Yubo: il social network senza like, influencer e pubblicità

Condividi

Avete mai sentito parlare di Yubo? È un social network che secondo molti potrebbe divenire il nuovo Tiktok, sebbene i due social non abbiano molte cose in comune, in primis il fatto che sulla prima non ci sono minimamente like o followers, per cui nessuno può divenire superiore agli altri. Yubo è un’applicazione fatta solamente per la condivisione, per quello che, all’inizio dei tempi, i social erano stati creati.

yubo-social-network-senza-like

Potremmo quindi descriverla come un social vecchio stampo, senza like, senza influencer e anche senza pubblicità. Abbiamo recentemente parlato anche di Mewe, il social totalmente gratuito e senza pubblicità, ma Yubo è diverso anche da questo proprio per il suo non poter proprio inserire i like, ma ha il solo obiettivo di condividere e soprattutto far fare nuove amicizie.

Perché, in fin dei conti, è questo l’obiettivo principale dei social network: farsi nuovi amici, stare in contatto con i vecchi, ma grazie alle piattaforme che oggi hanno dato troppa influenza anche ad adolescenti che non si rendono neanche conto di quel che dicono o fanno e del peso che hanno sulle proprie spalle, oggi questo obiettivo è passato in secondo piano.

Ovviamente, ormai lo sapete, non abbiamo nulla contro gli influencer, per noi Chiara Ferragni è la regina indiscussa dei social (anche se non è quella con l’engagement più alto) e fa un ottimo lavoro, così come suo marito Fedez e molti altri influencer. Diciamo che, il problema, sono gli adolescenti, i ragazzini che solo per dei followers fatti con un balletto su tiktok, ottengono tutta l’influenza che Chiara Ferragni ha ottenuto con tanto sforzo, e purtroppo spesso combinano dei guai (es. Marta Losito).

Yubo: no likes, no followers, no influencer

Sebbene Instagram ci abbia provato (non riuscendoci poiché dopo i 1000 likes si vede comunque quante persone ti lasciano un cuoricino), Yubo ha reso concreta l’eliminazione di qualsiasi cosa che potrebbe far alzare o abbassare l’autostima degli adolescenti. Perché, per quanto possiamo pensare che non sia vero, un like spesso influisce molto su un sedicenne con bassa autostima che vede le sue foto con 5 likes contati e quelle dei suoi amici con 100 e passa.

yubo-social-network-senza-like

L’idea alla base di Yubo è anche questa, ma, in realtà, si sofferma molto sull’origine dei social, che non era quello dell’intrattenimento come se fossero su un palcoscenico (cosa che avviene molto spesso soprattutto su Tiktok e anche su Reels di Instagram), ma era semplicemente quella di socializzare, di parlare con persone con i nostri stessi interessi per creare nuovi rapporti e amicizie.

E Yubo questo lo fa senza vendere neanche una sola pubblicità. Al momento ha più di 10 milioni di iscritti e download (solo guardando il Play Store) e si focalizza soprattutto per gli under 25, quindi adolescenti, chi è uscito da poco dal mondo dell’adolescenza e comincia a entrare in quello degli adulti, e, più di tutti, ha bisogno di sostegno e di avere dei rapporti umani. Lo scorso hanno ha guadagnato 20 milioni di dollari: come? Semplicemente con l’acquisto di funzioni premium, proprio come Mewe.

yubo-social-network-senza-like

Lo scorso dicembre, quindi un anno fa, aveva 25 milioni di utenti registrati, lo scorso mese invece sono arrivati a ben 40 milioni, soprattutto localizzati in Francia (gli sviluppatori di questa start-up sono francesi), Regno Unito, Stati Uniti e Australia, e l’engagement è aumentato del 400%, calcolandolo in base al tempo le le persone passano in una stanza.

Perché è così che funziona: ci sono diverse stanze virtuali in cui un utente può accedere, che potete scegliere con interessi o inclinazioni del momento. In questo modo sarà possibile parlare di film, serie tv, anime, politica ma potrete anche solo giocare. Questo lo rende simile a Twitch? No, assolutamente no, perché non puoi pagare in nessun modo lo streamer, che lo fa quindi solo per passione e non per avere un riscontro. In più, nelle stanze ci sono da 5 a 10 streamer e nessuno di loro è escluso o più importante, sono tutti sullo stesso piano.

Un’altra funzione è una simile a Tinder, poiché ci sono delle stanze in cui puoi scegliere di aggiungere degli amici solo facendo swipe sul loro profilo. Questa funzione forse vi ricorderà il primo nome dell’applicazione, quando ancora non aveva troppi iscritti e non aveva tutte queste funzionalità e che, da molti, veniva usato anche e solo per spammare SnapchatYellow.

Se volete provare questa applicazione, questo è il link per il Play Store, mentre questo è quello per l’Apple Store. Qui invece trovate il sito ufficiale di Yubo. Fateci sapere se vi piace o se preferite gli altri social!

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.