3 serie tv femministe da guardare tutte d’un fiato

Condividi

Se sei in un periodo della tua vita in cui hai bisogno di persone che ti diano la forza di andare avanti e fare qualcosa, di rivoluzionare le tue giornate, di sentirti all’altezza e soprattutto fare qualcosa che ti piace, ti consiglio 3 serie tv femministe che mi hanno davvero rivoluzionato la vita, che ho guardato con tanto piacere e che hanno come protagoniste delle donne che sono partite da nulla o quasi e che poi sono arrivate a raggiungere i propri obiettivi. Sono storie di donne che hanno dovuto farsi strada in tre settori complicati e dominati dagli uomini.

Partiamo dal presupposto che esistono davvero tante serie tv femministe, ambientate in diverse epoche. Tuttavia, ho voluto aggiungere solo le tre che più mi hanno aiutata, che mi hanno davvero lasciato qualcosa e in cui mi sono immedesimata più che in altre. Quelle che trattano più argomenti e tematiche, sebbene comunque Netflix e Prime Video siano davvero pieni di contenuti femministi, sia di film che di serie tv. Essendo una serie tv girl, però, ho scelto solo tre serie tv.

Una è ambientata decenni fa, quando le donne ancora non avevano diritti ed erano viste solo come belle gambe, come cura bambini e in cui doveva essere solo l’uomo a lavorare e prendersi cura della casa. Un’altra è invece ambientata due decenni fa e affronta il problema di come i giovani di oggi si trovino senza lavoro e senza alcuna certezza, e quindi devono crearlo da zero. L’ultima è sempre dei giorni nostri, ma è ambientata in una redazione con tre ragazze che si occupano di tre settori diversi e che piano piano crescono e comprendono quel che vogliono davvero.

Prima di presentarvi le tre serie scelte, voglio consigliarvi anche Le ragazze del centralino e Good Girls Revolt, entrambe ambientate decenni fa ma che meritano tantissimo, con delle protagoniste donne che cercano di farsi strada nel mondo del lavoro e non solo, che cercano di rivoluzionare la propria vita ma soprattutto quella delle donne dopo di loro. Tuttavia, per adesso ho deciso di dedicarmi solo alle prossime tre, buona visione/lettura.

3 serie tv femministe da guardare

The Marvelous Mrs Maisel

Disponibile su Prime Video, vincitore di tre Golden Globe e sette Emmys, The Marvelous Mrs Maisel è la prima delle serie tv femministe che vi consiglio. Questa la trama ufficiale: «New York, 1958: Midge Maisel vive come ha sempre sognato, fra marito, figli ed eleganti cene per lo Yom Kippur nella loro casa nell’Upper West Side. Ma tutto d’un tratto è costretta a dover scoprire i suoi talenti, passando da casalinga ad attrice di cabaret, una bizzarria per tutti ma non per lei».

Perché ve la consiglio? Perché Midge Maisel pensava di essere felice. Pensava di aver raggiunto l’apice della sua vita. Mamma, moglie e donna stupenda, con un marito con un buon lavoro e una bella famiglia. Tuttavia, poi cambia tutto. Poi si deve realizzare di nuovo. Tutto cambia e lei deve alzarsi le maniche e fare qualcosa per rivoluzionare la sua vita, e quel qualcosa è proprio essere una cabarettista, andando contro tutto ciò che si pensava della donna in quegli anni.

serie-tv-femministe
Serie tv femministe: The Marvelous Mrs Maisel

Girlboss

La seconda fra le tre serie tv femministe che vi consiglio è Girlboss, che trovate su Netflix e basata sul libro di Sophia Amoruso. Questa è la trama ufficiale: «Sophia è una ragazza alla ricerca di occupazione. Trovare lavoro per lei risulta molto difficile, soprattutto per il suo carattere molto ribelle. Un giorno, per caso, acquista una giacca di pelle in un negozio dell’usato e la mette in vendita on line guadagnando un bel po’. Da qui inizia una vera e propria attività commerciale sul web.»

Perché ve la consiglio? Sophia non sapeva che fare della sua vita, letteralmente. È una ribelle, è una ragazza che non sa cosa sarà in futuro ma che sa cosa non vuole essere e cosa non vuole fare. Oggi potremmo quasi definirla influencer, è una Chiara Ferragni senza però social. Veniva giudicata dalla community vintage perché rivoluzionaria ma poi riesce comunque a far conoscere il suo nome.

serie-tv-femministe
Serie tv femministe: Girlboss

The Bold Type

Infine, l’ultima fra le serie tv femministe è The Bold Type, che trovate su Netflix e su Prime Video, che si è conclusa proprio di recente. La serie è ispirata alla vita dell’ex caporedattrice del Cosmopolitan, Joanna Coles. Questa la trama ufficiale: «La serie segue le vicende di tre giovani migliori amiche (Jane, Kat e Sutton) che lavorano per Scarlet, una rivista femminile americana di moda, spettacolo, sport e amore. Oltre al lavoro, dovranno fare i conti con le loro vite di millennials a New York mentre imparano a trovare le proprie voci ed esplorare la loro sessualità, identità, l’amore, il successo, le proprie ambizioni e i propri sogni

Ve la consiglio, con tutto il cuore, e non solo per l’amicizia che lega le tre ragazze, non solo per tutti i temi (e credetemi che sono davvero, davvero tanti) che ha trattato, ma soprattutto perché mi ha spronato ad andare avanti. Ho aperto questo blog per la mia passione per la scrittura e guardare The Bold Type mi ha davvero dato la forza di continuare. Mi sono rivista in ogni personaggio. Nella lotta alle ingiustizie di Kat, nell’amore di Sutton e nella voglia e desiderio di scrivere di Jane. Mi sono sentita come se facessi parte del loro gruppo.

serie-tv-femministe
Serie tv femministe: The Bold Type

Queste sono le tre serie tv femministe che vi consiglio, ambientate in tre epoche diverse ma che hanno sempre qualcosa da insegnare. Sono le mie serie tv del cuore, che guarderei sempre quando ho bisogno di trovare il coraggio di credere nel mio futuro.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Germania condanna prete polacco omofobo, Nuova Zelanda vieta le terapie riparative
Next post Olimpiadi 2020: i successi di oggi, 3 agosto