Squid Game: cosa fare dopo averlo finito?

Condividi

Squid Game è la serie del momento. Tutti la guardano, tutti ne parlano, persino chi non l’ha vista ne parla perché tutti ne parlano. Tik Tok è pieno di video creati dai fan o di persone che riproducono la colonna sonora o alcune scene. Su Twitter chiunque dà la propria opinione. Su Instagram le pagine di meme sono colme di scene del k-drama. Su Facebook i gruppi di serie tv non fanno che scrivere [SPOILER SQUID GAME] per scrivere delle varie teorie. E ovviamente anche gli sviluppatori e i programmatori stanno cogliendo l’attimo e hanno riempito il PlayStore di giochi dedicati a una o più sfide.

Per chi ancora non la conoscesse (come avete fatto?), Squid Game è una serie tv coreana disponibile su Netflix, scritta e diretta dal regista coreano originario di Seoul, Hwang Dong-hyuk e ambientata nella Corea del Sud dei giorni nostri, mostrando come molte persone si siano arricchite dopo la guerra ma come, dall’altra parte della moneta, molte altro siano divenute molto povere. Insomma, c’è una grande disparità fra le classi sociali. Al centro della storia, comunque, ci sono soprattutto delle persone povere e disperate.

squid-game-giochi-playstore

La trama di Squid Game infatti rotea intorno a 456 persone in condizioni economiche disastrose che, per scappare dagli strozzini o dalle banche, accetta di partecipare a un gioco in cui, il vincitore, vincerà tantissimi soldi. Tuttavia, il gioco organizzato da una misteriosa organizzazione, propone dei giochi classici che si facevano in Corea da bambini, per cui sembrano semplici. Peccato che, chiunque perde, chiunque non riesce a vincere, verrà brutalmente ucciso. Il primo gioco è “un, due, tre, stella!”, ma non vi spoileriamo altro.

Proprio per questo motivo vi chiedo di non continuare a leggere l’articolo e soprattutto di non giocare ai giochi proposti se non avete ancora finito la serie. Non ci sono degli spoiler riguardo chi sopravvive, chi vince, chi muore, insomma, nulla che riguardi i personaggi, ma ovviamente si parla dei vari giochi in cui i concorrenti si sfideranno per cui se non volete togliervi la sorpresa di scoprire o sapere in cosa moriranno alcune persone, è meglio evitare di leggere e giocare ai giochi ispirati a Squid Game.

Squid Game: i giochi nel PlayStore

Alcuni cercano delle serie tv simili da vedere dopo Squid Game (Alice in Borderland è spettacolare, molto consigliata e ha anche qualcosa di simile), mentre altri non hanno tempo per un’altra serie tv e quindi cercano dei giochi sul Play Store, a cui giocare magari mentre si va a scuola, durante una pausa, prima di dormire, insomma nel tempo libero. Io, ad esempio, ne ho installato uno che si chiama “Squid Game Challenge” che ha diverse sfide, con una grafica davvero carina. Vediamo però i più popolari.

  • In Squid Game Challenge ci sono i seguenti giochi: 1, 2, 3… stella; sugar honeycombs, tiro alla fune, biglie, salto sul vetro, il gioco per polpo. È uno dei due più completi fra tutti i giochi del momento.
  • Squid Game è il secondo gioco e c’è solamente un gioco, ovvero quello di 1, 2, 3… stella, ma è comunque abbastanza piacevole.
  • Squid Game 3D ha una grafica pazzesca, come potete immaginare in 3D, tuttavia anche in questo c’è solo 1, 2, 3 stella (al momento), ma è molto più realistico poiché puoi nasconderti anche dietro altri.
  • Anche in Squid Game – Battle Royale ci dovrebbero essere più giochi, ovvero 1, 2, 3… stella; sugar honeycombs, tiro alla fune, biglie, salto sul vetro, il gioco per polpo, ma al momento ce n’è solo uno, ma è comunque realistico perché anche in questo puoi nasconderti dietro un altro concorrente (bot).
  • Infine, Squid Game: Online Multiplayer Survival Party è l’unico multiplayer, che al momento supporta fino a 20 persone contemporaneamente.

Insomma, provate un po’ tutti i giochi in modo da capire qual è quello che vi piace di più e che fa per voi, e poi fateci sapere. Intanto vi lasciamo le immagini prese dal PlayStore.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post CeraVe: recensione dei tre nuovi prodotti
Next post #60 – Riviviamo i classici della nostra adolescenza: The Middle