#48 – Riviviamo i classici della nostra adolescenza: Harry Potter

Condividi

Bentornati in Riviviamo i classici della nostra adolescenza, e benvenuti nel nuovo tema mensile: di cosa trattiamo oggi? Delle saghe di romanzi che hanno contribuito a farci passare le giornate nella nostra adolescenza. Ho deciso di scegliere TwilightFallen, Innamorata di un angelo e, ovviamente, Harry Potter, quindi, concludiamo con il botto. Oggi ci dedicheremo proprio alla saga che ha accompagnato l’adolescenza della maggior parte degli oggi adulti o adolescenti, e che continua a essere visto e amato anche dai bambini di oggi. Insomma, la saga immortale.

harry-potter-adolescenza
Fonte: Pinterest

Harry Potter, in realtà, non avrebbe bisogno neanche di una presentazione perché tutti conoscono la saga del maghetto che ha salvato il mondo insieme a Hermione e Ron, e se non l’hanno mai visto almeno lo conoscono per nome, perché non conoscere Harry Potter è pressoché impossibile. Ci ha insegnato l’amicizia, l’amore, che esiste un lato buono e cattivo in ognuno di noi ma che non per forza deve essere quello a predominare. «Non provare pietà per i morti, Harry. Prova pietà per i vivi, e soprattutto per coloro che vivono senza amore», ha detto Albus Silente al protagonista ed è solo uno dei tanti messaggi positivi in Harry Potter.

In realtà noi abbiamo parlato anche in altre occasioni di questa splendida saga, in particolare quando è stata trasmessa la maratona durante la seconda quarantena a causa della pandemia. Abbiamo parlato di diversi argomenti e tematiche, parlando anche di molte curiosità sui vari film, per cui se vi interessa vi lasciamo il thread su Twitter in cui potete trovare i nostri articoli dedicati a questa saga:

In ogni caso, torniamo a questa rubrica. Di cosa ci siamo occupati in questo nuovo mese che si conclude con Harry Potter? Avendo scelto quattro diverse saghe con più romanzi, vedremo le trame di tutti i libri e film, diremo qualcosa di essenziale sull’autrice, o autore, e magari leggeremo anche le descrizioni dei personaggi, insomma qualcosa di molto generale giusto per ricordarci per bene quello che abbiamo vissuto negli anni migliori della nostra vita.

Harry Potter: autrice, trama e personaggi principali

Chi è J. K. Rowling?

J. K. Rowling oggi è conosciuta in tutto il mondo, ma un tempo era solo una bambina con tanta fantasia e un’innata passione per la scrittura, tanto che scrive il suo primo libro a sei anni. Durante gli anni di scuola prende ispirazione per i personaggi del libro che poi la renderà famosa in tutto ilo mondo che, tuttavia, non subito fu accettato dalle case editrici. La Bloomsbury, che ai tempi non era ancora molto conosciuta, accettò però il suo lavoro e da lì scrisse altri sette libri di Harry Potter. Oggi è ritenuta transfobica e persino alcuni degli attori dei film si sono dissociati dal suo pensiero.

harry-potter-adolescenza
Fonte: Pinterest

Harry Potter: trama dei libri

  • Harry Potter e la pietra filosofale

Harry Potter è un ragazzo di undici anni che vive con gli zii e il cugino, i Dursley, dopo essere rimasto orfano all’età di un anno; gli zii lo tormentano ogni giorno, tenendogli anche nascosta la verità sulla morte dei genitori. Il giorno del suo undicesimo compleanno Hagrid, un vecchio amico dei suoi genitori, gli rivela che lui in realtà è un mago, e che i suoi genitori sono stati uccisi dal più grande mago oscuro di sempre, Lord Voldemort, il quale aveva tentato di uccidere anche Harry, fallendo e perdendo tutti i poteri; gli rivela inoltre di essere iscritto a una scuola di magia, Hogwarts, introducendolo quindi alla realtà del mondo magico.

A Hogwarts Harry stringe amicizia con Ron Weasley e Hermione Granger, entra in conflitto con Draco Malfoy e conosce anche i professori Severus Piton, insegnante di Pozioni, e Albus Silente, preside della scuola. Nel corso dell’anno Harry, Ron e Hermione scoprono che nella scuola è custodita la pietra filosofale, in grado di rendere immortale chi la possiede, e che qualcuno stia cercando di rubarla: sebbene questi sospettino di Piton, scoprono che in realtà il colpevole è Quirinus Raptor, docente di Difesa contro le Arti Oscure, posseduto da Voldemort; lo stregone oscuro fallisce nel suo intento, grazie all’intervento di Harry e Silente.»

