Donald Trump lancia il suo nuovo “social”

Condividi

Lo aveva annunciato mesi fa e lo ha fatto: Donald Trump ha creato un suo social. Più o meno. Perché più che un social sembra essere un blog (infatti si chiama From the Desk of Donald J. Trump) in cui l’ex Presidente degli Stati Uniti d’America scrive quel che pensa come faceva su Twitter, ma senza possibilità per nessuno di commentare (ma si possono condividere su altri social) e aggiungendo anche video e comunicati stampa. Insomma, sembrerà di star proprio nella mente di Donald Trump.

donald-trump-social

È in realtà già online da un po’ di tempo, ma nessuno ci aveva fatto abbastanza caso. Si chiama From the Desk of Donald J. Trump e ha come obiettivo quello di far sentire l’ex Presidente vicino ai suoi fan affezionati che stanno ancora aspettando un’altra rivolta come quella di Capitol, di cui Donald Trump, secondo molti è responsabile e che, infatti, gli è costato il ban da Facebook e Twitter. Sulla rivolta Zuckerberg aveva detto

«Sono convinto che l’ex presidente debba essere considerato responsabile per le sue parole, mentre coloro che hanno infranto la legge debbano essere considerati responsabili delle loro azioni».

Mark Zuckerberg, CEO di Facebook

La notizia, comunque, è stata rilasciata da Fox News ieri, ma il blog funziona già dal 24 marzo 2021, per cui da più di un mese! Donald Trump quasi quotidianamente ha postato degli aggiornamenti, un po’ come faceva sul suo profilo Twitter, e in effetti il social ci ricorda un po’ quello di Jack Dorsey, sebbene non ci sia la possibilità di commentare i pensieri direttamente dal Desk of Donald J. Trump. Tuttavia, si possono condividere e commentare su altri social. Insomma, un bel modo per far parlare, di nuovo, di sé.

donald-trump-social
Uno dei post di Donald Trump

Donald Trump, ricordiamolo, è bannato da diversi social da un po’ di mesi, ha provato a iscriversi su Parler ma poco dopo il social ha dovuto cambiare i server ed è rimasto offline per un po’ di tempo, ed è stato proprio in quel momento che ha annunciato di dover creare un nuovo social network, in modo da non dover seguire le regole di nessuno. A riguardo parlò Jason Miller su Fox News:  «Penso che vedremo il presidente Trump tornare sui social media probabilmente in due o tre mesi con la sua propria piattaforma, messa a punto per essere la più interessante in assoluto nel panorama dei social media: ridefinirà completamente le regole del gioco».

Tuttavia, come potete vedere voi stessi, quello di Donald Trump non è un social ma solo un blog personale come può esserlo un blog su Tumblr qualsiasi. Forse l’ex Presidente non ha ancora finito con le sorprese e lancerà un vero e proprio social, oppure creare un nuovo social network senza alcuna regola e in cui le fake news sarebbero all’ordine del giorno sarebbe troppo pericoloso?

Alcuni post del blog di Donald Trump

donald-trump-social

Fox News ha riportato che la tecnologia dietro il social di Donald Trump è fornita da Campaign Nucleus, «ecosistema digitale creato per gestire in modo efficiente le campagne e le organizzazioni politiche», ideato dall’ex responsabile della sua campagna elettorale, Brad Parscale. Una fonte vicina ha poi spiegato, sempre a Fox News che «questa è solo una comunicazione unidirezionale. Questo sistema consente a Trump di comunicare con i suoi seguaci». Ma vediamo, ora, cosa scrivere Donald Trump sul suo diario personale.

Il primo post recita: «David Shafer ha fatto un lavoro fenomenale come presidente del Partito Repubblicano della Georgia, reclutando e addestrando un numero record di volontari. Nessuno in Georgia ha combattuto più duramente per me di David! Non ha mai rinunciato! Ha il mio completo e totale sostegno per la rielezione».

Andando avanti, notiamo che insiste ancora con la frode elettorale del 2020: «Perché ogni volta che viene discussa la FRODE ELETTORALE del 2020, i Media Fake News affermano costantemente che tali accuse sono infondate, ingiustificate, ecc.? Purtroppo, c’è stata una massiccia frode alle elezioni presidenziali del 2020, e molte persone molto arrabbiate lo capiscono. Con ogni giorno che passa, e purtroppo per i PAZZI della sinistra radicale, sempre più fatti stanno venendo fuori. A parte questo, Buona Pasqua!».

Idea che comunque persiste fino a qualche giorno fa. Il 3 maggio scrive: «Le fraudolente elezioni presidenziali del 2020 saranno, da oggi in poi, conosciute come LA GRANDE BUGIA!». Ma non risparmia neanche Facebook, Twitter e Google, riguardo la censura che ha ricevuto in seguito a una rivolta al Senato. Ieri infatti scrive:

«Quello che Facebook, Twitter e Google hanno fatto è una totale vergogna e un imbarazzo per il nostro Paese. La libertà di parola è stata tolta al Presidente degli Stati Uniti perché i lunatici della sinistra radicale hanno paura della verità, ma la verità verrà fuori comunque, più grande e più forte che mai. Il popolo del nostro Paese non lo tollererà! Queste compagnie di social media corrotte devono pagare un prezzo politico, e non devono mai più essere autorizzate a distruggere e decimare il nostro processo elettorale.»

Insomma, la gran parte dei post che trovate sul blog di Donald Trump sono così: il solito Donald Trump rancoroso che non accetta di aver perso. E voi, cosa ne pensate? Guarderete giornalmente From the desk of Donald J. Trump?

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Giorgia Meloni contro il “gender nelle scuole”, senza sapere cosa il gender sia
Next post Razzo in “caduta libera” verso la Terra: ultime notizie