Tag: iran

Taraneh Alidoosti: libera l’attrice arrestata in Iran per aver sostenuto le proteste
News dal mondo

Taraneh Alidoosti: libera l’attrice arrestata in Iran per aver sostenuto le proteste

Le autorità iraniane hanno rilasciato la famosa attrice Taraneh Alidoosti che era stata arrestata il mese scorso dopo aver espresso solidarietà ai manifestanti antigovernativi che da mesi stanno lottando per vendicare la morte di Mahsa Amini e di tantissime altre persone che sono state uccise a freddo o che sono state condannate a morte. Fortunatamente, dopo diversi appelli, Alidoosti è stata fotografata mentre veniva accolta da amici fuori dalla prigione Evin di Teheran, con i capelli scoperti, segno che adesso è finalmente libera. Ma tante altre persone non sono state fortunate come lei. Torniamo indietro di qualche mese: le accuse nei confronti della polizia molare iraniana sono quelle di aver picchiato a morte Mahsa Amini, arrestata per aver indossato un “hijab improprio” e mor...
Sara Khadim al-Sharia: la campionessa di scacchi iraniana senza velo ai mondiali
Sport

Sara Khadim al-Sharia: la campionessa di scacchi iraniana senza velo ai mondiali

Le sportive iraniane continuano a sfidare il regime dell'Iran che da mesi sta arrestando chiunque osi manifestare contro di loro, in particolare modo le donne. Si chiama Sara Khadim al-Sharia, ed è la campionessa di scacchi che ha sfidato la polizia morale giocando ai Mondiali in Kazakistan senza indossare l'hijab. Prima di lei, anche Elnaz Rekabi che ha gareggiato senza velo, obbligatorio in Iran. E adesso si teme anche per la sua vita, in quanto abbiamo visto come in Iran siano morte tantissime persone, alcune brutalmente uccise, altre condannate a morte e poi uccise. Tutto inizia qualche mese fa, quando la polizia morale iraniana ha picchiato a morte Mahsa Amini, arrestata per aver indossato un “hijab improprio” e morta durante la custodia. Tuttavia, un capo della polizia iraniana h...
Raha Ajoudani: l’appello per salvare la ragazza trans minorenne arrestata in Iran
News dal mondo

Raha Ajoudani: l’appello per salvare la ragazza trans minorenne arrestata in Iran

Come si può festeggiare il Natale coscienti di quel che sta avvenendo in Iran, da mesi? Adesso in pericolo è una 17enne transgender, Raha Ajoudani, arrestata il il 17 Dicembre mentre usciva dalla propria abitazione situata nella zona di Shahre Rey, a Teheran. Adesso si trova in un centro di detenzione minorile, ma, poiché a breve compirà la maggiore età, la famiglia teme che potrebbe essere trasferita in un centro di detenzione maschile e sottoposta a trattamenti brutali dalla polizia penitenziaria. Ricordiamo che già in diversi sono stati condannati a morte e uccisi, solo per aver manifestato. Tutto inizia qualche mese fa, quando la polizia molare iraniana ha picchiato a morte Mahsa Amini, arrestata per aver indossato un “hijab improprio” e morta durante la custodia. Tuttavia, un capo...
Le ultime notizie dall’Iran: dall’attrice arrestata per aver sostenuto le proteste, alla 14enne uccisa
News dal mondo

Le ultime notizie dall’Iran: dall’attrice arrestata per aver sostenuto le proteste, alla 14enne uccisa

Si dovrebbe in generale parlare molto di più di quello che sta accadendo in Iran da mesi, dove, in seguito all'uccisione della 22enne Mahsa Amini, sono scoppiate tantissime rivolte che hanno portato alla condanna a morte di più ragazzi e ragazze, altri ancora sono stati arrestati, come l'attrice Taraneh Alidoosti, arrestata in Iran dopo aver pubblicato immagini che la ritraevano senza il velo hijab, e altri ancora sono stati uccisi, come la quattordicenne che è stata violentata e uccisa per aver rimosso il suo hijab a scuola. E l'Occidente che fa? Sta in silenzio. Torniamo indietro di qualche mese: le accuse nei confronti della polizia molare iraniana sono quelle di aver picchiato a morte Mahsa Amini, arrestata per aver indossato un “hijab improprio” e morta durante la custodia. Tuttav...
Iran: condannati a morte anche un attore e un ex calciatore
News dal mondo

Iran: condannati a morte anche un attore e un ex calciatore

Quando qualcuno interverrà per salvare le persone che in Iran stanno vivendo una guerra civile, dove però i morti sono solo i cittadini? Da quando la polizia morale ha ucciso la giovane 22enne Mahsa Amini, la situazione è solo peggiorata. Altro che i miglioramenti che cui hanno tentato di farci credere, in Iran è stato impiccato un manifestante e le donne vengono sparate a seno e genitali, e le ultime notizie parlano di ulteriori condanne a morte, fra cui ci sono quelle di un attore e di un ex calciatore: entrambi hanno avuto il coraggio di partecipare alle manifestazioni. Torniamo indietro di qualche mese: le accuse nei confronti della polizia molare iraniana sono quelle di aver picchiato a morte Mahsa Amini, arrestata per aver indossato un “hijab improprio” e morta durante la custodi...
Altro che miglioramenti, in Iran è stato impiccato un manifestante e le donne vengono sparate a seno e genitali
News dal mondo

