Ghali vs Salvini: urla allo stadio dopo che il politico gioisce a un goal di un calciatore nero

Condividi

Oggi sogniamo, perché Ghali ha detto a Matteo Salvini quello che letteralmente tutti gli vorrebbero dire da sempre. Una cosa da apprezzare del cantante è che non se la prende con il politico solo online per poi farsi i selfie o cantare insieme a lui come è successo con altri influencer (vedi: Tommaso Zorzi canta insieme a Meloni “Io sono Giorgia”, dov’è il paladino LGBT?), ma non ha paura di urlargli contro neanche dal vivo, quando se lo ritrova davanti, e questo gli fa solo onore. Ma cos’è successo ieri, durante il derby a San Siro di Milan-Inter?

ghali-vs-salvini-stadio
Fonte: Pinterest

Da circa qualche ora gira online, da Twitter, a Telegram, a Instagram, il video di Ghali che aggredisce verbalmente Matteo Salvini. Inizialmente, ovviamente, nessuno sapeva cosa fosse successo, ma comunque, a prescindere, si dava ragione a Ghali. La realtà è che il cantante ha sbagliato solamente nei modi perché adesso sappiamo tutti che il politico più sciacallo fra tutti userà la sua reazione per andargli contro e scatenare la sua bestia contro. Tuttavia, comprendiamo la rabbia davanti a tanta ipocrisia e incoerenza.

Da quello che leggiamo online e su Dagospia (che ha riportato l’evento in quanto «seduto dietro a Ghali»), durante il derby Inter-Milan, nel momento in cui c’è stato il goal di Tomori che ha portato il Milan in vantaggio, entrambi i personaggi hanno gioito, ma poi il rapper si è girato verso il leader della Lega, chiamandolo buffone e chiedendogli «tu che cazzo esulti? Ha segnato un negxo. Un negxo come me, come tanti e come tanti di quelli che tu fai morire in mare! Vergognati!».

Insomma, Ghali ha detto a Salvini quelli che in molti vorrebbero dirgli: non esistono neri utili e neri inutili, non esiste che fai morire in mare delle persone, che crei una politica basata sull’odio e sulla paura per le persone nere, ma poi nel momento in cui il calciatore della tua squadra – nero – fa goal, tu gioisci come se non odiassi e non discriminassi persone che sono meno utili di lui. Non dovrebbero esistere persone più utili di altre.

È questo quello che, parafrasando, il rapper ha detto al politico prima che la polizia e il direttore tecnico del Milan intervenissero per calmarlo. Certo, aggredendolo è passato dalla parte del torto, ma erano pur sempre in uno stadio. Non puoi aspettarti civiltà.

Tra l’altro non è neanche la prima volta che Ghali dimostra il proprio disprezzo nei confronti del leghista. Nel 2019, ad esempio, ha citato proprio Salvini in una canzone: «Salvini dice che chi è arrivato col gommon’ / Non può stare .it, ma stare .com» e ancora, nella stessa lyrics: «Alla partita del Milan ero in tribuna con gente / C’era un politico fascista che annusava l’ambiente / La squadra da aiutare a casa propria praticamente / Forse suo figlio è pure fan, ché mi guardava nel mentre». Ovviamente in quella situazione il politico aveva risposto con la sua solita strafottenza: «mi insulta ma la sua musica non mi dispiace, è grave???».

ghali-vs-salvini-stadio
Fonte: Pinterest

In questo caso, però, l’ha buttata più sul vittimismo. In un comunicato della Lega leggiamo che «Matteo Salvini è stato aggredito verbalmente da Ghali durante il primo tempo di Milan-Inter di ieri sera. Il leader della Lega era in tribuna con il figlio, e subito dopo il gol del pareggio gli si è avvicinato il rapper in evidente stato di agitazione. Ghali ha urlato una serie di insulti e di accuse farneticanti a proposito dell’immigrazione, cercando di filmarsi col cellulare, ed è stato subito allontanato, tra lo sconcerto degli altri spettatori. La società rossonera si è scusata con Salvini, che sul momento non aveva riconosciuto Ghali né aveva compreso i motivi della sua alterazione».

Salvini vs Ghali: l’opinione online

ghali-vs-salvini-stadio
Fonte: Pinterest

Le opinioni sono ovviamente diverse. C’è chi ci ragiona sopra e, sebbene ritenga Salvini una «sciagura politica», «Ghali si è solo comportato da buffone». Altri ancora danno contro al rapper e contro chi lo sostiene, cadendo ovviamente nel razzismo e, per questo motivo, non daremo rilievo ai loro commenti. Un utente invece scrive: «Ghali vede Salvini a San Siro e la partita improvvisamente non gli interessa più… che tristezza. E la gente gli dà pure ragione…», mentre altri ancora ritengono che il rapper lo abbia fatto solo per hype. Poi, ovviamente, c’è chi la butta sul ridere:

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Amazon Black Friday: iniziano le offerte
Next post Polonia vs Bielorussia: la guerra al confine continua