The Falcon and The Winter Soldier: recensione secondo episodio

Condividi

Eccoci qui con la seconda recensione dell’episodio 1×02 di The Falcon and The Winter Soldier, la serie tv targata Marvel e creata da Malcolm Spellman, incentrata sugli eventi dopo Avengers: Endgame e che vede come protagonisti Sam Wilson/Falcon, interpretato da Anthony Mackie, e Bucky Barnes/Winter Soldier, interpretato da Sebastian Stan.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-2
Fonte: Pintarest

La scorsa settimana ci siamo lasciati con la recensione del primo episodio andato in onda sulla piattaforma Disney+ il 19 Marzo e che ha riscosso molto successo specialmente tra i fan del Marvel Cinematic Universe, quindi aspettavamo tutti con ansia l’arrivo del secondo episodio, uscito proprio ieri 26 Marzo. La serie, per chi non lo ricorda o non ne è a conoscenza, vedrà un totale di sei episodi, che verranno trasmessi in streaming una volta a settimana.

Per chi ancora non ha avuto modo di vedere le prime due puntate di The Falcon and The Winter Soldier invitiamo a farlo, ma ricordiamo anche che questa recensione sarà articolata in due parti, una spoiler free e una contenente tutti i dettagli del secondo avvincente episodio della serie, per permettere una discussione completa con tutti!

The Falcon and The Winter Soldier: recensione 1×02 spoiler FREE

Anche questa settimana l’ansia di goderci il secondo episodio della serie tv Marvel The Falcon e The Winter soldier era alle stelle; la scorsa puntata ci aveva lasciato con dei quesiti, specialmente riguardanti l’incontro tra i due protagonisti della serie e sulle nuove minacce presenti nel MCU, e come immaginavamo sono stati risolti in parte nel corso dei cinquanta minuti della 1×02.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-2
Fonte: Pintarest

In questo episodio finalmente vediamo Sam Wilson e Bucky Barnes relazionarsi per la prima volta dopo gli eventi che hanno succeduto Avengers: Endgame. Avevamo lasciato i due al momento in cui Steve Rogers aveva consegnato lo scudo a Falcon, dopodiché le loro strade devono essersi divise. C’è chi si è buttato nel lavoro, continuando quello che era il suo mestiere prima di incontrare gli Avengers e chi invece si era dedicato maggiormente a fare ammenda e rimediare agli errori del passato.

Mentre nella prima puntata di The Falcon and The Winter Soldier ci eravamo concentrati sul lato più umano di Sam e Bucky, conoscendoli non più solo nel mezzo delle missioni, ma anche nella loro quotidianità (osservando per esempio il primo alle prese con problemi finanziari e il secondo con il suo passato travagliato), in questo secondo episodio vediamo focalizzarci maggiormente su quella che è la missione principale che interessa dapprima Falcon e successivamente il Soldato d’Inverno, ovvero trovare il gruppo dei Flag-Smasher e capire chi sono davvero e quali sono le loro reali intenzioni.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-2
Fonte: Pintarest

Oltre ciò, a differenza di quanto avviene nel primo episodio di The Falcon and The Winter Soldier, in cui avevamo visto i personaggi singolarmente, in questo abbaimo modo di esplorare più nel dettaglio il rapporto di amicizia che lega Sam e Bucky, non privo di tensioni che, al contrario di quanto avveniva nei film della Marvel Cinematic Universe, ora hanno radici più profonde che girano intorno a quella che è l’eredità che Captain America aveva lasciato al mondo intero, il suo scudo in vibranio a stelle e strisce.

Come è avvenuto nel pilot di The Falcon and The Winter Soldier, anche in questo episodio non è mancata l’azione, quella che fa da filo conduttore tra la serie e i film che l’hanno preceduta e che non lascia senza difficoltà i due protagonisti, che non solo devono affrontare i nuovi pericoli, ma anche dei nuovi personaggi.

The Falcon and The Winter Soldier: recensione SPOILER ALERT

Eccoci desso alla seconda parte di questo articolo, la recensione contenente gli spoiler della serie di The Falcon and The Winter Soldier.

Partiamo dal principio: il secondo episodio di The Falcon and The Winter Soldier si apre con la presentazione del nuovo Captain America, ovvero John Walker (intepretato da Wyatt Russel, il figlio di Kurt Russel che ha interpretato Ego in Guardiani della Galassia vol.2 e che dieci anni prima aveva tentato le audizioni proprio per il ruolo di Steve Rogers). Chi è infatti John Walker? Come scopriamo dall’intervista che gli viene fatta John è un uomo che non vuole deludere il mondo dall’essere il nuovo eroe, un soldato pluripremiato dalle grandi capacità fisiche, coraggioso e determinato.

Ma basterà ciò a far sì che venga accettato come nuovo Captain America? Sappiamo bene che per essere un eroe non basta essere un buon soldato, ma bisogna essere un buon uomo, come ci dice lo scienziato che ha inventato il siero del supersoldato, Abraham Erskine nel film Captain America: il Primo Vendicatore. John Walker lo è? Su questo dobbiamo ragionarci su; le sue volontà sembrano essere buone, ma l’approccio avuto con Sam e Bucky non è stato dei migliori.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-2
Fonte: Flipboard

La scorsa settimana avevamo avuto modo di vedere la reazione di Sam all’annuncio del nuovo Cap, mentre in questa puntata di The Falcon and The Winter Soldier vediamo quella di Bucky, braccio destro di Steve Rogers, che ora vive una vita senza il suo migliore amico al proprio fianco.
Di certo il Soldato d’Inverno non farà i salti di gioia alla vista del nuovo personaggio presentatoci, al contrario appare piuttosto turbato e sconcertato non solo quando vede l’intervista in tv, ma anche quando si ritroverà in un combattimento al suo fianco durante il corso della serie.

