Qual è la differenza tra pansessualità e bisessualità

Condividi

Oggi non è raro sentir parlare di bisessualitàpansessualità, poiché c’è molta più consapevolezza fra i giovani e molti hanno il coraggio e anche l’opportunità di non restare nascosti, facendo coming out con amici e parenti. Tuttavia, per chi non è nella lgbt community o per chi non è proprio pratico di sessualità, si è chiesto quale sia la differenza fra bisessualità e pansessualità, che possono, apparentemente, sembrare la stessa cosa ma che, in realtà, non lo sono.

Per cui, dopo aver visto perché è importante inserire i pronomi nella bio e anche perché non costa nulla dire persone con le mestruazioni, impariamo anche qual è la differenza fra i gusti di una persona bisessuale e di una pansessuale, in modo da, quando qualcuno ci dice di essere di una di queste sessualità, non ci mettiamo a dire «ma non è la stessa cosa di pansessualità/bisessualità?». Beh, evidentemente no, altrimenti non avrebbero coniato un secondo termine.

Già partendo dalle loro definizioni, effettivamente, sembra facile confondersi. Bisessualità indica l’orientamento sessuale di una persona che prova «attrazione emozionale, romantica e/o sessuale nei confronti di più di un genere o genere». Può essere quindi un uomo, una donna, no-binary (che in altri articoli abbiamo detto essere sia uomo che donna o né uomo né donna).

bisessualita-pansessualita-differenza
Fonte: twitter

Pansessualità, che deriva dall’aggettivo greco pas, pasa, pan che vuol dire “tutto”, che indica l’attrazione emozionale, romantica e/o sessuale di una persona verso un’altra senza dare alcuna considerazione al suo genere e al suo genere, ma che pensa unicamente al suo modo di essere e alla sua personalità. Insomma, quel tipo di persona che non chiameresti mai superficiale perché non guarda minimamente né il tuo aspetto né cos’hai fra le gambe.

Quindi no, eliminiamo per sempre la convinzione che i pansessuali possano innamorarsi di una macchina o di una bambola stile Io e la mia ossessione. I pansessuali sono semplici persone comuni come lo sono gli eterosessuali, gli omosessuali e i bisessuali, ma che, semplicemente, non guardano minimamente il genere di un potenziale partner, quindi possono, letteralmente, trovare l’amore dietro l’angolo.

E quindi, qual è la differenza? Non sembrano esattamente la stessa cosa poiché entrambi sono attratti verso tutti i sessi (transgender è incluso in uomo e donna, ovviamente, non è specificato per questo motivo)? “Eppure, non è così“.

Differenza fra bisessualità e pansessualità

La differenza sostanziale fra bisessualità e pansessualità sta nella scelta, o meglio… Un pansessuale non ti dirà «preferisco gli uomini» o «preferisco le donne», e questo perché il pansessuale non guarda minimamente il genere di una persona ma solamente la sua personalità. Se piaci a una di queste persone, puoi stare certo che non ti troverai mai giudicato da lxi, ma ti apprezzerà sempre per ciò che sei (ovviamente questo non esclude che anche le altre sessualità non possano farlo).

bisessualita-pansessualita-differenza
Fonte: twitter

Un bisessuale, invece, esprimerà una preferenza, quindi bisessuale può essere una persona a cui piacciono 5% ragazze e 95% uomini, ma anche 60% donne e 40% uomini. Tuttavia, c’è da dire che non per forza deve esserci una preferenza e, qui, diventa un po’ più complesso da comprendere, quindi cercate di aprire il più possibile la vostra mente.

Cosa succede se un bisessuale non ha preferenze? Non diventa un pansessuale? No, non funziona così. Un bisessuale che non ha preferenza resta sempre un bisessuale e questo perché, come abbiamo scritto poco sopra, al bisessuale importa cosa vi è fra le gambe del proprio partner, mentre per il pansessuale non è minimamente importante. La pansessualità è l’attrazione a prescindere dal genere.

In altre parole più semplici: i bisessuali provano attrazione per uomini, donne e no-binary, i pansessuali, invece, provano attrazione per le persone. Per fare un esempio un po’ superficiale, la bisessualità è di una persona che preferisce o il dolce o il salato, la pansessualità è invece per una persona che ama il cibo in generale, senza dar conto al fatto che sia dolce o salato.

bisessualita-pansessualita-differenza
Fonte: wikipedia

Ora dovrebbe essere un po’ più chiaro, spero, ma se non fossi riuscita a rispondere ai vostri dubbi e quesiti, potete contattarci su Twitter e cercheremo di rispondere alle vostre domande. Basta che la smettiamo di confondere (e spesso mancare di rispetto) a chi si definisce bisessuale o pansessuale.

La pansensessualità non esiste?

Aggiorniamo l’articolo poiché su Cup of Green Tea ci piace ascoltare tutte le ipotesi in modo che voi possiate farvi una vostra idea, vi aggiungiamo quella di una ragazza che con cui abbiamo chiacchierato su Twitter. Noi ci limitiamo a riportare il suo messaggio, sta a voi poi decidere se attenervi a quello che abbiamo scritto sopra, o stare dalla parte di quello che ha detto questa ragazza (che ha delle idee ben precise su più argomenti, condivisibili e no):

«La pansessualità è stata inventata perché, non avendo letto il manifesto bisessuale che dice chiaramente “la bisessualità non è binaria”, la gente ha pensato non fosse inclusiva! C’è anche da vedere il discorso linguistico visto che -bi significa due e -pan tutto. Ma, come tutti dovrebbero sapere, la sessualità si basa sul sesso e non sul genere (che poi neanche esiste) e i sessi sono due! Quindi la bisessualità è l’attrazione ad entrambi i sessi. Ci può essere una preferenza o meno, non è questo che conta».

Il manifesto, che potete leggere interamente qui, recita: «Non presumete che la bisessualità sia binaria o duogama, che noi abbiamo “due” lati o che noi dobbiamo per forza essere coinvolti simultaneamente con ambo i generi per essere persone umane soddisfatte. Anzi, non presumete nemmeno che ci siano due soli generi. Non scambiate la nostra fluidità per confusione, irresponsabilità od incapacità di impegnarci. Non confondete la promiscuità, l’infedeltà od il sesso non sicuro con la bisessualità: sono tratti umani comuni a tutti gli orientamenti sessuali. Non si deve presumere nulla sulla sessualità di nessuno, nemmeno sulla vostra».

Fateci sapere cosa ne pensate, se ritenete che la ragazza abbia ragione e la pansessualità in realtà non esista, oppure se pensiate che ci sia una netta differenza e sia sbagliato dare sostenere che non esista. Siamo aperti alla discussione e ad aggiornare ancora l’articolo, qualora fosse necessario.

Autore

  • Giulia, 22 anni, blogger. Amo scrivere, leggere, guardare serie tv e anime, i gatti e seguire le giuste polemiche. Instagram: @murderskitty

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.