#31 – Impariamo il polacco: guardiamo un film insieme

Condividi

Eccoci tornati con la visione di un film polacco insieme! Avendo Netflix, ho scelto Amore al quadrato (qui trovate il film), che è forse uno dei meno imbarazzanti e comunque non troppo pesanti che ci sono. L’alternativa era Sexify, ma gli episodi sono abbastanza lunghi (una 50ina di minuti circa), mentre noi vedremo 5 minuti ad articolo, analizzando frase per frase, per cui vedere un film che dura un’ora e quaranta minuti è decisamente la scelta giusta. Come faremo? Continuate a leggere e mettetevi alla prova insieme a me.

Quello che vi consiglio se siete all’inizio dell’apprendimento del polacco è di vedere prima il film (anche solo i primi dieci minuti) in lingua italiana, o magari in polacco con i sottotitoli in italiano. Poi passate alla lingua polacca con i sottotitoli in polacco. Conoscendo il significato di quello che stanno dicendo, sarà più semplice comprendere il significato delle parole polacche. Sarebbe più utile farlo anche con film visti e stravisti, come Harry Potter, tuttavia per vederlo in un’altra lingua avremmo bisogno di un VPN e poi meglio vedere un film proprio polacco.

Per quanto riguarda Amore al Quadrato, Miłość do Kwadratu in lingua originale, parla di Enzo, un giornalista che si occupa delle star e che ha la fama del Don Giovanni e Monika/Klaudia, un’insegnante che, per guadagnare di più, fa anche la modella, indossando una parrucca e delle lenti a contatto in modo da non farsi riconoscere. Mentre sono sul set, tra i due nasce una scintilla, ma anche nella vita comune, con l’identità di Monika, i due si conoscono e scoppia un’altra scintilla. Enzo quindi si trova a impazzire per due donne, che però sono la stessa. Come finirà la loro storia d’amore?

L’idea iniziale era di analizzare 20 minuti ad articolo, ma in realtà sarebbe abbastanza complesso e lungo, per cui prenderemo i primi cinque minuti. Se dovessi fare esattamente l’analisi grammaticale e logica sarebbe molto complesso, quindi indicherò solo il significato delle parole. Non tradurremo tutte le battute ma magari solo le più lunghe, in quanto tradurre un “nie” sarebbe troppo anche per chi si trova all’inizio dell’apprendimento. Buona visione a tutti voi e perdonatemi per aver scelto un film così imbarazzante.

Impariamo il polacco con un film: Amore al Quadrato (altri 5 minuti)

«Mama by do tego nie dopuściła».
Di questa prima battuta, do tego significa questo, mentre dopuściła è il verbo permettere. Quindi la traduzione è: «mamma non lo avrebbe permesso (non avrebbe permesso questo)».
«Powinienem jej przynosiś konwalie. Najbardziej lubiła konwalie».
Powinienem è il verbo dovere, jej è il pronome di terza persona singolare, przynosiś invece significa portare, mentre le konwalie sono i fiori chiamati gigli della valle. Najbardziej è una parola che già conosciamo e significa maggiormente, lubiła è sempre il verbo piacere che abbiamo già visto in passato. Per cui: «Dovevo portarle i gigli della valle. Le piacevano di più».

amore-al-quadrato-polacco-3

«Tato, raz w roku kwitną».
Raz significa una volta, w roku all’anno e kwitną è il verbo fiorire. Tato significa papà. «Papà, fioriscono una volta all’anno».
«Ja mówię o zadłużeniu w warsztacie».
Mówię significa parlare, zadłużeniu è il debito, w warsztacie è dell’officina. Quindi: «io sto parlando del debito dell’officina».
«Wtedy też kwitły».
Wtedy è il pronome allora, poi. Quindi: «Poi fiorivano già».

«Wjechał w nas na czerwonym! To nie twoja wina!».
Wjechał è il verbo arrivare, w nas addosso, na czerwonym, con il rosso, facendo riferimento al semaforo. To nie twoja wina è abbastanza semplice, non è colpa tua, con wina che significa colpa.
«To dlaczego nie pamiętałem o tych zasranych konwaliach, jak żyła?»
Dlaczego lo abbiamo visto le scorse volte, è il modo di dire why in polacco. Pamiętałem verbo ricordare, o tych di questi, zasraych è un termine volgare, significa “fottutissima”, żyła invece significa viva. «Perché non ho ricordato di questi fottutissimi fiori, quando era viva?».

«Jak kogoś kochasz, to nie żałuj mu swojej miłości».
Kogoś è qualcuno, mentre kochasz è il verbo amare. Miłości è amore declinato, in questo caso è amato. Swojej suo, nie żałuj non andarci piano, non avere rimpianti. Per cui: «Quando ami qualcuno, non avere rimpianti con il tuo amato».
«A jak ten ktoś mnie nie kocha?».
Questa è abbastanza semplice. A e, jak se, ten questo, ktoś chi (qualcuno), mnie mi, nie non, kocha ama. Quindi, dal polacco all’italiano: «e se questo qualcuno non mi ama?».
«Jak to nie kocha?»
«Come non ti amerebbe?»