  • Harrt Potter e la camera dei segreti

«Harry, durante le vacanze estive, riceve la visita di Dobby, un elfo domestico che lo avverte di non tornare a Hogwarts quell’anno. Messo in punizione dai Dursley viene liberato da Ron e dai suoi fratelli Fred e George e portato alla Tana, casa della famiglia Weasley. Qui fa conoscenza con i vari membri della famiglia, tra i quali Ginny, sorella minore di Ron.

Al loro ritorno a Hogwarts scoprono che qualcuno ha riaperto la camera dei segreti, un luogo sconosciuto di Hogwarts costruito da uno dei fondatori della scuola, Salazar Serpeverde: la camera può essere riaperta solo da un suo discendente, in grado anche di controllare il mostro che vi è rinchiuso; contestualmente, alcuni studenti nati babbani iniziano a essere pietrificati. Harry inizia a udire anche una voce incorporea e inudibile dagli altri, ed entra in possesso di un diario appartenuto a un certo T. O. Riddle, studente a Hogwarts cinquant’anni prima.

Scopre inoltre di essere rettilofono come Serpeverde, facendo nascere il sospetto negli altri studenti che sia Harry il suo erede. Si scopre infine che la camera è stata aperta da Ginny Weasley manipolata da Riddle, ovvero Voldemort da giovane, attraverso il suo diario, e che il mostro rinchiuso nella camera è un basilisco, un enorme serpente in grado di pietrificare e uccidere con il solo sguardo. Harry riesce a uccidere il mostro e a distruggere il diario, liberando Ginny dalla possessione.»

  • Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

«Sirius Black, ritenuto essere il sostenitore di Voldemort che gli consegnò i genitori di Harry, evade dalla prigione magica di Azkaban. Harry, al suo terzo anno a Hogwarts, viene informato da Arthur Weasley che presumibilmente è intenzionato a ucciderlo, per vendicare così il mago oscuro. Nel corso dell’anno Harry scopre che Sirius era un grande amico dei suoi genitori, e in particolar modo di suo padre James; scopre inoltre che Sirius avrebbe assassinato un altro suo amico, Peter Minus, e che conosceva l’attuale professore di Difesa contro le Arti Oscure Remus Lupin.

Dopo vari avvenimenti Harry scopre la realtà dei fatti: suo padre, Sirius, Lupin e Minus erano grandi amici a scuola, tanto da diventare animagus dopo aver appreso che Lupin è un lupo mannaro. Inoltre, colui che ha tradito i genitori di Harry non è Sirius ma Minus, che ha poi finto la sua morte trasformandosi in topo, diventando infine l’animale domestico di Ron. Minus riesce però a scappare, costringendo Sirius nuovamente alla fuga.»

  • Harry Potter e il calice di fuoco

«A Hogwarts ha luogo un’importante competizione secolare tra scuole di magia, il torneo Tremaghi: nonostante siano ammessi a partecipare solo tre studenti, uno per ciascuna scuola, Harry si ritrova suo malgrado iscritto come quarto concorrente a causa di un individuo ignoto. Dopo aver superato le prime due prove, alla terza Harry viene trasportato in un cimitero tramite una passaporta: qui Minus usa il suo sangue come ingrediente di una pozione per permettere a Voldemort di riottenere un corpo fisico.

Lo stregone prova a uccidere il ragazzo, ma una connessione anomala tra le bacchette dei due permette a Harry di fuggire e tornare a Hogwarts. Qui avverte Silente del ritorno di Voldemort, scoprendo anche che colui che l’aveva iscritto al torneo era Barty Crouch Jr., Mangiamorte al servizio di Voldemort introdottosi a Hogwarts sotto le sembianze di Alastor Moody, vecchio amico di Silente.»

  • Harry Potter e l’Ordine della Fenice

«Harry viene a sapere dell’esistenza dell’Ordine della Fenice, un’organizzazione segreta capeggiata da Silente per contrastare Voldemort e i suoi Mangiamorte, questi ultimi alla ricerca di una fantomatica arma; scopre inoltre che il Ministero della Magia rigetta la notizia del ritorno dello stregone oscuro, e che ha iniziato una campagna diffamatoria contro Harry e Silente.

Nel corso dell’anno il ragazzo si ritrova a dover sopportare Dolores Umbridge, membro del Ministero assunta a Hogwarts come docente, che vieta l’apprendimento pratico di incantesimi difensivi: per fronteggiarla Harry fonda un’organizzazione studentesca segreta, chiamata poi Esercito di Silente. Nel mentre si rende conto di avere una connessione mentale ed empatica con Voldemort: sfruttandola, lo stregone attira Harry al Ministero per fargli ottenere la registrazione di una profezia lì custodita.

