Mancini dopo la sconfitta dell’Italia: «questa è la mia più grande delusione»

Condividi

E, ancora una volta, l’Italia sogna i Mondiali. Dopo le grandi vittorie dello scorso anno, in cui siamo letteralmente arrivati sulla luna anche grazie alla vittoria agli Europei, dando quasi per scontato un’accesso ai Mondiali, rimaniamo delusi e piangiamo sul bagnato. L’Italia è ufficialmente fuori, per la seconda volta, dal sogno dei Mondiali. L’ultimo mondiale è stato nel 2018, il prossimo sarà nel 2026. E il Ct Roberto Mancini mette in discussione se stesso, prendendo le responsabilità che, comunque, tutti gli stanno dando.

mancini-perdita-qualificazione-ai-mondiali
La vittoria agli Europei 2020

Se il 2021 ci ha dato solo tante soddisfazioni, se ci ha regalato tanti sorrisi e tante urla di gioia (potrebbe interessarvi: Tutte le vittorie dell’Italia nel 2021: un anno da ricordare), il 2022 non sta andando poi così di lusso. Certo, siamo ancora al terzo mese dell’anno per cui è tutto da dire e possiamo certo rifarci negli altri sport, dove potremmo continuare a brillare, tuttavia non possiamo oggi pensare alla delusione dell’assenza dell’Italia ai Mondiali, che ha perso per la seconda volta di seguito alla qualificazione.

Mancini chiede scusa per la sconfitta prima dei Mondiali

mancini-perdita-qualificazione-ai-mondiali

La Nazionale italiana è ufficialmente sconfitta dalla Macedonia del Nord in seguito a un gol di Aleksandar Trajkovski, e quindi è fuori dai Mondiali. «Sono io l’allenatore, sono dunque io il responsabile», ha detto il Ct Roberto Mancini, mettendosi lui stesso in discussione. Il capo della Figc Gabriele Gravina ha invece detto che «il progetto di Mancini e quello mio vanno avanti. Continuare deve essere la cura per arginare le lacerazioni subite. Abbiamo vissuto tante soddisfazioni negli ultimi tre anni e questo dolore dobbiamo superarlo insieme».

L’Italia ha incassato «un risultato immeritato e ingiusto, penalizzante per i nostri ragazzi, per la Nazionale e i nostri tifosi. Nessuno spiraglio di sfiducia. Io continuerò a proteggere questi ragazzi, il tecnico. Si va avanti a testa alta». «L’Europeo è stata la mia più grande gioia a livello professionale, quanto accaduto stasera è la mia più grande delusione», ha detto Roberto Mancini dopo la sconfitta di ieri.

mancini-perdita-qualificazione-ai-mondiali

Ha aggiunto anche: «Sono l’allenatore e quindi il primo responsabile. E io mi sento responsabile per quello che è successo. Sto soffrendo molto per questo, i ragazzi non lo meritavano». E, al momento, non pensa al futuro: «Vediamo cosa succede, la delusione è troppo grande per parlarne ora. Ai miei ragazzi voglio più bene ora che a luglio scorso». Gravina aggiunge anche che «ci sono degli interessi imprenditoriali legati alla gestione del calcio».

«Mentre i ragazzi convocati arrivano con molto entusiasmo c’è sempre resistenza da parte dei club, da cui la Nazionale è vista come un fastidio piuttosto che come opportunità. Noi possiamo solo chiedere non possiamo fare altro… se non è condiviso il progetto, non possiamo imporre delle regole che sono solo nostre. Dobbiamo piuttosto riflettere su un nodo più centrale e più radicale: vediamo le gare e sono pochissimi i selezionabili, questo è il tema su cui dobbiamo riflettere, c’è qualcosa che deve essere rivisto. Dobbiamo aprire un confronto molto incisivo», ha detto il capo della Figc.

La delusione online

Autore

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.