Zayn Malik chiamato fr*cio davanti a un pub

Condividi

Zayn Malik si è trovato coinvolto in una rissa davanti a un pub dopo esser stato chiamato fr*cio, il suo video sta facendo il giro del web e sembra che ci sia un po’ di incomprensione, e soprattutto pochissima empatia. Partiamo dal presupposto che l’ex cantante dei One Direction è stato chiamato fag*ot mentre si trovava davanti a un pub da un ragazzo, e ha risposto a tono. Sul web sono tante le critiche “è un padre, non può comportarsi così” o ancora “non c’è niente di male a essere fr*ci“, insomma: empatia pari a quella di una pietra.

zayn-malik-rissa
Fonte: Twitter

In primis, noi non sappiamo com’è davvero andata la storia. Non sappiamo per quanto tempo il ragazzo omofobo ha urlato contro Zayn Malik, non sappiamo se i due si conoscessero, non sappiamo se avessero già parlato, non sappiamo i retroscena e i background, per cui giudicare sulla base di un video di 37 secondi, è un po’ superficiale. Avrebbe potuto reagire in un altro modo? Avrebbe potuto semplicemente ignorare? Avrebbe potuto non ripetere la f-word? Certo, assolutamente, ma evidentemente non è stato abbastanza lucido da ragionare. Dal video, comunque, sembra che abbia risposto con “io sarei fr*cio?”.

«Non c’è niente di male a essere gay»: ma assolutamente, lo sappiamo che essere gay non ha niente di sbagliato, tuttavia perché si sta spostando l’attenzione su Zayn Malik che letteralmente si è solo difeso dall’insulto (perché gay non è un insulto, ma fr*cio sì) e non si sottolinea il fatto che l’aggressore ha chiamato dal nulla lui fr*cio? Quando un omosessuale viene chiamato in questo modo si fa una strage (giustamente!), però se Zayn Malik viene appellato così va bene e non deve arrabbiarsi, anzi deve anche ringraziarlo. Ma di che stiamo parlando?

zayn-malik-rissa
Fonte: Twitter

«Sì ma poteva non utilizzare quella parola», e infatti ha letteralmente solo ripetuto quello che gli è stato detto. Penso che in questa situazione si stia perdendo il punto del discorso: Zayn Malik è stato insultato con uno slur omofobico, ha ripetuto quella parola e ha detto altri insulti. Il fatto che abbia ripetuto una parola non significa che sia un omofobo, d’altronde sappiamo che in più campagne si è mosso per promuovere la comunità LGBT+, smettetela di cercare qualsiasi minimo motivo per cancellare una persona, quando poi continuate a supportare i paladini che non fanno niente se non far parte della comunità.

Il video, comunque, dura 37 secondi ed è stato pubblicato da TMZ, che spiega che Malik, papà da meno di un anno, stava fumando una sigaretta fuori dall’Amsterdam Billiards Club nell’East Village, intorno alle 2 di notte, quando un gruppo di ragazzi sono usciti dalla porta e hanno cominciato a insultarlo. Zayn Malik ha risposto con altri insulti e si stava per giungere alle mani, ma per fortuna si sono interrotti prima. La polizia non è stata chiamata e non si sa perché nel momento del video il cantante fosse senza maglietta. Vi lascio il video:

Zayn Malik, la rissa e la reazione sui social

zayn-malik-rissa
Fonte: TMZ

I social, come al solito, esagerano. Vi ho già accennato che molti hanno cominciato a scrivere che ha sbagliato Zayn Malik a rispondere, che ormai è un padre e non dovrebbe avere queste reazioni et similia, ma ci sono anche delle persone che lo difendono a spada tratta, cercando di far comprendere che lui ha solo risposto e, in questo caso, non ha alcuna colpa.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Quarto Grado, nonostante il videomessaggio dell’avv. Frazzitta, svela importanti dettagli delle indagini
Next post Michele Merlo: nella tragedia i no-vax si fanno riconoscere