#17 – Impariamo il polacco: apriamo il dizionario – parte 2

Condividi

È lunedì e sono passate due settimane dal nostro ultimo articolo di Impariamo il polacco, per cui questo significa solo una cosa: dobbiamo riaprire il dizionario per scoprire nuovi termini. Anche se, questa settimana, ho un’altra piccola novità che potrebbe esservi d’aiuto e che ho iniziato giusto da qualche giorno, per cui riusciremo a coltivarla piano piano, ma intanto ve la racconto.

impariamo-il-polacco-dizionario-2
Fonte: pixabay

Non tutti sanno perché ho iniziato questa rubrica: sono fidanzata con un ragazzo polacco per cui, un po’ per riuscire a integrarmi un po’ per evitare di parlare con i gatti mentre loro parlano in polacco, ho preso la decisione di creare Impariamo il polacco, così avrei potuto cercare di imparare la lingua del mio fidanzato e, intanto, ci avrei anche guadagnato degli articoli.

E quindi questo cosa c’entra? Semplicemente, passando molto tempo insieme a lui e alla sua famiglia, sto iniziando a scrivere su un piccolo quadernetto tutti i termini che potrebbero servirmi abitualmente. Ad esempio, il primo che ho imparato è stato piwo, che significa birra, insieme a wódka, che significa, ovviamente, vodka, insieme a qualche parolaccia che non scriverò. Per cui, ho pensato di riportare anche a voi i termini che riuscirò a imparare e a scrivere in due settimane circa.

Questa settimana non saranno molti, e questo perché ho iniziato da poco con quest’iniziativa, ma spero, la settimana prossima, di portarvi un po’ più contenuti. Iniziamo subito. Visto che c’è questa novità, oggi le parole che impareremo dal vocabolario polacco saranno 40, quindi 10 parole per 4 lettere. Iniziamo prima con quelle del mio quadernetto.

Apriamo il mio quadernetto

Non sono in ordine alfabetico, ma in ordine in cui le ho scritte e le ho ricordate. Perdonate il mio disordine. Come la scorsa volta, vedremo prima la parola in italiano e poi il corrispondente polacco.

  • Cucchiaio: łyżka;
  • Cucchiaino: łyżeczka;
  • Piatto: talerz;
  • Bicchiere: szklanka;
  • Forchetta: widelec;
  • Acqua: woda;
  • Gatto: kot;
  • Bere: pić;
  • Mangiare: jeść;
  • Venire: przychodzić;
  • Tovaglia: obrus;
  • Tovagliolo: serwetka;
  • Rutto: bek;
  • Mutande: majtki.

Apriamo il dizionario polacco

Vi ricordo che il dizionario che utilizzo per scrivere questa rubrica è uno acquistato alla Feltrinelli di Roma, proprio in ritorno dal mio primo viaggio in Polonia, purtroppo non sono riuscita a trovarlo su Amazon ma lo trovate anche qui, il prezzo non è per niente eccessivo, è piccolo per cui potete tranquillamente trasportarlo in valigia, ci sono 25.000 voci, 50.000 traduzioni, 77 pagine di conversazione e, all’inizio anche delle regole grammaticali. Io mi ci sono trovata molto bene!

impariamo-il-polacco-dizionario-2
Fonte: pixabay

Lettera V

La prima lettera che ci è capitata è la V, dall’italiano al polacco (io comunque, come la scorsa volta, vi trascrivo sempre prima il termine in italiano e poi la corrispettiva traduzione in polacco, in modo da rendervi più semplice trovare il significato della parola).

  1. Viso: twarz;
  2. Visone: norka;
  3. Vistoso: wiza;
  4. Vita: życie (esistenza), kibić (parte del corpo);
  5. Vitamina: witamina;
  6. Vitto: witk (e alloggio: wyżywienie);
  7. Vittoria: zwycięstwo;
  8. Viziato: rozpuszczony;
  9. Vocabolario: słwonik;
  10. Vocale: powołanie.

Lettera P

Continuiamo con la lettera P, questa volta dal polacco all’italiano. Ci è capitata una pagina piuttosto interessante, con sostantivi e aggettivi principalmente.

  1. Frettoloso: pośpieszne;
  2. Sacrificio: poświęcenie;
  3. Dopo: potem;
  4. Potenza: potęga;
  5. Dannato: potępiony;
  6. Diluvio: potop;
  7. Piatto (pietanza): potrawa;
  8. Urto: potrącenie;
  9. Esigenza: potrzeba;
  10. Necessario: potrzebny.

Lettera M

impariamo-il-polacco-dizionario-2
Fonte: pixabay

La lettera M dall’italiano al polacco ha alcuni cibi, altri sostantivi e anche aggettivi. Sceglierne 10 è abbastanza complesso, ma ci siamo riusciti.

  1. Maiale: świnia;
  2. Maionese: majonez;
  3. Mais: kukurydza;
  4. Malato: chory;
  5. Malattia: choroba;
  6. Male: zło;
  7. Maleducato: zle wychowany;
  8. Malgrado: pomimo, wbrew;
  9. Malinconia: melancholia;
  10. Malinteso: nieporozumienie.

Lettera Z

Concludiamo la lezione di oggi di Impariamo il polacco con la lettera Z, dal polacco all’italiano. A occhio e croce, vedo soprattutto dei sostantivi.

  1. Scontro: zderzenie;
  2. Foto: zdjęcie;
  3. Conquista: zdobycz;
  4. Abile: zdolny;
  5. Tradimento: zdrada;
  6. Traditore: zdrajca;
  7. Sano: zdrowy;
  8. Stupore: zdumienie;
  9. Riunione: zebranie;
  10. Orologio: zegar.

E anche oggi abbiamo finito con Impariamo il polacco. Vi è piaciuto questo nuovo format o preferite la grammatica? Fatecelo sapere! Intanto, vi lascio gli altri articoli in caso li aveste persi:

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Blue Monday: quali sono le sue origini? Esiste davvero?
Next post Crisi di governo: Conte conquista la camera, oggi tocca al Senato – DIRETTA