Cup of Green Tea

Tea, nel dizionario urbano, significa gossip, notizia, news, tutto ciò che potrebbe interessarti, e che troverai su questo sito.

The Falcon and the Winter Soldier: parla il cast

Siamo ufficialmente nella settimana di The Falcon and the Winter Soldier, abbiamo avuto il trailer, l’hype è alle stelle e non vediamo l’ora che sia venerdì (a proposito, ogni sabato uscirà la recensione dell’episodio su Cup of Green Tea, per cui stay tuned), ma intanto godiamoci l’intervista del cast che è stato felice di parlare con giornalisti e fan. Prima, però, una brevissima introduzione alla serie.

the-falcon-and-the-winter-soldier
Fonte: twitter

The Falcon and the Winter Soldier è una nuovissima serie Marvel Studios che andrà in onda su Disney+ dal 19 marzo, per un totale di 6 episodi. I protagonisti saranno, ovviamente, Falcon/Sam Wilson, interpretato da Anthony Mackie, e Winter Soldier/Bucky Barnes, interpretato da Sebastian Stan, proprio come negli altri film della Marvel. A proposito di quest’ultimi, magari vi conviene fare un rewatch in questi ultimi giorni, giusto per ricordare dove siamo rimasti con Endgame, poiché la trama segue il post-Endgame.

Il regista di The Falcon and the Winter Soldier è Kari Skogland, mentre l’ideatore è Malcolm Spellman. Alla sceneggiatura troviamo Deker Kolstad insieme a Malcom. Nel cast, oltre i due protagonisti, ci sono anche Emily VanCamp, Daniel Bruhl, Danny Ramirez e Wyatt Russell. E ora passiamo subito all’intervista (fonte 1, fonte 2).

The Falcon and the Winter Soldier: parla il cast

Una delle prime cose di cui dobbiamo parlare è di come Falcon non si senta all’altezza del ruolo che Cap gli ha affidato alla fine di Endgame: «Sam era un grande amico di Steve Rogers e ne sente molto la mancanza. Quando Steve gli offre il suo scudo risponde: “Credo che appartenga a qualcun altro”, e quel qualcun altro è il suo amico che non vuole perdere. Sam si percepisce come una specie di usurpatore», afferma l’attore di Falcon.

Tuttavia, il personaggio di Sebastian Stan non è d’accordo: «nella mente di Bucky  Sam è l’erede designato, perché è stato Steve in persona a sceglierlo, dunque vuole assicurarsi che Sam raccolga il testimone di Cap. Si sente ancora molto protettivo nei confronti di Steve e della sua eredità». I due personaggi, completamente diversi l’uno dall’altro si trovano quindi insieme, formando un inaspettato duo.

the-falcon-and-the-winter-soldier
Fonte: twitter

Viene chiesto ai due anche cosa abbiano in comune i due protagonisti di The Falcon and the Winter Soldier. Secondo il primo, «la stima e il rispetto reciproco. Per questo riusciranno ad imparare e insegnare qualcosa l’uno all’altro, migliorandosi reciprocamente. E diventeranno amici, che è qualcosa che nessuno dei due prende alla leggera», per il secondo invece «fra di loro c’è sempre stato un codice d’onore non scritto, dunque pur essendo molto diversi riescono a capirsi».

Anche le menti dietro The Falcon and the Winter Soldier hanno qualcosa da dire: «Fin dall’inizio, la nostra intenzione era quella di fare un film da sei ore. Quando la lavorazione si è interrotta a causa del Covid ci siamo buttati a capofitto nella post-produzione e nel montaggio. Mentre il mondo stava cambiando, abbiamo avuto la possibilità di mettere più a fuoco quello che volevamo. E quando siamo potuti tornare a girare, sapevamo bene quello a cui stavamo andando incontro. Dal punto di vista della trama non ci sono stare variazioni, ma eravamo sicuramente più consapevoli [sul da farsi]», ha detto Kari Skogland.

In The Falcon and the Winter Soldier ci troveremo nel mondo dopo Thanos. Spellman afferma che «in questo mondo post Avengers: Endgame, post Thanos, ogni villain ti dirà ‘Sono un eroe’. E gli eroi si ritrovano a rispondere a tutto questo nelle loro vite personali». Sebastian Stan aggiunge: «Le conseguenze della scomparsa di Captain America si vedono grazie al fatto che Falcon e il Soldato d’Inverno stanno letteralmente agli angoli opposti del come si ritrovano a fare i conti con le loro vite e i loro demoni interiori. Si ritrovano ad affrontare questioni differenti, ma in una condizione molto simile in merito alle domande alle quali devono dare risposta».

the-falcon-and-the-winter-soldier
Fonte: twitter

Una domanda è anche su uno dei nemici che più ci piacciono, sull’Hydra. Kevin Feige afferma che «puoi sempre pensare a quello che accade nei fumetti. Cerchiamo sempre di basarci su quello che è avvenuto in passato e organizzazioni come quella vanno e vengono assumendo forme diverse nel corso degli anni. E potrebbero sempre tornare. In WandaVision abbiamo avuto a che fare con questa nuova agenzia, la SWORD, perché c’è sempre il bisogno intrinseco di una qualche organizzazione oscura che getta un’ombra sulle vicende».

E voi vedrete The Falcon and the Winter Soldier?

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Giulia

Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

Torna in alto