Tag: razzismo

Razzismo in USA: sparatorie contro donne asiatiche
News dal mondo

Razzismo in USA: sparatorie contro donne asiatiche

È la prima sparatoria nell'America di Joe Biden che proprio qualche giorno fa aveva denunciato il razzismo e la crescita dell'odio razziale contro le persone asiatiche che vivono in America: «gli asiatici americani sono stati attaccati, molestati e incolpati, usati come capro espiatorio», aveva detto riferendosi alla pandemia che, secondo molte persone, è stata creata in un laboratorio in Cina. L'anno scorso, con il movimento Black Lives Matter, in molti si sono movimentati per provare a fare qualcosa per aiutare la comunità nera, non solo in America ma persino in Europa, sebbene, essendo periodo Covid-19, i movimenti erano molto limitati. C'è anche chi si è limitato a postare una foto tutta nera sui social come se servisse a qualcosa, ma in ogni caso adesso si chiede alle persone di ...
#FreeBritney: la prima vittoria in aula e le scuse di Timberlake
Vip news

#FreeBritney: la prima vittoria in aula e le scuse di Timberlake

L'hashtag #FreeBritney è al centro dei riflettori e del cuore dei fan da ormai tanto tempo, poiché Britney Spears, la cantante e popstar, alla bellezza di 39 anni non ha ancora il possesso della propria vita e dei propri guadagni, che si suda con la sua arte e la sua musica. In molti si sono espressi a riguardo, cantanti, vip, i fan che ogni giorno lottano per far ottenere la libertà della loro idola, e finalmente, dopo fin troppo tempo di battaglie, c'è stata una piccola vittoria in tribunale. La giudice Brenda Penny ha stabilito che il padre di Britney Spears, Jamie, non ha più il totale controllo sulle finanze della figlia 39enne, ma che dovrà, d'ora in poi, collaborare con la Bessemer Trust, una società di servizi finanziari. Questa è una prima piccola vittoria per la cantante, ...
Disney+ e l’avviso per invitare a contestualizzare i cartoni più vecchi
Opinioni attuali

Disney+ e l’avviso per invitare a contestualizzare i cartoni più vecchi

Quando si dice che il politically correct è andato troppo oltre ci si riferisce anche a Disney+, piattaforma di streaming online dove è possibile vedere i cartoni più antichi con cui siamo cresciuti, tra cui Dumbo, gli Aristogatti, Biancaneve e i sette nani, ma di cui oggi, molti di questi, hanno un avviso per «rappresentazioni negative e/o trattamenti errati nei confronti di persone o culture». A molti, questo, fa storcere il naso. In realtà, riguardando molti cartoni dello scorso secolo, da Biancaneve che entra in casa di sette sconosciuti e inizia a pulire come se la sua indole fosse quella a tutte le parodie razziste (verso le persone nere, verso gli arabi, i cinesi, persino contro gli ebrei) presente in fin troppi cartoni ma che, in quei tempi, erano quasi normali. Noi, che l...
George Floyd: scarcerato il poliziotto che lo uccise
News dal mondo

George Floyd: scarcerato il poliziotto che lo uccise

Impossibile non ricordare George Floyd, l'ennesimo uomo ucciso da un poliziotto che abusa del suo potere. Il suo omicidio è stata la miccia che ha causato l'esplosione di rivoluzioni che, ancora oggi, l'America sta cercando di sedare. Rivoluzioni contro l'ingiustizia, rivoluzioni contro l'abuso di potere, rivoluzioni per fare capire che anche le vite dei neri hanno un valore. Tuttavia, sebbene da mesi (Floyd fu ucciso il 25 maggio) ci siano queste rivoluzioni, negli ultimi giorni è divenuta nota la notizia che Derek Chauvin, l'ex agente di polizia di Minneapolis accusato dell'omicidio di George Floyd, il cui video della morte è divenuto virale online a causa della brutalità con cui è stato ucciso, è uscito dal carcere poiché qualcuno ha pagato la cauzione di un milione di dollari per farl...
Willy Monteiro, «il razzismo in Italia non esiste»: ne siamo sicuri?
News dal mondo

Willy Monteiro, «il razzismo in Italia non esiste»: ne siamo sicuri?

