Loki 1×06: recensione ultimo episodio

Condividi

Siamo finalmente giunti al tanto atteso finale di Loki, una delle serie Marvel più grandi e attese di sempre.

loki-recensione-ultimo-episodio

Per quanto non vedessi l’ora di vedere il finale di questa stagione, ammetto che sentirò la mancanza di questo appuntamento settimanale che ci accompagnava ormai da più di un mese. Ma tranquilli, non è certo finita qui.

Alla fine dell’episodio infatti, dopo i titoli di coda, è apparsa una schermata che recitava “Loki ritornerà nella seconda stagione“.

Ci sarà dunque una nuova stagione, come si poteva intuire dal finale molto aperto, ma di questo ne parleremo più tardi. Quello che ancora non sappiamo è quando uscirà la seconda stagione.

Secondo alcune voci le riprese dovrebbero iniziare intorno a Gennaio 2022, per cui probabilmente potrebbe essere pronta, imprevisti a parte, per Gennaio 2023.

Loki: riassunto episodio 1×06

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER.

L’episodio si apre già in modo molto interessante: nella schermata iniziale infatti, quella con la tipica scritta “MARVEL“, si sentono alcune delle frasi più iconiche che hanno segnato la storia del Marvel Cinematic Universe.

Dopo una panoramica di pianeti, stelle e galassie, torniamo dai nostri protagonisti, ovvero Loki e Sylvie, che alla fine dell’episodio precedente erano finalmente riusciti ad arrivare all’entrata della dimora di colui che sta dietro alla TVA.

Arrivati davanti a una gigantesca casa, la porta gli si spalanca da sola e i nostri amici entrano: a dargli il benvenuto troviamo l’assistene olografica della TVA, che gli spiega come Colui che rimane li stesse aspettando.

E infatti, pochi secondi dopo, eccolo: l’uomo che sta dietro a tutto si presenta di fronte a Loki e Sylvie e, dopo che i due hanno cercato invano di ucciderlo, gli ha spiegato tutto. Chi è, da dove arriva, come è arrivato fin li e come e perché ha creato la TVA.

loki-recensione-ultimo-episodio
Fonte: Marvel Studios

Scopriamo che lui è uno scienziato vissuto sulla Terra nel 31esimo secolo, e che dopo aver scoperto il Multiverso ed essere entrato in contatto con le sue varianti, hanno costruito tutta la tecnologia che abbiamo poi visto usare alla TVA. Ma alcune delle sue varianti erano malvagie e volevano distruggere le altre per prendere il controllo degli altri mondi. Allora per mantenere l’ordine ha monopolizzato il Multiverso, creando la Sacra Linea Temporale e fondando la TVA per proteggerla, per evitare che uscissero fuori altre sue varianti dalle ramificazioni della linea temporale.

A questo punto i nostri protagonisti hanno due alternative: ucciderlo e scatenare così il caos nella linea temporale, oppure prendere il suo posto e governare la TVA per continuare a garantire una stabilità nel Multiverso.

Ma qui i due si trovano in disaccordo: Loki non vuole ucciderlo per evitare il caos, mentre Sylvie vuole compiere la vendetta che attende da tutta la vita. Pensando che Loki voglia semplicemente il trono, lo attacca, e assistiamo a un breve ma intenso combattimento tra i due, che si conclude con quello che tutti aspettavamo da diversi episodi: il bacio tra Loki e Sylvie.

loki-recensione-ultimo-episodio
Fonte: Marvel Studios

Ma purtroppo la nostra Sylvie non vuole rinunciare alla sua vendetta e cosi scaraventa Loki dentro un portale temporale, facendolo finire così nel quartier generale della TVA. Quindi Sylvie uccide con la sua spada “Colui che rimane“, dando il via a un caos di ramificazioni incontrollabili sulla linea temporale.

Alla fine dell’episodio, vediamo Loki correre disperato all’interno del quartier generale e, una vola trovato Mobius, gli spiega tutto quello che è successo, ma questi, a gran sorpresa, non lo riconosce: anzi gli dice di calmarsi e gli chiede chi sia e di quale divisone faccia parte, pensando che fosse uno dei soldati della TVA.

Quando Loki si gira, confuso, vede che al posto delle statue dei Custodi del Tempo c’era una enorme statua raffigurante l’uomo appena ucciso da Sylvie.

Loki season finale: curiosità e approfondimenti

Questo finale di stagione ci ha lasciato tutti a bocca aperta, anche se qualcuno che se lo aspettava c’era. Ultimamente sul web sono girate molte teorie su chi potesse celarsi dietro a tutta questa storia: e molti ci avevano azzeccato: si trattava proprio di Kang.

Questo è infatti il nome con cui è conosciuto “Colui che rimane“: Kang il Conquistatore.

Non è una novità all’interno del MCU in quanto tempo fa è stato annunciata la sua presenza nel film Ant-Man and the Wasp: Quantumania, in uscita il 17 Febbraio 2023, ma è comunque la prima volta che appare nei film (o serie tv, in questo caso).

Nei prossimi giorni uscirà un articolo interamente dedicato alle curiosità e agli approfondimenti di tutti gli elementi di questa serie, quindi se volete conoscere tutta la storia di Kang restate sintonizzati!

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.