#63 – Riviviamo i classici della nostra adolescenza: Cenerentola

Condividi

L’autunno e l’inverno ci fanno venire di Disney, per cui in questo primo mese freddo, ho pensato di scegliere come topic di Riviviamo la nostra adolescenza i live action della Disney, e oggi tocca a Cenerentola/Cinderella. Perché i live action? Perché saremo per sempre legati ai cartoni animati della Disney, tuttavia i live action ci fanno sentire più adulti, per cui settimana scorsa abbiamo rivissuto Alice in Wonderland, che è stato il primo dei tempi moderni (è uscito nel 2010), poi abbiamo rivissuto il primo dedicato a una villain, Maleficent, e oggi vedremo Cinderella. Settimana prossima concluderemo con La Bella e la Bestia. Vi ricordo anche che in questo articolo trovate i cartoni Disney perfetti per l’autunno!

cenerentola-live-action-adolescenza
Fonte: Pinterest

Quando eravamo piccoli passavamo ore e ore davanti alla tv a vedere e rivedere sempre i soliti cartoni. Quando eravamo piccoli noi non esista Disney Plus, né le tv smart, per cui per vedere qualcosa bisognava o aspettare che lo trasmettessero in tv oppure comprare la videocassetta, di cui riavvolgevamo la pellicola fino a che non si consumava e quindi dovevamo comprarne un’altra. Sono tempi passati ma sono comunque bei ricordi. Tuttavia, durante l’adolescenza, siamo passati ai live action.

La Disney ha prodotto diversi live action: alcuni sono più anziani, i primi risalgono ai lontani anni ’90, mentre altri sono recenti, come Mulan o Cruella, basato sulla storia della villain de La Carica dei 101, altri ancora sono attesi per i prossimi mesi o anni, come La Sirenetta che ha già fatto del drama a causa dell’attrice protagonista che non è proprio uguale alla Sirenetta del cartone, ma tutti hanno in comune il fatto di farci sognare proprio come avveniva da bambini. Poi ci sono anche le canzoni che amavamo, per cui è tutto molto più bello.

In ogni caso, senza perderci in ulteriori chiacchiere, parliamo di Cenerentola, uno dei film Disney con più remake fra tutti, infatti proprio di recente è uscito l’ennesimo, in cui vediamo una delle principesse più vittime del maschilismo di quei tempi in una chiave molto più femminista (potrebbe interessarvi la nostra recensione: Cerentola: recensione del remake con Camila Cabello). Oltre questi ci sono anche Cinderella Pop uscito lo scorso anno o tutti gli altri come A Cinderella Story o Another Cinderella Story, per non parlare di A Cinderella Story: Once Upon a Song o A Cinderella Story: Christmas Wish.

Cenerentola: trama e cast

Ovviamente ci sono tantissimi remake di Cenerentola, tuttavia solo un live action, uno tra l’altro dei preferiti dal pubblico, uscito nel 2015 e che vede come protagonista Lily James nei panni di Ella e Richard Madden come Principe Azzurro. Rivediamo anche Helena Bonham Carter, che qui interpreta la fata madrina, ma anche Cate Blanchett che, invece, è Lady Tremaine, ovvero la matrigna. Insomma, anche in questo caso c’è un bel cast (ad esempio, Hayley Atwell, popolare per essere Peggy Carter, interpreta la madre di Ella).

Personalmente io amo tutti i remake della Disney e anche a questo sono molto affezionata, soprattutto per il cast e per gli abiti che ritengo meravigliosi. Poi non c’è neanche da dire che, ovviamente, ho visto e so a memoria tutti i remake, perché davvero trovo che la storia sia splendida, un po’ maschilista ma le varie visioni la rendono speciale. In ogni caso, leggiamo la trama e il cast.

cenerentola-live-action-adolescenza
Fonte: Pinterest

Trama di Cenerentola

Ella, dolce e altruista figlia di un mercante di tessuti, rimasta orfana di madre in tenera età. Sperando di creare una nuova armonia familiare, il padre di Ella sposa la vedova Lady Tremaine. L’elegante e algida donna e le sgraziate figlie Anastasia e Genoveffa approfittano della morte del capofamiglia per prendere pieno possesso dell’eredità.

Ancora scioccata e triste, Ella si trova ad essere considerata una vera e propria domestica, rinominata Cenerentola. Nonostante la ragazza reagisca positivamente ai continui soprusi, un giorno ha un crollo e cerca conforto nel bosco.

Qui la ragazza si imbatte in Kit. Ella rimane molto affascinata dal giovane, inconsapevole che lui sia il principe. Per rivedere la fanciulla, Kit decide di organizzare una grande festa, invitando tutti gli abitanti del paese. Ella è emozionata all’idea di rivedere Kit ma Lady Tremaine e le sorellastre, estremamente invidiose della sua bellezza, distruggono il suo abito e le impediscono di recarsi al ballo.

Fortunatamente, la fata madrina accorre in aiuto della fanciulla e, con la sua magia, le dona un nuovo abito e una scintillante carrozza, trainata da bianchi cavalli. Conscia che l’incantesimo durerà solo fino a mezzanotte, Ella si reca al ballo e catalizza l’attenzione di Kit, del quale scopre la vera identità.

Ben presto, tuttavia, sopraggiunge l’ora di lasciare il palazzo e, nella precipitosa fuga, Cenerentola perde la sua scarpetta. Il principe vuole trovarla a tutti i costi, ma Lady Tremaine vuole sottrarre alla figliastra il lieto fine…

Cast di Cenerentola

cenerentola-live-action-adolescenza
Fonte: Pinterest
  • Lily James: Ella
  • Richard Madden: principe Kit
  • Cate Blanchett: Lady Tremaine
  • Helena Bonham Carter: fata madrina
  • Stellan Skarsgård: granduca
  • Derek Jacobi: re
  • Nonso Anozie: capitano
  • Hayley Atwell: madre di Ella
  • Ben Chaplin: padre di Ella
  • Eloise Webb: Ella bambina
  • Holliday Grainger: Anastasia Tremaine
  • Sophie McShera: Genoveffa Tremaine
  • Alex Macqueen: banditore reale
  • Rob Brydon: maestro Phineus
  • Jana Perez: principessa Selina di Saragozza
  • Richard McCabe: barone

Insomma, Cenerentola è un film da vedere anche solo per lo strepitoso cast, ma voi preferite più i live action, i remake o il cartone originale?

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Previous post Prime Video: le novità di novembre 2021
Next post Ordinanza antiprostituzione a Terni: via le minigonne o abiti “indecorosi o indecenti”