Quali sono le funzioni a pagamento di Twitter?


Ormai è ufficiale: Twitter avrà anche delle funzioni a pagamento. A confermarlo è stata l’esperta Jane Manchung Wong, ma ancora il CEO del social o l’azienda non ha detto nulla di ufficiale. Ovviamente il pagamento non è obbligatorio, chi non vorrà usufruire delle funzionalità in più che offrirà a chiunque vorrà contribuire e abbonarsi mensilmente, potrà continuare a usare il social proprio come lo fa adesso, in cui la versione a pagamento non è ancora stata introdotta.

twitter-a-pagamento
Photo by Brett Jordan on Pexels.com

Sembra che si chiami Blue ed è una versione in abbonamento di Twitter, che ci fa tanto pensare a Mewe, il social considerato il successore di Facebook in cui c’è una versione gratuita e una versione a pagamento in cui ci sono molte più funzionalità, ma che si può tranquillamente utilizzare senza pagamento. In Mewe i plus dell’abbonamento premium sono chiamate e videochiamate illimitate, lettura di tutte le riviste che volete, 100GB di cloud storage e, infine, infiniti temi, stickers ed emoji (che, altrimenti, trovate al prezzo di €2,19), ma sul social del cinguettio, invece?

Twitter Blue: cos’è?

Dovrebbe costa $2,99 dollari al mese negli USA, secondo l’esperta Jane Manchun Wong, ma potrebbe costare anche di più in base alla funzionalità che scegli di avere. Tra le funzionalità c’è quella di collections, che ci sembrano tanto i save di Facebook e Instagram, in cui potrai salvare e organizzare i tuoi tweet preferiti in collezioni, in modo da trovarli più facilmente quando vorrai rileggerli. Una sorta di mi piace, ma più organizzato. Ma non solo!

twitter-a-pagamento
Fonte: Jane Manchun Wong

Di questo aggiornamento vi abbiamo già parlato in passato, ma sembrerebbe confermato dall’esperta ancora una volta: Twitter introdurrà con la funzionalità Blue un undo-send, che permetterà di cambiare idea su un tweet appena mandato nel giro di qualche secondo. Ovviamente permettere di modificare un tweet è una grande responsabilità. Questo perché un utente potrebbe scrivere una frase molto carina, ricevere in un giorno 1 milione di retweet e poi decidere di modificarlo con qualcosa di molto offensivo. In questo modo sarebbe come se le persone avessero condiviso quell’insulto, ma fare un passo indietro dopo aver condiviso, non è male.

twitter-a-pagamento

Manchun Wong menziona anche un tweet di Tony Haile, ex CEO di Scroll (che ora fa parte di Twitter), in cui leggiamo che l’uomo ha «menzionato il fatto che [Scroll] sarà integrato in un abbonamento Twitter più ampio nel corso dell’anno», quindi ci auguriamo che questo nuovo aggiornamento arriverà entro la fine del 2021, ma chissà!

Voi cosa pensate di questo aggiornamento di Twitter? Lo utilizzereste o pensare di preferire quello che abbiamo già adesso, gratis e libero?

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.