«Ciebie się nie da nie kochać».
Ciebie pronome di seconda persona singolare. «Non si può non amarti».
«Tato, ja poważnie pytam».
Poważnie significa seriamente, sul serio, mentre pytam è il verbo chiedere polacco. Quindi: «papà, chiedo sul serio».

amore-al-quadrato-polacco-3

«Szczerze mówiąc, córeczko, ja nie bardzo znam się na miłości».
Szczerze mówiąc possiamo tradurlo con sinceramente, córeczko significa tesoro, znam verbo conoscere, il resto lo sappiamo: «sinceramente, tesoro, non conosco molto sull’amore».
«Ale wiem, że jak już spotkasz tego kogoś, jak już zadziała, to do kwadratu».
Wiem verbo sapere, spotkasz verbo incontrare, zadziała verbo funzionare. «Ma so che quando incontrerai qualcuno, funzionerà».

«Tak było ze mną i z mamą. Tak będzie tobą, zobaczysz».
«È stato così con me e la mamma. E vedrai anche tu».
«Jak miłość, to do kwadratu».
«Come l’amore, come un quadrato». Espressione del polacco che vuole intendere che si sistema tutto.

«Proszę cię, zadzwoń, bo ja tu dostanę zawału. Pa.»
Qui cambiamo scena. Proszę cię significa per favore, zadzwoń verbo chiamare, dostanę zawału letteralmente significa mi verrà un infarto. Pa invece in polacco significa ciao. «Per favore, chiamami, perché mi verrà un infarto. Ciao».
«Nie obdiera. Nie jestem jego agentem».
Obdiera rispondere. Il resto è semplice: «non risponde. Non sono il suo agente».

«Jak kocha, to zdaży. Pwenie tak kocha, że nie zdąży».
Zdąży fare in tempo. Pewnie è il polacco probabilmente. «Se ti ama, farà in tempo. Probabilmente non lo farà».
«To było niemiłe».
Niemiłe scortese. «Questa era scortese».

amore-al-quadrato-polacco-3

«Może zacniemy od Klaudii, Enzo utknął w charakteryzacji. Nie ma wprawy chłopak».
Zaczniemy verbo iniziare, utknął verbo bloccare, charakteryzacji trucco. Wprawy abituato, pratico. «Magari iniziamo con Claudia, Enzo è bloccato al trucco. Non è un ragazzo abituato».
«Klaudia przjdzie przygotowana, dostała brief».
Przyjdzie il verbo polacco venire, mentre przygotowana significa pronta. Dostała invece è il verbo ricevere. «Klaudia verrà pronta, ha ricevuto il brief».

«Taka zdolna? No nietypowe, naprawdę».
Zdolna significa capace, intelligente. Nietypowe insolito, naprawdę abbiamo già visto negli scorsi articoli che significa davvero. La traduzione: «È così capace? Davvero insolito».
«Jadę do pałacu w Wójtowicach».
Jadę verbo andare, il resto si capisce. «Vado al palacco Wojtowice».

«To jest dopiero konkurencia».
Diciamo che possiamo tradurre anche senza cercare, perché le parole sono simili all’italiano: «questa è una dura competizione».
«Taka robota».
Traduciamolo con «è il lavoro», con il verbo essere sottinteso.
«Ja nikogo nie oceniam».
Oceniam è il verbo giudicare, nikogo nessuno: «io non giudico nessuno».

«Chyba zabrał pan niewłaściwą koleżankę».
Chyba forse, probabilmente, zabrał prendere, niewłaściwą sbagliata. «Signore, forse hai preso la collega sbagliata».
«Wiesz, co ja mam tu przez ciebie? Potem podagamy. Przebieraj się».
Wiesz, co ja mam tu przez ciebie lo traduciamo direttamente con “sai cosa mi hai fatto passare?“, mentre potem è poi e podagamy parlare. Infine, przebieraj significa “vai a cambiarti”. «Sai cosa mi hai fatto passare? Poi parliamo, vai a cambiarti».

«Jak zwykle, zamiast cię opieprzyć, ja się cieszę, że ty w ogóle jesteś».
Jak zwykle come al solito, come sempre. Zamiast invece di, piuttosto che, opieprzyć sgridare, cieszę sono felice, sono contenta. «Come sempre, invece che sgridarti, sono felice che tu sia qui».
«A gdzie nowa modelka?»
Facile. Dal polacco all’italiano: «dov’è la nuova modella?».
«Przy samochodzie, złota rybka taka».
Złota rybka taka pesce d’oro. Quindi: «in macchina, il pesce d’oro».

«Ta dzikwa?»
Dzikwa è il modo volgare per dire prostituta.
«Ten dzikwarz?».
Il maschile, che non è prostituto, ma puttaniere.
«I wtedy samochód staje, oni się całują…»
Staje verbo fermare, całują baciare. «Poi lauto si ferma, si baciano…».

«Robisz najazd na logo, deszcz, no i mamy to. Proste».
Najazd in questo caso primo piano, deszcz pioggia, proste semplice. «Fai un primo piano sul logo, pioggia, e basta. Semplice».
«O całowaniu nie było mowy!»
Całowaniu è sempre il verbo baciare, mentre mowy è il copione. «Non c’era un bacio nel copione!».
«A teraz jest».
«Ora c’è».

«Normalna korekta. Klient zmienił».
«Correzioni normali. Il cliente è cambiato». Il termine polacco zmienił significa cambiare.
«Nie czytaliśćie umowy? Jasiś problem?»
Czytaliście verbo polacco leggere. «Non avete letto il contratto? Ci sono problemi?».
«Kto nie powiedział aktorom, że mają się calować?»
Powiedział verbo dire. «Chi non ha detto agli attori del bacio?».

E qui concludiamo la terya parte del film. Alla settimana prossima!

close

Non perderti le nostre news!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.