Come riciclare i prodotti beauty e skincare

Condividi

Ci preoccupiamo di guerre e pandemie, dimenticando che, se non dovessimo morire per queste due, moriremmo comunque a causa del cambiamento climatico, assorbiti dall’inquinamento che noi stessi abbiamo contribuito a creare. Per cui, vi siete mai chiesti come poter riciclare i prodotti che usare per la skincare o i trucchi che utilizzate o non utilizzate ogni giorno? Dopo aver visto gli assorbenti lavabili: cosa sono e perché usarli, 5 semplici abitudini per provare a ridurre l’inquinamento e aver scoperto i cosmetici solidi: cosa sono e perché utilizzarli, vediamo come riciclare quelli che già abbiamo.

Se gli assorbenti lavabili o i cosmetici solidi sono più una scelta e un’abitudine (perché, per carità, puoi tenere all’ambiente quanto vuoi, ma se proprio non ti trovi bene con qualcosa non devi sforzarti), per i prodotti beauty e di make up che vi proporremo oggi non avrete alcuna scusa, in quanto dovrete solo riciclare. Non dovrete comprare nessun prodotto, non dovrete cambiare le vostre abitudini, semplicemente non dovrete buttare quel prodotto che è stato a marcire nel vostro beauty case per anni.

Come riciclare i prodotti beauty e skincare

Allora, partiamo dal presupposto che ci siano proprio dei brand con programmi per riciclare i prodotti, in modo da rendere tutto molto più semplice e fantasioso. Il primo è Lush, che da sempre si è distinto nel settore per fare prodotti non solo a fare dell’ambiente ma anche per riciclare i prodotti. Quando finirai uno scrub, una crema, qualsiasi cosa tu abbia comprato, potrai tornare nel negozio e consegnare indietro il vasetto, in quanto «la maggior parte della plastica che noi di Lush utilizziamo è riciclata e riciclabile, e il nostro programma di recupero dei vasetti neri è in vigore dal 2008».

Non solo Lush! Anche MAC Cosmetics ha l’iniziativa Back To MAC, in cui i clienti possono riportare sei contenitori del brand e avere in omaggio un lipstick, e il gruppo P&G (di cui fanno parte brand come Pantene, Oral-B e Gillette) si preoccupano di riciclare il materiale una volta finito. Il programma che offrono è in collaborazione con Loop, che fa parte di TerraCycle, leader globale del riciclo e prevede l’acquisto di alcuni prodotti sulla piattaforma già in versione riciclata e non riciclabile. Ma per quelli che non possono essere riciclati? Vediamo insieme.

Riutilizzarli per altri prodotti

Presupponiamo che abbiate una crema in una confezione molto grande di crema solare e che dobbiate partire per qualche giorno prendendo un aereo. Volete evitare di portare il bagaglio da stiva, che costa un po’, per cui l’alternativa è comprare la crema solare una volta arrivati alla vostra meta, comprare un’altra crema con le dimensioni adatte per viaggiare… oppure utilizzare quel contenitore piccolino perfetto per i viaggio in aereo. Vi basterà spostare un po’ di prodotto nel contenitore (ovviamente lavato con cura) e il gioco è fatto.

riciclare-prodotti-beauty-e-skincare
Fonte: Pexels

Sperimentare

Su TikTok e Instagram ci sono tantissimi video di scrub fai-da-te molto semplici da fare, per cui perché non provarli? E quando li fate, dove li potete conversare? Semplicemente in quel vasettino che avete deciso di riciclare inserendo un nuovo prodotto, fatto da voi! Ovviamente anche in questo caso va eliminato tutto il contenuto precedente e poi potrete inserire il vostro scrub e conservarlo in frigo per quanto consigliato dalla vostra beauty influencer preferita.

riciclare-prodotti-beauty-e-skincare
Fonte: Pexels

Vasi e fiori

Perché no? Il make up e la skincare spesso ci fa sentire belle come dei fiori in primavera, quindi che ne dite di provare proprio a utilizzarli come vasetti? Ovviamente questo non può essere fatto nei tubetti, ma i vasetti dove in genere si trovano creme o scrub, profondi e larghi, sono perfetti per le piantine grasse che potrebbero esservi di compagnia durante tutto l’anno. I vasetti più lunghi e alti potrebbero anche diventare dei porta pennelli (o penne, chissà).

riciclare-prodotti-beauty-e-skincare
Fonte: Pexels

Principalmente, il consiglio che vi do, è di aprire la mente. Un esempio che posso darvi è con una boccetta con contagocce di The Ordinary. Una volta finita, non l’ho buttata in quanto un contagocce può sempre servire! Lo stesso ho fatto con altri prodotti. Conservate perché potrebbe sempre servire, sia per prodotti beauty (io ho per sbaglio rotto il tappo di una crema e per fortuna avevo un altro vasetto pronto per metterla dentro in modo da non sprecarla) che per altro!

Autore

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.