Bridgerton: Regé-Jean Page dà l’okay per il recasting del Duca di Hastings

Condividi

L’abbiamo amato, qualcuno ha guardato Bridgerton letteralmente solo per lui, ma Regé-Jean Page del personaggio di Simon Hastings, che lo ha reso famoso e dopo cui ha ottenuto diversi ingaggi anche importanti, proprio non vuole saperne, neanche per piccole comparse, e per questo ha detto che i registi della serie tv targata Netflix sono liberi di fare un recast per il suo personaggio, proprio come hanno già fatto con Francesca, in quanto l’attrice era impegnata in altri progetti, ma essendo una Bridgerton è necessaria la sua presenza sul set.

Potrebbe interessarvi:

Bridgerton: la differenza fra i primi due libri e le prime due stagioni
Spin-off sulla Regina Carlotta (Bridgerton): annunciato il cast
I 3 luoghi italiani dove poter fare un viaggio alla Bridgerton
Bridgerton: recensione della seconda stagione
Bridgerton: di cosa parla il libro di Colin e Penelope?
Bridgerton: no, il duca di Hastings non farà ritorno nella terza stagione

Bridgerton è una serie tv approdata su Netflix il 25 dicembre ed è sin da subito stata al centro dell’attenzione, non solo per la sua trama e per la sua somiglianza con Gossip Girl (anche se i romanzi da cui è ispirata sono precedenti a Gossip Girl, per cui forse è quest’ultima a essersi ispirata a Bridgerton) che è una delle serie più iconiche e che ci ha accompagnato per tanti anni, ma anche perché è stata prodotta dalla mamma di Grey’s Anatomy, ancora oggi una delle serie più popolari e seguite, Shonda Rhimes.

La serie è basata sui romanzi di Julia Quinn, in particolare dal primo libro The Duke and I: tuttavia, la serie alleggerisce diversi contenuti e si prende le sue dovute modifiche, tanto da rivelare qualcosa di molto importante (come sempre nelle nostre recensioni non troverete alcuno spoiler, per cui leggete tranquillamente anche se non avete finito la serie) alla fine della stagione, sebbene nei romanzi venga portato a galla solo dopo quattro libri. Ogni stagione è incentrata su un personaggio: la prima su Daphne, la seconda su Anthony (dal libro Il visconte che mi amava).

bridgerton-duca-di-hastings-recast

«Cari lettori, mentre tutti gli occhi sono rivolti alla ricerca di Lord Anthony Bridgerton alla caccia di una viscontessa, salutiamo Regé-Jean Page, che ha interpretato così trionfalmente il duca di Hastings. Ci mancherà la presenza di Simon sullo schermo, ma farà sempre parte della famiglia di Bridgerton. Daphne rimarrà una moglie e una sorella devota, aiutando suo fratello a navigare nella prossima stagione sociale e ciò che ha da offrire: più intrighi e romanticismo di quanto i miei lettori potrebbero essere in grado di sopportare», questo è quello che l’account ufficiale scrisse su Instagram, per dare l’annuncio dell’addio del Duca.

«Regé-Jean Page è sempre stato molto aperto riguardo la sua intenzione di lasciare lo show dopo la prima stagione e di passare ad altri progetti. Ma recentemente c’è stato un dialogo tra lui e i capi dello show», abbiamo letto sul The Sun. «Non è stato ancora formalmente concordato nulla, ma le cose potrebbero cambiare prestoLe trattative sono molto nell’aria al momento, ma questo sarà un anno emozionante per Rege, senza dubbio». Tuttavia, la notizia fu smentita direttamente dall’attore e, adesso, fa morire tutte le speranze completamente.

Bridgerton: addio definitivo a Regé-Jean Page, ma non al duca di Hastings

bridgerton-duca-di-hastings-recast

Il protagonista della prima stagione di Bridgerton, Regé-Jean Page ha completamente messo fine alla sua presenza nella serie Netflix, al punto che Page non avrebbe scrupoli se la produzione dovesse riformulare il suo ruolo andando avanti. «Sono liberi di fare ciò che vogliono», ha detto l’attore a Marc Malkin di Variety  alla premiere del nuovo film d’azione di spionaggio di Page “The Grey Man”. Il Duca è presente in tutti i libri della Quinn, sebbene solo come comparsa, tuttavia nella serie la presenza potrebbe essere più duratura, in quanto si concentra sulla famiglia.

«Shonda e io abbiamo avuto una conversazione meravigliosa alla fine della prima stagione. Siamo rimasti abbastanza contenti di come siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo», ha aggiunto l’attore. «Siamo andati così bene in quell’arco di redenzione che la gente dimentica che Simon era un po’ orribile. Era il miglior esempio di fottuto Regency che chiunque di noi avesse incontrato», e in effetti non ha poi tutti i torti. Diciamo che Simon è un personaggio affascinante, ma c’è di meglio (Benedict, ad esempio?).

bridgerton-duca-di-hastings-recast

«E quindi, poiché abbiamo chiuso il cerchio così bene, poiché abbiamo bloccato quell’atterraggio, ti rimane questa grande sensazione. Devi davvero essere coraggioso nel porre fine a storie del genere», ha continuato. In più, sembra che non abbia neanche visto la seconda stagione della serie che su Netflix è uscita a marzo e che ha come protagonista l’amico Jonathan Bailey. La terza, invece, avrà come protagonisti Colin e Penelope. Tuttavia, sebbene la serie sia abbastanza diversa dai libri, ci chiediamo se davvero il Duca di Hastings subirà un recast, anche per il bene di Daphne, o se, semplicemente, si andrà avanti con altre storie.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.