In questo episodio di The Falcon and Winter Soldier finalmente vediamo i due protagonisti incontrarsi per la prima volta e non separarsi più. Come detto anche nella prima parte di questa recensione non mancano le tensioni, dovute soprattuto al fatto che Falcon ha rinunciato all’eredità di Captain America donando lo scudo al governo, qualcosa che Bucky (e anche noi) non riesce a superare ed accettare. Questo è un argomento che viene ripreso più di una volta all’interno della puntata, specialmente quando i due si trovano in analisi inisme e dalla psicologa, con la quale cercano per un breve istante di analizzare le origini dei loro problemi.

Nel colloquio notiamo emergere le fragilità di Falcon e Winter Soldier: in Sam abbiamo la paura di non essere all’altezza del ruolo che Captain America aveva pensato per lui, mentre in Bucky abbiamo ancora una lotta con il suo trascorso e con la paura del giudizio. Infatti, secondo lui, se Steve ha sbagliato a giudicare Sam, allora evidentemente ha sbagliato anche con lui.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-2
Fonte: Tumblr

A legare entrambi i personaggi di The Falcon and The Winter Soldier però vi è l’immancabile chimica, che fa sì che vi siano tra i due scene e momenti che ci lasciano con il sorriso sulle labbra e che ci invogliano ancor più a scoprire qual è il rapporto tra Falcon e the White Wolf (nome dato a Bucky in Wakanda e che ci viene ricordato da lui stesso) e come di puntata in puntata questo si svilupperà.

Fortunatamente nella scorsa recensione di The Falcon and The Winter Soldier avevo commesso un errore: Sam non sospettava che l’uomo mascherato fosse un Bucky tornato alla vita da criminale, ma che dietro al gruppo di nome Flag-Smasher ci siano i Tre Grandi: androidi, alieni e maghi in cui Sam sembra credere fermamente, al contrario di Bucky. Solo in seguito scopriremo che dietro alla minaccia di questa nuova organizzazione si nascondono dei supersoldati.

Un’altra forte tematica che vediamo affrontare nel secondo episodio di The Falcon and The Winter Soldier che ci fa capire quanto la serie sia attuale è quello legato all’etnia di Sam: sappiamo bene quanto il tema del razzismo sia importante e quante ancora oggi siano le problematiche legate al colore della pelle e in questa puntata vediammo dei particolari momenti il cui il protagonista divene proprio la disparità dei trattamenti dovuti all’etnia.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-2
Fonte: Tumblr

La prima scena di The Falcon and The Winter Soldier in cui vediamo la presenza di questo delicato tema è proprio quando un ragazzino accosta l’aggettivo “black” al personaggio di Falcon, come se il suo colore di pelle fosse un attributo necessario a definirlo; il secondo momento è quando si viene a conoscenza dell’esistenza di un supersoldato nero, Isaiah, di cui nessuno sapeva niente e il quale ha ricevuto un trattamento del tutto differente rispetto a quello di Steve.

Infine abbiamo la scena che più ci ha ricordato ciò che milioni di persone sono costrette ad affrontare ogni giorno, ovvero i pregiudizi della polizia nei confronti di un uomo dalla pelle nera, in questo caso Sam che non subito viene riconosciuto.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-2
Fonte: Pintarest

In The Falcon and The Winter Soldier, in particolare in questa seconda puntata, abbiamo avuto modo di vedere molti riferimenti a film della Marvel, in particolare al film di Captain America: il Primo Vedicatore. Basti pensare alla sequenza in cui Bucky si lancia dall’aereo, stessa scena che compare nel film di Cap con la differenza che l’atterraggio di Steve era stato meno problematico di quello del Soldato d’Inverno, o ancora la domanda che Bucky pone a John Walker sul saltare su una granata, azione che compì Steve nel primo film, dimostrando il suo coraggio.

Un’altra cosa su cui sembra focalizzarsi la seie di The Falcon and The Winter Soldier è quella del gioco degli sguardi: più volte infatti Falcon intima Bucky sullo smettere di fissare le persone e le cose e più volte vediamo entrami i protagonisti scambiarsi intense occhiatacce che finiscono poi nello sfociare in una gara su chi abbassa prima lo sguardo tra i due.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-2
Fonte: Pintarest

Come ogni puntata sembra voler fare, anche in questo secondo episodio di The Falcon and The Winter Soldier abbiamo un colpo di scena: Helmut Zemo. Quest’ultimo, principale antagonista in Captain America: Civil War e interpretato da Daniel Brühl, verrà nominato da Bucky nel momento in cui si sospetterà che dietro l’identità dei nuovi supersoldati vi sia ancora una volta l’HYDRA. Zemo infatti, come detto dal Soldato d’Inverno, conosce tutti i segreti dell’HYDRA, e potrebbe rivelarsi una potente risorsa o una spiacevole minaccia per il nuovo duo.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-2
Fonte: Pintarest

E voi che ne pensate del nuovo episodio di The Falcon and The Winter Soldier? Fatecelo sapere, intanto vi aspettiamo alla prossima recensione!

Autore

  • Giorgia, 22 anni di amore verso la letteratura, il cinema, la scrittura e ogni forma di arte. Serie tv e libri sono il mio pane quotidiano.

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post La figlia di Gucci ancora contro il film (e contro Al Pacino)
Next post Facebook blocca il profilo del Presidente del Venezuela