Altro che miglioramenti, in Iran è stato impiccato un manifestante e le donne vengono sparate a seno e genitali

Ci hanno fatto credere che andasse meglio, che la polizia morale fosse stata abolita o fosse in procinto di esserlo... Ma in realtà in Iran va meglio proprio un cavolo! Il 23enne Mohsen Shekari era stato arrestato per aver partecipato alle proteste anti governative che da quasi tre mesi incendiano le strade dell'Iran, e adesso è stato ufficialmente ucciso per impiccagione. Intanto, gli agenti cercano di reprimere le manifestazioni sparando a distanza ravvicinata le donne colpendole al volto, al seno e ai genitali. E l'Occidente, l'Italia, gli Stati Uniti, l'Unione Europea, cosa fanno per aiutare queste persone? Davvero ci importa delle guerre solo se le vittime sono bianche, bionde e con gli occhi azzurri? Torniamo indietro di qualche mese: le accuse nei confronti della polizia molare ...
Iran, la compagna di cella di Alessia Piperno è stata condannata a morte
News dal mondo

Iran, la compagna di cella di Alessia Piperno è stata condannata a morte

Alessia Piperno ha scritto un commovente post su Instagram in cui parla di Fahimeh Karimi, allenatrice di pallavolo e madre di tre figli. Chi è questa donna? È stata la sua compagna di cella, che un giorno è andata in infermeria e poi non è più tornata: cercando il suo nome su Google dopo aver passato 45 lunghi giorni in un carcere in Iran, Alessia, travel blogger romana che in Iran ci era per vacanza, ha scoperto che la donna è stata condannata a morte per aver dato un calcio a un pasdarn. Alessia Piperno Alessia Piperno è una ragazza di 30 anni, blogger di viaggi, che lo scorso luglio era approdata in Iran, dopo aver visitato anche Pakistan, Marocco, Honduras, Messico, Panama, Islanda e Sri Lanka. Il 28 settembre era stata arrestata dopo avere festeggiato il proprio compleanno con...
Le buone notizie dall’Iran vanno prese con le pinzette: ancora nessuna conferma
News dal mondo

Le buone notizie dall’Iran vanno prese con le pinzette: ancora nessuna conferma

Tantissime importanti testate italiane e internazionali nella giornata di ieri hanno rilasciato la bella notizia proveniente dall'Iran e dall'agenzia di stampa Isna: il procuratore generale iraniano Mohammad Jafar Montazeri ha annunciato che la polizia morale è stata abolita dalle autorità competenti, e in più si starebbe pensando anche di togliere l'obbligo del velo alle donne, questo dopo le tantissime manifestazioni iniziate e mai concluse dopo l'omicidio della 22enne Mahsa Amini. Tuttavia, come sottolinea anche al Jazeera, «non ci sono conferme sul fatto che il lavoro delle unità di pattugliamento, ufficialmente incaricate di garantire la 'sicurezza morale' nella società sia effettivamente terminato». Torniamo indietro di qualche mese: le accuse nei confronti della polizia mola...
Iran: la Nazionale protesta contro il governo e non canta l’inno
Sport

Iran: la Nazionale protesta contro il governo e non canta l’inno

Altro che gli italiani che non si inginocchiano per il Black Lives Matter! La Nazionale dell'Iran ha deciso di non cantare l'inno nazionale del proprio paese durante i Mondiali di Qatar, per manifestare contro l'omicidio di Mahsa Amini e di tutte le altre donne e persone che sono state ingiustamente uccise dal regime iraniano. Adesso ricorderemo alcune delle situazioni più eclatanti, dall'omicidio della ragazza ai giornalisti minacciati, incarcerati o uccisi, ma ricordiamo anche che i Mondiali si stanno svolgendo a Qatar, un Paese dove gli omosessuali non sono trattati come esseri umani. Sarebbe bello che ogni squadra decidesse di far qualcosa per i Paesi che ne hanno bisogno, a livello di diritti umani. Potrebbe interessarvi anche: Iran: emessa la prima condanna a morte dopo le pr...
Iran: emessa la prima condanna a morte dopo le proteste
News dal mondo

Iran: emessa la prima condanna a morte dopo le proteste

L'Iran è sotto i riflettori a livello mondiale, mentre in Italia il problema principale è Carlotta Rossignoli che ha eliminato il profilo Instagram. Perché parliamo ancora di Iran? Perché il governo ha emesso la sua prima condanna a morte per le proteste che hanno scosso la leadership clericale del Paese dopo l'ucciso di Mahsa Amini e non solo: da quando la 22enne è stata uccisa il 16 settembre, il clima di scontento nel Paese non si è mai arrestato e donne come uomini non hanno mai smesso di manifestare e ricordare quello che è stato fatto a Mahsa e anche ad altre donne che manifestavano. Le accuse verso la polizia iraniana sono quelle di aver picchiato a morte Mahsa Amini, arrestata per aver indossato un “hijab improprio” e morta durante la custodia. Tuttavia, un capo della poliz...