La Greta Thunberg Foundation ha donato 100mila euro per comprare vaccini per i Paesi poveri

Condividi

Greta Thunberg è tornata sotto i riflettori, ma non per parlare come al solito dell’ambiente e del cambiamento climatico, bensì ha rivolto la sua attenzione a un’altra causa, ovvero ai vaccini contro il Covid-19. La giovane attivista svedese ha denunciato infatti l’ineguaglianza dei vaccini anti Covid-19 e ha annunciato che la sua Fondazione avrebbe donato 100mila euro per comprare vaccini alle popolazioni più povere e vulnerabili.

greta-thunberg-donazione
Fonte: twitter

Sul suo profilo Twitter Greta Thunberg ha scritto che «circa una persona su quattro nei Paesi ad alto reddito hanno ricevuto il vaccino anti Covid. Soltanto uno su 500 nei Paesi poveri», dei numeri che ci fanno davvero pensare a quanto ci sia ineguaglianza nel mondo e di come nessuno ne stia parlando abbastanza. Il fatto che Greta Thunberg abbia deciso di dedicare dei tweet e persino di donare dei soldi per aiutare le fa solo onore. Tuttavia, il mondo ha comunque avuto da ridire.

Dopo questo tweet, Greta ha dovuto sottolineare che «poiché alcune persone sembrano essere sconvolte dal fatto che la mia fondazione stia donando denaro, vorrei ricordare ancora una volta che questo denaro proviene da premi e riconoscimenti. Non ricevo soldi per il mio attivismo né ho interesse per la filantropia. Diritti sui libri, ecc. che do alla mia fondazione.», perché ovviamente le persone non potevano solo essere felici che una ragazzina invece di tenere i soldi per sé e per i suoi interessi come, ammettiamolo, farebbe qualsiasi sua coetanea, decida di devolverli in beneficenza.

greta-thunberg-donazione
Fonte: twitter

Greta Thunberg ha anche aggiunto che «la comunità internazionale deve fare di più per affrontare la tragedia che è la disuguaglianza dei vaccini. Abbiamo i mezzi a nostra disposizione per correggere il grande squilibrio che esiste oggi nel mondo nella lotta contro il Covid-19. Proprio come con la crisi climatica, dobbiamo prima aiutare i più vulnerabili. Covax offre il percorso migliore per garantire una vera equità del vaccino e una via d’uscita dalla pandemia».

Quindi, per tutti coloro che ancora hanno da dire su Greta Thunberg, dicendo che è una bimba viziata che vuole saltare la scuola, che è ricca, che fa tutto per i soldi et similia, basti ricordare che la sua donazione di 100mila euro deriva tutta dai premi che ha ottenuto, insieme alla sua fondazione, per il suo sostegno all’azione sul cambiamento climatico. In più, il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha detto che

«Greta Thunberg ha ispirato milioni di persone in tutto il mondo ad agire per affrontare la crisi climatica e il suo forte sostegno all’equità dei vaccini per combattere la pandemia Covid-19 dimostra ancora una volta il suo impegno a rendere il nostro mondo un posto più sano, più sicuro e più giusto per tutte le persone. Esorto la comunità globale a seguire l’esempio di Greta e fare il possibile, a sostegno di Covax, per proteggere le persone più vulnerabili del mondo da questa pandemia».

Greta Thunberg e la donazione per il Covax: la reazione online

greta-thunberg-donazione
Fonte: twitter

Il web si divide fra chi loda Greta Thunberg per aver pensato anche a questo problema, mentre c’è chi, ovviamente, ha avuto da ridire. Non ci stupiamo minimamente. D’altronde le persone avranno sempre qualcosa per cui giudicarti, anche se doni 100mila euro per aiutare le persone più bisognose in uno dei periodi più brutti della nostra esistenza.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Columbine High School: 22 anni dal massacro
Next post La Nutella compie 57 anni