Cup of Green Tea

Tea, nel dizionario urbano, significa gossip, notizia, news, tutto ciò che potrebbe interessarti, e che troverai su questo sito.

The Falcon and The Winter Soldier: recensione primo episodio

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-1
Fonte: Pintarest

Marzo è un nuovo importante mese per i fan del Marvel Cinematic Universe, poiché finalmente è uscita l’attesissima The Falcon and The Winter Soldier, la nuova serie tv di Disney+ creata da Malcolm Spellman, incentrata sugli eventi dopo Avengers: Endgame e che vede come protagonisti Sam Wilson/Falcon, interpretato da Anthony Mackie, e Bucky Barnes/Winter Soldier, interpretato da Sebastian Stan.
La serie, che avrebbe dovuto essere la prima ad aprire le porte al mondo delle serie MCU, ma che a causa del Covid-19 ha dovuto essere posticipata, è sbarcata sulla piattaforma Disney questo venerdì 19 Marzo e vedrà un totale di sei episodi, che usciranno una volta a settimana.

L’hype per l’episodio pilota di The Falcon and The Winter Soldier era alle stelle e ovviamente non poteva mancare la nostra recensione a riguardo!
L’articolo, come è accaduto anche per le precedenti recensioni, sarà diviso in due parti, una spoiler free, per permettere a tutti la lettura, e una contenente spoiler, in maniera tale da avere un punto di discussione con chi ha già avuto modo di gustarsi questa puntata.

Per coloro che sono curiosi di vedere la nuova serie Marvel, ma non hanno avuto modo di guardare i film precedenti a questa, consiglierei di andarli a recuperare o si rischierebbe di non comprendere nulla dal momento che nell’MCU è tutto collegato!

Di che cosa parla Falcon and The Winter Soldier?

Come abbiamo accennato poco fa The Falcon and The Winter Soldier vede come protagonisti Sam Wilson, fidato amico di Captain America ed ex-militare specializzato in combattimenti aerei grazie ad una particolare tuta alata, e Bucky Barnes, migliore amico di Steve Rogers e super soldato che era stato al servizio dell’Hydra dopo il lavaggio del cervello. Gli eventi si svolgono poco dopo quanto accaduto in Avengers: Endgame, in un mondo in cui di Captain America resta solo il ricordo e il suo scudo, lasciato in eredità proprio a Falcon.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-1
Fonte: Pintarest

Come visto già dai numerosi trailer e dalle interviste ai personaggi nel cast saranno presenti anche Emily VanCamp, interprete di Sharon Carter, la nipote di Peggy Carter, ovvero il primo amore di Steve, e Georges St-Pierre, interprete di Batroc, criminale incontrato già in Captain America: The Winter Soldier.

In The Falcon and The Winter Soldier Sam e Bucky collaboreranno insieme in un’avventura in giro per il mondo, che metterà alla prova non solo la loro abilità, ma anche la loro pazienza. In questi sei episodi infatti avremo modo di vedere i due personaggi interagire e approfondire il loro rapporto, ma senza l’assenza di occhiatacce e battutine sarcastiche, un must per l’MCU.

The Falcon and The Winter Soldier: recensione spoiler FREE

Come ogni fan della Marvel Cinematic Universe anche io non vedevo l’ora di guardare la prima puntata di The Falcon and The Winter Soldier, sia perché ero in astinenza da contenuti Marvel dopo il finale di WandaVision, sia perché ero sin troppo curiosa di vedere finalmente i personaggi di Sam Wilson e Bucky Barnes sotto un’altra luce!

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-1
Fonte: Pintarest

Per essere stato il primo episodio sono rimasta abbastanza soddisfatta. Sono una di quelle persone a cui piace volare basso e non farsi troppe aspettative per evitare delusioni e devo dire che tutto ciò ha funzionato; la serie inzia mostrandoci Sam Wilson e James Barnes alle prese con una nuova realtà, non solo perché hanno da poco salvato il mondo dal temibile Thanos, rimanendo profondamente segnati dalla perdita dei loro compagni, ma anche perché loro due facevano parte di quel miliardo di persone che erano svanite durante gli eventi di Avengers: Infinity War.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-1
Fonte: Pintarest

