Jack lo sciamano tradito da Trump: adesso testimonierà contro di lui

Condividi

È stato il volto delle rivolte di Capitol, il suo stile, il suo nome e le sue idee hanno fatto il giro del mondo in pochissimo tempo: tutti conoscevano Jake Angeli, lo sciamano sostenitore della teoria QAnon (ovvero quella che, in poche parole, vede Trump come un salvatore contro la sinistra cattiva) e adoratore di Trump che adesso, deluso dall’ex Presidente che non gli ha concesso la grazia, ha deciso di testimoniare contro di lui al processo di impeachment.

jake-angeli-sciamano-trump
Fonte: twitter

Già quando era ancora Presidente, molte persone hanno rivisto la propria opinione su Donald Trump, molti sono stati delusi, molti si sono sentiti traditi, soprattutto quando i propri parenti, magari anche sostenitori dell’ex Presidente, sono morti a causa del Covid-19, proprio quella semplice influenza come il raffreddore, come l’aveva all’inizio fatta passare il loro idolo. Tuttavia, nessuno ci si aspettava che a cambiare idea sarebbe stato anche Jake Angeli.

Per irrompere al Congresso, per rischiare di finire o finire in carcere e andarne comunque fiero, per violare la legge solo perché te lo dice una persona, la tua stima e la fiducia che hai nei suoi confronti, deve essere tantissima. Quindi immaginate quanto Jake Angeli, lo sciamano di QAnon, il volto della rivoluzione di Trump, si sia sentito tradito quando il suo Presidente ha concesso la grazia a tantissime persone, ma non a lui.

Ovviamente le motivazioni sono plausibili, Donald Trump non si è voluto prendere la responsabilità della rivolta come dei suoi post sui social, Melania Trump l’ha condannata insieme a tutta la violenza, se avesse concesso la grazia a colui che più si è fatto notare quel 6 gennaio, sicuramente ci avrebbero perso la faccia e, soprattutto, o tutti o nessuno. A essere incarcerati sono tantissime persone, se avesse liberato solo Jake Angeli, poi si sarebbe dovuto anche sentire le parole di tutti gli altri. Vediamo, quindi, cosa ne pensa lo sciamano.

Jake Angeli contro Donald Trump

Jake Angeli, che tra l’altro ha anche fatto lo sciopero della fame poiché in prigione non viene dato il cibo biologico, si aspettava che il suo idolo gli avesse dato la grazia, glielo aveva persino chiesto, tuttavia nelle sue ultime ore da Presidente Trump non ha pensato a lui ma solo alle persone che gli avrebbero fatto comodo. Per cui, Jake Angeli è adesso deluso e dichiara di sentirsi molto illuso e anche ingannato dal suo Presidente.

jake-angeli-sciamano-trump
Fonte: twitter

E, si sa, come un’ex amante geloso e ferito, anche Jake Angeli vuole la sua vendetta e infatti, tramite il suo avvocato, ha affermato di voler partecipare al processo per testimoniare contro Donald Trump che sarebbe colpevole di incitamento verso Capitol Hill. Secondo lo sciamano, infatti, il discorso prima dell’attacco al Senato pronunciato da Donald era un «invito ad andare al Congresso e combattere».

L’ipotesi di farlo testimoniare, però, non piace a molti, soprattutto al senatore repubblicano Lindsey Graham, ex alleato di Trump, che ritiene di non poter pensare a «un modo migliore di trasformare il processo in un circo che chiamare lo Sciamano di QAnon come testimone». Tuttavia, Jake Angeli non sarebbe l’unico, infatti anche altri quattro detenuti sarebbero pronti a testimoniare di aver proceduto con l’attacco perché era stato Trump a chiederglielo. Delle testimonianze che a Trump non farebbero sicuro comodo.

jake-angeli-sciamano-trump
Fonte: twitter

Ovviamente, inutile dirvelo, ci sono già i complotti. Ci sono quelli che ritengono che in realtà Jake Angeli sia un infiltrato della sinistra che ha fatto tutto per «arrivare all’impeachment di Trump per toglierlo di mezzo ed impedirgli di ricandidarsi», c’è invece chi ritiene che lo sciamano faccia di tutto solo per far parlare di sé, e quest’ultima ipotesi almeno è un po’ più plausibile. Altri ancora lo prendono in giro, perché «adesso si vendica perché Trump non gli ha concesso l’immunità, questi sono elettori con sani principi».

Voi cosa ne pensate? Jake Angeli dovrebbe testimoniare o è meglio di no?

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Fedez rischia la squalifica da Sanremo?
Next post Amazon Prime Video: novità febbraio 2021