Cup of Green Tea

Tea, nel dizionario urbano, significa gossip, notizia, news, tutto ciò che potrebbe interessarti, e che troverai su questo sito.

Le “riot grrl” della saga di Harry Potter

Domani c’è il nostro appuntamento settimanale con Harry Potter, in cui scopriremo alcune delle curiosità su L’Ordine della Fenice, ma oggi trattiamo di qualcos’altro, ma sempre riguardante la saga. D’altronde, la scorsa settimana abbiamo smistato le Principesse Disney. Oggi, invece, scopriremo i personaggi più riot grrl, che prendono a pugni in faccia chiunque ritenga che le donne siano il genere debole. Insomma, il femminismo in Harry Potter.

harry-potter-femminismo
Fonte: twitter

Abbiamo scelto 9 dei personaggi femminili che potrebbero essere presenti in questa lista, nove delle donne che hanno dimostrato di meritare questo posto. Ovviamente non sono le uniche perché, in realtà, in Harry Potter sono tante le ragazze e le donne che meriterebbero di stare in quest’articolo e il femminismo è davvero tanto (sebbene la scrittrice sia transfobica) tuttavia abbiamo dovuto prendere una decisione e abbiamo scelto quelle principali.

Insieme ai personaggi metteremo anche una breve descrizione, insomma il motivo per cui sono considerate l’eroine del femminismo. Per cui, senza perdere altro tempo in chiacchiere futili, conosciamo le riot grrl di Hogwarts, in attesa de L’Ordine della Fenice. Fateci anche sapere, magari commentando sui nostri vari social (ci trovate su Twitter e su Facebook) cosa ne pensate!

Le riot grrl del mondo di Harry Potter

Hermione Granger

Sì, un po’ scontato, ma come non possiamo mettere la strega più in gamba della sua età? Hermione è colei che ha spronato Harry a creare l’esercito di Silente, colei che ha salvato Fierobecco, Harry Potter da Remus Lupin, che ha preso i panni di Bellatrix Lestrange per entrare nella camera blindata, colei che, in fin dei conti, ha creato e ha tenuto unito il famoso trio. Intelligente, coraggiosa, sempre pronta a imparare cose nuove e non si fa mettere i piedi in testa da nessuno. E, a proposito di ciò, possiamo non citare la scena in cui dà quel pugno in faccia a Malfoy? «Non grande… Magnifica!»

harry-potter-femminismo
Fonte: twitter

Luna Lovegood

Sempre gentile, sempre speranzosa, sempre una grande sognatrice coraggiosa. Luna Lovegood è il femminismo fatto persona, una girl power, perché non ha mai paura. Salva Ron e Ginny senza pensarci due volte, con la meravigliosa calma che caratterizza il suo personaggio. È sempre nel suo mondo, ma nonostante questo salva comunque i suoi amici più volte, aiutandoli con le sue conoscenze. Luna Lovegood, con la sua eccentricità, con il suo essere sempre se stessa nonostante tutto, è un’ispirazione per il femminismo.

harry-potter-femminismo
Fonte: pinterest

Ginny Weasley

Ginny Weasley è stata letteralmente posseduta da Voldemort grazie al diario di Tom Riddle e lei è stata abbastanza forte da riuscire ad andare avanti, non è stata una vittima, non si è fatta segnare da quell’avvenimento, ma è solo diventata più forte grazie a quest’ultimo. E poi, dobbiamo citare le sue abilità nel Quidditch e quindi nel mondo dello sport? Ginny Weasley fa parte del femminismo in Harry Potter perché dimostra che dimenticare gli eventi traumatici, è possibile e doveroso.

harry-potter-femminismo
Fonte: twitter

Molly Weasley

Mamma di Ginny e di tutti gli altri Weasley, Molly Weasley è l’incarnazione di tutto l’amore materno (non solo nei confronti dei figli, ma anche per Harry) e di tutto ciò che una madre può fare per i propri figli, anche affrontare una delle streghe più cattive e potenti. Molly non è però solo una mamma, è una donna forte che apre più volte il suo cuore, empatica, forte e coraggiosa, pronta a tutti, pur di proteggere chi ama.

harry-potter-femminismo
Fonte: pinterest

Narcissa Malfoy

Sebbene di una famiglia diversa, Narcissa Malfoy è una mamma e una donna forte e di gran cuore tanto quanto Molly. Anche lei protegge Draco a ogni costo, anche mentendo al Signore Oscuro. E, per farlo, aiuta anche Harry Potter, salvandogli la vita. Lei vive in un modo completamente diverso dalle altre, lei è una cattiva, ma non importa quando tuo marito sia un Mangia Morte, l’importante è che tuo figlio sia sano e salvo.

harry-potter-femminismo
Fonte: pinterest

Lily Evans

La vediamo poco nel film, giusto nelle scene in cui cerca di salvare Harry (o lo salva) e non c’è modo migliore di descriverla che con quelle scene. Lily Evans rinuncia letteralmente alla sua vita per salvare il suo bambino, per sapere che è sano e salvo e, anche quando è morta, continua a proteggerlo più e più volte da chi tenta di ucciderlo. In più, dovete sapere che Voldemort le diede la possibilità di salvarsi (grazie a Piton), ma lei decise di morire pur di salvare suo figlio.

harry-potter-femminismo
Fonte: pinterest

Professoressa McGonagall

Lei non è una delle mamme dei protagonisti, ma è come la protettrice, di tutti i suoi studenti. Il suo scontro con Piton nell’ultimo capitolo di Harry Potter è qualcosa di a dir poco girl power. Lei è sempre severa, sicura di sé, non si fa comandare da nessuno, neanche dall’attuale preside di Hogwarts. La professoressa McGonagall non è solo la protettrice, ma è anche colei che non ha paura di nominare colui che non deve essere nominato.

harry-potter-femminismo
Fonte: pinterest

Bellatrix Lestrange

Lo dice il suo stesso nome: Bellatrix è una guerriera (è un sostantivo latino), ed è così pazza da non temere neanche il Signore Oscuro, ma di stare accanto a lui solo per sostegno. Bellatrix non è come gli altri, come Lucius Malfoy, come Piter Minus, che si sottomettono a Voldemort perché lo temono, Bellatrix per lui prova rispetto e una qualche sorta di amore. Lei non è solo una dei suoi sottoposti, ma la sua più fedele sottoposta, ma solo perché lo sostiene.

harry-potter-femminismo
Fonte: pinterest

Nymphadora Tonks

Infine, concludiamo con Nymphadora Tonks, un membro dell’Ordine della Felice, un auror, ovvero dei maghi molto qualificati che combattono le arti oscura, per il Ministero della Magia e, diciamo, che non è un lavoro che in genere viene concesso a una donna, o meglio, a una strega. Tuttavia, sebbene in Harry Potter è relativamente in secondo piano, nei momento in cui la vediamo dimostra di essere parte del femminismo della saga.

harry-potter-femminismo
Fonte: pinterest

Voi che ne pensate? Chi vorreste aggiungere in questo elenco di eroine del femminismo nella saga di Harry Potter?

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Giulia

Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

Torna in alto