In cinque anni tante sono le cose che son cambiate e dopo il blip i due devono iniziare ad adattarsi ad un diverso stile di vita che non li lascerà senza difficoltà: tra problemi economici e un passato che non finisce mai di tormentare, finalmente emerge quella che è la psiche dei due protagonisti che danno il nome alla serie tv. Proprio guardando l’episodio mi sono resa conto di quanta complessità vi è dietro la caratterizzazione di due personaggi come Sam Wilson e Bucky Barnes, e uno degli obiettivi di questa serie credo sia proprio quello di farci empatizzare quanto più possibile con loro, proprio come è accaduto nella serie di WandaVision con il personaggio di Wanda Maximoff.

Vi è una differenza però con WandaVision: l’action. In The Falcon and The Winter Soldier infatti ci si sente di nuovo immersi all’interno del cinema Marvel, senza elementi spiazzianti ma con tanta, tantissima azione. Quest’ultima infatti sarà uno degli elementi principali all’interno della serie tv, che coinvolge e appassiona sin da subito, tenendoti incollato allo schermo con riferimenti continui al Marvel Cinematic Universe.
Possiamo dire quindi che sì, manca l’elemento di confusione e di stupore tipico della serie tv Marvel che l’ha preceduta, ma l’action e le tematiche personali dei protagonisti danno un valore aggiunto alla produzione, in maniera tale da appassionare sin dal primo istante lo spettatore, che non può fare a meno di rimanere con il fiato sospeso.

The Falcon and The Winter Soldier: recensione SPOILER ALERT

Passiamo ora alla vera e propria recensione di The Falcon and The Winter Soldier, analizzando dettagliatamente quello che è stato il primo episodio della miniserie.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-1
Fonte: Pintarest

La puntata si apre con un nostalgico Sam Wilson alle prese con quella che è l’eredità lasciatogli da Captain America: il prezioso scudo in vibranio a stelle e strisce, simbolo non solo dell’America ma dell’Universo Marvel stesso. Uno scudo che a detta di Falcon non sembra appartanere a lui, ma a qualcun altro. È per questo motivo che l’uomo decide di consegnare lo scudo al governo, il quale successivamente lo conserverà nel museo dedicato a Steve Rogers.
C’è da dire che non me lo aspettavo, più che altro la mia speranza – e quella di tanti altri – era che Sam accettasse il suo nuovo destino e portasse avanti quello che era il ricordo di Cap, proprio come abbiamo visto nei trailer.

Prima di questa scena però abbiamo il primo scontro in The Falcon and The Winter Soldier: Sam infatti è alle prese con una missione dell’Air Force di cui adesso fa parte, quella di recuperare il Capitano Vassan, un pilota americano, che è stato rapito da Batroc, il mercenario francese già conosciuto in Captain America: The Winter Soldier. Da quanto apprendiamo c’è una nuova minaccia nel Marvel Cinematic Universe, LAF, un’organizzazione criminale che approfitta del caos in un mondo post Avengers: Endgame. Nei fumetti LAF non è menzionata, quindi ci è difficile immaginare quali siano le reali intenzioni di questa organizzazione e ovviamente, essendo la prima puntata, non abbiamo avuto modo di scoprire altro a riguardo.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-1
Fonte: Pintarest

In The Falcon and The Winter Soldier viene introdotto poi un altro gruppo, i Flag-Smasher, con un’interpretazione diversa da quella del cattivo che porta questo nome nei fumetti Marvel. Ma chi sono questi Flag-Smasher? Come ci dice Joaquin Torres, il nuovo personaggio introdotto nella serie, c’è gente che pensa che il mondo fosse migliore quando vi era il Blip, appunto i Flag-Smasher, i quali credono in un mondo unificato e senza confini e difendono la loro etica online, lasciando indizi che vengono individuati attraverso le fotocamere degli smartphone.

