Pride Month: 3 coming out nel 2021

Condividi

Vi abbiamo già parlato della storia dei Pride, ma abbiamo pensato di tenere alta l’attenzione sulla comunità LGBT raccontandovi cinque storie di tre vip che hanno deciso di fare coming out pubblicamente in questi primi sei mesi del 2021. Ovviamente non potremo inserirli o anche nominarli tutti, ma cercheremo di postare i più famosi. Non potremo raccontare anche la storia di Devin Ibañez o Justin Laevens, ma vi invitiamo a informarvi, perché hanno davvero fatto parte di un pezzo di storia.

Prima di passare subito al dunque vi ricordo anche che qualche mese fa vi abbiamo parlato anche dei migliori coming out LGBT nelle serie televisive, per cui se voleste leggere o rivedere quelli, vi lasciamo il link per leggere l’articolo scritto proprio per il coming out day. In fin dei conti può essere un buon modo sia per cercare la forza di essere se stessi, che per provare ad accettarsi. Le serie tv servono proprio a questo: a farci svagare, ma anche a farci empatizzare con alcuni personaggi.

3 VIP che hanno fatto coming out come LGBT

Fiore Manni

È quello che forse ha sconvolto di più, ma non sconvolto nel senso che siamo dispiaciuti perché fa parte della community LGBT, ma più che altro per quello che la ragazza, famosa per Camilla Store e Disegna con Fiore entrambi trasmessi su Super! e guardati soprattutto da ragazzine e bambine, ha dovuto sopportato in tutti quegli anni. In un video postato su Youtube ha raccontato la sua esperienza e la sua storia d’amore LGBT con una donna, per dodici anni, sebbene oggi stia con un uomo, ma proprio questa relazione eterosessuale le ha fatto capire quello che ha «perso nella relazione precedente».

vip-coming-out-lgbt-2021
Fonte: 361magazines

«Questo video è in ritardo di circa 10 anni. È da tantissimo tempo che volevo fare coming out ma ho sempre rimandato perché non mi sentivo pronta, avevo paura di farlo», ha detto nel video, spiegando di non aver potuto dire la verità poiché lavorara «nei prodotti per l’infanzia e questo non andava bene». Ma, la parte più grave, arriva nel momento in cui spiega perché non ha scelto di dire che faceva parte della comunità LGBT prima dei scorsi giorni:

«Io facevo un programma per ragazzi ed ero legata al mondo dell’intrattenimento per l’infanzia e, quindi, a qualcuno il fatto che io stessi insieme ad una ragazza non andava bene. Chi mi segue da poco, sa che sto con il mio attuale compagno, Michele. Chi mi conosce da più tempo sa che sono stata sposata e che sono stata tanti anni con questa persona che ho sempre tenuto nascosta. Il motivo per cui ho tenuto nascosta questa relazione che è durata 12 anni è perché sono stata con una ragazza.

Ho iniziato a vivere male la relazione quando iniziai a lavorare in tv. Mi ricordo una riunione in cui mi chiesero se avessi un fidanzatino e io risposi che avevo una fidanzatina! Nel momento in cui lo dissi, capii di aver fatto un passo falso. Nella sala riunione, calò il gelo. Mi dissero che, per loro, non c’era alcun problema ma che questa cosa non si doveva sapere. E imparai la lezione».

Demi Lovato

Demi Lovato è il coming out LGBT più recente e che ha fatto più discutere, proprio perché non ha fatto coming out come lesbica, bisessuale o pansessuale, bensì come non-binary, e molte persone non sono ancore pronte per una cosa del genere, soprattutto in Italia. Lǝi, però, lo ha detto molto fieramente: «Sono fierǝ di dirvi che mi identifico come non-binary e da qui in avanti cambierò i miei pronomi in they/them».

vip-coming-out-lgbt-2021
Fonte: Instagram

«Ogni giorno che ci svegliamo, ci viene data un’altra opportunità e possibilità di essere chi vogliamo e desideriamo essere. Ho passato la maggior parte della mia vita a crescere davanti a tutti voi … avete visto il buono, il brutto e tutto il resto. Non solo la mia vita è stata un viaggio per me stessǝ, stavo anche vivendo per quelli dall’altra parte delle telecamere. Oggi è un giorno che sono felice di condividere con tutti voi – Sono orgogliosǝ di farvi sapere che mi identifico come non binario e cambierò ufficialmente i miei pronomi in they/them.

Questo è avvenuto dopo molto lavoro di guarigione e autoriflessione. Sto ancora imparando e entrando in me stessǝ, e non pretendo di essere unǝ espertǝ o unǝ portavoce. Condividerlo con voi ora mi apre un altro livello di vulnerabilità. Lo sto facendo per coloro che non sono stati in grado di condividere chi sono veramente con i loro cari. Per favore continua a vivere nelle tue verità e sappi che ti sto mandando tanto amore».

Madame

Di Madame ne abbiamo già parlato, ma il suo coming out come LGBT è stato così bello che vogliamo scriverlo ancora una volta. Durante una sua intervista con la Repubblica, ha fatto coming out nel modo più semplice che c’era, semplicemente parlando di se stessa. «Io sono bisessuale», ha detto la rapper che ha partecipato a Sanremo 2021 e che ci ha fatto sognare con i suoi outfit iconici (superata solamente da Achille Lauro).

«Sono una ragazza che sceglie, a seconda di come si sente, di avere un portamento. Vivo con normalità questa cosa, non sento il bisogno di dover aderire a determinati gruppi o movimenti. Sono andata sul palco in giacca e cravatta», ha detto ancora.Al Corriere della Sera ha anche parlato della questione di genere: «Mai avuto problemi, maschio, femmine, semplicemente le donne etero sono più difficili da raggiungere, e quello era il mio scopo. Certe mattine mi sveglio più maschio, altre più femmine».

vip-coming-out-lgbt-2021
Fonte: Instagram

Altri coming out LGBT che vogliamo almeno nominare sono quelli di Emma Corrin come queer (in un post su Instagram) così come quello di Mary Wiseman. Adelaide Kane invece ha fatto sapere che si identifica nella B di LGBT. E voi quale coming out LGBT avete preferito in questo 2021? Siete rimasti sorpresi (per la storia) di qualcuno?

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post “Belli ciao”: nel 2022 arriva il film di Pio e Amedeo
Next post Maneskin nel dramma: tra Emma Marrone e la manager