MeWe: conoscete questo social?

Condividi

Da MySpace o Netlog i social network hanno fatto tanta strada, ne esce uno nuovo ogni anno o anche più volte all’anno. Alcuni riescono a sopravvivere, altri vengono sopraffatti dalla potenza dei grandi colossi. MeWe si trova nel mezzo, nel senso che è un social piuttosto utilizzato ma che non è poi così popolare, in particolare fra gli adolescenti o i giovani. Io ho comunque deciso di provarlo, per cui ora ve ne parlo.

mewe-social-network

In primis, MeWe, come Facebook, Twitter o Tumblr, ha sia una versione desktop, disponibile su tutti i pc, che una versione mobile, tramite o sito web o applicazione scaricabile sui diversi store. Entrambe le versioni sono molto intuibili e per nulla complesse, adatte alle persone di qualsiasi età. Che voi abbiate 16 anni o che ne abbiate 67, quindi che siate Generazione Z o Boomer, comprendere MeWe non sarà difficile.

I colori sono molto chiari, principalmente bianco, blu e rosso, ma, se volete cambiare colore, è possibile tramite l’abbonamento Premium. A proposito di ciò, MeWe è completamente gratuito e senza neanche una pubblicità, per cui non vi troverete a essere manipolati come su altri social, ma è possibile acquistare l’abbonamento premium (oppure provarlo per 30 giorni) al prezzo di €5,49.

Quest’abbonamento vi permetterà di avere chiamate e videochiamate illimitate, potrete leggere tutte le riviste che volete, avrete 100GB di cloud storage e, infine, infiniti temi, stickers ed emoji (che, altrimenti, trovate al prezzo di €2,19). Insomma, se volete avere l’app più completa, conviene acquistarlo, ma se il vostro è un semplice passatempo potete benissimo evitare e godervi la versione gratuita.

In più, una caratteristica fondamentale di MeWe è la sua privacy, poiché non traccia alcun dato, non propone pubblicità neanche nella funzione gratuita e guadagna solo con i prodotti venduti come le emoji e chat segrete che possono essere aperte per pochi centesimi al mese.

Ora vediamo bene le sue caratteristiche.

MeWe: le funzionalità

MeWe ha davvero tante funzionalità, ma prima di analizzarle una per una, iniziamo con l’iscrizione. Ho frequentato questo social per quasi un anno e le mie avventure sono state diverse. In primis, c’è da dire che sono una delle poche under30 presenti fra le varie community che ho trovato, molti gruppi sono letteralmente le chat con le mamme che mandano le foto del buongiorno, buon pranzo e buona notte, ma c’è anche un lato oscuro.

Non chiedetemi come l’ho scoperto perché voglio dimenticarlo, ma, come avviene anche su Twitter, c’è il lato a luci rosse, degli esibizionisti, insomma quelli scappati da Tumblr quando ha vietato i contenuti espliciti e che si sono rifugiati su MeWe. Non è vietato il porno, non è vietato postare propri contenuti nudi e non sono vietate neanche le gif o i video, questo rende l’app nel playstore consigliabile agli utenti dai 17 anni in su.

Tuttavia, questo lato è molto controllato. Se non seguite quelle pagine o le persone a luci rosse (i profili con contenuti espliciti sono segnati quindi non rischiate di imbattervici), non vi troverete mai uno di quei contenuti davanti, ma resterete nella parte luminosa di MeWe, dove si scambiano informazioni e si parla tranquillamente con la gente.

Quando ti iscrivi, puoi modificare in tutto il tuo profilo. Puoi mettere una tua foto personale, un header, puoi aggiungere tutte le informazioni che vuoi alla tua pagina oppure lasciarla bianca, puoi scegliere se farti conoscere per la tua carta d’identità (cosa studi, dove abiti, che lavoro fai) oppure per le tue passioni (i tuoi hobby, cosa ti piace bere, la tua citazione preferita). Insomma, è tutto nelle tue mani.

Puoi mandare richieste di amicizia, puoi accettarle, mandare messaggi su gruppi o commentare i post e, a proposito di ciò, cominciamo a scoprire le funzionalità di questo nuovo, ma vecchio (è stato fondato nel lontano 2012), social network che oggi conta più di un milione di utenti.

I gruppi

mewe-social-network

Esistono diverse categorie di gruppi in cui potete scegliere di entrare, a partire da quelli dedicati a degli argomenti particolari, come la tecnologia o lo sport, a quelli più generali, dove l’obiettivo è scambiare quattro chiacchiere con altri utenti. Esistono anche delle vere e proprie community, con più gruppi e degli amministratori sempre disponibili a chiacchierare con te e a farti sentire a tuo agio.

Queste sono le categorie che troverete fra i gruppi:

  1. Categorie in evidenza
  2. Energia alternativa
  3. Stile di vita alternativo
  4. Animali
  5. Arte
  6. Blog
  7. Libri e gruppi di lettura
  8. Club / Associazioni
  9. Comunicazione
  10. Computer
  11. Cucina
  12. Cultura
  13. Educazione
  14. Intrattenimento
  15. Ambientale
  16. Moda e estetica
  17. Amici
  18. Gamer
  19. Storia
  20. Hobby
  21. Arredamento interni
  22. Humor
  23. Letteratura
  24. Amore
  25. Meme
  26. MLM
  27. Meditazione
  28. Militare
  29. Cinema e film
  30. Musica
  31. Sviluppo personale
  32. Filosofia
  33. Fotografia
  34. Poesia
  35. Politics / Activism
  36. Psicologia
  37. Svago
  38. Religione / Spiritualità
  39. Scienza
  40. Autoapprendimento
  41. Spazio
  42. Sport
  43. Subcultura
  44. Tecnologia
  45. Trasporto
  46. Viaggio
  47. Notizie salienti
  48. Senza categoria
  49. Video

Ben 49 categorie in cui sicuramente troverete il gruppo che fa per voi, per condividere i vostri pensieri o i vostri dubbi. Come vedete, tra questi non ci sono i gruppi vietati ai minori di 18 anni, questo perché, in genere, sono privati e quindi non possono essere visualizzati da tutti, ma avete bisogno che qualcuno vi inviti o dovrete proprio voi a chiedere di essere aggiunti.

Le pagine

mewe-social-network

Sì, esistono le pagine proprio come su Facebook, tuttavia per crearne una bisogna pagare, per cui non pensate di crearle con la facilità con cui avviene sul social di Zuckerberg. Il prezzo per crearne una è mensile ed è $ 1.99. Non è troppo se avete intenzione di far crescere la vostra pagina e non lasciarla morire subito dopo il primo mese, i soldi saranno investiti e magari riuscirete a fare qualcosa di molto interessante.

Le categorie generali sono:

  1. Pagine in evidenza
  2. Company, Organization or Institution
  3. Brand or Product
  4. Artist, Band or Public Figure
  5. Entertainment

Poi, cliccando su quelle generali, troverete quelle più specifiche magari con cantanti e brand più particolari.

Gli eventi

mewe-social-network

Infine, l’ultima caratteristica molto particolare sono gli eventi, una sorta di Google Calendar integrato nel social network. Io non lo utilizzo particolarmente ma, se volessi, potrei mettere la programmazione giornaliera dei miei articoli in modo che, chiunque fosse interessato, potrebbe sapere subito quando connettersi. Insomma, è una funzionalità molto comoda se ad esempio siete degli streamer oppure youtuber.

Per iscrivervi a MeWe, basterà collegarvi sul sito ufficiale, oppure scaricare l’applicazione sul vostro smartphone.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.