Papa Francesco sta bene: adesso 7 giorni di degenza

Condividi

Nelle ultime ore credenti e non sono stati preoccupata per la notizia dell’operazione durata circa tre ore di Papa Francesco al Policlinico Gemelli di Roma. L’intervento era programmato e il Papa «ha reagito bene», tanto che ha passato una tranquilla prima notte all’ospedale. La sala stampa del Pontefice ha fatto sapere che il capo della chiesa è vigile, riposa e adesso gli spettano sette giorni di degenza ospedaliera. La sua stanza è la stessa di Papa Wojtyla e ha tutti i confort di cui potrebbe aver bisogno.

papa-francesco-ricoverato-messaggi

Grandi finestre che si affacciano sull’ingresso principale dell’ospedale, una cappellina per pregare o, eventualmente, celebrare, un televisione, un salottino con una poltrona letto e un altarino con un crocifisso e un tavolino, questa è la stanza che si trova al decimo piano del Policlinico Gemelli a Roma e in cui al momento si trova Papa Francesco ma che prima di lui è stata frequentemente terza casa di Papa Wojtyla che fu ricoverato sette volte. La prima volta fu proprio il 13 maggio di 40 anni fa, quando fu vittima dell’attentato in Piazza San Pietro. Ovviamente accedervi è impossibile poiché il corridoio è controllato dalla Polizia di Stato, dalla Gendarmeria vaticana e dalla Sicurezza dell’ospedale stesso.

«Sua Santità Papa Francesco è in buone condizioni generali, vigile e in respiro spontaneo. L’intervento chirurgico per la stenosi diverticolare effettuato nella serata del 4 luglio ha comportato una emicolectomia sinistra ed ha avuto una durata di circa 3 ore. Si prevede una degenza di circa 7 giorni salvo complicazioni», ha detto Matteo Bruni, direttore della Sala stampa Vaticana. Enrico Feroci, cardinale, invece afferma che «la nostra preghiera, la nostra vicinanza è molto grande» e che Papa Francesco sta bene.

Il Pontefice era arrivato al Policlinico anonimamente, con la berlina e solo due persone, tanto che il personale della sicurezza è stato richiamato all’ultimo momento dalle ferie per poter proteggere il Papa durante i sette giorni di degenza. Sul web e non solo, intanto, tantissimi fedeli, capi politici, cattolici e qualsiasi credente sta dedicando un pensiero a Papa Francesco, tanto amato dalla comunità.

L’amore e le preghiere per Papa Francesco

papa-francesco-ricoverato-messaggi

«Tutto il popolo santo fedele di Dio che è in Roma, insieme ai cittadini e a tutti gli uomini di buona volontà, con vivo senso di partecipazione e di prossimità al Santo Padre, eleva preghiere e suppliche al Signore perché con l’aiuto della sua grazia, sostenga e consoli il nostro amato Vescovo durante la convalescenza post-operatoria» affermano in un comunicato stampa la comunità diocesana di Roma. «Da tutta la comunità ecclesiale di Roma, insieme al Cardinale Vicario Angelo De Donatis e al consiglio episcopale, ai parroci, a tutti i vicari e collaboratori parrocchiali, ai religiosi, alle religiose, ai diaconi e ai seminaristi, da tutta la sua comunità romana l’augurio più sincero di una pronta guarigione».

«Beatissimo Padre, esprimo la vicinanza delle nostre Chiese, delle nostre comunità, dei nostri fedeli, con l’augurio di una buona convalescenza e pronta guarigione. Nell’apprendere la notizia del Suo ricovero al Policlinico Gemelli per un intervento chirurgico, abbiamo pregato per Lei affidando al Padre la Sua salute ci siamo lasciati guidare dalle parole del Salmo che abbiamo proclamato nella liturgia domenicale: ‘I nostri occhi sono rivolti al Signore.

Affidiamo al Signore i medici e tutto il personale sanitario che, con passione e amore, si stanno prendendo cura di Lei e di tutti i pazienti e gli ammalati. Anche in questa occasione ci ha insegnato come affrontare la sofferenza lo sguardo rivolto agli impegni dei prossimi mesi (il viaggio in Ungheria e in Slovacchia a settembre) e il sorriso abituale dalla finestra del Palazzo Apostolico, con cui ci dà appuntamento ogni domenica, sono una grande testimonianza. Non bisogna mai cedere allo sconforto anche nelle ore della fatica più dura. Grazie, Padre Santo!

La attendiamo domenica prossima, dalla finestra del Palazzo Apostolico, per pregare insieme l’Angelus e ascoltare la Sua parola».

Cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, a Papa Francesco
papa-francesco-ricoverato-messaggi

Ma gli auguri di pronta guarigione per Papa Francesco arrivano da tutto il mondo e da tutte le comunità. L’imam sunnita Ahmad al-Tayyeb augura al «caro fratello» una rapida guarigione. Il Centro Anglicano di Roma prega «che il Signore lo sostenga con la tenerezza del suo amore», mentre la comunità ebraica per mano del rabbino Riccardo Di Segni scrive su Twitter: «I miei auguri di pronta guarigione al Papa che deve affrontare un difficile intervento chirurgico». Anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il Premier Mario Draghi hanno espresso su Twitter il proprio messaggio per Papa Francesco.

Anche il Presidente della Nigeria Muhammadu Buhari augura una pronta guarigione a Papa Francesco chiedendo anche alla sua comunità di pregare per Lui. Stesso invito per la popolazione di Malta e del Venezuela. In particolare Nicolas Maduro affida Papa Francesco a José Gregorio Hernández Cisneros, il medico dei poveri beatificato il 30 aprile scorso a Caracas. Noi auguriamo al Pontefice di potersi riprendere al più presto e che, magari, possa continuare a sostenere la comunità LGBT, distaccandosi da quello che il Vaticano o la Chiesa credono.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Quando dai troppo potere alle influencer sbagliate: la storia di Imen Jane con Francesca Mapelli
Next post Basket Olimpiadi 2021: la nazionale italiana al torneo pre-olimpico