Taylor Swift e fans contro Netflix: perché?

Condividi

Taylor Swift è stata vittima dell’ennesimo drama. Anzi, no. Questa volta non chiamiamolo drama, ma chiamiamolo con il suo vero nome: sessismo e slut shaming, spesso anche da parte di donne, e soprattutto da parte di serie tv e film che credono di essere simpatici solo perché insultano una donna che ha una grandissima carriera musicale basata sul talento e non sugli ex fidanzati.

taylor-swift-netflix
Fonte: twitter

«Hey Ginny & Georgia» scrive su Twitter Taylor Swift, rivolgendosi direttamente alla serie, «ha chiamato il 2010 e vuole indietro la sua battutaccia profondamente sessista. Perché non la smettiamo di denigrare le donne che lavorano definendo dIvErTeNtI queste stron*ate?». Poi porta la sua attenzione a Netflix, piattaforma che tra l’altro ha postato il suo personale documentario, Miss Americana: «Netflix, dopo Miss Americana, questo vestito non ti si addice per nulla. Buon mese delle donne nella storia, credo». E la Regina ha concluso così.

La serie tv, Ginny & Georgia, nuova uscita di Netflix che ha avuto abbastanza successo (ma, dopo questo, i fan di Taylor Swift la scarteranno ancora prima di iniziarla) che tratta diversi temi, sebbene sia anche piena di stereotipi, oltre a quello su Taylor Swift che, come ha sottolineato la cantante, andava di moda più di 10 anni fa.

Tra l’altro, non è neanche la prima battuta in una serie Netflix che viene fatta nei confronti di Taylor Swift. Solo che, quando si parla della cantante, tutti i vip stanno zitti, come se fosse strano che una cantautrice scriva canzoni su come si senta (e non le scrive neanche tutte sugli ex!). Anche in Degrassi: Next Class, la cantante è stata citata con la solita battutaccia sulla sua vita amorosa. Ah, Taylor Swift è fidanzata ormai da 5 anni, forse bisognerebbe cambiare disco.

taylor-swift-netflix
Citazione su Taylor Swift in Degrassi: Next Class

Nel 2014 Taylor Swift ha anche fatto notare, nel programma radiofonico australiano Jules, Merrick & Sophie, che molti artisti uomini (per fare un esempio: Justin Bieber) scrivono canzoni sulle proprie ex, ma nessuno ne fa una tragedia o scrive delle battute su di loro. Questo perché c’è un evidente problema di genere, che i fan hanno notato e, infatti, su Twitter è andato in tendenza #RESPECTTAYLORSWIFT. People ha chiesto una risposta di Netflix che, però, ancora non si è espresso a riguardo.

Taylor Swift: la reazione dei fans e non solo

E voi, cosa ne pensate? La gente non dovrebbe cominciare a considerare Taylor Swift come un’artista vera e propria invece che solo come una ragazza che scrive canzoni sui suoi ex?

taylor-swift-netflix
Fonte: twitter

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Grande Fratello VIP: Tommaso Zorzi è il vincitore!
Next post Whatsapp: la novità sugli sticker