#63 – Impariamo il polacco: i pronomi personali

Condividi

Quello sui pronomi è stato il terzo articolo che abbiamo scritto con questa rubrica, Impariamo il polacco, per cui adesso, come abbiamo fatto anche con i vari casi, vediamo più nello specifico i pronomi polacchi, settimana dopo settimana, partendo da quello che abbiamo visto inizialmente, per poi portarci più sul pronome in particolare: oggi, ad esempio, analizzeremo i pronomi riflessivi. Per cui, non perdiamo altro tempo e vediamo insieme i pronomi!

Voglio evidenziare, prima di cominciare, che questa rubrica va ormai avanti da ben due anni, è stata infatti la prima rubrica di questo blog. Sebbene ci siano alcune eccezioni con dei termini legati a festività o eventi d’attualità, la maggior parte degli articoli parla proprio di grammatica, partendo con il primo, dove ci siamo approcciati al polacco con l’alfabeto e i digrammi, ma poi abbiamo continuato con le declinazione, le coniugazioni e tanto altro ancora! Trovate anche canzonifilm, e anche tanta cultura, persino ricette di cucina!

impariamo-il-polacco-pronomi-riflessivi
Fonte: Pexels

Ai tempi utilizzavo il libro “Impariamo il polacco, manuale per principianti” di Bartnicka Barbara della casa editrice Wiedza Powszechna, mentre adesso sto usufruendo di diversi libri. Per diverse lezioni abbiamo usufruito di Basic Polish: A Grammar and Workbook di Dana Bielec (come in questa) o Oscar E. Swan – A grammar of contemporary Polish-Slavica (2002). Per queste lezioni bazzicherò fra più libri, ma prenderò spunto soprattutto da Polish, An Essential Grammar di Dana Bielec. Sinceramente mi trovo molto meglio con questi libri, sebbene siano in lingua inglese.

Il pronome in polacco

Come in italiano, anche nella lingua polacca esistono diversi tipi di pronomi, per ogni esigenza. Di alcuni, come il pronome personale, parleremo più di altri, perché c’è proprio più da dire, quindi gli articoli non saranno ovviamente della stessa lunghezza e alcuni saranno più completi di altri. In ogni caso, abbiamo:

  • Pronomi personali;
  • Pronome riflessivo;
  • Pronomi possessivi;
  • Pronomi dimostrativi;
  • Pronomi reciproci;
  • Pronomi interrogativi;
  • Pronomi distributivi;
  • Pronomi relativi;
  • Pronomi indefiniti.

Tutti i pronomi polacchi, tranne i riflessivi, si declinano seguendo genere, numero e caso del sostantivo a cui si riferiscono. Alcuni pronomi sono identici al corrispondente aggettivo.

I pronomi riflessivi in polacco

Partiamo da cos’è un pronome riflessivo, sia in italiano come in polacco. Viene utilizzato quando il complemento oggetto di una frase ne è anche soggetto, in italiano sono: mi, ti, si, ci e vi. Un esempio è “io mi lavo“. Il polacco ha cinque pronomi riflessivi che vengono utilizzati per tutti e tre i generi, sia al singolare che al plurale. Alcuni verbi riflessivi polacchi non comportano l’idea di “” quando tradotti in inglese, come bać się/ubawiać się (paura), czuć się (sentire), stać się (accadere). Come avrete notato, per indicare il riflessivo si usa się, e questa è la sua coniugazione:

Nom/Voc. –
Acc. się (la forma accusativa siebie è usata per enfasi)
Gen. siebie
Loc. sobie (usato solo dopo la preposizione)
Str. sobą
Dat. sobie

Dichiarazioni come ‘Io stesso organizzerò la conferenza‘ o ‘Non puoi farlo tu stesso?‘ sono espresse con l’aggettivo sam/sama/samo, e non con un pronome. Ecco alcuni esempi:

impariamo-il-polacco-pronomi-riflessivi
impariamo-il-polacco-pronomi-riflessivi
close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.