Sostanzialmente, da quanto vediamo anche verso la fine dell’episodio di The Falcon and The Winter Soldier, i seguaci dei Flag-Smasher sono dei ribelli che, con addosso delle maschere, cercano di confondere le autorità per impedire che i veri leader del gruppo vengano catturati. Torres si imbatte con uno di questi e viene anche brutalmente atterrato da un uomo, il quale all’apparenza per Falcon e Torres stesso sembrerebbe essere Bucky, con cui Sam attualmente ha perso i contatti. Questa è in realtà una mia supposizione, dovuta alle parole che Falcon e Joaquin si scambiamo durante una chiamata in cui si raccontato quanto accaduto durante l’attacco dei Flag-Smasher.

Ma invece che fine ha fatto davvero Bucky? Questa credo che sia stata in assoluto la parte migliore della prima puntata di The Falcon and The Winter Soldier. Finalmente infatti vediamo il personaggio interpretato da Sebastian Stan parlare per più di un minuto! Una caratteristica del Soldato d’Inverno era proprio l’assenza di loquacità, dovuta sia al lavaggio del cervello che gli era stato fatto, sia al fatto che anche lui come Captain America si ritrova a vivere in un secolo che non gli appartiene, ma con la differenza che le azioni che ha compiuto quando era sotto il controllo dell’HYDRA lo tormentano ancora.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-1
Fonte: Pintarest

In The Falcon and The Winter Soldier vediamo un Bucky tornato alla vita civile, che inizia ad affrontare gli orrori che lo perseguitano grazie alla terapia, nonostante la strada da fare sia ancora molto lunga. Ad aiutarlo vi è una psicologa che cerca di spronarlo a coltivare le amicizie e a non rimanere solo. Barnes ora è nella fase in cui deve fare ammenda, ma ciò non èa ffatto semplice, poichè le crudeltà che ha commesso quando non era in sé sembrano essere innumerevoli, così come i suoi incubi.

In Bucky però possiamo notare anche quel lato sarcastico e ironico che abbiamo avuto modo di vedere in lui solamente in Captain America: Il primo Vendicatore: spesso fa battute riguardanti la sua età, scherza sul suo non saper più flirtare poiché l’ultima volta che lo ha fatto è stata nel ’43 e addirittura prova ad avere un appuntamento; piccoli momenti in cui non è solo lui a sorridere, ma anche noi, ma che poi vengono interrotti dai flashback sui tempi più bui della sua vita.

Ciò mi spinge ad aspettare con ansia la prossima puntata di The Falcon and The Winter Soldier è proprio vedere come porteranno avanti la storia di Bucky, il suo percorso di riabilitazione e rinascita e di riadattamento ad una realtà da lui molto distante.

In questa primo episodio quindi non abbiamo avuto modo di vedere l’incontro trai due protagonisti della serie, ma molto probabilmente questo accadrà nella seconda puntata, specialamente dopo il finale con il primo colpo di scena che The Falcon and The Winter Soldier ci ha riservato: l’arrivo di un nuovo Captain America, probabilmente privo della superforza, ma con indosso l’uniforme del vero Cap e il suo scudo e che, secondo il governo, sarà un nuovo simbolo e servirà ad ispirare nuovamente il popolo americano. Ad osservare la scena da un televisore vi sarà un Falcon profondamente deluso e ingannato, ma non scioccato come lo siamo rimasti noi spettatori.

falcon-and-the-winter-soldier-recensione-1
Fonte: CNET

In conclusione, il pilot di The Falcon and The Winter Soldier ci ha regalato numerosi momenti sia di azione sia di commozione, ricordandoci cosa vuol dire essere un fan del Marvel Cinematic Universe. Una puntata canonica, in cui emergono per la prima volta i personaggi di Sam e Bucky, ai quali noi eravamo già affezionati, ma che adesso potremo apprezzare maggiormente, nonostante non abbiamo ancora avuto modo di vedere in diretta la chimica che li unisce. Per questo motivo aspettiamo con ansia la puntata del prossimo venerdì, per scoprire se finalmente Falcon e Winter Soldier si uniranno, magari per ridare onore a quella che è l’eredità lasciata dal vero Captain America.

E voi, avete visto l’episodio pilota di The Falcon and The Winter Soldier e quali sono state le vostre considerazioni?

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Giorgia

Giorgia, 22 anni di amore verso la letteratura, il cinema, la scrittura e ogni forma di arte. Serie tv e libri sono il mio pane quotidiano.

Torna in alto