Ormai tutti sanno quello che è successo a Willy Monteiro, ragazzo di 21 anni romano, ucciso da quattro ragazzi per aver tentato di sedare un litigio iniziato per un like sui social e che poi è terribilmente degenerato con l'arrivo della gang dei Bianchi, che è famosa a Colleferro per le risse. Sono i tipici italiani medi, culturisti, pieni di tatuaggi e dediti alla famiglia. Quel tipo di persona che indosserebbe il rosario, andrebbe in chiesa, si definirebbe cristiano, per poi seminare odio sui social, per le strade, mancando di rispetto a chiunque gli rivolga uno sguardo sbagliato. E, purtroppo, Willy Monteiro ne ha pagato la vita. Aveva tanti sogni, Willy, voleva diventare un calciatore della sua squadra del cuore, la Roma, e intanto si dilettava a giocare nella squadra di Paliano e co...
«I have a dream»: 57 anni fa il celebre discorso di Martin Luther King
Curiosità

«I have a dream»: 57 anni fa il celebre discorso di Martin Luther King

Era il 28 agosto 1963, una data che sembra così lontana ma che in realtà era solo 57 anni fa, quando Martin Luther King pronunciò in occasione della marcia su Washington «Io ho un sogno», e il suo discorso può ancora essere attuale.  Il discorso è conosciuto oggi solo come «I have a dream», tutti, almeno una volta nella propria vita, ne hanno sentito parlare, ma in quanti conoscono davvero le parole che Martin Luther King ha voluto pronunciare quel giorno? E soprattutto, in quanti hanno capito il loro significato e quello che l'uomo voleva trasmettere? Probabilmente oggi qualcuno cita «Io ho un sogno» giusto per sembrare intellettuale, come si fa con Bukowski in una didascalia su Instagram (e non c'è niente di male, meglio che venga citata e venga quindi sparsa la parola di pace e uguagl...
Jacob Blake: un’altra vittima della polizia statunitense (ma è ancora vivo!)
News dal mondo

Jacob Blake: un’altra vittima della polizia statunitense (ma è ancora vivo!)

Colpito con 7 spari alle spalle davanti agli occhi dei suoi bambini di 3, 5 e 8 anni, Jacob Blake è un altro uomo apparentemente innocente che ha quasi perso la vita a causa del razzismo e dell'incompetenza della polizia americana, il tutto registrato in un video che dimostra come l'uomo non stesse facendo nulla. È successo a Kenosha, una città del Wisconsin, Jacob Blake aveva appena sedato la rissa fra due donne, per cui la polizia si era recata sul posto, ed è stato poi sparato con sette colpi e ferito gravemente alla schiena da un poliziotto che lo ha sparato mentre camminava, apparentemente senza un motivo effettivo. Il giorno precedente al ferimento del giovane uomo, c'erano state altre proteste in Louisiana dove un poliziotto ha ucciso un uomo nero di 31 anni. Le manifestazioni d...
Vicenza, poliziotto blocca un ragazzo per il collo: video e testimonianza
News dal mondo

Vicenza, poliziotto blocca un ragazzo per il collo: video e testimonianza

Nella giornata di ieri Vicenza è stata scenario di un grave episodio di razzismo, postato sui social e divenuto virale in pochissimo tempo, causando scalpore ma anche ulteriori commenti razzisti nei confronti del ragazzo che ha reso pubblico l'episodio. Dalla testimonianza del migliore amico della vittima, i ragazzi stavano tranquillamente nella piazza della città, quando un poliziotto si è avvicinato a loro chiedendo in modo molto aggressivo, come si può notare dal video, i documenti al ragazzo che però si è rifiutato di darli. La ragione è che 10 minuti prima c'era stata una rissa fra due ragazzi che però non aveva niente a che fare con il gruppo di adolescenti che stavano tranquillamente godendosi la giornata, ma il poliziotto ha comunque deciso che quel ragazzo aveva qualcosa che n...