventato uno pseudo attivista e cerca di sensibilizzare non solo i colleghi e i tifosi riguardo la comunità LGBT nel mondo del calcio, ma anche denunciando alcune situazioni, in particolare quella che si vive in Qatar, dove «le manifestazioni pubbliche di affetto tra gay sono disapprovate e questo vale per tutti», fece sapere Asser Al-Khater, presidente del comitato organizzatore dei Mondiali in Qatar. Josh Cavallo Josh Cavallo, lo scorso anno, ha detto di essere «orgoglioso di annunciare pubblicamente che sono gay», ha raccontato di aver «combattuto la mia sessualità per oltre sei anni ormai, ma ora sono felice di potermene finalm...
“Il calcio è per tutti”: il messaggio del coming di due arbitri scozzesi
Sport

“Il calcio è per tutti”: il messaggio del coming di due arbitri scozzesi

Negli ultimi mesi la comunità LGBT ha cominciato a farsi sentire nell'ambito del calcio. Ha iniziato Joshua Cavallo, primo calciatore in attività a fare coming out e hanno continuato anche altri giocatori come Jake Daniels, schierandosi anche contro il Qatar, dove l'omosessualità è illegale. La solidarietà e il coraggio, adesso, arriva anche da due arbitri scozzesi, che hanno deciso di fare coming out e che hanno ricevuto un grande supporto dalla comunità calcistica. Ovviamente, vedremo come sarà la situazione quando dovranno arbitrare, perché sappiamo la mentalità di molti tifosi. Lloyd Wilson Facciamo un passo indietro. Il tema dell’omosessualità nel calcio è stato affrontato per la prima volta dal giocatore Joshua Cavallo, che ha annunciato di essere «orgoglioso di annunciare pub...
Afghanistan: la squadra di calcio femminile è tornata in campo
Sport

Afghanistan: la squadra di calcio femminile è tornata in campo

Ricordate quando lo scorso anno siamo stati tutti in apprensione a causa dei talebani che hanno fatto il grande ritorno in Afghanistan? Ricordate la storia delle calciatrici che sono dovute scappare perché rischiavano la vita (se no, continuate a leggere!)? Ebbene, le ragazze sono tornate sul campo da calcio, ufficialmente in una competizione in Australia, a ovest di Melbourne. Purtroppo non si tratta ancora di lieto fine, ma è sicuramente una bella notizia. WILLIAM WEST/AFP Faccio comunque un passo indietro, ma giusto per le calciatrici, se siete interessati a conoscere la storia più recente dell'Afghanistan collegata a questo articolo, vi invito a leggere questi link: Come aiutare le persone in Afghanistan: GoFundMe e donazioniIl leader dei talebani afferma che rispetteranno i ...
Mancini dopo la sconfitta dell’Italia: «questa è la mia più grande delusione»
Sport

Mancini dopo la sconfitta dell’Italia: «questa è la mia più grande delusione»

E, ancora una volta, l'Italia sogna i Mondiali. Dopo le grandi vittorie dello scorso anno, in cui siamo letteralmente arrivati sulla luna anche grazie alla vittoria agli Europei, dando quasi per scontato un'accesso ai Mondiali, rimaniamo delusi e piangiamo sul bagnato. L'Italia è ufficialmente fuori, per la seconda volta, dal sogno dei Mondiali. L'ultimo mondiale è stato nel 2018, il prossimo sarà nel 2026. E il Ct Roberto Mancini mette in discussione se stesso, prendendo le responsabilità che, comunque, tutti gli stanno dando. La vittoria agli Europei 2020 Se il 2021 ci ha dato solo tante soddisfazioni, se ci ha regalato tanti sorrisi e tante urla di gioia (potrebbe interessarvi: Tutte le vittorie dell’Italia nel 2021: un anno da ricordare), il 2022 non sta andando poi così di luss...
Kateryna Monzul: l’arbitra ucraina dirigerà la femminile di serie A Inter-Sampdoria
Sport, Ucraina News

Kateryna Monzul: l’arbitra ucraina dirigerà la femminile di serie A Inter-Sampdoria

Domani, domenica 20 marzo, l'arbitra Kateryna Monzul dirigerà la partita di serie A fra Inter e Sampdoria, alle 14:30 al centro sportivo Giacinto Facchetti di Milano. Sarà la prima esperienza in un campo italiano per l'arbitra che è scappata dalla guerra ed è stata accolta nel nostro Bel Paese con molto piacere da parte della FIGC. Kateryna Monzul è un'arbitra molto famosa e questa non sarà la sua prima partita importante. Ha infatti diretto diverse gare di Europa League sia a livello del calcio maschile, che femminile. JUANMA - UEFA / GETTY IMAGES Molte volte, forse troppe, se si pensa a un ufficiale di campo, si pensa a un uomo, sia a livello di calcio, che di basket, che di tanti altri sport. Tuttavia, le donne con una passione non si fanno intimorire e continuano con la propria ...