Harry viene salvato dall’Ordine, ma nella battaglia Sirius muore. Dopo gli scontri Silente rivela a Harry che la profezia, andata distrutta, prevedeva la morte di Voldemort per mano di Harry, e che è stata questa la causa dell’attacco dello stregone alla sua famiglia.»

  • Harry Potter e il principe mezzosangue

«Dopo la rivelazione del contenuto della profezia, Harry e Silente cercano di ricostruire il passato di Voldemort attraverso dei ricordi appartenenti a persone che lo hanno conosciuto prima di diventare il Signore Oscuro. I due scoprono così l’esistenza degli Horcrux, oggetti in cui il mago ha nascosto parte della sua anima così da rendersi immortale.

Durante l’anno Harry entra in possesso di un libro di proprietà di un certo “principe mezzosangue”, nel quale sono annotati incantesimi inventati dal principe stesso, e scopre che Draco Malfoy è diventato un Mangiamorte. Al termine dell’anno Harry e Silente provano a distruggere uno degli Horcrux, ma l’avventura si conclude con l’assassinio del preside per mano di Piton, rientrato tra i ranghi dei Mangiamorte e rivelatosi essere il principe mezzosangue.»

  • Harry Potter e i Doni della Morte

«Dopo aver deciso di andare alla ricerca degli Horcrux rimasti, Harry, Ron e Hermione non ritornano a Hogwarts per il loro ultimo anno. Durante la caccia agli oggetti oscuri Harry apprende varie informazioni sul passato di Silente e sul suo coinvolgimento con Gellert Grindelwald, mago oscuro sconfitto dallo stesso Silente, facendo vacillare in lui la fiducia nell’anziano mentore. I tre vengono inoltre a conoscenza dell’esistenza dei Doni della Morte, tre antichi e potenti manufatti che renderebbero invincibile chiunque li possieda.

Dopo aver scoperto che l’ultimo Horcrux è a Hogwarts i tre ritornano alla scuola, avvertendo i professori e costringendo alla fuga Piton, nominato preside in quell’anno. I Mangiamorte nel mentre attaccano il castello e Piton viene assassinato da Voldemort, convinto che la sua morte lo renda il legittimo padrone della bacchetta di sambuco, uno dei Doni; prima di morire, però, Piton consegna a Harry i suoi ricordi, che rivelano il suo amore verso la madre del ragazzo, la pianificazione della morte di Silente a opera del preside stesso ma soprattutto il fatto che Harry stesso sia un Horcrux, decretando quindi il destino del ragazzo.

Pur di distruggere l’ultimo frammento di anima, Harry si lascia uccidere da Voldemort: nonostante ciò non muore poiché sua madre, sacrificandosi, gli aveva fornito una protezione impenetrabile. Harry affronta quindi Voldemort in un duello dal quale ne esce vincitore mentre Voldemort, privato di tutti gli Horcrux, muore definitivamente.»

Harry Potter: personaggi principali

In Harry Potter ci sono tantissimi personaggi importanti, tutti meriterebbero di avere una descrizione, dai professori, agli studenti, ai tutori e genitori, tuttavia noi ci limiteremo al golden trio, perché sono decisamente loro i protagonisti di tutti i film e che vivono più avventure.

harry-potter-adolescenza
Fonte: Pinterest
  • Harry Potter: «Harry Potter è il protagonista della serie. All’età di un anno rimase orfano dei genitori James e Lily, che vennero uccisi da Lord Voldemort, ma quando il mago oscuro si scagliò contro il piccolo, la magia protettiva della madre gli salvò la vita e fece rimbalzare l’incantesimo mortale su Voldemort stesso. Harry viene quindi cresciuto dagli zii babbani Vernon e Petunia Dursley e scopre solo a undici anni di possedere poteri magici e di essere una celebrità nella comunità magica»;
  • Ron Weasley: «Ronald “Ron” Weasley è il figlio sestogenito di Arthur e Molly. È un ragazzo che non eccelle in alcun campo in particolare e che si comporta spesso in modo superficiale e immaturo, ma sa dimostrarsi leale, coraggioso e nobile d’animo. A Hogwarts stringe amicizia con i coetanei e compagni di Grifondoro Harry Potter e Hermione Granger, che diventano i suoi migliori amici e che accompagna in tutte le loro avventure»;
  • Hermione Granger: «Hermione Granger è una brillante strega nata babbana: nonostante ciò è ritenuta essere più capace di molti maghi purosangue, rivelandosi sempre la studentessa migliore del suo anno. A Hogwarts stringe amicizia con i coetanei e compagni di Grifondoro Harry Potter e Ron Weasley, che diventano i suoi migliori amici e che accompagna in tutte le loro avventure, aiutandoli spesso con la sua intelligenza, intuito e vasta cultura e conoscenza».

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.